Quali sono le malattie del pancreas e come trattarle?

Cliniche

Il pancreas è uno degli organi importanti dell'apparato digerente ed è anche uno dei più vulnerabili. Le malattie del pancreas sono molto diffuse e tutti hanno bisogno di sapere cosa può causarle, quali sono i loro segni e quali misure dovrebbero essere prese prima di tutto se si sospetta qualche problema.

Il pancreas è la base dell'apparato digerente

Il pancreas è un piccolo organo allungato situato dietro lo stomaco. Il suo peso è di soli 50-70 grammi. Ma nonostante le sue piccole dimensioni, il pancreas sopporta un enorme fardello. La sua funzione principale è quella di produrre succo pancreatico, costituito da sali, acqua ed enzimi digestivi..

Gli enzimi sono composti chimici che scompongono proteine, grassi, carboidrati, lattosio e altre sostanze che entrano nel corpo attraverso il cibo. Senza enzimi, la digestione e l'assimilazione del cibo sarebbero impossibili. Oltre agli enzimi, il pancreas produce anche ormoni che regolano il metabolismo, in particolare l'insulina. Pertanto, eventuali malattie del pancreas portano a problemi di digestione e disturbi metabolici..

Classificazione delle malattie del pancreas

Molto spesso, i medici diagnosticano malattie del pancreas come:

  • pancreatite acuta e cronica;
  • necrosi pancreatica;
  • fibrosi cistica;
  • cisti e tumori, sia benigni che maligni.

La pancreatite, o infiammazione del pancreas, di solito inizia con una forma acuta, ma spesso si riversa in una cronica. Malattie infettive, patologie delle vie biliari, nonché un consumo eccessivo di alcol, cibi grassi, fritti e piccanti portano alla pancreatite. Nella pancreatite, gli enzimi che la ghiandola produce non escono attraverso i dotti e ristagnano nei tessuti del pancreas, distruggendolo. Allo stesso tempo, a causa del ristagno del succo pancreatico, il sistema digestivo non riceve abbastanza enzimi necessari per la completa digestione del cibo. La pancreatite acuta è accompagnata da un dolore al cingolo molto grave, che può anche portare a shock doloroso, nausea e vomito, disturbi digestivi e diminuzione del tono vascolare. Nella pancreatite cronica, il tessuto del pancreas degenera in tessuto cicatriziale non funzionale. Si sviluppa una carenza di enzimi e la mancanza di ormoni che regolano il metabolismo può portare a gravi disturbi metabolici, ad esempio il diabete. La pancreatite cronica è spesso la causa di perdita di peso, disturbi digestivi persistenti come eruttazione, flatulenza, diarrea e dolore regolare nella parte superiore dell'addome.

La necrosi pancreatica è una grave malattia del pancreas, in cui le sue cellule muoiono. Come la pancreatite, questa malattia può essere causata da alcol e abuso di cibo malsano ed è anche associata a disturbi del dotto biliare. La necrosi pancreatica è spesso una conseguenza della pancreatite. Questa è una malattia estremamente pericolosa, che è accompagnata da dolore acuto, vomito grave e intossicazione con febbre alta. Le tossine del decadimento cellulare avvelenano il corpo, colpendo per primo cuore, fegato, reni e cervello. La necrosi pancreatica è mortale e richiede un pronto ricovero in ospedale e la prognosi dipende da quanto lontano è andato il processo di morte cellulare e da quale parte della ghiandola è interessata dalla necrosi.

La fibrosi cistica è una malattia genetica congenita, una delle malattie di questo tipo più comuni in Europa. Fortunatamente, sebbene molte persone portino il gene danneggiato, la malattia stessa non è così comune. Ogni anno in Russia nascono circa 150 bambini con fibrosi cistica. In questa malattia, la secrezione del pancreas è molto densa, blocca i dotti e il succo pancreatico non entra nell'intestino. A causa della mancanza di enzimi, la digestione è disturbata, il corpo non riceve abbastanza nutrienti. I bambini con fibrosi cistica si sviluppano più lentamente e aumentano di peso in modo scarso. La fibrosi cistica non può essere completamente curata, ma oggi è considerata una malattia cronica che richiede una terapia di mantenimento per tutta la vita..

Le cisti sono capsule piene di liquido nel tessuto ghiandolare che si formano a causa di malattie infiammatorie o lesioni. Interrompono il lavoro del pancreas e causano nausea, indigestione, diarrea, intossicazione, frequenti dolori parossistici all'ombelico, al plesso solare o nell'area sotto le costole. Inoltre, c'è sempre il rischio di rottura della cisti, che può portare a peritonite..

Le neoplasie pancreatiche si verificano raramente nelle persone sotto i 40 anni, sebbene ci siano eccezioni a qualsiasi regola. Le ragioni del loro verificarsi non sono esattamente note, ma l'abuso di alcol, l'obesità e le malattie infiammatorie del pancreas sono sicuramente fattori di rischio. I sintomi sono generalmente avanzati e includono ittero, perdita di peso, debolezza, dolore addominale e alla schiena.

Quasi tutte le malattie del pancreas sono accompagnate da carenza di enzimi. Si manifesta con cambiamenti di appetito, perdita di peso, flatulenza, anemia, steatorrea (escrezione di grasso insieme alle feci), diarrea e polipovitaminosi - una mancanza di molte vitamine allo stesso tempo. Con una carenza di enzimi, la digestione e l'assorbimento dei nutrienti sono disturbati.

La diagnosi tempestiva è la chiave per il successo del trattamento

Le malattie del pancreas sono sotto la giurisdizione di un gastroenterologo. È a lui che dovresti rivolgerti se uno dei sintomi sopra elencati ti è sembrato familiare. Per scoprire qual è il problema, ti verrà assegnato un esame completo:

  • ricerca di laboratorio. Offrono l'opportunità di scoprire quanto bene l'hardware svolge le sue funzioni. Per fare questo, dovrai superare un esame del sangue generale e biochimico, analisi delle urine, sangue per zucchero e amilasi, analisi delle feci per enzimi pancreatici e prodotti di idrolisi;
  • Ultrasuoni. Un esame ecografico del pancreas mostrerà le dimensioni e la forma di questo organo, la presenza di cavità e cisti e il diametro del condotto. L'ecografia è uno dei principali metodi diagnostici, è molto istruttiva e consente di determinare non solo la presenza di pancreatite, ma anche a che punto è arrivata la malattia;
  • CT. La tomografia computerizzata è un test ancora più moderno. Questo metodo viene spesso utilizzato per valutare le condizioni dei dotti: per questo viene eseguita la scansione TC con contrasto.

Quali gruppi di farmaci sono prescritti per le malattie del pancreas?

Eventuali malattie del pancreas devono essere trattate rigorosamente in conformità con le raccomandazioni del medico e sotto la sua supervisione. Oltre a una dieta terapeutica o al digiuno, il medico prescriverà un'intera gamma di farmaci per trattare la malattia sottostante e alleviarne i sintomi. Di norma, per le malattie del pancreas, sono prescritti:

  • antidolorifici. Gli antispastici sono solitamente usati, spesso in combinazione con antistaminici;
  • preparati enzimatici. Per ripristinare la funzione della digestione, vengono prescritti farmaci che contengono enzimi. Aiuteranno il pancreas a lavorare e ridurre le manifestazioni dispeptiche della malattia: nausea, diarrea e altri sintomi. Gli enzimi sono prescritti per la pancreatite cronica;
  • sostanze antisecretorie. Sono prescritti insieme a preparati enzimatici prodotti in compresse come parte della terapia sostitutiva e ne aumentano l'efficacia. Questi farmaci includono H2-bloccanti dei recettori dell'istamina. Tali farmaci di solito non vengono prescritti quando si assumono enzimi in capsule resistenti agli acidi..

