Duspatalin - istruzioni per l'uso, analoghi, recensioni e prezzo

Tipi

Il sito fornisce informazioni di base solo a scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È necessaria una consulenza specialistica!

Duspatalin è un antispasmodico miotropico. Ciò significa che l'effetto analgesico del farmaco si basa sulla soppressione dello spasmo e sul rilassamento della muscolatura liscia dell'intestino. Duspatalin allevia gli spasmi intestinali senza influenzare le contrazioni peristaltiche, che garantisce esclusivamente l'eliminazione della sindrome del dolore senza ritardare l'avanzamento delle masse alimentari.

Per questo motivo, Duspatalin viene utilizzato per alleviare il dolore di natura spasmodica e per trattare varie condizioni spastiche del tratto alimentare, come coliche intestinali, sindrome dell'intestino irritabile, disfunzione della cistifellea, disfunzione della cistifellea, condizioni dopo la rimozione della cistifellea. Inoltre, il farmaco è efficace per eliminare gli spasmi e il dolore nel tratto gastrointestinale, che sono causati da altri motivi, inclusi vari disturbi funzionali dell'apparato digerente..

Descrizione, forme di rilascio e composizione

Il farmaco Duspatalin è prodotto dalla società farmaceutica olandese "ABBOTT HEALTHCARE PRODUCTS, B.V.", ed è disponibile in due forme di dosaggio:
1. Compresse 135 mg.
2. Capsule 200 mg.

Le capsule di Duspatalin contengono una quantità maggiore di principio attivo (200 mg) rispetto alle compresse (135 mg). Inoltre, le capsule hanno un'azione prolungata, quindi la parola "ritardante" è necessariamente scritta accanto al nome "Duspatalin". È il termine "ritardante" che riflette l'effetto a lungo termine delle capsule rispetto alle compresse. Le capsule indicano anche "Duspatalin 200", in base alla quantità di principio attivo nella loro composizione.

Le compresse di Duspatalin sono rotonde e di colore bianco. Disponibile in confezioni da 10, 15, 20, 30, 40, 50, 60, 90, 100 o 120 pezzi. Le capsule hanno un guscio gelatinoso denso, dipinto in un colore bianco opaco. Le capsule sono etichettate "245", "S" e "7" e il contenuto è granuli di colore bianco. Le capsule di Duspatalin sono disponibili in 10, 20, 30, 50, 60 o 90 pezzi.

Come ingrediente attivo attivo, sia le capsule che le compresse di Duspatalin contengono la mebeverina chimica. Una capsula contiene mebeverina 200 mg e una compressa solo 135 mg. I componenti ausiliari di compresse e capsule sono diversi. Per comodità, gli eccipienti di entrambe le forme di Duspatalin sono mostrati nella tabella:

Componenti ausiliari delle capsule di DuspatalinComponenti ausiliari delle compresse di Duspatalin
Stearato di magnesioLattosio monoidrato
Copolimero di metile metacrilatoFecola di patate
Copolimero di etil acrilatoPovidone K25
TalcoTalco
IpromellosaStearato di magnesio
TriacetinaSaccarosio
GelatinaGelatina
Diossido di titanioGomma di acacia
GommalaccaCera di carnauba
Ossido di ferro nero
Lecitina di soia
Antischiuma

Azione ed effetti terapeutici

Per il tipo di azione fornita, Duspatalin appartiene al gruppo dei farmaci antispastici miotropici. Miotropia significa affinità per la muscolatura liscia dell'intestino. L'effetto antispasmodico è quello di rilassare la muscolatura liscia ed eliminare la sindrome del dolore e lo spasmo associati a una forte tensione.

La duspatalina agisce direttamente sulla muscolatura liscia dell'intestino, rilassandolo. Poiché la maggior parte delle cellule muscolari lisce si trova nell'intestino crasso, l'effetto di Duspatalin è più pronunciato in questa particolare parte del tubo digerente. Una diminuzione del tono della muscolatura liscia degli organi del tratto gastrointestinale si verifica senza influire sulla normale attività peristaltica. Ciò significa che il processo di digestione e il movimento del grumo di cibo attraverso l'intestino non viene rallentato o disturbato. Cioè, il farmaco agisce selettivamente esclusivamente sulla muscolatura liscia, alleviando lo spasmo e il dolore associato. Duspatalin rilassa anche in modo molto efficace lo sfintere di Oddi, necessario per migliorare il deflusso della bile ed eliminare il dolore associato alla colica biliare.

Il vantaggio e la caratteristica dell'azione di Duspatalin è che il farmaco elimina solo le capacità motorie aumentate, senza sopprimere completamente i movimenti peristaltici. È grazie a questa azione che viene preservata la normale motilità intestinale dopo l'eliminazione dell'eccessiva attività della muscolatura liscia. Il farmaco non causa ipotensione intestinale riflessa (una forte diminuzione del tono).

Dopo che la duspatalina è entrata nell'intestino, il farmaco viene assorbito nel flusso sanguigno ed entra nel fegato, dove si scompone in metaboliti durante le trasformazioni biochimiche. Il farmaco viene escreto dal corpo sotto forma di metaboliti, principalmente nelle urine. Le capsule Retard sono in grado di rilasciare il principio attivo lentamente, e quindi garantiscono una durata d'azione fino a 16 ore dopo una singola dose.

Indicazioni per l'uso

Duspatalin - istruzioni per l'uso

Pillole

Le compresse devono essere assunte mezz'ora prima dei pasti. La compressa deve essere deglutita intera, senza masticarla o morderla, e lavata con una quantità sufficiente di acqua potabile pulita (almeno mezzo bicchiere).

Le compresse vengono prese 1 pezzo tre volte al giorno prima di colazione, pranzo e cena, rispettivamente. La durata del corso di utilizzo è determinata dallo sviluppo di un buon effetto clinico. Cioè, le pillole possono essere prese fino a quando i dolori spastici smettono di tormentare la persona. Dopo aver ottenuto il risultato clinico desiderato, il farmaco deve essere sospeso gradualmente entro 3-4 settimane. Questo di solito viene fatto come segue:

  • 1a settimana - prima di colazione e pranzo, prendi una compressa intera di Duspatalin e prima di cena - metà.
  • 2a settimana - prendi Duspatalin due volte al giorno, una compressa intera - prima di colazione e cena, cioè mattina e sera.
  • 3a settimana - prenda Duspatalin al mattino prima di colazione, una compressa intera e la sera prima di cena - metà.
  • 4a settimana: prendere una compressa al giorno al mattino prima di colazione.

Lo schema di cui sopra per il ritiro graduale del farmaco rappresenta raccomandazioni unificate sviluppate dalle principali cliniche russe specializzate nel trattamento terapeutico delle malattie dell'apparato digerente..

Questo schema, a seconda delle caratteristiche individuali del corpo umano, può essere accorciato o allungato. Ad esempio, se una persona normalmente tollera l'abolizione di Duspatalin, il dosaggio può essere ridotto non della metà della compressa, ma dell'intero. Di conseguenza, il processo di sospensione del farmaco richiederà non 4 settimane, ma solo 2. Tuttavia, se non ti senti bene sullo sfondo della riduzione della dose di una compressa alla volta, è necessario ridurla di mezza compressa. La valutazione del benessere dopo la riduzione del dosaggio deve essere effettuata entro due giorni.

