Sintomi e cause del reflusso gastroesofageo nei neonati e nei lattanti: cos'è e come viene trattato?

Sintomi

A causa delle caratteristiche specifiche dell'età del corpo del bambino, alcune condizioni che sono considerate patologiche per gli adulti possono essere una delle opzioni normali per i bambini. Ad esempio, il reflusso gastroesofageo, un pericoloso disturbo digestivo, è spesso visto nei bambini di età inferiore a un anno, ma questo non significa che la maggior parte dei neonati abbia veri problemi di stomaco. Perché allora questa malattia si manifesta nei bambini? Vale la pena preoccuparsi per i genitori il cui bambino ha ricevuto una diagnosi simile?

I principali sintomi

Con l'esofagite da reflusso, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • rigurgito, che si osserva in un bambino;
  • i bambini più grandi possono indicare un sapore amaro in bocca, dolore bruciante al petto;
  • ansia del bambino, manifestata in malumore, pianto;
  • un ritardo nello sviluppo del bambino, che è caratteristico del rigurgito regolare e abbondante.

In una fase iniziale della malattia, il dolore inizia a dare fastidio subito dopo aver mangiato. In un neonato, il reflusso è caratterizzato non solo da rigurgito, ma anche da vomito costante e aumento di peso insufficiente. Inoltre, i genitori possono notare che il bambino ha uno scarso appetito o nessun appetito, un odore specifico dalla bocca, una tosse senza segni di malattie del sistema respiratorio, nonché frequenti singhiozzi, otite media, cambiamenti di voce e soffocamento.

Consigli utili

Quando si cura il reflusso nei bambini più grandi, c'è un urgente bisogno di alimentazione dietetica. La dieta dovrebbe includere cibi bolliti, al vapore e al forno che si sono leggermente raffreddati. È severamente sconsigliato mangiare cibi caldi, piccanti e molto salati. Anche i cibi eccessivamente secchi dovrebbero essere esclusi dalla dieta. Delle bevande, una varietà di limonate (soprattutto fortemente gassate), caffè, succhi acidi sono estremamente aggressivi per la mucosa. I pasti dovrebbero essere consumati prima di 3 ore prima di coricarsi. Cerca anche di proteggere tuo figlio dal fumo passivo, che è molto dannoso sia per la salute in generale che per il decorso della malattia. Con il normale reflusso fisiologico nei bambini sotto i 4 mesi di età, è necessaria un'alimentazione frequente in piccole porzioni più di 3 volte al giorno e dopo aver mangiato si consiglia di tenere il bambino dritto per circa 20 minuti.

Per evitare il reflusso, devi prenderti cura dei tuoi vestiti. Non indossare indumenti stretti come biancheria intima o pantaloni stretti. È altamente indesiderabile stringere saldamente la cintura. Dovrebbero essere evitati sforzi fisici pesanti, esercizi di flessione e esercizi di salto. Se tuo figlio vuole fare qualsiasi tipo di sport, dovresti offrirgli il nuoto, in questo caso, con uno sforzo moderato, è possibile un recupero più veloce..

Devi anche stare attento al sonno. Il bambino dovrebbe dormire a sufficienza, mentre mangiare prima di andare a letto non è raccomandato. Si consiglia di mangiare 3 ore prima di coricarsi o prima. Con il reflusso nei bambini piccoli, la posizione per dormire dovrebbe essere di lato ei bambini più grandi dovrebbero sdraiarsi con la testa sollevata, evitando di dormire a pancia in giù.

Forme e gradi

Una malattia come l'esofagite da reflusso, che si verifica nei bambini e negli adulti, ha una gravità. Il primo dei quali è dovuto alla presenza di formazioni erosive separate che non si toccano. Il grado 2 è caratterizzato da erosioni confluenti che non si diffondono sopra lo strato mucoso della membrana. Il grado successivo è il terzo, è caratterizzato dalla formazione di ulcere fondenti nella parte inferiore dell'esofago. Le lesioni ulcerose coprono l'intera superficie dell'organo mucoso. L'ultimo grado è il quarto, dovuto alla comparsa di stenosi esofagea e alla formazione di un'ulcera cronica.

Nella pratica medica si distinguono le seguenti forme di GER:

  • Acuto. La forma acuta della malattia presenta i seguenti sintomi: febbre, dolore dietro lo sterno, difficoltà a deglutire cibo e liquidi, eruttazione, sensazione di bruciore all'esofago e aumento della salivazione.
  • Cronico. In un processo infiammatorio cronico nell'esofago, si osservano difficoltà respiratorie, soffocamento, singhiozzo, sensazione dolorosa dietro lo sterno e bruciore di stomaco.

Oltre alle due forme principali, la malattia ha anche quelle morfologiche. Esso:

  • Catarrale. Il processo infiammatorio si forma sulla superficie della mucosa dell'organo e non ha un effetto distruttivo sui tessuti.
  • Erosivo. Questa forma di GER è caratterizzata da profonde lesioni erosive che si sono manifestate sullo strato mucoso dell'esofago. Con la forma erosiva della malattia, sono presenti i seguenti sintomi: bruciore dietro lo sterno, eruttazione grave, nausea, vomito occasionale e sensazione di un oggetto estraneo in gola. Questa sintomatologia nella forma erosiva dell'esofagite da reflusso è più pronunciata e dà al paziente più disagio..

Fonti della malattia

Le ragioni principali per la comparsa di GERD nei bambini sono considerate una maggiore acidità o alcalinità del refluo, nonché una maggiore pressione all'interno del peritoneo o un esofago accorciato. In alcuni casi, le cause della malattia possono essere la stenosi pilorica e il pilorospasmo - disturbi nel funzionamento dello sfintere dello stomaco causati dalla sua contrazione o restringimento. Inoltre, la causa potrebbe essere un'ernia del diaframma, in cui l'esofago è spostato nello sterno. È impossibile non menzionare i processi infettivi causati da vari virus e funghi, come la candidosi. Un effetto significativo è esercitato dall'indebolimento della protezione delle membrane esofagee dagli effetti dei liquidi lanciati, che, sovrapposti alle cause principali, aumenta il danno alla mucosa esofagea.

Nei bambini più grandi, ci sono anche altre cause che portano alla malattia da reflusso gastroesofageo. L'obesità e la malnutrizione sono spesso segnalate come cause. Il consumo eccessivo di cibi eccessivamente salati, piccanti, caldi e secchi o il mancato rispetto della dieta porta ad un aumento dell'acidità o semplicemente danneggia il tratto gastrointestinale. Questo fattore può causare la malattia in modo completamente indipendente e portare a complicazioni sullo sfondo di altri motivi. Oltre al consumo di cibo traumatico, uno dei motivi potrebbe essere l'uso di determinati farmaci (ormonali, lassativi, ecc.), Alcol, fumo attivo e passivo. Lo stress può anche aggravare il decorso della malattia..

GER nei neonati

Il ritorno di una piccola quantità di cibo dallo stomaco all'esofago nei bambini fino a 3 mesi è considerato normale. Ciò è dovuto all'esofago inferiore sviluppato in modo incompleto, alle piccole dimensioni dello stomaco e alla sua forma a forma di palla. Spesso il reflusso nei bambini del primo anno di vita non necessita di cure particolari e scompare gradualmente e da solo con l'introduzione di cibi solidi nella dieta.

Il GER si verifica spesso nei neonati con il fallimento esistente dei meccanismi responsabili del reflusso. La ragione di questa deviazione è la disfunzione autonomica causata dall'ipossia del cervello dovuta a travaglio difficile e gravidanza sfavorevole. Spesso i bambini sputano quando la madre ha un flusso di latte ampio e veloce. Il bambino non ha il tempo di ingoiarlo e, di conseguenza, soffoca e sputa. Questo è più spesso osservato con una copertura impropria del capezzolo con una piccola bocca, a causa della quale l'aria viene ingerita.

Il reflusso del contenuto gastrico e la sua deglutizione ripetuta sono caratteristici della sindrome da ruminazione. Questo è pericoloso perché il bambino può soffocare con la lingua o le dita. La sindrome si verifica nei bambini di età compresa tra due mesi e dodici mesi, ma ci sono stati casi in cui la ruminazione è stata osservata nei bambini dai sei anni in su. La presenza di questa sindrome negli scolari è dovuta ad ansia, aumento del nervosismo, problemi a scuola o un ambiente familiare teso..

Fattori provocatori

Il rischio di reflusso gastroesofageo nei bambini aumenta quando:

  • l'esofago è piccolo;
  • ernia dell'apertura dell'esofago;
  • paralisi del diaframma;
  • sovrappeso nella madre e / o nel bambino;
  • ulcera o gastrite, altri problemi gastrointestinali;
  • il modo sbagliato di vivere la materia, sia durante il trasporto di un feto che durante l'allattamento;
  • trattamento dei lattanti con medicinali di determinate categorie.

Gli esperti dicono che il reflusso nei neonati si sviluppa molto spesso a causa di una quantità eccessiva di cibo nello stomaco..

È necessario capire che nei neonati, i muscoli di tutti gli organi, inclusi lo stomaco e l'esofago, sono troppo deboli, semplicemente non possono far fronte alle loro funzioni.

Se lo stomaco è pieno, cercherà di sbarazzarsi dei prodotti in eccesso in ogni modo possibile e inizierà a trasferirli di nuovo nell'esofago. Un'altra causa comune di reflusso nei bambini piccoli sono le allergie a determinati alimenti o una diminuzione del diametro dell'apertura esofagea..

Nei bambini di età più matura, la patologia si manifesta spesso a causa dei seguenti disturbi:

  • gastrite acuta o cronica;
  • insufficienza dello sfintere cardiaco;
  • problemi con il sistema nervoso;
  • ernia iatale;
  • la presenza di eccesso di peso;
  • paralisi del diaframma;
  • ulcera allo stomaco.

