Domande per coloro che hanno vissuto a lungo senza cistifellea

Domande

Buona giornata!
Recentemente hanno rimosso la cistifellea, ci sono alcune domande per coloro che sono senza bolle con esperienza: sorriso:

1. Disponete ora di una porzione costante di 200-300 grammi? (So ​​di pasti frequenti, mi interessa la dimensione della porzione per tutta la vita)
2. All'inizio (fino a un anno), è impossibile conservare solo a causa dell'aceto? O in generale, in linea di principio, a causa del modo di elaborazione e conservazione?
È chiaro che nel tempo si può provare un po 'di tutto, ma voglio capire il motivo esatto, se è aceto, l'uso di acido citrico salverà / migliorerà la situazione? Voglio capire come e quante cuciture fare quest'anno. È scritto in modo molto categorico sui pomodori che se il resto è possibile nel tempo, non possono mai essere inscatolati..
3. Non è consentito friggere a causa della crosta o del successivo contenuto di grassi dell'olio?
4. È possibile preparare le uova strapazzate in acqua in modo che il tuorlo sia liquido e che a volte siano possibili uova fritte?
5. Ti concedi un po 'di piccante, pepato
6. Se la festa, poi mangi 200-300 grammi ogni 2 ore?
7. Dolci, ogni volta che te lo permetti, risulta essere un pasto separato?
8. Se c'è qualcosa che non è utile, bevi mezim prima o dopo? Dicono anche che bevono mezim subito con un antispasmodico, è necessario o un mezim sarà sufficiente?
9. Ho spesso fame, anche se il menù sembra normale, a volte mangio dopo 2 ore, c'è abbastanza dolcezza, ho letto da qualche parte che il primo anno per molti, spero, passerà così))) Vorrei, come prima, versare una porzione normale e infine mangiare!

Ci sono molte domande, forse divertenti, ma tutti hanno risposto a queste domande. Se ricordo qualcos'altro, lo chiederò lungo la strada.
Per favore condividi la tua esperienza.
Tra una settimana saranno 1,5 mesi dall'operazione, proverò:
- aringa (se devi metterla a bagno per la prima volta)?
- Voglio provare i pomodori, non troppo presto?
- un pezzo di maiale al forno senza grassi (sotto forma di balyk)

Recensioni di persone dopo la rimozione della cistifellea

Età 37, femmina.
Ho 1 pietra nella cistifellea, ma un grande 14 mm. Si è formato in un anno. È tutta colpa della dieta e del desiderio di perdere peso (((
In precedenza, c'erano crisi epilettiche, è andato in ospedale. Nessuna crisi per 2 anni.
Il gastroenterologo dice: guarda. Chirurgo - elimina. L'endoscopista dice che TUTTI prima o poi avranno gastrite con atrofia e metaplasia causata da GHD. E questa è già una condizione precancerosa.

E sono a un bivio: da un lato, non posso dire di vivere pienamente. Sì, non ci sono attacchi, ma in bocca c'è amaro e acidità occasionali.
Nessun bruciore di stomaco.

Dimmi, pliz, chi e come vive senza fiele, che succede con il tuo stomaco? L'amarezza scomparirà dopo la rimozione? Mi spaventa il fatto che ho solo 37 anni ((questo di solito accade in età avanzata

Sì, sto cercando di sciogliere la pietra, bevo Ursofalk. Semplicemente non cresce, ma non si dissolve nemmeno, sebbene la pietra non sia visibile ai raggi X. Qualcuno è riuscito a dissolversi?

Non volevano rimuovere mia madre fino a quando non ha avuto un grave attacco di pancreatite (e anche sull'aereo) - hanno aspettato che l'infiammazione si placasse e fosse rimossa. Ha vissuto con le pietre per 20 anni, non meno (e prima di allora semplicemente non c'erano gli ultrasuoni). Con il tratto digestivo dopo l'operazione, è diventato più facile, ahimè.
Papà è stato rimosso dopo 2 attacchi in sei mesi (sono stati scambiati per un attacco di cuore) - prima non sapeva di averli (a quanto pare si sono formati un paio di anni prima). Non ci sono stati problemi con il tratto gastrointestinale prima o dopo (mmm).
Entrambi sono stati rimossi tra i 55 ei 60 anni.
Le mie pietre sono apparse 3-4 anni fa - l'hanno vista sugli ultrasuoni, non ci sono attacchi. problemi anche al tratto gastrointestinale (mmm). Non riesco ancora a decidere su un'operazione proprio a causa dell'assenza di convulsioni, amarezza, ecc..
In generale, ci sono molti conoscenti con lo ZhP rimosso e solo uno ha avuto problemi: è stato rimosso 30 anni fa e ha seguito una dieta per troppo tempo dopo l'operazione.