I medici raccomandano di iniziare la riduzione della dose con mezza compressa. Quindi, se vuoi accelerare il processo di sospensione del farmaco, dopo due giorni, puoi ridurre il dosaggio giornaliero di una compressa intera e non della metà. Se entro due giorni il benessere della persona è soddisfacente, il regime di sospensione del farmaco selezionato può essere continuato fino alla fine della settimana. Se lo stato di salute non è soddisfacente, dovrai tornare alla versione iniziale di ridurre il dosaggio di mezza compressa. Ogni settimana successiva inizia allo stesso modo: riducendo la dose di mezza compressa - controllando il benessere per due giorni - riducendo la dose di una compressa intera se ti senti bene o continuando il regime se la tua salute non è soddisfacente.

Duspatalin non deve essere interrotto bruscamente poiché possono svilupparsi sintomi da astinenza.

Capsule

Le capsule devono essere assunte 20 minuti prima dei pasti, deglutendo la pillola intera, senza masticarla o versare il contenuto. La capsula deve essere lavata con una quantità sufficiente di acqua potabile pulita (almeno mezzo bicchiere). Duspatalin viene assunto 1 capsula due volte al giorno - al mattino e alla sera, rispettivamente prima di colazione e cena.

La durata del ciclo di applicazione delle capsule di Duspatalin dipende dalla velocità di normalizzazione del tono delle cellule muscolari lisce degli organi del tratto digestivo. Cioè, le capsule possono essere prese fino a quando gli spasmi e il dolore e il disagio associati sono completamente scomparsi. Dopo aver ottenuto un buon risultato clinico, Duspatalin deve essere annullato gradualmente nell'arco di diverse settimane. Non puoi interrompere bruscamente l'assunzione di capsule, poiché ciò può portare allo sviluppo di una sindrome da astinenza..

Quindi, la graduale abolizione delle capsule di Duspatalin si basa su una riduzione graduale del dosaggio del farmaco. Gli specialisti delle cliniche russe specializzate nel trattamento di tali condizioni hanno sviluppato una tecnica unificata per il ritiro graduale di Duspatalin, che consiste nel seguente: per una o due settimane, al mattino, prima di colazione, dovrebbe essere assunta una sola capsula al giorno. Quindi smetti completamente di usare il farmaco. In questo caso, dopo una settimana di utilizzo del farmaco, una capsula al giorno, è necessario fare una pausa per due giorni e valutare lo stato di salute. Se non si sono sviluppati sintomi dolorosi di spasmi negli organi del tratto gastrointestinale, non è più possibile assumere il farmaco. Se si nota disagio, è necessario bere Duspatalin per un'altra settimana, una capsula al giorno e solo dopo interrompere l'assunzione del farmaco completamente.

Overdose

Interazione con altri medicinali

Non è stata identificata l'interazione con altri farmaci. Pertanto, Duspatalin può essere combinato con altri farmaci..

Poiché ci sono casi di sviluppo di vertigini sotto l'influenza di Duspatalin, è necessario durante il periodo di trattamento con questo farmaco astenersi da qualsiasi attività associata alla necessità di avere un'alta concentrazione di attenzione e la velocità delle reazioni psicomotorie. Ciò include la guida con cautela durante il trattamento..

Duspatalin per i bambini - come prendere

In situazioni in cui i bambini hanno dolore spastico e fastidio al tratto digerente, causati da disturbi funzionali (ad esempio ansia, cibo spazzatura, bevande gassate, ecc.), I medici consigliano di assumere immediatamente una capsula di Duspatalin. Quindi, alla fine della giornata in corso, l'adolescente deve prendere un'altra capsula del farmaco prima di cena. Il giorno successivo, se non ci sono dolori spastici e disagio, non è necessario assumere il farmaco. Se è presente disagio, allora dovresti prendere due capsule di Duspatalin in questo giorno: una al mattino, prima di colazione e una alla sera, prima di cena. Se il farmaco dovesse essere assunto continuamente per una settimana, dovrebbe essere cancellato gradualmente. Ciò significa che dovresti prendere Duspatalin una capsula al giorno per una settimana - al mattino, prima di colazione. E solo dopo questa settimana puoi interrompere completamente l'assunzione del farmaco.

Pertanto, in caso di disturbi funzionali degli organi del tratto digestivo negli adolescenti, è necessario somministrare loro Duspatalin sporadicamente, cioè secondo necessità. L'uso del corso del farmaco non è praticato.

Se un adolescente soffre di disturbi del deflusso della bile, Duspatalin dovrebbe essere somministrato nei corsi. Se si verificano sintomi di colica biliare, dovresti iniziare a prendere il farmaco, due capsule al giorno: una al mattino, prima di colazione e una alla sera, prima di cena. Il corso del trattamento dura tutto il tempo necessario per eliminare il restringimento spastico dei dotti biliari e normalizzare il benessere. In questo caso, il ritiro del farmaco viene effettuato gradualmente, come negli adulti. Ciò significa che una volta ottenuto il miglioramento clinico, la dose deve essere ridotta a una capsula al giorno, che è meglio assumere al mattino. Entro 10 giorni, un adolescente deve assumere il farmaco, una capsula al giorno, dopodiché può essere completamente cancellato.

Applicazione durante la gravidanza

Durante la gravidanza, le donne devono spesso ricorrere agli antispastici, poiché i muscoli lisci dell'utero sono inclini a spasmi che possono essere trasmessi agli organi dell'apparato digerente. Per eliminare l'aumento del tono dell'utero, di solito viene utilizzato No-shpa, ma Duspatalin è più adatto per alleviare gli spasmi dagli organi del tratto gastrointestinale. Il fatto è che Duspatalin agisce selettivamente esclusivamente sul tono della muscolatura liscia dell'apparato digerente e non ha alcun effetto sull'utero e sui vasi sanguigni.

Per le donne incinte, Duspatalin ha un altro effetto molto importante: il farmaco rilassa perfettamente lo sfintere di Oddi, che regola il rilascio di bile e succo pancreatico nel duodeno. Nelle donne in gravidanza, lo sfintere di Oddi è spesso teso e chiuso, a causa del quale non c'è il normale deflusso della bile e del succo pancreatico, che interrompe la digestione e porta a dolore addominale spastico.

Grazie a queste proprietà, Duspatalin è adatto per il trattamento delle condizioni spastiche dell'apparato digerente nelle donne in gravidanza. Negli studi sperimentali non sono stati identificati effetti negativi sul feto. Tuttavia, tali studi su donne in gravidanza non sono stati condotti per ovvi motivi. Pertanto, i produttori del farmaco raccomandano di valutare il rapporto tra possibili rischi e benefici attesi dall'uso del farmaco in una donna incinta. Per questo motivo, non dovresti usare il farmaco in modo incontrollabile, è necessario usare Duspatalin solo secondo le indicazioni e dopo aver consultato un medico.

Le donne incinte dovrebbero assumere Duspatalin esclusivamente in forma di capsule, l'uso delle compresse è severamente vietato. Tuttavia, è impossibile combinare la sua ricezione con altri antispastici, come No-shpa, Drotaverina cloridrato o Papaverina. Il farmaco deve essere assunto nel dosaggio abituale: due capsule al giorno: una al mattino, prima di colazione e una alla sera, prima di cena. Il corso del trattamento dura fino alla normalizzazione della condizione e alla scomparsa dei sintomi clinici associati agli spasmi del tubo digerente. Anche l'annullamento di Duspatalin deve essere effettuato gradualmente. Per fare ciò, entro due settimane, è necessario assumere il farmaco, una capsula al giorno (mezza dose), preferibilmente al mattino. Dopo 14 giorni, puoi finalmente annullare il farmaco.