Gli esperti avvertono anche i genitori che il consumo eccessivo di vari dolci: dolci, cioccolato, focacce, marmellate, marshmallow e cibi ad alto contenuto di grassi può provocare reflusso gastroesofageo.


I risultati di un consumo eccessivo di dolci possono essere disastrosi

Diagnostica

Se i sintomi dell'esofagite da reflusso persistono e si intensificano, è necessario condurre un esame diagnostico per il bambino. I metodi diagnostici sono studi a raggi X, test del pH e esofagogastroduodenoscopia.

I raggi X vengono eseguiti utilizzando un mezzo di contrasto: il solfato di bario, che consente di vedere non solo l'esofago, ma anche le parti superiori dell'intestino tenue e dello stomaco. Il test del pH viene eseguito utilizzando una sonda di piccolo diametro. Il paziente ingoia la sonda per un giorno, dopodiché viene rimossa e viene diagnosticata la relazione tra respirazione e reflusso. Per l'endoscopia viene utilizzato un tubo lungo, alla fine del quale è presente una telecamera. Grazie a lei, il medico ha l'opportunità di esaminare tutte le parti del tratto gastrointestinale..

Medicinali

Per curare l'esofagite da reflusso, il medico può prescrivere farmaci per il piccolo paziente. In medicina, i farmaci per il reflusso sono divisi in diversi gruppi:


Quando si trattano malattie gastrointestinali nei bambini, astenersi dalla terapia alternativa e affidare la salute del bambino a specialisti.

  • Antisecretorio. Questo gruppo di medicinali ha lo scopo di ridurre il livello di acidità nel succo gastrico. Questi farmaci includono: "Omeprazole", "Famotidine". Questi farmaci possono alleviare il bruciore di stomaco e l'irritazione dalle pareti dell'esofago e dello stomaco. Il dosaggio è determinato individualmente dal medico in base all'età e alla gravità della malattia.
  • Procinetici. Il medico prescrive agenti procinetici per aumentare il tono dello sfintere esofageo. Questi medicinali includono: "Motilium", "Domidon", "Motilak". Il dosaggio è prescritto dal medico.
  • Antiacidi. Gli antiacidi hanno lo scopo di neutralizzare l'eccesso di acido cloridrico nel succo gastrico. Questi sono medicinali come Rennie, Almagel, Fosfalugel, Maalox e De-nol. Il farmaco per il trattamento del GER "De-Nol" è prescritto per i bambini di età superiore a quattro anni. A seconda della gravità del decorso della malattia e dell'età del paziente, il medico determina la durata del ciclo di terapia e il dosaggio.

È severamente vietato auto-medicare i bambini, trascurare le raccomandazioni dei medici sul dosaggio e sulla durata del corso della terapia. Dovresti prestare particolare attenzione agli antiacidi, che possono causare diarrea nel tuo bambino..

Quello che viene chiamato reflusso gastroesofageo?

Succede che si verifica un malfunzionamento nel lavoro ben organizzato dell'apparato digerente umano, in cui il contenuto dello stomaco si trova in un luogo non destinato ad esso. Ad esempio, nell'esofago. Se allo stesso tempo le pareti dell'organo vengono danneggiate da succhi gastrici concentrati e acidi che sono caduti su di esse, si verifica un'infiammazione, che i medici chiamano reflusso gastroesofageo. A causa di ciò che si sviluppa una tale patologia?

Normalmente, l'acido cloridrico e altri contenuti dello stomaco non entrano nell'esofago a causa della presenza di un anello muscolare denso - uno sfintere - tra questi organi. Funziona secondo il principio di un gateway. Se tutto va come dovrebbe, il passaggio dall'esofago allo stomaco appare solo al momento del pasto, e poi viene immediatamente bloccato dai muscoli locali. Quando la funzione dello sfintere è compromessa, ciò non accade. Il foro tra gli organi rimane costantemente leggermente aperto, motivo per cui esiste il rischio di sviluppare esofagite da reflusso.

Prevenzione in un bambino

A seconda dell'età del bambino e dello stadio della malattia, puoi sbarazzarti del reflusso senza farmaci, usando alcuni metodi di prevenzione. Pertanto, per i neonati, la prevenzione del reflusso è la seguente:

  • nella culla, il bambino dovrebbe alzare un po 'la testa;
  • dopo l'allattamento, tenere il neonato in posizione verticale fino a quando l'aria non fuoriesce;
  • se il bambino è allattato artificialmente, la miscela non dovrebbe essere troppo liquida;
  • in alcuni casi, può essere utile cambiare la dieta.

I bambini più grandi dovrebbero alzare la testa a letto, subito dopo aver mangiato per due ore, non assumere una posizione orizzontale, non correre, saltare e non piegare bruscamente il corpo. Per prevenire il reflusso, è necessario evitare cibi che irritano il rivestimento dello stomaco. Mangiare un bambino con reflusso dovrebbe essere frequente, ma piccoli pasti, è importante che il bambino non mangi troppo. I medici raccomandano che i bambini conducano uno stile di vita attivo e frequentino sezioni sportive.

Trattamento

Il trattamento di casi semplici, il cui sintomo principale è un piccolo rigurgito regolare, è spesso limitato all'adeguamento dello stile di vita del bambino:

  • sperimentare l'eliminazione del latte vaccino dalla dieta;
  • proteggere il bambino dall'inalazione del fumo di tabacco, irritando le vie respiratorie e provocando la tosse;
  • aggiungere addensanti speciali al cibo;
  • rivedere la dieta di una madre che allatta.

Principi di alimentazione "sicura"

La prima cosa che cerchi quando sputi è il tuo stile alimentare. È possibile che una madre premurosa cerchi di nutrire il suo bambino “bene e in modo soddisfacente” anche contro la sua volontà? Quindi, sfortunatamente, succede.

Pertanto, la prima regola: ci nutriamo in piccole quantità, ma più spesso. In pratica, questo significa che il bambino deve essere rimosso dal seno 4-5 minuti prima del solito, o non appena il bambino inizia a essere distratto. Se la base della nutrizione è miscele adattate, il volume di una singola porzione viene ridotto di 10-20 ml, come raccomandato dal pediatra.


Se il bambino sta già ricevendo cibi complementari, ma il reflusso si fa ancora sentire, la dieta consisterà nell'enfatizzare cibi proteici e carboidrati in piccole porzioni. Succhi e pomodori sono esclusi dalla dieta

La seconda regola: niente movimenti bruschi e una posizione eretta per mezz'ora dopo l'alimentazione. Il noto indossare in colonna è semplicemente necessario nei primi 4 mesi di vita se si vuole minimizzare il più possibile la frequenza del rigurgito. Non è necessario camminare 30 minuti per la stanza, puoi sederti su una comoda sedia, mentre il bambino si addormenta tranquillamente sulla tua spalla in posizione semi-eretta.

Questi due passaggi da soli possono ridurre i sintomi da reflusso nell'85% dei casi. Ma succede che sono necessari cambiamenti di un piano diverso.

Cibo dietetico

Gli studi hanno dimostrato che il 15-36% dei bambini con diagnosi di malattia da reflusso gastroesofageo aveva un'intolleranza alle proteine ​​del latte vaccino.

La correzione della nutrizione consiste nell'esclusione dei latticini dalla dieta delle madri che allattano. L'esperimento viene eseguito per 3 settimane. Se durante questo periodo le condizioni del bambino sono migliorate, parlano di intolleranza alle proteine ​​del latte e mantengono la dieta fino a quando il bambino non raggiunge 1 anno.

Nel caso in cui il bambino venga nutrito artificialmente, viene selezionata una miscela senza latticini a base di un idrolizzato proteico: "NutrilonPepti", "Frisopep", "Nutrilak peptidi MCT".

Addensanti

Oggi, l'uso delle cosiddette miscele antireflusso gioca un ruolo importante nella terapia dietetica. Questo è un prodotto speciale per bambini piccoli con una maggiore viscosità, in modo che il cibo duri più a lungo nello stomaco. Negli alimenti per bambini vengono utilizzati due tipi di addensanti:

  • Digeribile (amido di mais, amido di riso, fecola di patate).
  • Indigesto (gengive).

La farina di semi di carrube e altri addensanti indigeribili hanno effetti sia antireflusso che lassativi. Come polisaccaride indigeribile, la gomma raggiunge inalterata l'intestino crasso e diventa un substrato per la crescita di bifidobatteri e lattobacilli. Rispetto agli amidi, la gomma ha un effetto antireflusso più pronunciato. Rappresentanti di miscele terapeutiche: "Humana Antireflux", "Nutrilak AR antireflux", "Nutrilon Antireflux", "Frisovom". Le stesse miscele sono consigliate per i bambini inclini a stipsi e coliche intestinali..


Se c'è la necessità di utilizzare miscele con addensanti è meglio optare per quelle che contengono gomma

Le miscele in cui l'amido viene utilizzato come addensante sono considerate più delicate in azione. L'effetto del loro utilizzo è evidente dopo un mese di assunzione. Rappresentanti: "Samper Lemolak", "Nan antireflux".

E se il neonato fosse allattato al seno? Non dovresti arrenderti. Il latte viene spremuto e viene aggiunto un addensante acquistato in farmacia secondo le indicazioni del produttore e del medico.

Va notato che il capezzolo sulla bottiglia dovrà essere cambiato: il foro deve essere abbastanza largo da far passare la miscela densa. Un capezzolo "per porridge" è adatto.