ZY Per quanto riguarda l'età avanzata, purtroppo ai nostri giorni il numero di pazienti con calcoli biliari raddoppia ogni 10 anni e l'età è diventata tremendamente molto più giovane.

Recensioni dei pazienti sulla laparoscopia - rimozione endoscopica della cistifellea

La rimozione della cistifellea, come qualsiasi operazione, fa sì che una persona provi paura e apprensione. Ma l'atteggiamento del paziente nei confronti dell'imminente colecistectomia è importante per un esito positivo del trattamento chirurgico. Spesso, una buona consapevolezza e feedback da persone che hanno subito resezione d'organo aiuta a formare il corretto atteggiamento psicologico. Ispirato da un gran numero di buoni esempi, le fantasie negative di una persona scompaiono e appare una ferma convinzione del buon esito dell'operazione per rimuovere la cistifellea..

Ruolo della cistifellea

Nonostante l'affermazione che l'organo non è vitale, la qualità della digestione e il funzionamento del resto del tubo digerente dipendono dal corretto funzionamento della cistifellea. La funzione principale della cistifellea è l'accumulo e l'elaborazione della bile. Entra nella cavità dell'organo dal fegato, dopodiché la mucosa della vescica assorbe il fluido in eccesso per addensare la secrezione. Ciò è necessario per un'efficiente ripartizione dei grassi. Dopo l'intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea, la bile fluisce dal fegato nel duodeno, causando irritazione e disturbi intestinali.

Una cistifellea sana garantisce l'escrezione della bile nello spazio duodenale quando il coma alimentare vi entra. Ciò è possibile grazie alla capacità della colecisti di percepire il "segnale" della colecistochinina, e di reagire con una brusca contrazione, gettando una porzione di bile nelle vie biliari. In assenza di ZhP, questo processo viene eseguito in modo incontrollabile, il che causa alcuni problemi.

Normalmente, gli acidi biliari, che hanno un effetto epatotossico, perdono le loro qualità aggressive. Quindi la cistifellea protegge il fegato, la mucosa gastrica e l'intestino tenue dall'erosione. Dopo la colecistectomia si perdono tutte le funzioni che svolgeva la colecisti, cosa che non può passare inosservata e, senza dubbio, influisce negativamente su tutto l'organismo.

Perché la cistifellea viene rimossa?

Sfortunatamente, sotto l'influenza di fattori causali nell'organo, si sviluppa infiammazione o si formano calcoli biliari. A poco a poco, la cistifellea perde la capacità di contrarsi attivamente, trasformandosi in un sacco non funzionante. Tali metamorfosi minacciano lo sviluppo di gravi complicazioni, con cui è pericoloso convivere. In questo caso, i medici raccomandano di programmare la rimozione della cistifellea e di non aspettare che la condizione peggiori..

Testimonianza della paziente: Ekaterina, 28 anni

Ho appreso della necessità di una colecistectomia durante un consulto con un chirurgo. Immediatamente dopo il parto, il dolore è apparso sotto la costola destra. Si è scoperto che ho molte pietre e la bolla deve essere rimossa. Ho rifiutato e dopo 3 giorni ho subito un'operazione con un attacco di colecistite acuta, e mi sono davvero pentito di non aver ascoltato il medico allora.

Molto spesso, la ragione per andare dal medico è una forte sindrome del dolore, che appare con gravi cambiamenti patologici nella cistifellea. Disagio, placca sulla lingua, sapore amaro in bocca, molte persone preferiscono non prestare attenzione. Di conseguenza, la diagnosi viene effettuata nella fase in cui sono possibili la perforazione della parete della cistifellea, la sua infiammazione purulenta, l'ascesso epatico, la sepsi e la peritonite biliare. E la rimozione della cistifellea è prescritta in modo da non esporre il paziente al pericolo di gravi complicazioni..