Il farmaco è particolarmente indicato per l'uso da parte di donne che, anche prima della gravidanza, soffrivano di disfunzione dello sfintere di Oddi (DSO). Spesso, il DSO accompagna la pancreatite cronica o si sviluppa dopo la rimozione della cistifellea. Inoltre, Duspatalin può essere assunto sporadicamente, una capsula alla volta, quando si verificano coliche gastriche o intestinali di natura funzionale, ad esempio a causa di forti emozioni, eccitazione, mangiare qualsiasi cibo, ecc. In questo caso, le capsule vengono prese una volta, solo con lo sviluppo di dolore spastico negli organi del tubo digerente..

Duspatalin per pancreatite: quanto prenderne

La pancreatite acuta e cronica è caratterizzata dallo sviluppo di una sindrome da dolore grave e da un deflusso alterato del succo pancreatico nell'intestino. Per alleviare il dolore e rilassare lo sfintere di Oddi (migliorare il deflusso del succo pancreatico) con la pancreatite, vengono utilizzati vari antispastici, tra cui uno dei più efficaci è Duspatalin.

Con la pancreatite, si sviluppano grave infiammazione e aumento della produzione di succo ed enzimi con blocco simultaneo dei dotti escretori. Questo porta all'autodigestione del pancreas da parte degli enzimi prodotti dall'organo stesso. Per il trattamento, lo spasmo dei dotti escretori dovrebbe essere eliminato il più possibile e dovrebbe essere facilitato il rilascio di succo pancreatico nell'intestino. La facilitazione del rilascio di succo pancreatico viene effettuata alleviando lo spasmo dello sfintere di Oddi sotto l'azione di Duspatalin.

La duspatalina è usata per una lieve esacerbazione della pancreatite cronica, poiché il farmaco elimina bene lo spasmo dei dotti pancreatici, facilitando l'escrezione di succo e alleviando il dolore. In questo caso, le capsule vengono prese un pezzo due volte al giorno, al mattino e alla sera. La durata del corso di applicazione dipende dal tasso di normalizzazione della condizione umana. Non appena i sintomi della pancreatite scompaiono, puoi annullare gradualmente il farmaco. Inoltre, Duspatalin può essere assunto durante la remissione della pancreatite cronica per prevenire le riacutizzazioni. Il farmaco viene assunto 2 capsule al giorno, una al mattino e una alla sera, per 2 settimane. Quindi, per un'altra settimana, Duspatalin viene assunto una capsula al giorno, preferibilmente al mattino. Dopo di che il farmaco viene completamente cancellato..
Maggiori informazioni sulla pancreatite

Duspatalin e alcol

Effetti collaterali

Controindicazioni

C'è l'unica controindicazione all'uso di Duspatalin: la presenza di ipersensibilità, allergie o intolleranza ai componenti del farmaco.

Duspatalin deve essere usato con cautela nelle donne in gravidanza e in allattamento.

Analoghi

Duspatalin ha sinonimi e analoghi sul mercato farmaceutico nazionale. I sinonimi, come Duspatalin, contengono mebeverina come ingrediente attivo attivo. E gli analoghi sono farmaci che hanno un effetto terapeutico simile, ma contengono altre sostanze come componenti attivi.

I seguenti farmaci sono sinonimi di Duspatalin:

  • Capsule a rilascio prolungato di Niaspam;
  • Capsule Sparex ad azione prolungata;
  • Compresse di Mebeverin.

I seguenti medicinali sono analoghi di Duspatalin:
  • Soluzione per iniezione intramuscolare e targhe Trigan;
  • Compresse Trimedat;
  • Compresse omeopatiche Spascuprel;
  • Compresse Buscopan;
  • Compresse di dibazolo;
  • Compresse di bendazolo;
  • Compresse Dicetel;
  • Compresse No-shpa;
  • Compresse di drotaverina cloridrato;
  • Compresse di papaverina.

Duspatalin: gli analoghi sono più economici nel prezzo

Direttamente dal gruppo di farmaci analoghi di Duspatalin, che sono usati per trattare la sindrome dell'intestino irritabile, analoghi più economici sono Sparex, Niaspam e Trigan.

E nel gruppo di antispastici, gli analoghi più economici di Duspatalin sono No-shpa, Drotaverina cloridrato, Dicetel e Papaverina.

Recensioni

Le recensioni su Duspatalin sono estremamente positive. Ciò è dovuto all'elevata efficacia del farmaco, che aiuta ad eliminare rapidamente sia i disturbi funzionali dell'apparato digerente che aiuta nel trattamento delle malattie. Molte persone che hanno utilizzato il farmaco notano che le capsule alleviano rapidamente le coliche gastriche e intestinali, che spesso si verificano dopo aver mangiato cibo di scarsa qualità o in un contesto di forte stress o eccitazione psico-emotiva. Le persone notano anche che Duspatalin allevia perfettamente il dolore allo stomaco e all'intestino dopo aver mangiato troppo o mangiato cibi non familiari che causano coliche gravi.

Anche un folto gruppo di pazienti affetti da sindrome dell'intestino irritabile parla positivamente di Duspatalin. L'assunzione del farmaco ha eliminato il dolore, le feci normalizzate e la formazione di gas significativamente ridotta. Inoltre, anche i pazienti che hanno assunto un ciclo serio di antibiotici bevendo, che ha causato forti dolori addominali spastici e persino coliche, hanno parlato positivamente del farmaco. La gente nota che Duspatalin ha giocato bene con l'eliminazione delle coliche dolorose. Inoltre, l'effetto è arrivato abbastanza rapidamente - letteralmente entro 15-30 minuti, e l'effetto delle capsule è durato a lungo.

Separatamente, vale la pena notare le recensioni positive su Duspatalin da parte di persone che soffrono di pancreatite e colecistite. Secondo questa categoria di pazienti, il farmaco ha contribuito ad alleviare gli spasmi dei dotti biliari e pancreatici, il che ha contribuito a un significativo miglioramento del benessere. Molte persone notano che Duspatalin è in grado di alleviare la sindrome del dolore entro 2-3 giorni con esacerbazione di colecistite o pancreatite. I pazienti che soffrono di queste patologie considerano efficace un tale effetto del farmaco. Inoltre, le persone notano l'eccellente efficacia dell'uso profilattico di Duspatalin nella pancreatite cronica o nella colecistite..

Le recensioni negative su Duspatalin sono sporadiche e sono associate alla mancanza dell'effetto atteso. Le persone notano che la sindrome del dolore con colecistite non è scomparsa poche ore dopo l'assunzione del farmaco. In questo caso, le persone sono state deluse e hanno dato al farmaco una valutazione negativa. Tuttavia, Duspatalin con colecistite grave può eliminare la sindrome del dolore solo dopo 2 o 3 giorni di utilizzo. Pertanto, non dovresti considerare il farmaco completamente inefficace..

Alcune delle recensioni negative sono associate all'uso del farmaco non secondo le indicazioni. Ad esempio, abbastanza spesso in questi casi, le persone indicano che il farmaco era inefficace per il trattamento della gastrite o delle ulcere gastriche. Tuttavia, Duspatalin è un antispasmodico e non è indicato per il trattamento di gastriti e ulcere..