Attenzione! Tutti gli addensanti utilizzati per correggere la nutrizione dei bambini sotto i 3 mesi di età, soprattutto quelli soggetti ad allergie, dovrebbero essere prescritti solo da un medico. Praticamente non sono utilizzati come unico componente terapeutico e non sono raccomandati per i bambini che hanno già sviluppato esofagite (infiammazione o danno al rivestimento dell'esofago).

Trattamento farmacologico

Nel caso in cui tutte le misure di cui sopra siano inefficaci, viene sviluppata una strategia per il trattamento con farmaci di diversi gruppi farmacologici. A scopo informativo, forniamo esempi di tali farmaci:

  1. Inibitori della pompa protonica. Farmaci come omeprazolo, pantoprazolo, bloccano l'ultima fase della formazione di acido cloridrico, riducendone la produzione. Di norma, l'omeprazolo è il gold standard per il trattamento della GERD nei bambini di età pari o superiore a 2 anni..
  2. Antiacidi. Lo scopo degli antiacidi è anche quello di neutralizzare l'acido cloridrico. Nella pratica pediatrica vengono utilizzati Fosfalugel, Maalox, che, oltre alla loro funzione principale, hanno un effetto rigenerativo sulla mucosa danneggiata.
  3. Bloccanti H-2 delle istamine (ranitidina, famotidina). Il trattamento dei bambini di età inferiore a un anno raramente include l'assunzione di questi farmaci.
  4. Procinetici (domperidone). Rafforza la motilità dello stomaco, contribuendo così al suo più rapido svuotamento e rafforzando lo sfintere.


Le medicine che riducono l'acidità di stomaco sono selezionate da un medico

Il rigurgito persistente porta a disidratazione e squilibrio idrico-elettrolitico. Molto spesso, tali perdite possono essere ripristinate solo in ospedale introducendo soluzioni per infusione..

Tutti i farmaci hanno una serie di effetti collaterali e limiti di età. Pertanto, la loro nomina deve essere pienamente giustificata. Il medico tiene conto di tutte le sfumature e decide quali gruppi di farmaci sono più adatti.

Reflusso nei bambini. Che cos'è e quali sintomi cercare?

Cos'è il reflusso?

Il reflusso è una condizione in cui il contenuto dello stomaco risale nell'esofago. Può quindi tornare di nuovo nello stomaco (reflusso silenzioso), passare in bocca (rigurgito) o indurre il vomito.

Fino al 70% dei bambini rigurgita il contenuto dello stomaco almeno una volta al giorno. Questo è un evento comune e può essere correlato alla frequenza e alla quantità di cibo del bambino. Ricorda che il peso del bambino aumenta 3 volte nel primo anno di vita e questa crescita richiede un'alimentazione costante.

Fino al 70% dei bambini rigurgita il contenuto dello stomaco almeno una volta al giorno. Questo è un evento comune e può essere correlato alla frequenza e al volume di alimentazione.

Il reflusso diventa un problema quando compaiono sintomi angoscianti. Questa malattia è successivamente chiamata GERD (malattia da reflusso gastroesofageo).

Cause di GERD

Ci sono due cause principali di GERD:

  • associato allo sfintere esofageo inferiore
  • associato a intolleranza alle proteine ​​del latte

Inoltre, il reflusso nei bambini è spesso associato a disturbi funzionali del sistema nervoso e del diaframma..

Sfintere esofageo inferiore.

Questo sfintere, o valvola, si trova alla base dell'esofago, all'ingresso dello stomaco. La sua funzione è quella di far passare e chiudere il cibo in entrata per impedire il movimento all'indietro del contenuto dello stomaco. In alcuni bambini, questa valvola può essere sottosviluppata alla nascita, specialmente nei bambini prematuri. Questo può portare al reflusso. Man mano che il bambino cresce, la valvola si svilupperà e si rafforzerà, e quando il bambino raggiunge i 12 mesi di età, la valvola nella maggior parte dei casi svolge la sua funzione correttamente..

Allergia alle proteine ​​del latte vaccino (CMPA)

L'allergia alle proteine ​​del latte vaccino (CMPA) è una reazione patologica causata dall'ingestione di alimenti contenenti proteine ​​del latte vaccino (BCM), che si basa su meccanismi immunitari. Il termine "intolleranza al latte vaccino" comprende anche l'intolleranza al lattosio. Si stima che fino al 40% dei bambini con malattia da reflusso moderata / grave sia allergico alle proteine ​​del latte vaccino. Prima viene diagnosticata la CMPA, migliore è il risultato per il bambino. Più a lungo il bambino è esposto all'allergene, maggiore è l'impatto negativo sul sistema digerente e immunitario del bambino. Questi bambini necessitano di ulteriori esami da parte di un pediatra..

Cause funzionali di reflusso nei bambini

L'ipertonicità dei muscoli cervicali posteriori, sternocleidomastoideo, compressione della giunzione cranio-vertebrale può portare all'interruzione dell'innervazione dello stomaco, dell'intestino, irritare i muscoli della faringe e causare malattia da reflusso gastroesofageo nei bambini.

L'ipertonicità del diaframma può anche creare una pressione eccessiva sullo stomaco e causare reflusso.

Il trattamento osteopatico può correggere questi disturbi e aiutare a far fronte al reflusso nei bambini senza l'uso di farmaci. Più dettagli

Il trattamento osteopatico consente di correggere i disturbi funzionali del collo e del diaframma in un bambino e aiuta a far fronte al reflusso nei bambini senza l'uso di farmaci

Tipi di reflusso

  1. Reflusso posizionale. Con questo tipo di reflusso, il bambino sputa dopo l'allattamento, ma non prova molto disagio da questo. Di norma, questo viene risolto dalla posizione verticale del bambino durante e dopo l'alimentazione..
  2. Reflusso calmo. In questo caso, il contenuto dello stomaco viene risucchiato lungo l'esofago e quindi deglutito. Di conseguenza, potrebbe essere necessario un po 'più di tempo prima che venga fatta la diagnosi, a meno che, ovviamente, non presti attenzione ad altri segni.
  3. Reflusso acido. Il contenuto dello stomaco che viene rigurgitato contiene acido gastrico e influisce negativamente sulla parete esofagea, causando infiammazione e dolore.
  4. Reflusso secondario in CMPA. Il reflusso può spesso essere secondario a un'allergia ai componenti del latte. La gravità del reflusso dipende dalla gravità dell'allergia.

Sintomi di reflusso

Segni e sintomi comuni:

  • pianto e irritabilità per più di 3 ore al giorno. In qualsiasi momento del giorno o della notte.
  • riempimento o vomito di latte e / o altro contenuto dello stomaco
  • gonfiore durante o dopo l'alimentazione
  • dispnea
  • cambiamento nella respirazione durante l'inalazione. si sente difficoltà a respirare
  • congestione nasale
  • singhiozzo dopo l'allattamento

Segni e sintomi di reflusso silenzioso:

  • il bambino ingoia costantemente e sembra affamato, anche dopo aver mangiato
  • il bambino sputa un po '
  • bambino che piange eccessivamente
  • aumento dell'attività fisica
  • il bambino sta bene solo in posizione eretta
  • il bambino vuole mangiare più spesso per ridurre i sintomi
  • il latte bianco copre la lingua
  • attacco del capezzolo

Segni e sintomi comuni al reflusso acido:

  • il bambino piange molto. Urla alte che possono durare più di 6 ore al giorno
  • sudorazione eccessiva di un bambino
  • il bambino spesso si rifiuta di nutrirsi. Il bambino può prendere la prima parte del pasto, ma si ferma rapidamente. Quindi, dopo 40 minuti, potrebbe chiedere di nuovo di nutrirsi. Questi bambini tendono a mangiare piccoli pasti..
  • poco effetto dal prendere una posizione verticale
  • il bambino è costantemente in movimento, il movimento allevia il dolore
  • congestione nasale cronica
  • tosse
  • rigetto del capezzolo

È importante capire che un bambino potrebbe non avere tutti questi sintomi. Questi suggerimenti ti aiuteranno a monitorare il tuo bambino in modo da poter fornire al medico ulteriori informazioni in seguito..

Il reflusso è una condizione che può essere lieve o grave. Se un bambino ha un reflusso grave, molti dei suggerimenti che funzionano per un reflusso lieve non avranno un effetto rapido. Ogni bambino con reflusso è diverso. Pertanto, segui il piano di trattamento prescritto dal medico e arriva in tempo per gli esami di controllo..

Come l'osteopatia cranica aiuta un bambino con reflusso?

L'osteopatia cranica stimola molto delicatamente i tessuti del corpo a rilasciare la tensione e aumentare l'elasticità. Il reflusso, a mio parere, coinvolge una serie di aree importanti coinvolte nella digestione. In primo luogo, il tratto intestinale può gonfiarsi e intrappolare il gas per periodi più lunghi. In secondo luogo, il diaframma può stringersi e bloccarsi per ridurre il disagio. In terzo luogo, a causa dell'adozione di una posizione arcuata, che allevia il dolore, i muscoli del collo possono essere sovraestesi..

Trattare questi problemi, così come la posizione dello stomaco, allevia la tensione che si verifica. Migliora la digestione, l'alimentazione e favorisce un migliore assorbimento del cibo.

È possibile iscriversi per telefono a un appuntamento osteopatico per il trattamento del reflusso nei bambini a San Pietroburgo. +7812327-76-45

Trattamento osteopatico del reflusso nei bambini

Trattamento del reflusso nei bambini senza l'uso di droghe a San Pietroburgo.

Strategia di trattamento del reflusso

Il reflusso infantile è una condizione abbastanza comune nella pratica pediatrica. Esistono molti tipi di reflusso e non esiste una ricetta per tutti i bambini. Con vari tipi di reflusso, a causa dell'irritazione del sistema nervoso, c'è tensione nei muscoli del collo, ipertonicità del diaframma, compressione della giunzione cranio-vertebrale. Pertanto, per tutti i bambini affetti da malattia da reflusso, il trattamento osteopatico consente di ripristinare il tono del sistema nervoso, aiutando a risolvere il problema..