Indicazioni e controindicazioni

La conservazione dell'organo è impossibile durante la diagnosi:

  • infiammazione cronica (colecistite) della cistifellea;
  • malattia dei calcoli biliari;
  • la presenza di pietre nel dotto biliare comune;
  • grave deformazione della cistifellea;
  • empiema della cistifellea, polipi;
  • Cistifellea "disabilitata" (non funzionante);
  • fistole nelle pareti dell'organo.

Le indicazioni per la chirurgia d'urgenza sono la colecistite acuta e altre condizioni complicate. L'intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea viene posticipato se la donna è incinta. Le controindicazioni alla manipolazione chirurgica sono:

  • insufficienza cardiaca e respiratoria nella fase di scompenso;
  • gravi disturbi emorragici (emofilia);
  • ernia diaframmatica;
  • trovare un paziente in coma.

Il cancro della cistifellea è un'indicazione relativa per la laparoscopia a causa della difficoltà di rimuovere i linfonodi interessati. Pertanto, le neoplasie oncologiche vengono rimosse mediante laparotomia..

È possibile fare a meno della chirurgia

È possibile curare completamente la cistifellea solo nella fase iniziale. Ma la diagnosi precoce è rara, quindi il più delle volte i metodi di trattamento conservativo mirano a prevenire la progressione della malattia. Se riscontri problemi con il fiele, il medico consiglia:

  • cambiare la dieta e la dieta;
  • eseguire regolarmente esercizi terapeutici;
  • esame ecografico regolare per monitorare le condizioni della cistifellea.

Se ci sono pietre nella cistifellea, sono piccole (non più di 2 cm) e hanno una composizione di colesterolo, puoi provare a dissolverle con farmaci con acidi biliari. Un'altra condizione per l'uso di questo organo è la funzione contrattile preservata della vescica e la tolleranza ai farmaci..

Testimonianza della paziente: Elizaveta Andreevna, 54 anni

Di recente mi sono stati diagnosticati dei calcoli, il medico ha detto che era necessaria un'operazione. Non volevo rimuovere subito la vescica, mi è stato offerto di bere pillole che aiuteranno a ridurre i calcoli. Ma il medico ha avvertito che se non ci sono miglioramenti entro 6 mesi, non ha senso continuare tale trattamento. Ho bevuto le pillole per un anno, ma i calcoli biliari non sono scomparsi, ma c'erano dolori sotto la costola destra. Non ho ancora fatto l'operazione, sono a dieta, ma sono deluso dallo sciogliere i calcoli.

Dissolvere le pietre è un metodo terapeutico lungo e costoso. Le medicine devono esser bevute da sei mesi a 2 anni, e in 1 mese il diametro delle pietre può diminuire di 1 mm. I calcoli di grandi dimensioni vengono prima frantumati utilizzando le onde d'urto, ma questo metodo può portare a gravi complicazioni, quindi viene utilizzato con estrema cautela. Nonostante tutti gli sforzi, il trattamento potrebbe non avere successo. In assenza di turni in meglio, la colecistectomia non può essere evitata.

Confronto dei metodi chirurgici

Nella pratica chirurgica, vengono utilizzati 4 metodi per rimuovere la cistifellea:

  • La laparotomia è un'operazione addominale, per la quale i chirurghi praticano una grande incisione (15-20 cm) sulla parete addominale anteriore. La resezione viene eseguita in modo aperto.
  • La laparoscopia della cistifellea è una tecnica minimamente invasiva che utilizza speciali apparecchiature endoscopiche. Per accedere all'organo interessato, sono sufficienti 3-4 forature di dimensioni non superiori a 1,5 cm.
  • Mini accesso: la rimozione della cistifellea viene eseguita attraverso una piccola incisione - 4-5 cm.
  • La tecnica SILS è un'operazione laparoscopica, per la quale è sufficiente un'incisione (2 cm) sotto l'ombelico. Inserire una mini-porta in lattice con 4 fori per l'alimentazione del gas e l'inserimento del trocar al suo interno.