Recensioni di medici

I medici praticanti parlano positivamente di Duspatalin. Buoni risultati nella pratica clinica, inoltre, sono stati rilevati sia da ginecologi in gravidanza che da terapisti che curano patologie del tratto gastrointestinale. I ginecologi notano l'eccellente azione di Duspatalin per alleviare crampi e coliche nelle donne in gravidanza, che si verificano a causa di imprecisioni nella nutrizione, eccitazione intensa, impressioni emotive eccessive, ecc..

I terapeuti ritengono che Duspatalin sia un ottimo farmaco che elimina spasmi e coliche di origine funzionale, ad esempio, dopo errori nella nutrizione o con forte eccitazione. Inoltre, i terapisti apprezzano molto l'efficacia del farmaco nella prevenzione e nel trattamento della pancreatite e della colecistite. Il farmaco è particolarmente buono, secondo i medici, per la prevenzione delle esacerbazioni di queste malattie. Ma per il trattamento della pancreatite esclusivamente Duspatalin ha un effetto relativamente debole e la sua inclusione nella terapia complessa può aumentare significativamente la sua efficacia.

Trimedat o Duspatalin?

L'azione di Trimedat e Duspatalin è, in linea di principio, la stessa, poiché entrambi i farmaci hanno un effetto antispasmodico e sono regolatori del tono delle cellule muscolari lisce del tratto gastrointestinale. Tuttavia, Trimedat ha uno spettro d'azione più pronunciato e più ampio rispetto a Duspatalin.

Ecco perché in caso di disturbi funzionali o allo scopo di prevenire esacerbazioni di colecistite o pancreatite, è meglio scegliere Duspatalin per l'uso. Ma per il trattamento di malattie più gravi del tratto gastrointestinale, Trimedat è più adatto.

Tuttavia, questa divisione è condizionata, poiché le caratteristiche individuali dell'organismo di ogni persona giocano un ruolo enorme nell'efficacia di questi farmaci. Ad esempio, Trimedat si adatta a qualcuno e ha un effetto eccellente, eliminando rapidamente spasmi e dolore. E in un'altra persona, lo stesso Trimedat si rivela completamente inefficace, ma Duspatalin ha un grande effetto sul suo corpo. Questo è il motivo per cui i professionisti spesso offrono entrambi questi farmaci tra cui scegliere. In questo caso, una persona dovrebbe provare sia Trimedat che Duspatalin e valutare personalmente l'efficacia di ciascun farmaco. Successivamente, puoi scegliere esattamente il farmaco più efficace per questa particolare persona..

Dicetel o Duspatalin?

L'azione di Duspatalin è più pronunciata rispetto a Dicetel. Pertanto, in presenza di malattie associate a discinesie delle vie biliari e dei dotti escretori del pancreas, è preferibile utilizzare Duspatalin. In tali situazioni, Dicetel può essere meno efficace e incapace di eliminare gli spasmi e il dolore del 100%. La duspatalina è anche preferibile se una persona ha la tendenza a varie iperreazioni. Ciò è dovuto al fatto che la capacità di causare effetti collaterali in Duspatalin è significativamente inferiore a quella di Dicetel.

Tuttavia, con disturbi funzionali causati da errori nella nutrizione, ansia e altri fattori simili, Dicetel è abbastanza, che eliminerà perfettamente spasmi e dolore in tali situazioni..

Il farmaco Duspatalin è prodotto nei Paesi Bassi e importato in Russia. Pertanto, il prezzo di Duspatalin dipende dal costo dei lotti all'ingrosso, dai costi di trasporto e di stoccaggio, nonché dal margine commerciale delle catene di farmacie. A causa del fatto che il farmaco viene importato e prodotto da una sola azienda farmaceutica, non c'è differenza tra un campione più economico e uno più costoso..

Ad oggi, Duspatalin è venduto nelle farmacie russe solo sotto forma di capsule in confezioni da 30 pezzi. Il costo di 30 capsule di Duspatalin nelle catene di farmacie russe varia da 380 a 465 rubli.

Autore: Pashkov M.K. Coordinatore del progetto sui contenuti.

Duspatalin®

Istruzioni

  • russo
  • қazaқsha

Nome depositato

Nome internazionale non proprietario

Forma di dosaggio

Capsule ritardanti 200 mg

Composizione

Una capsula contiene

principio attivo - mebeverina cloridrato 200 mg,

eccipienti: magnesio stearato, copolimero di acido metacrilico (Eudragit E30D), talco, ipromellosa, copolimero di acido metacrilico ed etacrilico (Eudragit L30D), glicerolo triacetato,

involucro della capsula: gelatina, biossido di titanio (E171),

composizione dell'inchiostro: gommalacca, ossido di ferro nero (E172), glicole propilenico, soluzione di ammoniaca (forte), idrossido di potassio.

Descrizione

Capsule rigide di gelatina di misura 1 con corpo e coperchio bianchi, con la scritta “245” sul corpo. Il contenuto delle capsule è granuli bianchi o quasi bianchi.

Gruppo farmacoterapeutico

Farmaci per il trattamento dei disturbi funzionali del tratto gastrointestinale. Farmaci usati per disturbi della funzione intestinale. Gli anticolinergici sintetici sono esteri con un gruppo amminico terziario. Mebeverin.

Codice ATX А03АА04

Proprietà farmacologiche

Farmacocinetica

Aspirazione. La mebeverina viene assorbita rapidamente e completamente dopo somministrazione orale sotto forma di compresse o sospensione. Questa forma di dosaggio consente di utilizzare il regime di dosaggio 2 volte al giorno.

Distribuzione. Con un uso ripetuto, la mebeverina non si accumula nel corpo.

Biotrasformazione. La mebeverina cloridrato è metabolizzata principalmente dalle esterasi, che nella fase iniziale scindono i legami esterei, formando acido veratrico e alcol mebeverina. Il principale metabolita nel plasma sanguigno è l'acido carbossilico demetilato (DMCA). L'emivita di DMCC quando viene raggiunta una concentrazione stabile è di 5,77 ore. Con la somministrazione ripetuta di una dose di 200 mg due volte al giorno, la concentrazione massima (Cmax) di DMCA è 804 ng / ml, il tempo per raggiungere la concentrazione massima (tmax) è di circa 3 ore. La biodisponibilità relativa delle capsule a rilascio modificato è del 97%.

Escrezione. La mebeverina in quanto tale non viene escreta, poiché è completamente metabolizzata, i metaboliti vengono escreti quasi completamente. L'acido veratrico viene escreto nelle urine. L'alcol mebeverina viene anche escreto dai reni, in parte come acido carbossilico (CC) e acido carbossilico demetilato (DMAC).

Non sono stati condotti studi di farmacocinetica nei bambini.

Farmacodinamica

La mebeverina è un antispastico miotropico con un effetto diretto sulla muscolatura liscia del tratto gastrointestinale. Allevia lo spasmo senza alterare la normale motilità intestinale. L'esatto meccanismo d'azione è sconosciuto, ma numerosi meccanismi, come la diminuzione della permeabilità dei canali ionici, il blocco della ricaptazione della noradrenalina, l'azione anestetica locale, l'alterato assorbimento dell'acqua, possono causare un'azione locale della mebeverina sul tratto gastrointestinale. Attraverso questi meccanismi, la mebeverina ha un effetto antispastico, portando alla normalizzazione della motilità intestinale, senza provocare un rilassamento permanente delle cellule muscolari lisce del tratto gastrointestinale (la cosiddetta "ipotensione"). Effetti collaterali sistemici, nessun effetto anticolinergico tipico.