Alcuni bambini hanno un reflusso posizionale, dove la posizione corretta del bambino può alleviare i sintomi. Altri bambini soffrono di reflusso acido, per i quali i cambiamenti nella dieta e possibilmente i farmaci antiacidi sono la raccomandazione principale. I bambini con reflusso grave hanno bisogno di più cure.

Ogni giorno può avere le sue sfide. Con questo in mente, ecco alcuni suggerimenti per questi genitori:

  • non aspettatevi che la diagnosi e le raccomandazioni vengano fornite all'inizio.
  • non esiste una raccomandazione giusta o sbagliata per i bambini con reflusso poiché ciò che funziona per un bambino potrebbe non funzionare per un altro.
  • consulta il tuo pediatra e fai domande per capire le condizioni di tuo figlio.
  • le dinamiche possono cambiare di giorno in giorno, il reflusso può essere ciclico e il peggioramento in alcuni giorni può essere dovuto a ragioni di cui potresti non essere a conoscenza
  • il reflusso può peggiorare quando il bambino è malato o ha avuto stress. Il caldo, la dentizione, l'affaticamento eccessivo possono influenzare il bambino.
  • a volte potresti sentirti debole e depresso. E 'normale. Ricorda, se non stai bene, consulta un medico. Anche tuo figlio ha bisogno che tu sia sano.

È possibile iscriversi a un appuntamento osteopatico per il trattamento del reflusso nei bambini a San Pietroburgo chiamando +7812327-76-45. Se hai domande, puoi porle nella chat sul sito (nell'angolo in basso a destra)

Come capire che un bambino ha il reflusso

Il reflusso gastroesofageo nei bambini di solito si verifica nei primi mesi di vita. Si manifesta sotto forma di rigurgito ed eruttazione d'aria dopo aver mangiato. Se nei neonati si verifica non più di due volte al giorno e passa rapidamente, non dovresti averne paura. E 'normale. Se il bambino sputa spesso e abbondantemente, si consiglia di parlarne al pediatra il prima possibile. Un tale sintomo può indicare che il bambino ha gravi patologie..

Come si manifesta questa malattia

Con il reflusso, il contenuto dello stomaco viene rigettato nell'esofago e quindi nella cavità orale. Il rigurgito frequente provoca nei neonati lo sviluppo di esofagite, che è un'infiammazione della mucosa dell'esofago..

Attenzione! Il sistema neuromuscolare nei bambini al momento della nascita non è ancora completamente formato. Lo sfintere esofageo non è completamente chiuso. Per questi motivi, si verifica il reflusso gastroesofageo. Entro 3-4 mesi, lo sfintere è strettamente compresso e GERD smette di disturbare il bambino.

Patogenesi della malattia

La causa del rigurgito non è sempre innocua. Il reflusso e l'esofagite nei bambini di età inferiore a un anno possono comparire a causa di:

  • malattie dell'apparato digerente, come gastrite o ulcere;
  • obesità;
  • immaturità del tratto digestivo;
  • patologie anatomiche. Ad esempio, un esofago corto o dilatato, ernia iatale;
  • disturbi nel lavoro del sistema nervoso autonomo;
  • nodo della cistifellea;
  • stipsi;
  • diabete mellito.

Inoltre, nei neonati, la malattia da reflusso può essere causata da grandi quantità di cibo che entrano nello stomaco. Inoltre, la causa della patologia può essere un attaccamento improprio al seno, un flusso veloce e forte di latte dalla madre durante l'alimentazione..

La comparsa del reflusso nei bambini di età superiore a un anno può essere innescata dai seguenti fattori:

  • prendendo farmaci che rilassano i muscoli dell'esofago. Può essere sedativi, ipnotici, prostaglandine, calcio-antagonisti, ormoni e nitrati;
  • stress, esperienza periodica di emozioni negative da parte del bambino;
  • consumo frequente di pomodoro, menta piperita, cioccolato, caffeina e agrumi. Questi prodotti hanno un effetto rilassante sui muscoli della giunzione esofageo-gastrica, a seguito della quale si verifica l'esofagite da reflusso nei bambini;
  • inosservanza della dieta. Il bambino mangia raramente, ma in grandi quantità alla volta.

Attenzione! GERD rimuove l'aria e il cibo in eccesso dal corpo del bambino. Protegge lo stomaco del bambino dall'ottenere troppo cibo, poiché alla fine impedisce che il cibo venga assorbito. Inizia a vagare attraverso il tratto digestivo, a seguito del quale l'agitarsi sente dolore e disagio nella sua zona..

Fasi del processo infiammatorio dell'esofago

Ci sono quattro di loro. Di solito la malattia da reflusso viene rilevata nei bambini per il secondo. Allora, cosa sono:

  1. La malattia praticamente non si manifesta in alcun modo. Infiammazione superficiale della mucosa.
  2. GERD è indicato da sintomi come eruttazione, nodo alla gola, sensazione di bruciore dietro lo sterno, nausea, dolore nella regione epigastrica dopo un pasto, singhiozzo e vomito.
  3. Le lesioni ulcerose compaiono sulla mucosa. Si manifestano sotto forma di segni come difficoltà a deglutire cibo e liquidi, dolore doloroso e bruciore dietro lo sterno. Il bambino, in presenza di questa patologia, rifiuta di mangiare qualsiasi cosa.
  4. L'intera membrana mucosa dell'esofago è interessata. Su di esso si formano ulcere da fusione, che coprono oltre il 75% della sua area. Tutte le manifestazioni di reflusso nei bambini in questa fase sono chiaramente espresse.

Attenzione! Se la malattia non viene curata in tempo, può provocare la formazione di cellule tumorali..

La gravità della malattia

Si distinguono anche per quattro.

Il primo è caratterizzato dalla formazione di erosioni che non sono in contatto tra loro..

Per il secondo, è già caratteristico della fusione di formazioni erosive, che non si moltiplicano sulla superficie della mucosa.

Il terzo è associato alla formazione di ulcere fondenti nella parte inferiore dell'esofago. Questo fenomeno è chiamato esofagite terminale. Le lesioni ulcerose iniziano a diffondersi sulla superficie della mucosa esofagea.

Con il quarto grado di gravità, il paziente sviluppa un'ulcera cronica. Questa malattia è molto difficile per i bambini..

Forme di reflusso

I principali includono:

  • cronico. Con lei, il bambino ha difficoltà a respirare, sente dolore dietro lo sterno, spesso singhiozzo, strappi. Inoltre, il bambino si lamenta di bruciore di stomaco;
  • acuto. I suoi segni sono i seguenti: febbre, sensazione di bruciore all'esofago, difficoltà a deglutire cibo e acqua, aumento della salivazione ed eruttazione.

Le forme morfologiche del reflusso gastroesofageo nei bambini includono:

  • erosivo. È caratterizzato da profonde erosioni che compaiono sullo strato mucoso dell'esofago;
  • catarrale. L'infiammazione si verifica solo sulla superficie dell'organo. Non distrugge i tessuti.

Quali sintomi possono determinare la malattia

I segni della malattia da reflusso sono i seguenti:

  • bruciore di stomaco non correlato all'assunzione di cibo;
  • odore sgradevole dalla zona della bocca;
  • vomito, rigurgito ed eruttazione;
  • aumento di peso lento o perdita di peso;
  • cambiare il timbro della voce delle briciole;
  • dolore e bruciore nella regione epigastrica;
  • sviluppo ritardato del bambino;
  • distruzione prematura dei denti da latte nei bambini;
  • difficoltà a deglutire;
  • costipazione, flatulenza e diarrea;
  • le feci sono di colore nero. Hanno striature di sangue;
  • singhiozzi frequenti e di lunga durata;
  • tosse e infiammazione dell'orecchio, non causata da infezione.

Attenzione! Le ragazze hanno più reflusso esofageo rispetto ai ragazzi..

Come viene diagnosticata la patologia

Per fare una diagnosi, il medico deve condurre ricerche come:

  1. Endoscopia. Durante esso, uno specialista esamina in dettaglio la mucosa esofagea utilizzando un lungo tubo, all'estremità del quale si trova una telecamera.
  2. Raggi X al solfato di bario. Grazie a questa procedura è possibile vedere la struttura sia dell'esofago che dello stomaco..
  3. metria del pH dell'esofago. Con l'aiuto di esso, viene rivelato in quale stato si trova l'equilibrio acido-base. La procedura consiste nell'inghiottire il paziente con un tubo con una sonda e rimuoverlo dall'apparato digerente dopo una giornata.

Terapia GERD

Nei neonati, di regola, questa patologia scompare entro un anno. Se ciò non è accaduto, il medico curante seleziona farmaci speciali per il bambino. Inoltre, durante l'appuntamento, il medico dice alla madre come dovrebbe avvenire l'alimentazione, le dà consigli generali sulla cura del bambino..

Terapia farmacologica

Nei bambini, il trattamento dipende da quali manifestazioni della malattia li infastidiscono più spesso..

Per ridurre la produzione di gas nei neonati, vengono utilizzati Gaviscon e Milikon.

Per normalizzare la funzione intestinale - Raglan, Propulside ed Eritromicina.

Per ridurre la produzione di acido gastrico - Maalox, Ranitidine, Protonix, Zantac, Milanta, Prilosek, Nexium, Tagamet, Eisifex, Pepsid.