Caratteristiche comparative delle tecniche chirurgiche per la rimozione della cistifellea:

Tipo di operazioneDurataTipo di anestesiaDurata della riabilitazioneEstetica (lunghezza delle cicatrici)
Laparotomia2-6 oreAnestesia generalefino a 2 mesi.Grande cicatrice
Laparoscopia1-2,5 h.fino a 8 giorniPiccoli punti
Mini accesso1.5-5 ora.fino a 1,5 mesi.Cicatrice pulita
SILS40 minuti - 2 orefino a 7 giorniMicro cicatrice nella zona dell'ombelico

Ogni metodo ha i suoi pro e contro, ma il "gold standard" è la colecistectomia laparoscopica e recentemente una nuova modifica della laparoscopia tramite 1 puntura - SILS.

Come è la colecistectomia

Un'operazione pianificata per rimuovere la cistifellea viene eseguita dopo un esame approfondito del paziente. Infatti, al fine di escludere possibili problemi al momento del trattamento chirurgico, è importante tenere conto di tutte le sfumature. Questo vale per le condizioni generali del corpo, la presenza di malattie croniche, reazioni allergiche, intolleranza individuale ai componenti medicinali.

Come parte di un esame preoperatorio, il medico prescrive uno studio di laboratorio del sangue e delle urine, un'analisi della bile ottenuta durante l'intubazione duodenale. Il paziente viene sottoposto a un'ecografia, con risultati dubbi: una risonanza magnetica. Prima dell'operazione, il paziente viene consultato da un anestesista, inoltre, si tiene una conversazione psicologica.

Preparazione per la laparoscopia

Una persona inizia a prepararsi per la rimozione della cistifellea una settimana prima dell'operazione. Inizia ad aderire a una dieta per alleviare il tratto digestivo e prevenire la formazione di gas. Sono esclusi dalla dieta cibi grassi, fritti, affumicati, salati, legumi, verdure crude e frutta. La base della dieta è il cibo leggero, cucinato mediante bollitura o al vapore.

Prima dell'operazione, pulire l'intestino con un clistere classico con acqua tiepida o un micro clistere medicinale. È vietato mangiare e bere il giorno dell'intervento. In anticipo, è necessario rimuovere i peli dall'addome e prima della colecistectomia fare una doccia con sapone antibatterico.

Processo operativo

L'anestesista esegue la premedicazione direttamente in sala operatoria. Questa è la preparazione del farmaco del paziente per la prossima anestesia. Un'ora dopo, quando il paziente è in anestesia generale, la colecistectomia viene eseguita secondo lo schema di base:

  • Il chirurgo tratta l'addome del paziente con una soluzione antisettica e esegue piccole incisioni.
  • L'anidride carbonica calda viene iniettata nella cavità addominale. Questo è un prerequisito, altrimenti gli organi interni potrebbero scottarsi. Il gas è necessario per aumentare la distanza tra gli organi e ottenere più spazio per gli strumenti di manovra.
  • Un laparoscopio viene inserito nel foro nell'ombelico. È un dispositivo endoscopico dotato di videocamera e sistema di illuminazione. Fornisce la traduzione del campo operatorio sullo schermo del monitor.
  • Due incisioni laterali sono previste per l'inserimento dei manipolatori. Questi sono gli strumenti necessari per la resezione GB e la sutura dei tessuti danneggiati..
  • Il chirurgo asportare la cistifellea interessata, mette i punti di sutura interni.

Al termine dell'operazione si rimuovono gli strumenti e il laparoscopio, si suturano le forature.

Le conseguenze della cancellazione

Nella fase postoperatoria, la vita senza cistifellea implica l'adattamento del tratto digestivo a fare a meno di un accumulatore di bile. Per fare questo, una persona dovrà seguire una dieta, imparare a mangiare rigorosamente secondo l'orologio, dosare l'attività fisica e rinunciare alle cattive abitudini. In caso di rifiuto di rispettare le raccomandazioni mediche, una persona dovrà affrontare manifestazioni pronunciate della sindrome postcolecistectomia:

  • pesantezza e dolore nell'ipocondrio destro;
  • bruciore di stomaco, eruttazione;
  • una sensazione di amarezza in bocca;
  • nausea, lingua ricoperta di fioritura;
  • disturbi intestinali - diarrea o costipazione.

Nel tempo possono comparire infiammazione delle vie biliari, calcoli nei dotti, disturbi funzionali del sistema valvolare sfintere. Di conseguenza, non solo le vie biliari soffrono, ma anche il fegato, il pancreas, l'intestino.