Indicazioni per l'uso

- trattamento sintomatico di dolori e crampi addominali, disturbi intestinali e disturbi intestinali associati alla sindrome dell'intestino irritabile

- trattamento delle condizioni spastiche del tratto gastrointestinale causate da malattie organiche degli organi interni

Metodo di somministrazione e dosaggio

Le capsule vengono assunte per via orale con una quantità sufficiente di acqua (almeno 100 ml). Le capsule devono essere deglutite intere senza masticare. il rivestimento della capsula è progettato per fornire un meccanismo di rilascio prolungato.

200 mg (1 capsula) 2 volte al giorno (mattina e sera).

La durata dell'ammissione non è limitata.

Se si dimenticano una o più dosi, la capsula successiva deve essere assunta come prescritto, le dosi dimenticate non devono essere assunte in aggiunta.

Effetti collaterali

Gli effetti indesiderati elencati di seguito sono noti dalla pratica post-marketing, quindi la loro frequenza non può essere stimata con precisione.

reazioni allergiche, principalmente sotto forma di manifestazioni cutanee: orticaria, esantema, edema facciale, edema di Quincke

reazioni di ipersensibilità (reazioni anafilattiche)

Controindicazioni

ipersensibilità al principio attivo o qualsiasi componente ausiliario del farmaco

bambini e adolescenti fino a 18 anni

Interazioni farmacologiche

Non sono stati condotti studi di interazione farmacologica. Sono stati condotti studi sull'interazione di mebeverina e alcol negli animali, che hanno dimostrato la mancanza di interazione sia in vivo che in vitro.

istruzioni speciali

Gruppi clinici speciali di pazienti

Non sono stati condotti studi speciali su anziani o pazienti con insufficienza renale e / o epatica. L'esperienza post-marketing non ha rivelato fattori di rischio specifici per i pazienti in questi gruppi e non ci sono nemmeno raccomandazioni specifiche sul dosaggio..

Gravidanza e allattamento

Duspatalin® non è raccomandato per le donne in gravidanza, poiché i dati sull'uso di Duspatalin in questo gruppo di pazienti sono limitati. Non è consigliabile prescrivere Duspatalin® alle donne che allattano un neonato a causa della mancanza di dati.

Caratteristiche dell'effetto del farmaco sulla capacità di guidare un veicolo o meccanismi potenzialmente pericolosi

Non sono stati condotti studi sull'effetto del farmaco sulla capacità di guidare e sui meccanismi di utilizzo. Il profilo farmacodinamico e farmacocinetico, così come l'esperienza d'uso post-registrazione, non mostrano alcun effetto dannoso della mebeverina sulla capacità di guidare e sui meccanismi di controllo..

Overdose

Sintomi: Teoricamente, in caso di sovradosaggio, si può osservare un aumento dell'eccitabilità del sistema nervoso centrale. In caso di sovradosaggio di Duspatalin, i sintomi erano assenti o lievi e sono rapidamente scomparsi. I sintomi di sovradosaggio descritti sono stati osservati da parte del sistema cardiovascolare o nervoso.

Trattamento: nessun antidoto specifico noto. Si raccomanda un trattamento sintomatico. La lavanda gastrica viene utilizzata se è noto che oltre a Duspatalin sono stati assunti altri farmaci entro 1 ora dalla somministrazione. Non sono necessarie misure per prevenire l'assorbimento.

Forma di rilascio e confezione

15 capsule sono poste in un blister fatto di pellicola di polivinilcloruro e foglio di alluminio.

2 confezioni blister, insieme alle istruzioni per l'uso medico nelle lingue statali e russe, vengono inserite in una scatola di cartone.

Condizioni di archiviazione

Conservare nella confezione originale a temperature comprese tra 5 ° C e 25 ° C.

Tenere fuori dalla portata dei bambini!

Periodo di conservazione

Non utilizzare dopo la data di scadenza stampata sulla confezione!

Termini di dispensazione dalle farmacie

Produttore

Mylan Laboratories SAS

Route de Belleville, Mayard 01400, Châtillon-sur-Chalaron, Francia

Titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio

Abbott Healthcare Products B.V., Paesi Bassi

L'indirizzo dell'organizzazione che accetta reclami dai consumatori sulla qualità dei prodotti (merci) sul territorio della Repubblica del Kazakistan ed è responsabile del monitoraggio post-registrazione della sicurezza del medicinale:

LLP "Abbott Kazakhstan",

Dostyk Ave. 117/6, Business Center "Khan Tengri-2", 050059, Almaty, Repubblica del Kazakistan.

Tel.: +7727244 75 44, fax: +7727244 76 44,

DYUSPATALIN

  • Indicazioni per l'uso
  • Modalità di applicazione
  • Effetti collaterali
  • Controindicazioni
  • Gravidanza
  • Modulo per il rilascio
  • Condizioni di archiviazione
  • Sinonimi
  • Composizione

Il farmaco Duspatalin (Mebeverin) rilassa la muscolatura liscia dei vasi sanguigni e di altri organi interni. Il farmaco impedisce l'ingresso di ioni calcio nelle cellule muscolari lisce del tubo digerente. Una diminuzione della concentrazione di calcio all'interno delle cellule muscolari lisce inibisce l'interazione delle proteine ​​motorie (miosina e actina). La conseguenza di ciò è il rilassamento dei muscoli. Eliminando lo spasmo, la mebeverina non sopprime la peristalsi degli organi cavi e, quindi, non disturba il passaggio del contenuto. Rilassa lo sfintere di Oddi e la muscolatura delle vie biliari.
La duspatalina viene assorbita nell'intestino. Viene metabolizzato nel fegato e nei tessuti delle pareti intestinali. I metaboliti inattivi entrano nel plasma sanguigno, la maggior parte dei quali viene poi escreta dai reni e meno dalla bile..

Indicazioni per l'uso

- Dolore addominale causato da spasmo
- trattamento della sindrome dell'intestino irritabile;
- malattie delle vie biliari.

Modalità di applicazione

Duspatalin viene assunto per via orale. Singola dose (per compresse) - 135 mg. Tasso di frequenza di ammissione al giorno - 3 volte. Le capsule contenenti 0,2 g di Duspatalin a rilascio prolungato vengono assunte due volte al giorno.

Effetti collaterali

Costipazione, vertigini, reazioni allergiche, nausea, mal di testa.

Controindicazioni

Gravidanza, intolleranza alla mebeverina.

Gravidanza

Modulo per il rilascio

Compresse contenenti 135 mg di Duspatalin rivestito, n. 50. Capsule contenenti 200 mg di Duspatalin, n. 30

Duspatalin ® istruzioni per l'uso

Titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio:

Prodotto da:

Controllo di qualità del confezionamento e del rilascio:

Contatti per richieste:

Forma di dosaggio

reg. No: P N011303 / 01 del 18.11.09 - Data di nuova registrazione a tempo indeterminato: 01.11.17
Duspatalin ®

Forma di rilascio, confezione e composizione del farmaco Duspatalin ®

Capsule a rilascio prolungato, gelatinose rigide, misura n. 1, opache, bianche, contrassegnate con "245" sul corpo della capsula; il contenuto delle capsule è granuli bianchi o quasi bianchi.