Operazione

L'intervento chirurgico è prescritto nei seguenti casi:

  • la malattia è negli stadi 3 o 4;
  • con sindrome da aspirazione;
  • se i sintomi patologici sono chiaramente espressi e il trattamento farmacologico non aiuta;
  • con sindrome del dolore che non può essere rimossa con i farmaci;
  • con danni profondi alla mucosa.

Raccomandazioni

Per prevenire il reflusso in un bambino, devi:

  • introdurlo al cibo frazionato;
  • fare l'ultimo pasto entro e non oltre 3 ore prima di coricarsi;
  • non lasciare che il bambino salti, corra, sollevi pesi e si chini dopo aver mangiato;
  • non trasferirlo in posizione orizzontale dopo aver mangiato;
  • limitare il suo consumo di soda, cioccolato, frutta secca, caffè, cibi fritti e piccanti, nonché pesce essiccato;
  • non mettere cose su di lui che gli stringano la pancia.

Nei neonati, il reflusso è raramente la causa di qualsiasi malattia. Tuttavia, quando compaiono i suoi sintomi, non dovresti nasconderli dal medico. Solo lui sarà in grado di determinare se il bambino ha bisogno di cure o meno.

Concetti moderni di reflusso gastroesofageo nei bambini

A.I. Khavkin, V.F. Privorotsky

Istituto di ricerca di Mosca di pediatria e chirurgia pediatrica, MAPO, San Pietroburgo

La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) si riferisce allo sviluppo di un'ampia gamma di lesioni dell'esofago, nonché a manifestazioni extraesofagee, che sono causate dal reflusso patologico del contenuto dello stomaco nell'esofago. Si sviluppa indipendentemente dal fatto che si verifichino cambiamenti morfologici nell'esofago o meno. La malattia da reflusso gastroesofageo è la patologia gastroenterologica più comune. La sua frequenza nella popolazione è del 2-4%. L'esame endoscopico del tratto gastrointestinale superiore rivela questa malattia nel 6-12% dei casi..

Dal punto di vista della patologia generale, il reflusso in quanto tale è il movimento del contenuto liquido in eventuali organi cavi comunicanti nella direzione opposta, antifisiologica. Ciò può verificarsi a causa dell'insufficienza funzionale delle valvole e / o degli sfinteri degli organi cavi e in connessione con una variazione del gradiente di pressione in esse. Il reflusso gastroesofageo (GER) si riferisce alla perdita o al reflusso involontario del contenuto gastrico o gastrointestinale nell'esofago. Fondamentalmente, questo è un fenomeno normale osservato negli esseri umani e, allo stesso tempo, i cambiamenti patologici negli organi circostanti non si sviluppano.

Il reflusso gastroesofageo fisiologico si osserva solitamente dopo un pasto, caratterizzato dall'assenza di sintomi clinici, una breve durata degli episodi di reflusso gastroesofageo e rari episodi di reflusso durante il sonno. Oltre al reflusso gastroesofageo fisiologico, con l'esposizione prolungata al contenuto gastrico acido nell'esofago, può verificarsi reflusso gastroesofageo patologico, che si osserva con la malattia da reflusso gastroesofageo. In questo caso viene interrotto il movimento fisiologico del chimo, che si accompagna all'ingresso nell'esofago e quindi nell'orofaringe di contenuti che possono provocare danni alle mucose. Il reflusso gastroesofageo patologico è caratterizzato da episodi frequenti e prolungati di reflusso, osservati giorno e notte, e che provocano l'insorgenza di sintomi che indicano un danno alla mucosa dell'esofago e di altri organi. Inoltre, un'insolita flora microbica entra nell'esofago, che può anche causare infiammazione delle mucose..

La patologia del tratto gastrointestinale nell'asma bronchiale (BA) è molto comune. Allo stesso tempo, il reflusso gastroesofageo patologico è considerato un fattore scatenante per gli attacchi di asma, principalmente di notte. L'asma associato all'aspirazione del contenuto gastrico fu descritto per la prima volta da Osler nel 1892. Ulteriori ricerche iniziarono uno studio dettagliato del problema, introducendo il termine "asma indotto da reflusso". Una diminuzione della pervietà delle vie aeree è stata rilevata sullo sfondo del bruciore di stomaco (una delle manifestazioni del reflusso gastroesofageo), che è stata successivamente confermata sperimentalmente. Va sottolineato che in precedenza il problema della relazione tra reflusso gastroesofageo e disturbi respiratori era considerato solo in connessione con l'aspirazione polmonare. Recentemente, è stato dimostrato il ruolo principale del reflusso gastroesofageo nello sviluppo dei sintomi cardiorespiratori, che includono: broncospasmo riflesso, laringospasmo riflesso, apnea centrale riflessa e bradicardia riflessa.

ER fu descritto per la prima volta da Quinke nel 1879. E, nonostante un così lungo periodo di studio di questa condizione patologica, il problema rimane non completamente risolto ed è abbastanza urgente. Ciò è dovuto principalmente all'ampia gamma di complicazioni causate dal reflusso gastroesofageo. Tra questi: esofagite da reflusso, ulcere e stenosi dell'esofago, asma bronchiale, polmonite cronica, fibrosi polmonare e molti altri.

Le principali cause di reflusso gastroesofageo patologico, fattore decisivo nello sviluppo della malattia da reflusso gastroesofageo, sono considerate il fallimento della giunzione gastroesofagea (insufficienza dello sfintere esofageo inferiore, aumento degli episodi di rilassamento transitorio dello sfintere esofageo inferiore), insufficiente capacità dell'esofago di auto-purificarsi e neutralizzare l'acidità gastrica aumento degli episodi di reflusso gastroesofageo fisiologico.

Esistono numerose strutture che forniscono il meccanismo antireflusso: il legamento frenico-esofageo, la “rosetta” mucosa (piega di Gubarev), le gambe del diaframma, l'angolo acuto dell'esofago che entra nello stomaco (angolo His), la lunghezza dell'esofago addominale. Tuttavia, è stato dimostrato che nel meccanismo di chiusura del cardias, il ruolo principale appartiene all'LPS, la cui insufficienza può essere assoluta o relativa. NPS, o ispessimento del muscolo cardiaco, in senso stretto, non è uno sfintere anatomicamente autonomo. Allo stesso tempo, l'LPS è un ispessimento muscolare formato dai muscoli dell'esofago, ha una speciale innervazione, apporto di sangue e specifica attività motoria autonoma, che consente di interpretare l'LPS come una formazione morfofunzionale separata. L'NPS diventa più pronunciato entro 1-3 anni di età. Inoltre, l'effetto alcalinizzante della saliva e della "clearance esofagea" può essere attribuito ai meccanismi antireflusso di protezione dell'esofago da contenuti gastrici aggressivi. la capacità di auto-purificarsi attraverso contrazioni propulsive. Questo fenomeno si basa sulla peristalsi primaria (autonoma) e secondaria causata dai movimenti di deglutizione. Un ruolo importante tra i meccanismi antireflusso è svolto dalla cosiddetta "resistenza tissutale" della mucosa. Esistono diversi componenti della resistenza tissutale dell'esofago: preepiteliale (strato di muco, strato acquoso immiscibile, strato di ioni bicarbonato); epiteliale strutturale (membrane cellulari, complessi di connessione intercellulari); epiteliale funzionale (trasporto epiteliale di Na + / H +, Cl- / HCO-3 dipendente da Na +; sistemi tampone intracellulari ed extracellulari; proliferazione e differenziazione cellulare); postepiteliale (flusso sanguigno, equilibrio acido-base del tessuto).

Il reflusso gastroesofageo è una condizione fisiologica comune nei neonati durante i primi tre mesi di vita ed è spesso accompagnata da rigurgito o vomito abituali. Oltre al sottosviluppo dell'esofago distale, il reflusso nei neonati si basa su ragioni come un piccolo volume dello stomaco e la sua forma sferica e un rallentamento dello svuotamento. In generale, il reflusso fisiologico non ha conseguenze cliniche e si risolve spontaneamente quando si instaura gradualmente un'efficace barriera antireflusso con l'introduzione di alimenti solidi. Nei bambini più grandi, fattori come un aumento del volume del contenuto gastrico (cibo abbondante, eccessiva secrezione di acido cloridrico, pilorospasmo e gastrostasi), posizione del corpo orizzontale o inclinata, aumento della pressione intragastrica (quando si indossa una cintura stretta e si utilizza la formazione di gas) bevande). La violazione dei meccanismi antireflusso e dei meccanismi di resistenza dei tessuti porta a un'ampia gamma di condizioni patologiche menzionate in precedenza e richiede una correzione appropriata..

Nell'orofaringe coesistono le sezioni iniziali del tratto respiratorio e gastrointestinale. Il movimento del cibo e della secrezione in questo spazio contiguo richiede un controllo neuromuscolare coordinato per impedire al chimo di entrare nell'albero tracheobronchiale. Pertanto, uno dei motivi della sconfitta delle vie respiratorie può anche essere l'aspirazione del contenuto della cavità orale durante l'atto della deglutizione (soffocamento sullo sfondo di disturbi bulbari, ecc.). Il processo di microaspirazione a seguito di reflusso gastroesofageo patologico può causare lo sviluppo di condizioni quali bronchite cronica, polmonite ripetuta, fibrosi polmonare, episodi di soffocamento, apnea.

Il fallimento del meccanismo antireflusso può essere primario e secondario. Il fallimento secondario può essere causato da ernia iatale, pilorospasmo e / o stenosi pilorica, stimolanti della secrezione gastrica, sclerodermia, pseudo-ostruzione gastrointestinale, ecc..