La moderazione nel cibo, evitando alcol e cibo spazzatura sono misure molto semplici e convenienti per qualsiasi persona per aiutare a mantenere la salute del pancreas ed evitare tutti i problemi sopra descritti. Inoltre, si consiglia di sottoporsi regolarmente a visita da un gastroenterologo..

Capsule di enzimi digestivi naturali

I preparati enzimatici sono prescritti non solo per il trattamento delle malattie del pancreas, ma anche per facilitare la digestione in caso di eccesso di cibo o cibo insolito. Oggi nelle farmacie ci sono molti prodotti enzimatici diversi. Gli enzimi moderni sono prodotti in una forma accessibile al corpo - sotto forma di capsule riempite con granuli di enzimi. Ogni granulo è rivestito con un rivestimento resistente agli acidi che distrugge gli enzimi. Ciò consente loro di bypassare in sicurezza lo stomaco e lavorare solo nell'intestino, e lì sono necessari gli enzimi. Tali farmaci moderni includono, in particolare, Micrasim ®. Questo è un prodotto combinato che contiene enzimi pancreatici (amilasi, proteasi e lipasi) e aiuta a normalizzare la digestione. Nonostante Micrasim ® sia dispensato senza prescrizione medica, non dovresti prenderlo senza controllo medico: devi prima consultare uno specialista. Il prodotto non ha limiti di età, tuttavia, per i bambini piccoli, la capsula deve essere aperta e il suo contenuto miscelato con qualsiasi alimento liquido non alcalino, come purea o succo di verdura.

Il farmaco è controindicato nella pancreatite acuta e nell'esacerbazione cronica, nonché in caso di intolleranza individuale.

Numero di registrazione di Micrasim ® nel registro statale dei medicinali - LS-000995 del 18 ottobre 2011, rinnovato a tempo indeterminato il 16 gennaio 2018. Il farmaco è incluso nell'elenco VED [1].

Il preparato enzimatico Micrasim ® aiuta a facilitare la digestione del cibo e ridurre il carico sul pancreas.

Abitudini alimentari negative come eccesso di cibo, spuntini in fuga, pasti irregolari, consumo frequente di fast food possono portare a malattie digestive.

Senza un trattamento tempestivo, la pancreatite può portare a gravi complicazioni, fino al cancro del pancreas.

Micrasim ® è un preparato enzimatico per migliorare la digestione degli alimenti, approvato per l'uso negli adulti e nei bambini dalla nascita.

Micrasim ® può essere utilizzato come parte del complesso trattamento di una serie di malattie dell'apparato digerente, in particolare per le malattie associate a disfunzioni del pancreas.

  • 1 https://grls.rosminzdrav.ru/grls.aspx?s=mikrasim

L'assenza di dolore al pancreas non è ancora un segno della sua salute. La pancreatite a volte si manifesta senza dolore - questo si osserva in circa il 10-20% dei casi. Spesso, la pancreatite cronica viene scoperta per caso, poiché il paziente non attribuisce importanza ai segni indiretti di problemi digestivi, attribuendoli, ad esempio, a cibo di scarsa qualità. Pertanto, vale la pena sottoporsi a un esame preventivo una volta all'anno o due..

Malattie del pancreas, loro sintomi e trattamento

Il pancreas ha un ruolo molto importante nel corpo umano. Questo organo, che misura solo 15 cm di dimensione, è necessario per il processo di digestione, è responsabile della produzione di insulina, importanti enzimi, ormoni necessari al processo di digestione del cibo. L'interruzione del lavoro di questo organo influisce negativamente su tutto il corpo. Pertanto, è importante sapere come fa male il pancreas, i sintomi e il trattamento di questo problema.

Pancreas: malattie comuni

Se il pancreas fa male, devi essere diagnosticato, esaminato da uno specialista. Questo organo contribuisce alla produzione di enzimi necessari per l'elaborazione di carboidrati e grassi. Quando il funzionamento della ghiandola viene interrotto, il cibo entra nell'intestino in una forma non digerita. I principali sintomi della malattia pancreatica che dovrebbero essere considerati sono:

  • pancreatite;
  • epatite A, B, C (virale);
  • tumori (benigni, maligni);
  • formazioni cirrotiche.

Le malattie più comuni nella pratica medica sono:

  • cancro;
  • pancreatite;
  • diabete.

Più raramente, vengono registrati casi di tali malattie:

  • cisti;
  • fibrosi cistica;
  • necrosi pancreatica.

Ciascuna delle suddette malattie del pancreas ha sintomi e trattamenti specifici. I sintomi di alcune patologie possono essere simili, quindi uno specialista dovrebbe diagnosticare.

Come si manifestano le malattie del pancreas??

I sintomi della malattia pancreatica dipendono dalla malattia, dallo stadio di sviluppo della patologia e dalle caratteristiche dell'organismo. In alcuni pazienti, la malattia può manifestarsi più chiaramente, in altri non è particolarmente evidente..

Segni di malattia pancreatica:

  • alterazioni delle feci (stitichezza, ammorbidimento delle feci, diarrea);
  • indigestione;
  • dolore, sensazione di pesantezza che si verifica dopo aver mangiato;

  • danno ai dotti dei dotti biliari. È provocato da costipazione prolungata..
  • Il complesso sintomatico si manifesta a causa di disturbi metabolici, i principali componenti che ne sono responsabili (insulina, glicogeno). Tali fallimenti riducono significativamente la capacità del paziente di lavorare, causandogli una sensazione di malessere, deterioramento del benessere generale.

    Molto spesso, le malattie del pancreas sono accompagnate da dolori, che sono caratterizzati da diversa intensità e localizzazione. Tali dolori possono verificarsi dopo aver mangiato, qualche tempo dopo aver mangiato. Inoltre, il dolore può essere provocato da tali fattori:

    • depressione prolungata;
    • assunzione di alcol;
    • situazioni stressanti;
    • mangiare cibi grassi.

    Molte persone sbagliano eliminando solo il dolore. Il trattamento per questa patologia dovrebbe essere completo.

    Se il pancreas è danneggiato, il paziente è preoccupato per la nausea. A causa della mancanza di attività escretoria, si verificano gravi interruzioni nel processo di digestione. Quindi c'è un terreno fertile per la diarrea, la stitichezza. I pazienti spesso lamentano secchezza delle mucose della bocca, sete infinita, malessere, febbre alta.

    Se si preme sullo stomaco, il paziente sentirà dolore all'ombelico. La malattia pancreatica è spesso accompagnata da un aumento della temperatura.

    La pancreatite (in entrambe le sue forme: acuta, cronica) di solito inizia con sintomi simili. La forma acuta di patologia è pericolosa con esito letale (circa il 15%) in assenza di una terapia tempestiva. Un paziente con questa diagnosi nota i seguenti sintomi:

    • tachicardia;
    • dolore acuto vicino all'ombelico;
    • nausea;
    • liquefazione delle feci;
    • aumento della temperatura;
    • bavaglio.

    La forma cronica di pancreatite si verifica sullo sfondo di varie malattie gastrointestinali (epatite, calcoli biliari, colecistite). La patologia si manifesta in:

    • dolore nell'ipocondrio (durante lo sforzo fisico);
    • avversione ai cibi grassi;
    • perdita di appetito;
    • violazione delle feci;
    • drastica perdita di peso.