1 caps.
mebeverina cloridrato200 mg

Eccipienti: magnesio stearato - 13,1 mg, metil metacrilato e copolimero di etil acrilato [1: 2] 30% dispersione (30% dispersione di poliacrilato) - 10,4 mg, talco - 4,9 mg, ipromellosa - 0,1 mg, acido metacrilico e copolimero etil acrilato [1: 1 ] 30% di dispersione - 15,2 mg, triacetina - 2,9 mg.

Composizione di una capsula di gelatina dura: gelatina - 75,9 mg, biossido di titanio (E171) - 1,5 mg.
Composizione dell'inchiostro: gommalacca (E904), glicole propilenico, ammoniaca acquosa, idrossido di potassio, ossido nero colorante di ferro (E172).

10 pezzi. - blister (1) - confezioni di cartone.
10 pezzi. - blister (2) - confezioni di cartone.
10 pezzi. - blister (3) - confezioni di cartone.
10 pezzi. - blister (5) - confezioni di cartone.
15 pz. - blister (2) - confezioni di cartone.
15 pz. - blister (4) - confezioni di cartone.
15 pz. - blister (6) - confezioni di cartone.

effetto farmacologico

Antispasmodico miotropico, ha un effetto diretto sulla muscolatura liscia del tratto gastrointestinale senza alterare la normale motilità intestinale.

L'esatto meccanismo d'azione è sconosciuto, ma numerosi meccanismi, come la ridotta permeabilità dei canali ionici, il blocco della ricaptazione della norepinefrina, l'azione anestetica locale e l'alterato assorbimento dell'acqua, possono causare effetti locali della mebeverina sul tratto gastrointestinale. Attraverso questi meccanismi, la mebeverina ha un effetto antispasmodico, normalizzando la motilità intestinale e non provocando un rilassamento permanente del tessuto muscolare liscio gastrointestinale (ipotensione).

Effetti collaterali sistemici, incl. anticolinergico, assente.

Farmacocinetica

La mebeverina viene assorbita rapidamente e completamente dopo somministrazione orale. La forma di dosaggio a rilascio modificato consente l'uso di un regime di dosaggio 2 volte / giorno.

Il valore medio della biodisponibilità relativa del farmaco sotto forma di capsule a rilascio modificato è del 97%.

Quando si assumono dosi ripetute del farmaco, non si verifica un accumulo significativo.

La mebeverina cloridrato è metabolizzata principalmente dalle esterasi, che nella prima fase scompongono l'estere in acido veratrico e alcol mebeverina. Il principale metabolita circolante nel plasma è l'acido carbossilico demetilato.

Il T 1/2 di acido carbossilico demetilato allo stato di equilibrio è di circa 5,77 ore. Quando si prendono dosi ripetute (200 mg 2 volte / die), la C max di acido carbossilico demetilato nel sangue è di 804 ng / ml, il tempo per raggiungere la C max di acido carbossilico demetilato nel sangue ( T max) - circa 3 ore.

La mebeverina in quanto tale non viene escreta dall'organismo, ma viene completamente metabolizzata; i suoi metaboliti vengono quasi completamente eliminati dall'organismo. L'acido veratrico viene escreto dai reni. L'alcol mebeverina viene anche escreto dai reni, in parte come acido carbossilico e in parte come acido carbossilico demetilato.

Indicazioni del farmaco Duspatalin ®

  • trattamento sintomatico di dolore, spasmi, disfunzioni e fastidi nella regione intestinale associati alla sindrome dell'intestino irritabile;
  • trattamento sintomatico degli spasmi del tratto gastrointestinale (compresi quelli causati da malattie organiche).
Apri l'elenco dei codici ICD-10
Codice ICD-10Indicazione
K58Sindrome dell'intestino irritabile
K59.8Altri disturbi intestinali funzionali specificati
R10.4Altro e dolore addominale non specificato (coliche)

Regime di dosaggio

Per somministrazione orale. Le capsule devono essere ingerite con una quantità sufficiente di acqua (almeno 100 ml). Le capsule non devono essere masticate perché il loro guscio fornisce un rilascio di farmaci a lungo termine.

Prendi 1 caps. 2 volte al giorno (1 al mattino e 1 alla sera) 20 minuti prima dei pasti. La durata dell'assunzione del farmaco non è limitata.

Se il paziente ha dimenticato di prendere una o più dosi, il farmaco deve essere continuato con la dose successiva. Una o più dosi dimenticate non devono essere assunte in aggiunta alla dose abituale.

Non sono stati condotti studi sul regime posologico in pazienti anziani, pazienti con insufficienza renale e / o epatica. I dati disponibili sull'uso post-marketing del farmaco non hanno rivelato fattori di rischio specifici per il suo utilizzo in pazienti anziani e pazienti con insufficienza renale e / o epatica. Non sono necessarie modifiche del regime posologico nei pazienti anziani e nei pazienti con insufficienza renale e / o epatica.

Effetto collaterale

I seguenti eventi avversi sono stati segnalati durante l'uso post-marketing e sono stati spontanei; i dati disponibili sono insufficienti per stimare accuratamente l'incidenza.

Sono state osservate reazioni allergiche principalmente da parte della pelle, ma sono state notate anche altre manifestazioni di allergia.

Dal lato della pelle: orticaria, angioedema, incl. faccia, esantema.

Dal sistema immunitario: reazioni di ipersensibilità (reazioni anafilattiche).

Controindicazioni per l'uso

  • ipersensibilità a qualsiasi componente del farmaco;
  • gravidanza (a causa di dati insufficienti);
  • età fino a 18 anni (a causa di dati insufficienti su efficacia e sicurezza).

Applicazione durante la gravidanza e l'allattamento

Esistono solo dati estremamente limitati sull'uso della mebeverina da parte delle donne in gravidanza. Gli studi sugli animali non sono stati sufficienti per valutare la tossicità riproduttiva. Non è raccomandato l'uso di Duspatalin ® durante la gravidanza.

Non ci sono informazioni sufficienti sull'escrezione della mebeverina o dei suoi metaboliti nel latte materno. Non sono stati condotti studi sull'escrezione di mebeverina nel latte negli animali. Non prenda Duspatalin ® durante l'allattamento.

Non ci sono dati clinici sull'effetto del farmaco sulla fertilità negli uomini o nelle donne, ma studi su animali noti non hanno dimostrato gli effetti avversi di Duspatalin ®.

DYUSPATALIN 0.135 N50 TABL P / O

Compresse rotonde, rivestite di bianco.

1 compressa rivestita contiene: Principio attivo: mebeverina cloridrato - 135 mg. Eccipienti: lattosio monoidrato - 97,0 mg, fecola di patate - 45,0 mg, povidone-K25 - 5,5 mg, talco - 12,0 mg, magnesio stearato - 5,5 mg. Guaina: talco - 40,0 mg, saccarosio - 79,0 mg, gelatina - 0,4 mg, gomma d'acacia - 0,4 mg, cera carnauba - 0,3 mg.