La pressione dello sfintere esofageo inferiore diminuisce anche sotto l'influenza di ormoni gastrointestinali (glucagone, somatostatina, colecistochinina, secretina, peptide intestinale vasoattivo, encefaline), una serie di farmaci: sostanze anticolinergiche, caffeina, bloccanti dei recettori b-adrenergici, terapilina nifedipina), oppiacei e alimenti (alcol, cioccolato, caffè, grassi, spezie, nicotina).

Il fallimento principale dei meccanismi antireflusso nei bambini piccoli è, di regola, basato sulla disregolazione dell'esofago da parte del sistema nervoso autonomo. La disfunzione autonomica è più spesso causata dall'ipossia cerebrale, che si sviluppa durante una gravidanza e un parto sfavorevoli. Viene formulata un'ipotesi originale sulle cause del reflusso gastroesofageo persistente. Questo fenomeno è considerato dal punto di vista della fisiologia evolutiva e il reflusso gastroesofageo è identificato con un meccanismo adattativo filogeneticamente antico come la ruminazione. I danni ai meccanismi di scarico dovuti a traumi alla nascita portano alla comparsa di funzioni che non sono caratteristiche dell'uomo come specie biologica e sono di natura patologica. È stata stabilita una relazione tra lesioni natali della colonna vertebrale e del midollo spinale, più spesso nel rachide cervicale, e disturbi funzionali del tratto digerente. Durante l'esame del rachide cervicale, tali pazienti mostrano spesso lussazione dei corpi vertebrali a vari livelli, ossificazione ritardata del tubercolo dell'arco anteriore della 1a vertebra cervicale, primi cambiamenti distrofici sotto forma di osteoporosi e platispondilia, meno spesso deformità. Questi cambiamenti sono solitamente combinati con varie forme di disturbi funzionali dell'apparato digerente e si manifestano con discinesia dell'esofago, insufficienza dello sfintere esofageo inferiore, cardiospasmo, attorcigliamento dello stomaco, piloroduodenospasmo, duodenospasmo, discinesia del piccolo e del colon. In 2/3 dei pazienti si manifestano forme combinate di disturbi funzionali: vari tipi di discinesia dell'intestino tenue con reflusso gastroesofageo e pilorospasmo persistente.

La lesione della mucosa esofagea può verificarsi secondariamente in una serie di malattie somatiche, parassitarie, vascolari e altre del bambino. Va notato che in gastroenterologia, una lesione isolata di un organo è l'eccezione piuttosto che la regola. Cioè, l'identificazione di una lesione dell'esofago dovrebbe servire come motivo per cercare patologie in altri organi dell'apparato digerente e, al contrario, nella patologia di quest'ultimo, dovrebbe essere esclusa una lesione combinata dell'esofago. La mucosa della parte distale dell'esofago è spesso colpita da malattie croniche dello stomaco e del duodeno: gastrite antrale, gastroduodenite, ulcera peptica. Queste malattie sono caratterizzate da una produzione di acido costantemente aumentata, che colpisce lo sfintere esofageo inferiore (tabella n. 2).

Tavolo 2. Classificazione dei segni endoscopici di GERD nei bambini (secondo I. Tytgat modificato da V.F. Privorotsky et al.)

1 grado. Eritema focale moderatamente pronunciato e (o) scioltezza della mucosa dell'esofago addominale. Disturbi motori moderatamente pronunciati nell'area LPS (aumento della linea Z fino a 1 cm), prolasso parziale provocato a breve termine (lungo una delle pareti) fino a un'altezza di 1-2 cm, diminuzione del tono LPS.

2 ° grado. Lo stesso + iperemia totale dell'esofago addominale con placca fibrinosa focale e possibile comparsa di singole erosioni superficiali, spesso di forma lineare, localizzate alle sommità delle pieghe della mucosa esofagea. Disturbi motori: chiari segni endoscopici di NSC, prolasso provocato totale o subtotale fino a 3 cm di altezza con possibile fissazione parziale nell'esofago.

3 gradi. La stessa + diffusione dell'infiammazione all'esofago toracico. Multiplo (a volte fondente l'erosione), non circolare. Possibile maggiore vulnerabilità da contatto della mucosa. Disturbi motori: lo stesso + prolasso spontaneo o provocato pronunciato sopra le gambe del diaframma con possibile fissazione parziale.

4 gradi. Ulcera esofagea. La sindrome di Barrett. Stenosi esofagea.

Una delle formidabili complicanze dell'epatite cronica, della cirrosi epatica, della trombosi della vena splenica e di alcune malattie rare (malattia di Brill-Simmers, sindrome di Budd-Chiari) è l'ipertensione portale, che si basa su una violazione del deflusso di sangue dal sistema della vena porta. Di conseguenza, le vene dell'esofago si espandono, che si gonfiano nel lume sotto forma di tronchi e nodi, uniti da piccoli plessi vascolari. La congestione venosa permanente provoca una violazione del trofismo della mucosa e dell'intera parete dell'esofago, porta alla sua atrofia e dilatazione dell'esofago e al verificarsi di reflussi gastroesofagei. I cambiamenti patologici negli organi del tratto gastrointestinale sono anche inerenti ad alcune forme di malattie sistemiche del tessuto connettivo. I cambiamenti clinici e morfologici più evidenti nell'esofago si riscontrano nella sclerodermia, dermatomiosite, periarterite nodosa, lupus eritematoso sistemico. In un certo numero di casi, i cambiamenti nell'esofago nelle malattie sistemiche del tessuto connettivo precedono la sintomatologia clinica pronunciata della malattia sottostante e agiscono come precursori. Più spesso, i cambiamenti nell'esofago si verificano con la sclerodermia sistemica. La loro frequenza è del 50-84%. Il principale meccanismo patogenetico di danno all'esofago in questa malattia è una diminuzione della sua funzione motoria. Nelle prime fasi, ciò è dovuto a disturbi vasomotori, in seguito - atrofia muscolare. Prima di tutto, la peristalsi è disturbata e quindi il tono muscolare.

Anche il reflusso gastroesofageo è una manifestazione tipica della fibrosi cistica. Ciò è dovuto a una serie di fattori:

  • disfunzione dello stomaco: rallentamento dello svuotamento gastrico, aumento della produzione di HCl e compromissione della funzione motoria;
  • disturbi respiratori: aumento secondario della pressione intra-addominale durante gli attacchi di tosse;
  • fisioterapia: il drenaggio posturale può stimolare il reflusso gastroesofageo in pazienti selezionati.

Nella sindrome di Sandifer I, che si manifesta nei bambini di età inferiore ai 6 mesi, il reflusso gastroesofageo è associato a contrazioni toniche a breve termine degli arti superiori con tensione muscolare del collo e inclinazione della testa (tipo I) o quando il reflusso gastroesofageo è causato da un'ernia diaframmatica (tipo II). Questi fenomeni si osservano solitamente dopo aver mangiato. Non c'è attività epilettica specifica sull'EEG. In questo caso, il trattamento del reflusso gastroesofageo determina un miglioramento.

Come accennato in precedenza, una delle complicazioni più formidabili del reflusso gastroesofageo è la microaspirazione del contenuto dello stomaco nelle vie aeree. L'aspirazione polmonare causata dal reflusso gastroesofageo può in alcuni casi causare polmonite, ascesso polmonare e sindrome da morte improvvisa del lattante, che spesso è basata su apnea centrale o broncospasmo riflesso. Inoltre, è stata osservata una relazione tra reflusso gastroesofageo e broncospasmo riflesso, che si realizza in connessione con la maggiore influenza del nervo vago..

Il meccanismo di microaspirazione interessa i ricercatori da molti anni. La protezione contro l'aspirazione polmonare include il coordinamento del riflesso della deglutizione e la chiusura della glottide durante la deglutizione. Lo stato dello sfintere esofageo superiore, la peristalsi dell'esofago determinano lo sviluppo della microaspirazione nel reflusso gastroesofageo. Con il contatto diretto prolungato del contenuto lanciato, è possibile un danno alla mucosa delle vie respiratorie, che porta allo sviluppo di broncospasmo, un aumento della secrezione dell'albero bronchiale. Con il contatto transitorio del contenuto aspirato, è possibile stimolare il riflesso della tosse. Nello sviluppo della tosse in questo caso, il coinvolgimento di specifici recettori faringei gioca un ruolo..

La microaspirazione è uno dei possibili componenti del meccanismo di sviluppo dell'asma indotto da reflusso. Tuttavia, è piuttosto difficile documentarlo. Un metodo informativo per rilevare la microaspirazione era la scansione del radioisotopo. Secondo una serie di autori, il più significativo nella formazione dell'asma indotta da GER è il meccanismo riflesso dello sviluppo degli attacchi di asma. Un aumento del numero di reflussi patologici sullo sfondo di un aumento della secrezione intragastrica di HCl (corrispondente ai ritmi circadiani della produzione di acido cloridrico) si verifica prevalentemente da 0 a 4 del mattino. I contenuti aggressivi lanciati provocano la stimolazione riflessa dei recettori vagali dell'esofago distale, inducendo un effetto broncocostrittore (vedi figura).