    Gli esperti di diabete mellito considerano una malattia molto insidiosa del pancreas. È imperativo trattarlo in modo che non si presentino complicazioni. Con lo sviluppo del diabete mellito, il paziente è disturbato dai seguenti sintomi:

    • perdita dell'udito, visione offuscata;
    • costante sensazione di stanchezza;
    • costante sensazione di sete;
    • lunga guarigione delle ferite;
    • formicolio agli arti.

    Cause di infiammazione del pancreas

    L'infiammazione del pancreas può provocare varie malattie, patologie, traumi del tratto gastrointestinale. Indichiamo il più comune:

    Pietre, sabbia. Le pietre molto spesso si formano all'interno del dotto pancreatico. La ragione del loro verificarsi risiede in un'alimentazione impropria. Queste pietre bloccano il condotto (in uscita), provocando così un'infiammazione del pancreas.

    Malattie delle vie biliari. A volte la bile viene lanciata nel pancreas. Allo stesso tempo, all'interno della ghiandola si accumulano sostanze speciali che possono attivare gli enzimi della ghiandola. Questo processo è pericoloso per danni ai vasi sanguigni, edema tissutale, emorragie. Un'infiammazione simile del pancreas si verifica abbastanza spesso (70% di tutte le malattie della ghiandola).

    Ipertensione, gravidanza, aterosclerosi, diabete mellito. Queste situazioni causano interruzioni nella normale circolazione sanguigna. Allo stesso tempo, c'è una restrizione nella nutrizione del pancreas, inizia l'infiammazione di questo organo.

    Malattie dello stomaco, duodeno. Con qualsiasi infiammazione del tratto gastrointestinale (gastrite, ulcera), i contenuti non trattati vengono lanciati dall'intestino nei dotti pancreatici. In questo caso, si nota un'esacerbazione della pancreatite..

    Mangiare troppo. Con una violazione del metabolismo dei grassi, che si verifica nelle persone inclini a mangiare troppo, aumenta il rischio di sviluppare pancreatite. L'inizio della patologia minaccia le persone che abusano di cibi piccanti, grassi e fritti.

    Inosservanza del dosaggio durante l'uso di medicinali (superiore alla norma consentita). Sotto l'influenza di alcuni farmaci, si nota l'attivazione degli enzimi della ghiandola. Qualsiasi farmaco deve essere assunto rigorosamente come prescritto da uno specialista, nel dosaggio prescritto.

    Avvelenamento (alimentare, chimico). L'attivazione degli enzimi pancreatici si nota in caso di avvelenamento con sostanze quali: tossine, alcali, acidi. Inoltre, l'invasione elmintica, l'intossicazione ha un effetto simile. Come risultato di tale avvelenamento, può verificarsi pancreatite..

    Infezioni. La probabilità di pancreatite aumenta in modo significativo se il paziente ha tali patologie: varicella, sepsi intestinale, epatite cronica, parotite, insufficienza epatica, tonsillite, processi purulenti localizzati all'interno della cavità addominale.

    Lesioni, traumi addominali. L'infiammazione acuta del pancreas può svilupparsi a causa di interventi chirurgici non riusciti, lesioni contundenti, ferite del tratto digerente.

    Genetica. A volte, l'infiammazione del pancreas si verifica in un bambino subito dopo la nascita. In questo caso, gli esperti parlano di un fattore ereditario..

    Rimozione dell'infiammazione del pancreas

    Per l'infiammazione del pancreas, il trattamento deve essere iniziato non appena viene rilevato il problema. Lo specialista selezionerà il trattamento in base alle caratteristiche della patologia. Allo stesso tempo, deve tenere conto dello stato di salute del paziente, della diagnosi. Oltre a un corso di terapia appositamente progettato, il paziente deve aderire a una dieta speciale prescritta dal medico..

    Considera le caratteristiche della terapia farmacologica. Lo specialista prescrive cure mirate a:

    1. Eliminazione della nausea ("Motilium", "Cerucal").
    2. Rimozione di spasmi, dolore ("Atropine", "Diclofenac", "No-shpa", "Tramal", "Papaverin", "Paracetamol", "Baralgin").
    3. Ripristino della normale acidità ("Almagel", "Maalox", "Fosfalugel").

    Sono necessari anche gli enzimi:

    1. "Enzima".
    2. "Creonte".
    3. "Festale".
    4. "Pancreatina".
    5. "Mezim".

    Trattamento a base di erbe

    La medicina tradizionale può essere usata per trattare l'infiammazione del pancreas. Il trattamento con rimedi popolari è solitamente raccomandato dagli esperti come metodo di terapia aggiuntivo..

    Per alleviare l'infiammazione acuta, i decotti di piante con effetto coleretico sono buoni:

    • radice di Dente di leone;
    • celidonia;
    • highlander uccello;
    • tricolore viola;
    • anice.

    Un decotto medicinale di tutte le erbe di cui sopra dovrebbe essere bevuto tre volte al giorno. Per prepararlo, devi prendere 10 g di ciascuna delle erbe, 0,5 litri di acqua bollente. Bollire il brodo per 3 minuti.

    Puoi anche preparare un decotto delle seguenti erbe:

    • aneto (30 g);
    • biancospino (20 g);
    • menta piperita (30 g);
    • fiori di immortelle (20 g);
    • camomilla (10 g).

    Dalla quantità specificata di erbe, preparare un infuso in 0,5 litri di acqua.

    Per l'infiammazione, puoi usare il succo di crauti, ma dovrebbe essere senza carote, spezie.

    Dieta, caratteristiche nutrizionali

    Se il pancreas fa male, è necessario seguire un trattamento dietetico. La dieta gioca un ruolo molto importante nel trattamento delle malattie del pancreas. Oltre al corso della terapia, lo specialista prescriverà una dieta rigorosa, che dovrebbe essere seguita. Se la malattia è peggiorata, è vietato assumere cibo. Nei primi 2 giorni, i medici consentono solo di bere. Può essere acqua minerale, brodo di rosa canina, tè (non zuccherato, debole).

    La dieta del paziente non deve contenere tali prodotti:

    • condimenti;
    • alcol;
    • Spezia;
    • arrosto;
    • carni affumicate;
    • Grasso;
    • salsicce;
    • cibo in scatola;
    • sottaceti;
    • cioccolato;
    • succhi (acidi);
    • confetteria.

    Con l'infiammazione cronica del pancreas, è consentito utilizzare i seguenti alimenti:

    • pesce magro (orata, luccio, lucioperca);
    • latticini (latte cagliato, ricotta non acida, kefir);
    • zuppe (pollo, cereali, verdura, pasta);
    • verdure bollite, grattugiate;
    • pane di grano, cracker;
    • uova (frittata al vapore);
    • carne sotto forma di cotolette, soufflé (magro);
    • pere al forno, mele;
    • pasta, purea di cereali;
    • oli (girasole, burro, oliva);
    • gelatina, composta (dolce), gelatina;
    • tè debole, decotto di rosa canina, decotto di crusca di frumento;
    • acqua minerale naturale.

    L'infiammazione del pancreas non può essere ignorata. È necessario trattare la patologia sotto la supervisione di specialisti.

    Segni di malattia pancreatica nelle donne

    Il pancreas è l'organo principale dell'apparato digerente, poiché è lei che è responsabile della sintesi degli enzimi necessari per la scomposizione e l'assimilazione del cibo. Tuttavia, è spesso esposta a fattori negativi, a seguito dei quali il suo lavoro viene interrotto e varie malattie iniziano a svilupparsi. I sintomi della malattia pancreatica nelle donne non sono praticamente diversi dai segni delle patologie di questo organo negli uomini. Per rilevarli in modo tempestivo e iniziare il trattamento, è necessario sapere esattamente dove si trova il pancreas, come fa male e quali ulteriori sintomi si presentano con la sua infiammazione..