Per somministrazione orale. Le compresse devono essere ingerite senza masticare, bevendo molta acqua (almeno 100 ml). Una compressa 3 volte al giorno, circa 20 minuti prima dei pasti. La durata dell'assunzione del farmaco non è limitata. Se il paziente ha dimenticato di prendere una o più dosi, il farmaco deve essere continuato con la dose successiva. Una o più dosi dimenticate non devono essere prese in aggiunta alla dose abituale. Non sono stati condotti studi sul regime posologico in pazienti anziani, pazienti con insufficienza renale e / o epatica. I dati disponibili sull'uso post-marketing del farmaco non hanno rivelato fattori di rischio specifici per il suo utilizzo in pazienti anziani e pazienti con insufficienza renale e / o epatica. Non sono necessarie modifiche del regime posologico nei pazienti anziani e nei pazienti con insufficienza renale e / o epatica.

Prima di prendere Duspatalin® è necessario consultare un medico se: - se i sintomi della malattia si sono manifestati per la prima volta; - perdita di peso involontaria e inspiegabile; - anemia; - sanguinamento rettale o sangue nelle feci; - febbre; - se qualcuno nella sua famiglia è stato diagnosticato un cancro al colon, celiachia o malattia infiammatoria intestinale; - oltre i 50 anni di età e se i sintomi della malattia si sono manifestati per la prima volta; - uso recente di antibiotici. Contatta il tuo medico se, durante l'assunzione del farmaco, la condizione è peggiorata o i sintomi non sono migliorati dopo 2 settimane di utilizzo. L'effetto del farmaco sulla capacità di guidare veicoli e meccanismi: non sono stati condotti studi sull'effetto del farmaco sulla capacità di guidare un'auto e altri meccanismi. Le proprietà farmacologiche del farmaco, così come l'esperienza del suo utilizzo, non indicano alcun effetto negativo della mebeverina sulla capacità di guidare un'auto e altri meccanismi..

Sono stati condotti solo studi sull'interazione di questo farmaco con l'alcol. Gli studi sugli animali hanno dimostrato l'assenza di qualsiasi interazione tra Duspatalin® e alcol etilico.

Effetto antispasmodico miotropico, ha un effetto diretto sulla muscolatura liscia del tratto gastrointestinale senza alterare la normale motilità intestinale. L'esatto meccanismo d'azione è sconosciuto, ma molteplici meccanismi, come la ridotta permeabilità dei canali ionici, il blocco della ricaptazione della norepinefrina, l'azione anestetica locale e l'alterato assorbimento dell'acqua, possono indurre la mebeverina ad agire localmente sul tratto gastrointestinale. Attraverso questi meccanismi, la mebeverina ha un effetto antispasmodico, normalizzando la peristalsi intestinale e non provocando un rilassamento permanente delle cellule muscolari lisce del tratto gastrointestinale ("ipotensione"). Gli effetti collaterali sistemici, inclusi gli anticolinergici, sono assenti.

Assorbimento La mebeverina viene assorbita rapidamente e completamente dopo somministrazione orale. Distribuzione Quando si assumono dosi ripetute del farmaco, non si verifica alcun accumulo significativo. Il metabolismo della mebeverina cloridrato è metabolizzato principalmente dalle esterasi, che nella prima fase scompongono l'estere in acido veratrico e alcol mebeverina. Il principale metabolita circolante nel plasma è l'acido carbossilico demetilato. L'emivita in stato di equilibrio dell'acido carbossilico demetilato è di circa 2,45 ore. Quando si assumono dosi ripetute, la concentrazione massima di acido carbossilico demetilato nel sangue (Cmax) è di 1670 ng / ml, il tempo per raggiungere la concentrazione massima di acido carbossilico demetilato nel sangue (Tmax) è di 1 ora... Escrezione La mebeverina in quanto tale non viene escreta dall'organismo, ma viene completamente metabolizzata; i suoi metaboliti vengono quasi completamente eliminati dall'organismo. L'acido veratrico viene escreto dai reni. L'alcol mebeverina viene anche escreto dai reni, in parte come acido carbossilico e in parte come acido carbossilico demetilato.

Trattamento sintomatico di dolore, spasmi, disfunzioni e disagio nella regione intestinale associati alla sindrome dell'intestino irritabile. I sintomi possono includere: dolore addominale, crampi, gonfiore e flatulenza, cambiamenti nella frequenza delle feci (diarrea, costipazione o alternanza di diarrea e costipazione), cambiamenti nella consistenza delle feci.

- Ipersensibilità a qualsiasi componente del farmaco; - età inferiore ai 18 anni; - intolleranza congenita al galattosio (lattosio) o al fruttosio, deficit di lattasi, deficit di saccarasi / isomaltasi. sindrome da malassorbimento di glucosio-galattosio; - gravidanza e periodo dell'allattamento al seno. Gravidanza e allattamento: gravidanza Esistono solo dati molto limitati sull'uso della mebeverina da parte di donne in gravidanza. I dati sugli animali non sono sufficienti per valutare la tossicità riproduttiva. Non è raccomandato l'uso di Duspatalin® durante la gravidanza. Periodo di allattamento Non ci sono informazioni sufficienti sull'escrezione della mebeverina o dei suoi metaboliti nel latte materno. Non sono stati condotti studi sull'escrezione di mebeverina nel latte negli animali. Non dovresti prendere Duspatalin® durante l'allattamento. Fertilità Non ci sono dati clinici sull'effetto del farmaco sulla fertilità negli uomini o nelle donne, tuttavia, studi su animali noti non hanno dimostrato effetti avversi di Duspatalin®.

In caso di sovradosaggio con Duspatalin®, consultare immediatamente un medico. Sintomi Teoricamente, in caso di sovradosaggio, è possibile aumentare l'eccitabilità del sistema nervoso centrale. In caso di sovradosaggio di mebeverina, i sintomi erano assenti o insignificanti e. di solito rapidamente reversibile. I sintomi di sovradosaggio osservati erano di natura neurologica e cardiovascolare. Trattamento Nessun antidoto specifico noto. Si raccomanda un trattamento sintomatico. La lavanda gastrica è necessaria solo se l'intossicazione viene rilevata entro circa un'ora dall'assunzione di diverse dosi del farmaco. Non sono necessarie misure di assorbimento.

Gli effetti collaterali riportati sono stati spontanei ei dati disponibili non sono sufficienti per stimare con precisione l'incidenza. Sono state osservate reazioni allergiche principalmente da parte della pelle, ma sono state notate anche altre manifestazioni di allergia. Sulla parte della pelle: orticaria (rash allergico), angioedema (grave reazione allergica, che può includere: difficoltà respiratorie, gonfiore del viso, collo, labbra, lingua, gola), edema facciale, esantema (eruzione cutanea). Disturbi del sistema immunitario: reazioni di ipersensibilità (le reazioni anafilattiche sono reazioni allergiche gravi, che possono includere: difficoltà respiratorie, polso accelerato, un forte calo della pressione sanguigna (debolezza e vertigini), sudorazione). Se manifesta uno qualsiasi degli effetti indesiderati, compresi quelli non elencati in questo foglio, interrompa l'assunzione di Duspatalin® e consulti immediatamente un medico.

Compresse rivestite con film, 135 mg - 50 pezzi per confezione.

Duspatalin: istruzioni per l'uso

Composizione

1 capsula contiene 200 mg di mebeverina cloridrato.

magnesio stearato -13,1 mg, metil metacrilato e copolimero etil acrilato [2: 1] -10,4 mg, talco - 4,9 mg, ipromellosa - 0,1 mg, acido metacrilico e copolimero etacrilato [1: 1] -15, 2 mg, triacetina 2,9 mg.

Capsula rigida di gelatina: gelatina - 75,9 mg, biossido di titanio (E171) - 1,5 mg.