Quando si utilizza la misurazione del pH esofageo, è stato dimostrato un aumento della frequenza del reflusso gastroesofageo, che ha portato ad attacchi d'asma in pazienti con asma bronchiale. Una significativa diminuzione della saturazione di ossigeno nel sangue e del volume espiratorio forzato in 1 secondo è stata osservata in pazienti con asma bronchiale con irrigazione dell'esofago distale con una soluzione di HCl debole e con irrigazione dell'esofago distale con una soluzione acida, è stato notato un aumento della resistenza delle vie aeree. L'effetto della broncocostrizione è più pronunciato nei pazienti con esofagite da reflusso, che indica l'importanza del processo infiammatorio della mucosa esofagea nella patogenesi degli attacchi di asma. I dati sulla gravità dell'effetto broncocostrittore in pazienti con esofagite da reflusso indicano la possibilità di coinvolgimento dei recettori vagali nel meccanismo patologico in presenza di un processo infiammatorio della mucosa esofagea. Alcuni autori suggeriscono la presenza di recettori specifici per il danno alla mucosa esofagea, i cosiddetti nocicettori. Questa teoria può probabilmente spiegare perché il reflusso fisiologico non porta ad attacchi di tosse e soffocamento. La tosse che si manifesta a seguito del reflusso gastroesofageo può, in una certa misura, essere considerata come l'attivazione dei meccanismi di difesa polmonare. Tuttavia, la tosse aumenta la pressione intratoracica, esacerbando il reflusso patologico e riattivando il meccanismo del recettore vagale. Il meccanismo presunto per lo sviluppo del broncospasmo indotto da reflusso è il seguente: i recettori esofagei, reagendo al reflusso del contenuto gastrico, attivano l'arco riflesso - fibre afferenti vagali-fibre efferenti del nucleo vago. L'effetto sull'albero bronchiale si manifesta sotto forma di tosse riflessa o broncospasmo.

Il reflusso gastroesofageo patologico nei bambini con asma bronchiale, secondo vari autori, viene rilevato nel 25-80% dei casi (a seconda dei criteri utilizzati per rilevare il reflusso), con un tasso di rilevamento significativamente inferiore nel gruppo di controllo. Molto spesso, il reflusso gastroesofageo viene rilevato nei bambini con sintomi pronunciati di asma bronchiale notturna. Ciò è dovuto al fatto che il reflusso del contenuto gastrico durante la notte provoca un effetto più lungo dell'acido sulla mucosa dell'esofago (a causa della posizione del bambino sulla schiena, una diminuzione della quantità di saliva e del numero di movimenti di deglutizione) e provoca l'implementazione del broncospasmo dovuto alla microaspirazione e al meccanismo dei neuroriflessi. Secondo gli studi di S. Orenstein, oltre al broncospasmo, il reflusso gastroesofageo può provocare laringospasmo con conseguente sviluppo di apnea, stridore e sindrome della morte improvvisa del lattante. Questo fenomeno si osserva più spesso nei bambini piccoli. Il laringospasmo di solito si sviluppa improvvisamente, impedendo all'aria di entrare nelle vie aeree. Ciò si manifesta con l'apnea ostruttiva, in cui il flusso d'aria nei polmoni viene interrotto nonostante continui tentativi di respirazione. Con laringospasmo incompleto, l'aria entra nel tratto respiratorio e la resistenza della laringe ristretta si realizza sotto forma di uno stridore. Nei bambini piccoli, oltre all'apnea ostruttiva riflessa causata dal reflusso gastroesofageo, si osserva anche l'apnea centrale riflessa. Il rapporto del meccanismo centrale dell'apnea nei neonati con lo stato del tratto gastrointestinale superiore suggerisce che durante l'alimentazione dei bambini, durante la suzione e la deglutizione, c'è un ritardo nella respirazione, che può raggiungere una durata patologica. Gli impulsi afferenti dai recettori laringeo e nasofaringeo del nervo laringeo superiore, al confine con l'orofaringe, possono causare apnea centrale associata alla deglutizione.

Pertanto, da quanto precede risulta che il reflusso gastroesofageo può causare un'ampia gamma di disturbi respiratori a causa sia dell'esposizione diretta a contenuti gastrici acidi sia dei meccanismi neuroriflessi. D'altra parte, i disturbi respiratori stessi possono causare reflusso gastroesofageo se influenzano uno qualsiasi dei meccanismi antireflusso (aumento della pressione addominale e diminuzione della pressione intratoracica). Ad esempio, la pressione addominale aumenta con l'espirazione forzata causata da tosse o mancanza di respiro. La pressione intratoracica viene ridotta dall'espirazione forzata con stridore o singhiozzo (quindi, stridore e singhiozzo, eventualmente causati da reflusso gastroesofageo, possono, a loro volta, aumentare la manifestazione del reflusso).

Il quadro clinico della malattia da reflusso gastroesofageo nei bambini è caratterizzato da vomito persistente, rigurgito, eruttazione, singhiozzo, tosse mattutina. In futuro, si uniranno sintomi come una sensazione di amarezza in bocca, bruciore di stomaco, dolore al petto, disfagia, russamento notturno, attacchi di respiro corto, danni allo smalto dei denti. Di norma, sintomi come bruciore di stomaco, dolore al petto, dolore al collo e alla schiena sono già osservati con cambiamenti infiammatori nella mucosa esofagea, ad es. con esofagite da reflusso. È utile scoprire quali fattori aumentano o riducono i sintomi del reflusso: posizione del corpo, abitudini alimentari e farmaci. Molti autori sottolineano che l'esofagite da reflusso causa un dolore simile all'angina pectoris, ma non è associato a malattie cardiache. Questa manifestazione di esofagite da reflusso è caratterizzata dalla comparsa di dolore con una posizione orizzontale del corpo e sollievo dal dolore mediante l'assunzione di antiacidi.

Le cosiddette manifestazioni extraesofagee della malattia da reflusso gastroesofageo comprendono laringite da reflusso, faringite, otite media, tosse notturna. Nel 40-80% dei casi, la malattia da reflusso gastroesofageo è registrata in pazienti con asma bronchiale. Una caratteristica del decorso della malattia da reflusso gastroesofageo nell'asma bronchiale è la predominanza dei sintomi polmonari sulle manifestazioni della patologia esofagea. In alcuni casi, i pazienti indicano che un aumento delle manifestazioni della patologia del tratto gastrointestinale precede un'esacerbazione dell'asma bronchiale. Spesso una cena tardiva, cibo abbondante può provocare disturbi dispeptici (bruciore di stomaco, eruttazione, ecc.), E quindi lo sviluppo di un attacco di soffocamento. Particolare attenzione va posta alla presenza di patologie che sono alla base della malattia da reflusso gastroesofageo, quali gastrite cronica, duodenite cronica, ulcera gastrica e ulcera duodenale, colecistite cronica, pancreatite, ecc. Attenti interrogatori del paziente, analisi dei dati anamnestici consentono di scegliere la tattica corretta e trattamento.

Tra i metodi diagnostici strumentali, i più informativi sono la pH-metria 24 ore su 24 e i test diagnostici funzionali (manometria esofagea). La combinazione di questi metodi consente di valutare la consistenza dello sfintere esofageo inferiore in un paziente dalla durata delle fasi acida e alcalina nel cuneo e ortoposizione, la pressione nell'area della giunzione esofagogastrica. È inoltre possibile effettuare test farmacologici, in particolare, l'introduzione di soluzioni alcaline e acide per valutare l'intensità del reflusso e il grado di compensazione dei meccanismi antireflusso. Inoltre, nella diagnosi del reflusso gastroesofageo nei bambini, gli studi funzionali di radioisotopi e raggi X, che includono un test del sifone dell'acqua o un carico con una miscela che forma gas, sono di grande valore. Allo stesso tempo, l'ottenimento di radiografie normali della presenza di reflusso non esclude completamente. Negli ultimi anni, il metodo dell'ecografia è stato utilizzato per rilevare il reflusso gastroesofageo.

Allo stato attuale, il "gold standard" per la diagnosi dell'esofagite da reflusso è l'esofagogastroduodenoscopia con biopsia mirata della mucosa esofagea. Il metodo endoscopico rivela edema e iperemia della mucosa esofagea, le sue lesioni erosive e ulcerative. L'esame istologico della biopsia consente di determinare con precisione la presenza e la gravità del processo infiammatorio della mucosa esofagea. L'esofagotonochimografia (manometria) viene utilizzata per valutare il tono dell'LPS e lo stato della funzione motoria gastrica. Attualmente viene utilizzata una misurazione computerizzata del tono NPS. Un segno manometrico del reflusso gastroesofageo è un cambiamento nella natura delle contrazioni dell'esofago e del complesso contrattile stesso (diminuzione dell'ampiezza, aumento della durata delle contrazioni, forma irregolare del complesso contrattile). Il monitoraggio 24 ore su 24 del pH esofageo consente di rivelare il numero totale di episodi di reflusso durante la giornata e la loro durata (il pH esofageo normale è 5,5-7,0, in caso di reflusso - inferiore a 4). La GERD viene diagnosticata solo se il numero totale di episodi di reflusso gastroesofageo durante il giorno è superiore a 50 o la durata totale della diminuzione del pH nell'esofago a 4 o meno supera 1 ora. Il confronto dei risultati dello studio con i dati delle cartelle cliniche del paziente (registrazione dei periodi di assunzione di cibo, farmaci, momento di insorgenza del dolore, bruciore di stomaco, ecc.) Consente di valutare il ruolo della presenza e della gravità del reflusso patologico nell'insorgenza di alcuni sintomi. La presenza di più sensori (3–5) consente di rivelare la durata e l'altezza del gesso, il che è informativo nel caso di uno studio di patologia polmonare indotta da reflusso. Il monitoraggio del PH può essere effettuato in combinazione con altri metodi di ricerca, ad esempio, valutazione della funzione della respirazione esterna, polisonnografia. La scintigrafia esofagea è anche un metodo informativo per rilevare i reflussi gastroesofagei. Per il test, viene utilizzato un colloide di tecnezio solfato. Il test è considerato sensibile e specifico. Una ritenzione dell'isotopo nell'esofago di oltre 10 minuti indica un rallentamento della clearance esofagea. Inoltre, il test è informativo per la valutazione dell'evacuazione gastrica. In alcuni casi, il metodo consente di correggere la microaspirazione indotta da reflusso. La radiografia dell'esofago registra il lancio di un mezzo di contrasto dallo stomaco nel lume dell'esofago, la presenza di un'ernia iatale.