    Posizione del pancreas

    Il pancreas ha una forma allungata e il suo aspetto ricorda una lumaca o un verme coagulato. La sua parte principale (corpo) si trova dietro la parete posteriore dello stomaco, mentre la parte della coda va sotto l'ipocondrio sinistro ed è adiacente alla milza. La testa della ghiandola si trova sul lato destro ed è collegata dai dotti escretori del duodeno, attraverso i quali si produce il rilascio del succo pancreatico.

    Data questa disposizione dell'organo, possiamo dire che si trova su quasi tutti i lati dell'addome superiore. Il dolore che appare quando è infiammato può verificarsi sia a destra che a sinistra e nel mezzo. E se prendiamo in considerazione il fatto che ci sono altri organi accanto al pancreas, spesso anche la loro infiammazione viene percepita come un pancreas malato. Per fare una diagnosi accurata, non è sufficiente conoscere tutti i sintomi della malattia pancreatica. È inoltre necessario sottoporsi a un esame completo, che includa ecografia, TC e risonanza magnetica. Questi metodi diagnostici consentono non solo di identificare la malattia, ma anche di fornire una valutazione completa dello stato del pancreas e degli organi ad esso adiacenti..

    Perché si sviluppano malattie pancreatiche?

    I motivi per cui i processi patologici iniziano a svilupparsi nel pancreas sono diversi. Ma il più delle volte subisce un'infiammazione dopo un grave superlavoro, la cui colpa è la persona stessa. Il consumo di cibi grassi, fritti e farinacei in grandi quantità mette un carico pesante sulla ghiandola e aumenta la produzione di enzimi digestivi.

    A causa del carico costante e della mancanza di riposo, l'infiammazione inizia a svilupparsi nelle cellule della ghiandola. A sua volta, porta all'edema del parenchima. Il tessuto ingrossato del pancreas schiaccia i dotti escretori, di cui ce ne sono molti al suo interno. Il succo pancreatico non può passare attraverso i dotti ristretti e inizia a ristagnare all'interno della ghiandola, innescando in essa il processo di autodigestione (gli enzimi digestivi iniziano a "mangiare" le cellule del pancreas). Quindi si sviluppa la necrosi (morte dei tessuti) e si verifica una disfunzione pancreatica.


    Una nutrizione impropria è la ragione principale per lo sviluppo di malattie del pancreas

    Va però detto che tali disturbi provocano non solo prodotti "dannosi" e "pesanti" per la ghiandola, ma anche altri fattori, tra cui:

    • uso a lungo termine di farmaci (questa è la principale causa di infiammazione del pancreas nelle donne, poiché la maggior parte di loro prende contraccettivi e lo fa continuamente e per diversi anni),
    • abuso di alcool,
    • fumare,
    • stress frequente,
    • superlavoro fisico ed emotivo,
    • altre malattie dell'apparato digerente (ulcera allo stomaco, gastrite, calcoli biliari, ecc.).

    Sintomi primari di infiammazione

    L'infiammazione del parenchima pancreatico in medicina è chiamata pancreatite. I medici hanno da tempo stabilito i primi segni dello sviluppo di questo disturbo, a cui molte persone non prestano nemmeno attenzione. Ma invano, poiché è nelle fasi iniziali dell'insorgenza della pancreatite che ci sono alte possibilità di mantenere la funzionalità della ghiandola.

    Il sintomo più importante dell'infiammazione pancreatica è il dolore addominale, che molte donne associano allo sviluppo di malattie ginecologiche. Ma è molto facile da controllare. Le malattie del pancreas nelle donne hanno una caratteristica. Se prendi una posizione orizzontale e premi le ginocchia contro lo stomaco, la sindrome del dolore non diminuisce, come di solito è il caso dei disturbi ginecologici, ma, al contrario, aumenta. Il sollievo della condizione si avverte solo in una posizione piegata seduta con una piastra riscaldante fredda applicata alla parte superiore dell'addome.


    Una piastra riscaldante fredda riduce le sensazioni dolorose nella pancreatite e altre malattie del pancreas

    Il dolore può essere sia acuto che doloroso e di natura dolorosa. Nel primo caso, si verifica sullo sfondo dello sviluppo della pancreatite acuta, appare completamente all'improvviso ed è accompagnato da una serie di altri sintomi (ne parleremo più avanti). E nel secondo caso, stiamo parlando dello sviluppo della pancreatite cronica, in cui i segni collaterali della malattia possono essere completamente assenti o insorgere, sostituendosi a vicenda.

    All'inizio del suo sviluppo, la pancreatite cronica può manifestarsi:

    • cambiamenti nelle preferenze di gusto (appare avversione per i cibi grassi e fritti),
    • bruciore di stomaco che appare immediatamente dopo aver mangiato,
    • nausea ricorrente (mentre il vomito è estremamente raro),
    • stipsi,
    • la presenza di pezzi di cibo non digerito nelle feci,
    • perdita di appetito e, di conseguenza, perdita di peso.

    Importante! Questi sintomi nelle donne con malattia pancreatica possono essere integrati da piccole irregolarità nel ciclo mestruale, che è associato all'infiammazione delle cellule endocrine dell'organo e alla diminuzione della produzione di ormoni coinvolti nella regolazione dei processi metabolici. La loro violazione influisce negativamente sugli organi riproduttivi e può provocare piccole deviazioni nel loro lavoro..

    Parlando di quali segni di malattia pancreatica possono ancora verificarsi nelle donne, va anche notato che con la pancreatite si nota abbastanza spesso un aumento dei livelli di zucchero nel sangue. Questo fenomeno è causato da una carenza nel corpo di insulina, che è responsabile della scomposizione e dell'assorbimento dei carboidrati. Questo ormone è prodotto dalle cellule endocrine del pancreas e, se subiscono un'infiammazione su larga scala, ci sono alti rischi di sviluppare il diabete mellito, che non può essere eliminato..


    I principali sintomi del diabete mellito che si sviluppano sullo sfondo della disfunzione pancreatica

    Segni di un processo infiammatorio acuto

    Come già accennato, le malattie del pancreas nelle donne danno gli stessi sintomi degli uomini. Pertanto, anche con l'infiammazione acuta di questo organo, si presenta un quadro clinico classico, che include:

    • crampi al cingolo, che è localizzato nella regione epigastrica e si irradia alla parte bassa della schiena, alla parete anteriore del peritoneo, allo stomaco, alla scapola e allo sterno,
    • nausea grave,
    • vomito senza sollievo,
    • debolezza,
    • ittero ostruttivo (pronunciato sulla sclera degli occhi),
    • aumento della temperatura.

    Va notato che la pancreatite acuta inizia a svilupparsi completamente all'improvviso e ha lo stesso quadro clinico della pancreatite cronica durante un'esacerbazione.

    Importante! Se si verificano tali sintomi, è necessario chiamare immediatamente una squadra di ambulanze. L'infiammazione acuta provoca una rapida morte delle cellule pancreatiche, lo sviluppo di necrosi e intossicazione del corpo. Se il paziente non riceve cure mediche tempestive, ciò porterà a gravi conseguenze..

    Sintomi di altre malattie del pancreas nelle donne

    La pancreatite non è la principale malattia del pancreas che viene spesso diagnosticata nelle donne. Questo organo può essere soggetto ad altri disturbi, che hanno anche i loro sintomi. Un esempio di questo è il cancro al pancreas. In una fase iniziale del suo sviluppo, non dà alcun sintomo: non ci sono dolori e le condizioni generali del paziente rimangono stabili.