Composizione dell'inchiostro: gommalacca (E904), glicole propilenico, soluzione concentrata di ammoniaca, idrossido di potassio, ossido di ferro nero (E172).

Descrizione

Capsule rigide di gelatina n. 1, opache, bianche con la marcatura "245" sul corpo della capsula. Il contenuto delle capsule è granuli bianchi o quasi bianchi.

Gruppo farmacoterapeutico

Farmaci usati per disturbi funzionali del tratto gastrointestinale. Codice ATX: A03AA04.

Proprietà farmacologiche

Farmacodinamica

La mebeverina è un antispasmodico miotropico che ha un effetto diretto sulla muscolatura liscia del tratto gastrointestinale, eliminando lo spasmo senza intaccare la normale motilità intestinale. Poiché il farmaco non influisce sul sistema nervoso autonomo, non ci sono effetti collaterali anticolinergici tipici.

Popolazione pediatrica

Gli studi clinici sul farmaco sotto forma di compresse o capsule sono stati effettuati solo su pazienti adulti.

Farmacocinetica

La mebeverina viene assorbita rapidamente e completamente dopo somministrazione orale di compresse. La forma di dosaggio a rilascio prolungato consente un regime di dosaggio 2x / giorno.

Quando si assumono dosi ripetute del farmaco, non si verifica alcun accumulo significativo.

La mebeverina cloridrato è metabolizzata principalmente dalle esterasi, che nella prima fase scompongono l'estere in acido veratrico e alcol mebeverina. Il principale metabolita circolante nel plasma è l'acido carbossilico demetilato (DMCA). L'emivita allo stato stazionario del DMCC è di 5,77 ore Per le capsule a rilascio prolungato da 200 mg, le proprietà a rilascio prolungato sono state confermate rispetto a BASSA Cmax e più lunga tmax. Quando si prendono dosi ripetute (200 mg due volte al giorno), la concentrazione massima (Cmax) di DMCA è 804 ng / ml, il tempo per raggiungere la concentrazione massima (tmax) è di circa 3 ore.

La biodisponibilità relativa delle capsule a rilascio prolungato è ottimale con una media del 97%.

La mebeverina in quanto tale non viene escreta dall'organismo, ma viene completamente metabolizzata; i suoi metaboliti vengono quasi completamente eliminati dall'organismo. L'acido veratrico viene escreto dai reni. L'alcol mebeverina viene anche escreto dai reni, in parte come acido carbossilico e in parte come acido carbossilico demetilato.

Popolazione pediatrica

Non sono stati condotti studi farmacocinetici di qualsiasi forma di dosaggio di mebeverina nei bambini.

Indicazioni per uso medico

Trattamento sintomatico del dolore e del disagio associati a disturbi funzionali dell'intestino e delle vie biliari.

Metodo di somministrazione e dosaggio

Il farmaco viene assunto per via orale.

Le capsule devono essere ingerite con una quantità sufficiente di acqua (almeno 100 ml). Le capsule non devono essere masticate poiché il guscio è progettato per fornire un meccanismo di rilascio prolungato.

Una capsula da 200 mg due volte al giorno, mattina e sera.

La durata dell'ammissione non è limitata.

Se una o più dosi vengono dimenticate, il paziente deve continuare a prendere il farmaco come prescritto, non devono essere prese ulteriori dosi dimenticate.

Popolazione speciale

Non sono stati condotti studi sul regime posologico in pazienti anziani, pazienti con funzionalità renale e / o epatica compromessa. Sulla base dei dati provenienti da studi post-registrazione, non sono stati identificati rischi specifici per pazienti anziani, pazienti con funzionalità renale e / o epatica compromessa. Non è necessario un aggiustamento della dose nei pazienti anziani e nei pazienti con funzionalità renale e / o epatica compromessa.

Effetto collaterale

Le seguenti reazioni avverse sono state segnalate durante l'uso post-marketing e sono state spontanee. I dati disponibili sono insufficienti per stimare accuratamente l'incidenza.

Sono state osservate reazioni allergiche principalmente da parte della pelle, ma sono state notate anche altre manifestazioni di allergia.

Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo:

Orticaria, angioedema, incluso facciale, esantema.

Disturbi del sistema immunitario:

Reazioni di ipersensibilità (reazioni anafilattiche).

In caso di comparsa delle reazioni avverse elencate, nonché di una reazione non menzionata nelle istruzioni per l'uso, è necessario consultare un medico.

Controindicazioni

ipersensibilità al principio attivo o ad uno qualsiasi dei componenti inattivi del farmaco;

uso nei bambini e negli adolescenti di età inferiore ai 18 anni.

Precauzioni per uso medico

Nessuna informazione aggiuntiva.

Overdose

In caso di sovradosaggio, è possibile un aumento dell'eccitabilità del sistema nervoso centrale. In caso di sovradosaggio di mebeverina, i sintomi erano assenti o lievi e, di regola, rapidamente reversibili. Sono state annotate manifestazioni cliniche dai sistemi nervoso e cardiovascolare. L'antidoto specifico è sconosciuto. Si raccomanda un trattamento sintomatico. La lavanda gastrica è necessaria solo se l'intossicazione viene rilevata entro circa un'ora dall'assunzione di diverse dosi del farmaco. Non sono necessarie misure di assorbimento.

Interazione con altri medicinali

Non sono disponibili dati sull'interazione della mebeverina con altri farmaci.

Applicazione durante la gravidanza e durante l'allattamento

Studi effettuati su animali non hanno rivelato effetti teratogeni. Pertanto, anche gli esseri umani non dovrebbero avere un effetto teratogeno sul feto..

Al momento non ci sono dati sufficienti per prendere una decisione sulla presenza di un possibile effetto teratogeno o fetotossico della mebeverina quando prescritta durante la gravidanza.

Duspatalin® non è raccomandato per l'uso durante la gravidanza. Non è noto se la mebeverina oi suoi metaboliti siano escreti nel latte materno umano. Duspatalin® non deve essere assunto durante l'allattamento.

Influenza sulla capacità di guidare un'auto e altri meccanismi

Non sono disponibili dati sull'effetto sulla capacità di guidare e lavorare con dispositivi meccanici.

Condizioni di archiviazione

Conservare nella confezione originale a temperature comprese tra 5 ° C e 25 ° C.

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Data di scadenza

Il medicinale non deve essere utilizzato dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

Condizioni di vacanza

Confezione

15 capsule in un blister fatto di foglio di alluminio e pellicola di PVC. 2 blister in una scatola di cartone insieme alle istruzioni per l'uso.

Titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio

Abbott Healthcare Product B.V..,

S. D. van Houtenlaan 36,

NL-1381 JV Weesp, Paesi Bassi.

Produttore

Mylan Laboratories S AS,

Ruth de Belleville - Lie de Maillard,

01400 Châtillon sur Chalaron, Francia.

I reclami sulla qualità del medicinale devono essere inviati al seguente indirizzo: Ufficio di rappresentanza di Abbott Laboratories S.A. (Confederazione Svizzera), Repubblica di Bielorussia, 220073 Minsk, 1 ° Zagorodny per., 20, ufficio 1503, tel.: +375 17202 23 61, fax: +375 17256 79 20, e-mail:.

È inoltre possibile informare Abbott di un evento avverso durante l'utilizzo del farmaco o di un reclamo sulla qualità chiamando il numero +380 44498 6080 (24 ore su 24).