La terapia della malattia da reflusso gastroesofageo, data la natura multicomponente di questo fenomeno fisiopatologico, è complessa. Comprende terapia dietetica, posturale, terapia farmacologica e non farmacologica, correzione chirurgica (la cosiddetta “step therapy”). La scelta di un metodo di trattamento o della loro combinazione viene effettuata in base alle cause del reflusso, al suo grado e allo spettro delle complicanze. Inoltre, una diagnosi tempestiva e un'adeguata terapia della malattia da reflusso gastroesofageo possono ridurre la frequenza degli attacchi d'asma e migliorare la qualità della vita dei pazienti con asma bronchiale..

I principi di base del trattamento conservativo per l'esofagite da reflusso includono:

  • raccomandazione al paziente di un certo stile di vita e dieta;
  • prescrivere farmaci che sopprimono la secrezione gastrica (antiacidi, adsorbenti);
  • prescrivere farmaci che stimolano la funzione di evacuazione motoria del tubo digerente (procinetici);
  • l'uso di farmaci che hanno un effetto protettivo sulla mucosa dell'esofago.

La prima fase del trattamento è la terapia posturale. Ha lo scopo di ridurre il grado di reflusso e aiuta a purificare l'esofago dal contenuto gastrico, riducendo il rischio di esofagite e polmonite da aspirazione. L'alimentazione del bambino dovrebbe avvenire in posizione seduta con un angolo di 45-60 °. Questo angolo di reclinazione può essere mantenuto utilizzando cinghie e una sedia con schienale rigido. Portare il bambino in posizione verticale dopo la poppata per un breve periodo di tempo è completamente inutile. Il trattamento posturale deve essere mantenuto durante il giorno e anche di notte quando la clearance dell'esofago inferiore dall'aspirato è compromessa a causa dell'assenza di onde peristaltiche (causate dall'atto della deglutizione) e dell'effetto neutralizzante della saliva.

In assenza dell'effetto della terapia posturale, si raccomanda ai pazienti una correzione dietetica. Secondo i ricercatori, è consigliabile utilizzare cibo condensato o coagulato. Ciò può essere ottenuto aggiungendo coagulanti come la preparazione di semi di carrube Nestargel alla miscela di latte. Questo farmaco ha enormi vantaggi rispetto ai cereali, poiché è privo di valore nutritivo e quindi evita aggiunte caloriche indesiderate. I genitori devono essere avvertiti che Nestargel è la causa di frequenti feci gelatinose, la cui presenza può rendere necessaria la sospensione temporanea del farmaco.

Il glutine di carruba (gomma) è un gel che forma un complesso di carboidrati (galattomannano). È ottenuto dai semi dell'acacia bianca, che cresce in diversi paesi del Mediterraneo. Il glutine di acacia, a differenza dei cereali e dei brodi di riso, ha un effetto lassativo grazie alla sua struttura fibrosa. Inoltre non ha alcun valore nutritivo, poiché non è idrolizzato dagli enzimi gastrointestinali..

Negli ultimi anni è stato sviluppato un latte artificiale già pronto, che include glutine di carrube (gomma) - "Frisovom" e "Nutrilon" e altri, nonché "Samper" contenente amilopectina. Quindi, ad esempio, "Frisovom" è una miscela pronta per l'uso contenente 6 g di glutine di carruba per 1 litro. L'effetto dell'uso di "Frisovom" nei bambini con reflusso gastroesofageo, secondo i nostri dati, è osservato il 10-14 ° giorno. Inoltre, si consiglia di consigliare pasti frazionati frequenti in piccole porzioni..

Va sottolineato che il cibo condensato non può essere utilizzato in pazienti con esofagite, poiché il movimento alterato lungo l'esofago può rallentare la clearance di quest'ultimo dal materiale condensato da reflusso. Per i bambini più grandi, le raccomandazioni generali sul regime e sulla dieta prevedono pasti frequenti e frazionati (5-6 volte al giorno), l'assunzione di cibo risparmiatore meccanicamente e chimicamente. L'ultimo pasto dovrebbe essere non più tardi di 3-4 ore prima di coricarsi. Evita di mangiare cibi che aumentano il reflusso gastroesofageo (caffè, grassi, cioccolato, ecc.). Con un grave reflusso, si consiglia di mangiare stando in piedi e, dopo aver mangiato, camminare per mezz'ora. Un vantaggio incondizionato è il rifiuto dei pazienti di sigarette e alcol, che hanno un effetto negativo sulla mucosa dell'esofago. Dato che lo sviluppo del reflusso gastroesofageo è facilitato da una certa posizione del corpo, si consiglia di dormire su un letto, la cui estremità della testa è sollevata di 20 cm.

L'uso di antiacidi nei bambini è clinicamente giustificato a causa del loro effetto neutralizzante. Nei bambini piccoli, la miscela di alginato-antiacido "Gaviscon" si è dimostrata efficace. È prescritto 10 ml dopo l'alimentazione e di notte. Nello stomaco, questo farmaco forma un gel antiacido antinfiammatorio viscoso che galleggia come una zattera sulla superficie del contenuto gastrico e protegge la mucosa esofagea dal contenuto aggressivo dello stomaco aspirato.

Baby "Gaviscon" è adatto per la miscelazione con il latte artificiale per l'allattamento artificiale. Anche dai farmaci di questo gruppo, un'attenzione speciale meritano "Maalox" e "Fosfalugel" (1-2 pacchetti 2-3 volte al giorno, per i bambini più grandi). Smecta è altamente efficace nel trattamento del reflusso gastroesofageo (1 bustina 1-3 volte al giorno). Di solito, i farmaci vengono assunti 40-60 minuti dopo i pasti, quando si verificano più spesso bruciore di stomaco, disagio retrosternale.

L'obiettivo della terapia antisecretoria per la malattia da reflusso gastroesofageo è ridurre l'effetto dannoso del contenuto gastrico acido sulla mucosa esofagea. I bloccanti del recettore H2 (ranitidina, famotidina) sono ampiamente utilizzati. Numerosi studi clinici hanno dimostrato che la guarigione della mucosa esofagea si verifica nel 65-75% dei casi durante un corso di terapia di 8 settimane. La "ranitidina" (150 mg) e la "famotidina" (20 mg) vengono prescritte una volta la sera dopo cena (non oltre le 20:00). I farmaci a lungo termine vengono utilizzati a metà della dose giornaliera per la prevenzione delle esacerbazioni della malattia. Omeprazole ("Losec"), il blocker di Na +, K + -ATPase, supera altri farmaci in effetto antisecretory. Inibendo la pompa protonica, Losek fornisce una soppressione pronunciata e duratura della secrezione gastrica acida. Il farmaco è privo di effetti collaterali, poiché esiste in forma attiva solo nella cellula parietale. "Losek" viene solitamente prescritto in una dose giornaliera di 10 mg per 3-4 settimane e di notte. In alcuni casi, diventa necessario prescrivere inibitori della sintesi di acido cloridrico e bambini piccoli: "Ranitidine" ("Zantac") e / o "Famotidine" alla dose di 5-10 mg / kg per dose ogni 6 ore, con l'ultima dose di notte.

I farmaci antireflusso più efficaci attualmente utilizzati nella pratica pediatrica sono i bloccanti dei recettori della dopamina - procinetici, sia centrali (a livello della zona dei chemocettori del cervello) che periferici. Questi includono metoclopramide e domperidone. L'azione farmacologica di questi farmaci è quella di migliorare la motilità antropilorica, che porta ad un'evacuazione accelerata del contenuto dello stomaco e ad un aumento del tono dello sfintere esofageo inferiore. Tuttavia, con la nomina di "Cerucal", soprattutto nei bambini piccoli alla dose di 0,1 mg / kg 3-4 volte al giorno, abbiamo osservato reazioni extrapiramidali. Abbiamo anche descritto una reazione allergica sotto forma di gonfiore della lingua e un caso di agranulocitosi.

Più preferibile durante l'infanzia è un antagonista del recettore della dopamina - "Motilium". Questo farmaco ha un pronunciato effetto antireflusso. Inoltre, durante l'uso, le reazioni extrapiramidali nei bambini non sono state praticamente osservate. Trovato anche un effetto positivo del "Motilium" con la stitichezza nei bambini: porta alla normalizzazione del processo di defecazione. Motilium è prescritto in una dose di 0,25 mg / kg (sotto forma di sospensione e compresse) 3-4 volte al giorno, 30-60 minuti prima dei pasti e prima di coricarsi. Non può essere combinato con antiacidi, poiché per il suo assorbimento è richiesto un ambiente acido e con farmaci anticolinergici che neutralizzano il suo effetto.

Un promettente farmaco per il trattamento dei disturbi discinetici del tratto gastrointestinale in generale e dei reflussi gastroesofagei in particolare è la cisapride ("Prepulside", "Coordinax"). L'azione farmacologica del farmaco si basa sulla stimolazione del rilascio di acetilcolina dalle membrane presinaptiche a livello del plesso del nervo mesenterico intestinale, che migliora la cinetica del tubo digerente. Per neonati e bambini piccoli, "Cisapride" viene prescritto in media 0,2 mg / kg per dose 3-4 volte al giorno. Per i bambini più grandi, il farmaco viene prescritto in una dose giornaliera di 15-40 mg in 2-4 dosi.

In conclusione, vorrei sottolineare ancora una volta che il trattamento dei reflussi gastroesofagei, data la loro natura multicomponente, è un compito estremamente difficile. E per risolverlo, è necessario un esame dettagliato del bambino malato, chiarimento delle cause del reflusso in ciascun caso e un'attenta selezione di vari metodi di trattamento.