    Tuttavia, quando il cancro ha già metastatizzato, le condizioni della persona peggiorano drasticamente. Compaiono dolori insopportabili che non vengono eliminati con l'aiuto di farmaci, il vomito spesso si apre, c'è una forte perdita di peso, ecc..

    Cosa fare se il pancreas fa male

    Molto spesso, il cancro colpisce la testa del pancreas, che provoca un aumento significativo della cistifellea (questo è facilmente palpabile in posizione supina). Il cancro colpisce raramente la coda della ghiandola e il suo corpo (nel 20% dei casi), tuttavia, con tale localizzazione della malattia, i primi sintomi compaiono molto prima, anche prima delle metastasi. Il paziente ha dolori dolorosi nella regione epigastrica, che si irradiano alla regione lombare. E solo quando compaiono metastasi, compaiono altri sintomi caratteristici di una violazione del sistema digestivo (diarrea / costipazione, nausea, vomito, bruciore di stomaco, ecc.).

    Il cancro è una malattia pericolosa, il cui sviluppo è fatale nel 90% dei casi. Ciò accade perché all'inizio del suo verificarsi praticamente non dà mai sintomi e la persona, non conoscendo il suo problema, non esegue alcun trattamento. E quando compaiono i primi segni e il paziente va dal dottore, purtroppo è troppo tardi.

    Importante! Varie malattie del tratto gastrointestinale possono provocare lo sviluppo del cancro del pancreas. Pertanto, se vengono rilevati, una donna dovrebbe sottoporsi a esami preventivi ogni 4-6 mesi (fare ecografia, TC, risonanza magnetica) e fare un esame del sangue biochimico.

    C'è un'altra malattia che viene spesso diagnosticata anche nelle donne: la cisti pancreatica. È una neoplasia benigna sotto forma di una sacca con una membrana densa, all'interno della quale c'è un liquido. Una cisti può formarsi su qualsiasi parte dell'organo (testa, corpo, coda) e, come il cancro, non dà sintomi nelle fasi iniziali del suo sviluppo.

    I primi segni di una cisti pancreatica compaiono nel momento in cui la neoplasia diventa di grandi dimensioni e inizia a spremere gli organi vicini, interrompendo la loro funzionalità. A questo proposito, le donne con lo sviluppo di questa malattia possono manifestare i seguenti sintomi:

    • dolore nell'ipocondrio sinistro o destro,
    • nausea e vomito,
    • debolezza,
    • mancanza di appetito,
    • eruttazione che lascia l'amaro in bocca,
    • sensazione di pesantezza allo stomaco.


    Cisti pancreatica e sue varietà

    Il pericolo di una cisti pancreatica non risiede nei suoi sintomi, ma nelle complicazioni a cui può portare. Tra loro ci sono:

    • suppurazione,
    • cisti rotta,
    • emorragia interna.

    Importante! In caso di tali complicazioni, la donna necessita di ricovero urgente e intervento chirurgico d'urgenza. Altrimenti, tutto può finire con la morte..

    La necrosi pancreatica è una malattia altrettanto comune del pancreas. Il suo sviluppo, di regola, si verifica sullo sfondo della pancreatite cronica. È caratterizzato da dolore alla cintura che si verifica nella regione epigastrica e si irradia alla spalla sinistra. Allo stesso tempo, si apre il vomito, si nota instabilità delle feci e aumento della frequenza cardiaca..

    Con lo sviluppo della necrosi pancreatica, il pancreas perde la sua capacità di proteggere le sue cellule dall'azione degli enzimi che esso stesso produce. Di conseguenza, si osserva la morte cellulare su larga scala, la necrosi inizia a svilupparsi.

    In altre parole, con questa malattia, il pancreas inizia a distruggersi. L'apertura del vomito porta alla disidratazione e l'aumento della produzione di gas provoca gonfiore.

    Con lo sviluppo della necrosi pancreatica, il rischio di un infiltrato infiammatorio, visibile attraverso la pelle dopo 1-2 giorni, aumenta in modo significativo. Questa condizione causa shock, ascesso, fibrosi e altre complicazioni in una persona, che sono spesso fatali. Pertanto, è così importante determinare tempestivamente lo sviluppo della necrosi pancreatica e cercare immediatamente un aiuto medico..


    Necrosi pancreatica del pancreas - una condizione pericolosa per la vita

    Anche la fibrosi cistica è pericolosa, che colpisce anche il pancreas ed è una malattia genetica. È caratterizzato dalla formazione di numerose cisti all'interno del pancreas, dell'intestino e delle vie respiratorie. Con il suo sviluppo, c'è una violazione della funzione esocrina della ghiandola e della compattazione dei suoi tessuti.

    La fibrosi cistica inizia a svilupparsi già nel primo anno di vita di un bambino e progredisce costantemente. È molto difficile sospenderlo e, purtroppo, è quasi sempre fatale. I principali segni del suo sviluppo sono:

    • feci fetide,
    • ritardo dello sviluppo,
    • sottopeso,
    • tosse secca,
    • rigonfiamento,
    • sudore salato eccessivo.

    Importante! Nonostante il fatto che la fibrosi cistica sia una malattia infantile, può manifestarsi per la prima volta all'età di 14-20 anni. Pertanto, se compaiono i sintomi di cui sopra, dovresti visitare immediatamente un medico..

    Ci sono molte malattie del pancreas e tutte hanno i loro sintomi. E poiché la maggior parte di loro diventa la causa della morte, con il minimo disturbo dal sistema digestivo e se il dolore si verifica nella regione epigastrica, devi immediatamente andare in ospedale. Ricorda che indipendentemente dal fatto che tu sia una donna o un uomo, i primi problemi con il pancreas vengono identificati e vengono prese misure per risolverli, minori sono i rischi di conseguenze negative che ne derivano..

    Il pancreas è malato, i primi segni e sintomi di pancreatite

    Dal nostro articolo imparerai i segni della pancreatite, i sintomi, dove fa male, il trattamento. La pancreatite è un gruppo di malattie del pancreas di natura infiammatoria-degenerativa. Secondo le statistiche mondiali, la patologia si manifesta in 200-800 persone per 1 milione. popolazione. Per lo più gli uomini soffrono di infiammazione della ghiandola e l'età dei pazienti dipende dalle cause della malattia.

    Quindi, ad esempio, nella fascia di età 35-39 anni, la causa principale della patologia è l'intossicazione da alcol e nella fascia di età oltre i 65 anni - la malattia dei calcoli biliari. L'elevata mortalità per malattia (20-25%) è dovuta a gravi complicazioni che si verificano durante il decorso necrotizzante.

    Quindi, iniziamo: più in dettaglio cos'è la pancreatite, sintomi di un processo infiammatorio acuto e cronico della ghiandola, metodi di trattamento e misure preventive!

    Le cause, i sintomi e il trattamento della pancreatite

    Il pancreas è un organo dell'apparato digerente, che partecipa alla vita del corpo in due modi: esosecretorio ed endocrino. La secrezione esterna (esocrina) consiste nella produzione da parte della sua parte acinosa di enzimi coinvolti nel processo digestivo.

    Le sostanze nella cavità della ghiandola sono in uno stato inattivo (sotto forma di zimogeni) e solo quando entrano nel duodeno, vengono attivate dall'enterocinasi, che è contenuta nel muco parietale, e quindi gli enzimi iniziano a svolgere le loro funzioni per la lavorazione del cibo.

    Il segreto della ghiandola contiene una parte inorganica, in cui predominano gli ioni di bicarbonato di sodio e cloruro di sodio, che neutralizzano l'ambiente acido della porzione di cibo che arriva dallo stomaco all'intestino. Composizione organica - consiste principalmente di globuline, ma la parte principale del succo pancreatico sono gli enzimi. Inoltre, alcuni di essi sono certificati nello stato attivo (amilasi, lipasi) e alcuni nello stato inattivo (tripsina e chemotripsina)..

    L'esistenza di enzimi e inibitori di enzimi che l'organo produce, previene i danni ai tessuti del pancreas da parte degli enzimi. L'infiammazione impedisce il rilascio di zimogeni nell'intestino e la loro attivazione avviene nella ghiandola, i cui tessuti iniziano a essere distrutti dagli enzimi. Di conseguenza, entrando nella circolazione sistemica, gli enzimi e le tossine rilasciati durante la disgregazione dei tessuti vengono trasportati ad altri organi, danneggiandone la struttura.

    Per la natura del corso, la pancreatite è classificata come acuta e cronica.

    Pancreatite acuta: sintomi e trattamento, dieta

    La forma acuta si verifica quando il contenuto del duodeno, delle vie biliari e di un agente infettivo (batteri) entra nel dotto pancreatico.

    segni di sintomi di pancreatite

    Le cause della malattia sono:

    • malattie delle vie biliari, in particolare colelitiasi (GSD);
    • colecistite;
    • obesità;
    • alcolismo;
    • invasione elmintica;
    • ulcera peptica;
    • tossicoinfezione;
    • trauma;
    • formazione di trombi nei vasi sanguigni;
    • Malattia di Botkin;
    • malattie infettive, ecc..

    Recentemente, il fattore allergico è diventato sempre più importante nel verificarsi della forma acuta della malattia..

    La penetrazione della bile nel dotto pancreatico attiva i protoenzimi nel succo, che iniziano ad agire nella cavità della ghiandola, provocando l'autolisi delle pareti degli organi.

    Gli enzimi attivi distruggono le cellule acinose della ghiandola e provocano il rilascio degli enzimi contenuti in queste cellule secretorie.

    Prima di tutto, la penetrazione di enzimi e tossine nella circolazione sistemica influisce sul sistema circolatorio. Nei casi più gravi, la patologia può causare un collasso: un calo della pressione sanguigna, una violazione dell'afflusso di sangue agli organi, che minaccia la vita del paziente.

    Inoltre, nella pancreatite acuta, viene attivato il sistema chinina-kalecriina: si verifica la produzione di bradichinina e kallidina, che controllano l'infiammazione, i livelli di pressione sanguigna e l'insorgenza del dolore.

    Gli enzimi penetrano nella cavità addominale, causando necrosi, che sono accompagnate dallo sviluppo di peritonite. Gli enzimi vengono trasportati attraverso le vie linfatiche e il sistema circolatorio agli organi vicini e al fegato e attraverso il diaframma nella cavità pleurica sinistra.

    Il contenuto della ghiandola viene trasportato dal sangue agli organi distanti, portando alla comparsa di processi necrotici in essi, grave intossicazione generale, che causa shock, che è la causa del dolore acuto. In questo caso, le condizioni del paziente sono aggravate dalla perdita di liquidi, violazione del metabolismo minerale, acidosi, insufficienza renale, fegato, ghiandole surrenali, sistema cardiovascolare.

    A volte la causa di un caso acuto di pancreatite è il meccanismo di autoaggressione, quando il sistema di difesa produce anticorpi alle cellule del proprio organo.

    Un numero così elevato di cause e fattori della malattia ha causato la divisione della pancreatite acuta:

    1. insterstiziale (forma edematosa);
    2. purulento;
    3. emorragica (necrosi pancreatica).

    Ogni forma di un processo acuto patologico ha le sue manifestazioni caratteristiche..

    In una fase iniziale della malattia si sviluppa un edema diffuso o localizzato della ghiandola, iperemia dei suoi tessuti, che sono combinati con infiammazioni minori e focolai di necrotizzazione. Con il decorso della malattia aumenta la gravità e la qualità dei cambiamenti. Emorragica, necrosi grassa, edema e infiammazione compaiono all'interno e all'esterno dei vasi, seguiti da atrofia, sostituzione dei tessuti connettivi ghiandolari e deposizione di sali nelle pareti della ghiandola.

    Con la necrosi grassa, appaiono macchie grigiastre sull'omento e sulla ghiandola, simili a gocciolamenti di stearina. Il tessuto adiacente alle aree di necrosi è gonfio, contiene versamento infiammatorio e stravaso.

    Con la necrosi emorragica, l'organo aumenta di dimensioni, i tessuti diventano atonici. A causa di emorragie piccole o pesanti, i tessuti si gonfiano di sangue, il che può portare a un'ulteriore suppurazione e al passaggio della malattia alla forma successiva.

    La forma purulenta della pancreatite acuta è accompagnata non solo dall'infiammazione, ma dalla formazione di ascessi di varie dimensioni e dal decadimento dei tessuti delle ghiandole. Nella migliore delle ipotesi, si sviluppano la degenerazione del tessuto fibroso e la completa perdita della funzione degli organi..

    Se il decorso della malattia è lieve, i cambiamenti strutturali sono accompagnati solo dalla formazione di edema e iperemia, mentre l'infiammazione è scarsamente espressa.

    I primi segni di pancreatite acuta negli uomini e nelle donne

    L'esordio della malattia, di regola, è caratterizzato da un esordio violento, accompagnato da un attacco di forte dolore, costante o in aumento. Il dolore a volte raggiunge una tale intensità che è difficile per il paziente determinarne la localizzazione. Molto spesso, le sensazioni di dolore sono localizzate nella regione epigastrica, nell'addome sinistro, spesso hanno un fuoco di Sant'Antonio in natura. Il dolore si irradia all'osso sacro, alla parte bassa della schiena, alla colonna vertebrale. Allo stesso tempo, il paziente è irrequieto, può svilupparsi uno shock doloroso.

    Quali sono i sintomi del dolore nella pancreatite, i segni accompagnano l'infiammazione? La natura del dolore può variare in modo significativo. Sono stati condotti studi per studiare il dolore nella pancreatite. Ad esempio, alcuni pazienti percepiscono soggettivamente il dolore nella pancreatite come cardiaco o il dolore causato da coliche renali o epatiche.

    Il dolore continuo nella pancreatite acuta assomiglia al dolore nella colecistite acuta e il dolore parossistico è simile al dolore causato dalla colelitiasi o dai calcoli renali.

    C'è ripetuto vomito abbondante, che non allevia il dolore e una sensazione di pesantezza, distensione. Nel vomito possono comparire sangue o bile, che è un segno diagnostico di patologia. Con lo stomaco vuoto, si verifica una dolorosa voglia di vomitare, si verificano singhiozzi prolungati e strazianti. In casi gravi, può verificarsi sanguinamento gastrointestinale, che ha una prognosi sfavorevole, una malattia e la morte.

    Con un forte dolore nel paziente, la parete addominale, tuttavia, rimane morbida, si può notare una leggera tensione muscolare nell'ipocondrio. Questa discrepanza tra la gravità delle sensazioni dolorose soggettive ei risultati dell'esame manuale è un segno diagnostico di pancreatite acuta..

    Lo shock che si verifica a causa dell'intossicazione è accompagnato da un aumento della pressione sanguigna, tachicardia, il polso diventa debole, uno scarso riempimento e si sviluppa un collasso. Il risultato di tali manifestazioni di patologia può essere la morte del paziente..

    A causa del danno renale, la patologia può essere accompagnata da una ridotta produzione di urina, che porta ad anuria e uremia, ed è anche causa di morte. Le forme meno gravi della malattia sono accompagnate da perdita di liquidi dal corpo a causa del vomito, la formazione di edema. Il coinvolgimento delle vie biliari porta all'ittero.

    Gravi forme di pancreatite acuta possono essere accompagnate da versamento nella cavità pleurica addominale e sinistra. Gli enzimi pancreatici si trovano nel versamento.

    Un segno diagnostico caratteristico nella forma emorragica della patologia è la comparsa di un motivo "marmorizzato" sulla pelle nella regione ombelicale. Petecchie bluastre, emorragie sulle superfici laterali dell'addome - segni di ascite emorragica.

    La temperatura, di regola, è sottofibrilla, il suo aumento si nota con necrosi, processo purulento nell'organo, avvelenamento del sangue, polmonite, ecc. A volte la pancreatite acuta procede sullo sfondo di una malattia infettiva, quindi la temperatura può salire a valori di fibrilla.

    Nella pancreatite acuta, le letture EEG cambiano. Sul cardiogramma, l'immagine ricorda i cambiamenti caratteristici dell'infarto miocardico, è possibile identificare focolai patologici nel cuore.

    Anche la funzione intestinale è compromessa, che è accompagnata da un disturbo della deformazione.

    In uno studio di laboratorio sul sangue, si notano una serie di cambiamenti:

    • un aumento del livello di amilasi e lipasi nel sangue e nelle urine;
    • una diminuzione del livello di calcio nel sangue, che indica una necrosi degli organi estesa.

    Per fare la diagnosi corretta di pancreatite acuta, è necessario escludere malattie con sintomi e manifestazioni simili. Per questo, vengono effettuati numerosi studi di laboratorio e hardware..

    Quali metodi diagnostici confermano i sintomi della pancreatite acuta

    Oltre agli esami di laboratorio su sangue e urina, esami fisici e raccolta di anamnesi, sono prescritti diagnostica hardware:

    1. radiografia;
    2. Ultrasuoni;
    3. CT;
    4. MRHPZ;
    5. Esofagogastroduodenoscopia.

    I raggi X e la tomografia computerizzata con un mezzo di contrasto possono essere eseguiti solo dopo procedure per normalizzare l'idratazione, l'infusione di liquidi. Altrimenti, la necrosi può svilupparsi nelle aree ischemiche..

    L'esame a raggi X rivela una violazione della peristalsi, un accumulo di gas nell'intestino tenue, mobilità ridotta del diaframma a sinistra, presenza di essudato nella cavità pleurica a sinistra, ecc. Ma le manifestazioni elencate non sono patognomiche per un processo infiammatorio acuto, pertanto potrebbero essere necessari ulteriori studi che utilizzano gli ultrasuoni. La diagnostica ecografica è determinata dall'obliterazione dei dotti biliari, edema della ghiandola.

    L'uso del moderno metodo di risonanza magnetica del pancreas (MRCP) consente di ottenere un risultato completo più informativo dello studio.

    Se si sospetta la natura infettiva della malattia, viene prelevata una puntura dell'essudato, il contenuto delle cisti o della zona di necrosi, seguita da una coltura del serbatoio e determinazione del tipo di agente infettivo. Inoltre, gli enzimi pancreatici possono essere trovati nel liquido risultante..

    Sulla base dei risultati di test funzionali, studi strumentali e clinici, viene stabilita o confermata una diagnosi e viene sviluppato un regime di trattamento.

    Sintomi e trattamento della pancreatite acuta

    I pazienti con diagnosi di infiammazione acuta devono essere ospedalizzati per il monitoraggio dinamico della condizione, il recupero conservativo o chirurgico.

    La terapia conservativa ha lo scopo di combattere il dolore e lo shock, creare un riposo fisiologico per il paziente e prevenire l'infezione secondaria.

    Per fermare il dolore, vengono utilizzati analgesici e antispastici. Gli analgesici oppiacei forti devono essere usati con cautela, poiché possono spasmi lo sfintere di Oddi e aumentare la nausea e il vomito. Inoltre, la terapia intensiva include:

    1. l'uso del digiuno medico;
    2. aspirazione con una sonda del contenuto dello stomaco;
    3. applicare ghiaccio nell'area del pancreas;
    4. ripristino del corpo dopo la disidratazione, terapia infusionale.

    Se il paziente è in stato di shock, si consiglia di condurre una terapia di supporto: soluzione di glucosio, sangue intero, plasma, caffeina, canfora, efedrina sottocutanea, ecc..

    Per potenziare l'effetto del trattamento è necessario integrare la terapia di base con antienzima e terapia antisecretoria. Molti farmaci che inibiscono la sintesi degli enzimi hanno anche effetti antinfiammatori e antiedemigeni sulla ghiandola..

    Nel trattamento di casi complessi di pancreatite acuta per un breve periodo, sotto il controllo della condizione, viene prescritta la somministrazione di farmaci steroidei.

    Nei primi giorni, per evitare il vomito, il paziente mangia per via parenterale, viene inserito un tubo nello stomaco, attraverso il quale il contenuto dello stomaco viene costantemente aspirato. Per mantenere il metabolismo del sale marino, viene prescritta l'infusione endovenosa di soluzione salina e gluconato di calcio.

    Il paziente viene iniettato attraverso un tubo con acqua con albume, succhi diluiti, latte. L'alimentazione mediante sondino viene mantenuta fino a quando la nausea e il vomito non cessano. Quindi il paziente viene trasferito a una dieta facilmente digeribile, con un alto contenuto di carboidrati leggeri, una ridotta quantità di proteine ​​e l'esclusione di grassi. Dopo aver ottenuto il miglioramento delle condizioni del paziente, la dieta viene gradualmente ampliata.

    Il trattamento chirurgico della pancreatite acuta è prescritto in caso di:

    • deterioramento delle condizioni generali del paziente;
    • con la progressione della patologia, accompagnata da intossicazione e fenomeni peritoneali;
    • in caso di suppurazione del pancreas, ecc..

    Con l'aiuto di metodi chirurgici classici e meno invasivi, producono:

    • ripristino della pervietà dei dotti biliari;
    • pulizia di essudato, pus e installazione di drenaggio nella cavità addominale, nell'omento, ecc.;
    • rimozione del pancreas, pancreatectomia, sequestrectomia, ecc..

    Se si sospetta un'infezione, il trattamento è integrato con antibiotici ad ampio spettro..

    Pancreatite cronica: sintomi negli uomini e nelle donne

    La pancreatite cronica si verifica più spesso della pancreatite acuta, il che è dovuto al fatto che la patologia cronica può essere, come conseguenza del processo acuto e di altri processi patologici. Tra le cause della pancreatite cronica, un ruolo importante è svolto da:

    1. malattie infettive;
    2. avvelenamento con sostanze velenose;
    3. disordine alimentare;
    4. vene varicose degli organi interni;
    5. malattie del fegato e delle vie biliari, ecc..

    Una delle cause più comunemente identificate di pancreatite cronica è l'alcolismo. Secondo le statistiche, al 60-80% degli alcolisti viene diagnosticata una forma cronica di patologia.

    La violazione della secrezione biliare dopo l'intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea, diventa la causa dello sviluppo della patologia. La sconfitta del pancreas si osserva nel 30% dei pazienti dopo la colecistectomia.

    Inoltre, la causa della patologia può essere l'infiammazione intestinale, ulcere che penetrano nella ghiandola.

    Il meccanismo di insorgenza del processo patologico ha molto in comune con la pancreatite acuta. Come risultato del danno ai tessuti della ghiandola da parte di enzimi attivi, si verifica l'indurimento e l'indebolimento delle sue funzioni. Una predisposizione alla comparsa di un processo patologico è l'accumulo di secrezioni dovuto al blocco dei dotti escretori e complicato dall'introduzione di infezioni.

    L'infiammazione può essere diffusa in tutta la ghiandola o essere localizzata in una parte di essa. Con l'infiammazione, ad esempio, della testa della ghiandola, aumenta di dimensioni, esercitando una pressione sul dotto biliare e causando ittero ostruttivo.

    Nella pancreatite cronica, continua o, che si nota molto più spesso, si riscontrano alterazioni infiammatorie-degenerative e necrotiche nel tessuto ghiandolare e ipertrofia del tessuto connettivo dell'organo, localizzate in parti separate della ghiandola. Insieme ai processi di degenerazione, ci sono segni riparativi sotto forma di aree di iperplasia.

    Nelle fasi iniziali del decorso cronico della pancreatite, c'è un aumento della ghiandola, un cambiamento nella sua densità, emorragia ed edema. Con un decorso prolungato della malattia, si notano cicatrici, deposizione di sale e restringimento dei dotti. L'organo diminuisce di dimensioni.

    Quando si valuta lo stato dei tessuti dell'organo, si notano focolai di infiammazione acuta, processi necrotici, apoptosi del tessuto connettivo, sviluppo di cavità a grana fine dovute al blocco dei dotti. Le cellule ghiandolari continuano a funzionare per molto tempo, ma cambiano anche nel tempo..

    Tutto sulla pancreatite: classificazione dell'infiammazione cronica del pancreas

    La medicina moderna offre varie forme di classificazione della pancreatite cronica:

    • ricorrente;
    • primario:
    • alcolico;
    • farmaco;
    • sullo sfondo di disturbi metabolici;
    • idiopatico;
    • secondario:
    • colangiogenico, che causa vari cambiamenti patologici negli organi digestivi e dovuto al blocco del dotto biliare da calcolo;
    • post-traumatico, ecc..

    Tale classificazione, sebbene tenga conto del numero massimo di forme di patologia, è condizionale. Poiché nella fase iniziale della malattia, non riflettono le forme del processo patologico, ma piuttosto le fasi, con una possibile transizione della malattia dall'una all'altra.

    Sintomi e trattamento della pancreatite cronica, dieta

    I sintomi della malattia sono polimorfici e assomigliano alle manifestazioni di altre malattie croniche dell'apparato digerente. I sintomi più comuni sono dolore addominale superiore e sintomi dispeptici.

    A differenza del dolore insopportabile alla cintura nella pancreatite acuta, il dolore può variare qui. Ad esempio, oltre al dolore epigastrico, si può osservare la sua irradiazione alla colonna vertebrale, al coccige, alla parte bassa della schiena, dolori simili alle manifestazioni di un infarto. Si diffonde dal cuore all'arto superiore, al collo, alla scapola, provocando un attacco di angina pectoris. A volte, sensazioni dolorose scendono dall'organo lungo l'intestino discendente, dando all'inguine, ai testicoli e alla testa del pene.

    Le sensazioni dolorose sono accompagnate da un cambiamento nella sensibilità della pelle. Inoltre, le loro aree possono migrare, aumentare quando appare un forte dolore..

    I fenomeni di dispepsia sono di grande importanza nel complesso dei sintomi della malattia. Non sono caratteristici solo della pancreatite, ma in combinazione con altri sintomi possono essere un segno per fare una diagnosi accurata. Quindi, ad esempio, la triade pseudo diabetica:

    1. sensazione di fame indomabile;
    2. sete;
    3. perdita di peso e perversione del gusto.

    A volte si nota una salivazione abbondante. La progressione della malattia colpisce la funzione digestiva: una violazione dell'atto di defecazione, cattiva digestione del cibo, aumento del volume delle feci.

    Inoltre, la consistenza, l'aspetto e l'odore delle feci sono peculiari. È di colore grigiastro, con una lucentezza untuosa e una consistenza pastosa. L'odore è offensivo. Le feci contengono grandi quantità di grasso (steatorrea) e fibre muscolari non digerite.

    Le ultime fasi dello sviluppo del processo patologico sono caratterizzate, di regola, da una violazione del metabolismo dei carboidrati, che si manifesta con iperglicemia e glicosuria..

    Gli studi di laboratorio e strumentali sono simili a quelli effettuati nella pancreatite acuta. La differenza la fanno gli appositi test effettuati per studiare i disturbi digestivi dovuti a insufficiente funzione enzimatica.

    Terapia farmacologica per i segni di pancreatite

    Il regime di trattamento include:

    • eliminazione dei fattori che hanno causato la patologia;
    • soppressione del processo infiammatorio;
    • ripristino delle funzioni della ghiandola;
    • sintomatico;
    • trattamento riparatore.

    Per sopprimere il processo infiammatorio, vengono utilizzati antibiotici e FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei).

    Un passo importante nel trattamento conservativo è l'aderenza a una dieta speciale. Il menu del paziente comprende piatti che stimolano poco la secrezione di enzimi, sono facilmente digeribili e ricchi di sostanze nutritive - vitamine e microelementi. Nel periodo iniziale, proteine ​​e grassi sono limitati. Se il trattamento ha successo, la dieta viene ampliata. Prodotti come:

    1. carboidrati - zucchero, patate, prodotti a base di farina;
    2. proteine ​​- ricotta a basso contenuto di grassi, carne magra, pesce;
    3. grassi - latte, panna, uova, ecc..

    Per facilitare la digestione, viene mostrata l'assunzione costante di farmaci contenenti enzimi: pancreatina, biozima, creonte, mezim, panzenorm, ecc..

    Se il metabolismo dei carboidrati è disturbato, potrebbe essere necessario utilizzare l'insulina. Ma con la pancreatite, la necessità di insulina cambia troppo rapidamente, il che può portare all'ipoglicemia..

    Al fine di ridurre la funzione secretoria della ghiandola, viene utilizzata la terapia farmacologica con l'uso di Cimetidina, Omeprazolo, Obzidan, Inderal, ecc..

    Il trattamento sintomatico è mirato principalmente ad alleviare il dolore. Per questo vengono utilizzati antispastici e analgesici..

    Il trattamento chirurgico della pancreatite cronica viene utilizzato in assenza di un risultato positivo del trattamento conservativo o del verificarsi di complicazioni che compaiono sotto forma di cisti, ascessi, calcificazione di ampie aree della ghiandola, formazione di calcoli nei dotti, ecc..

    La medicina moderna offre non solo il classico metodo aperto, ma anche metodi minimamente invasivi.

    È ovvio che la pancreatite è una malattia grave, la cui terapia presenta alcune difficoltà, quindi, al fine di prevenire l'insorgenza della patologia e la progressione della malattia, è necessario adottare una serie di misure preventive.

    Prevenzione dei sintomi della pancreatite

    Per escludere lo sviluppo della pancreatite, è necessario:

    • vivere una vita sana;
    • mangiare cibi sani, evitare di mangiare troppo;
    • rinunciare alle cattive abitudini (alcol, tabacco);
    • aumentare l'attività fisica;
    • normalizzare il peso;
    • evitare l'influenza dello stress, ecc..

    L'applicazione di semplici regole di prevenzione aiuterà ad evitare una malattia così grave e pericolosa. Ora sai cos'è la pancreatite, sintomi e cause, trattamenti, tipi di infiammazione e molto altro ancora. Raccogli le informazioni sui tuoi baffi, consulta un medico in modo tempestivo se noti qualsiasi manifestazione della malattia e fai tutto il necessario per prevenire la malattia o la sua ricaduta. essere sano!