Riabilitazione

La durata del recupero completo dopo la colecistectomia laparoscopica dipende dalla qualità del periodo di riabilitazione. Immediatamente dopo l'operazione, il paziente rimane sotto la supervisione dei medici. Di solito sono limitati a una degenza ospedaliera di due giorni e, dopo un'operazione a un porto, il paziente può essere dimesso il giorno successivo..

Revisione del paziente della laparoscopia: Nikolay, 48 l.

Hanno trovato pietre nel mio fiele per molto tempo. All'inizio ho ascoltato i medici, seguito una dieta, sono venuto per un esame. Poi ha cambiato lavoro e ha rinunciato alle cure. Quando sono comparsi forti dolori sul lato destro, ho deciso di accettare un'operazione per rimuovere la cistifellea. Su consiglio, mi sono rivolto a un buon chirurgo della clinica, ha detto che avremmo fatto la laparoscopia. Mi sono svegliato dopo l'operazione e, con mia grande sorpresa, niente mi ha fatto male, quindi c'era un leggero fastidio allo stomaco. Dopo l'operazione, sono rimasti solo 3 punti e sono stato in grado di andare a lavorare in una settimana. Semplicemente fantastico!

Dopo la rimozione della cistifellea, la riabilitazione è principalmente necessaria per il sistema digestivo. Dovrà ristrutturare il suo lavoro dopo aver escluso la sua cistifellea dalla catena digestiva. Mangiando frazionalmente, a intervalli regolari, una persona "insegna" al fegato a produrre bile in un determinato momento. E l'assenza di cibo pesante fornirà il carico corretto sul tratto gastrointestinale e ridurrà il rischio di disturbi dispeptici..

Stile di vita

Per tutta la vita, dopo aver rimosso la cistifellea, una persona deve aderire ai principi della dieta numero 5. Questa è la condizione principale per il benessere e per prevenire l'emergere di nuovi problemi di salute. Non dobbiamo dimenticare uno stile di vita attivo: fare ginnastica, camminare di più.

Camminare per 10-15 minuti al giorno ha un effetto benefico su tutti i sistemi e organi, migliora anche l'umore, migliora il benessere. Devi dimenticare le cattive abitudini: la nicotina e l'alcol sono severamente vietati. Non dovrebbero esserci errori significativi nella nutrizione, la debolezza minuscola porterà un piacere dubbio e dovrai trattare un'esacerbazione non una sola settimana. Già un paio d'anni dopo aver rimosso la cistifellea, puoi permetterti di mangiare un po 'di cibo proibito, ma molto raramente e in quantità molto limitate.

Dieta

Il cibo salutare diventa per molti anni la base della dieta. La dieta dopo la colecistectomia è equilibrata e non include gravi restrizioni. Pertanto, nel tempo, una persona si abitua a mangiare in un modo nuovo. I cibi grassi, affumicati e salati scompaiono per sempre dal menu. Il maiale e l'agnello sono preferiti a pollo, tacchino e manzo magro. Il pesce viene selezionato secondo lo stesso principio: meno grasso, meglio è.

I latticini possono essere quasi tutto, ma in una forma priva di grassi. I medici ti permettono di mangiare un po 'di burro, ma devi scegliere formaggi duri e freschi, le varietà salate saranno dannose. I prodotti da forno freschi danno un grande carico al fegato, quindi mangiano il pane di ieri e sostituiscono le ciambelle e le torte fritte con biscotti secchi e bagel non zuccherati.

Cioccolato, torte, pasticcini sono nella lista dei cibi proibiti, marshmallow, marmellate e gelatine di frutta ancora migliori sono adatte come dessert. Hai bisogno di bere molto, ma non di soda e caffè nero, ma tè verde debole, composta, un decotto di camomilla o rosa canina. Non è necessario aggiungere zucchero alle bevande, è meglio mangiare un cucchiaio di miele se non si è allergici ai prodotti delle api. Non bisogna dimenticare che è importante mangiare cibi e bevande caldi, in modo da non provocare spasmi delle vie biliari e pericolosi disturbi del tratto digerente.

Conclusione

La rimozione della cistifellea, come qualsiasi altro organo, è una misura estrema. Ma in determinate circostanze, non puoi farne a meno. È meglio riconsiderare le proprie abitudini e continuare a vivere pienamente senza un GB affetto, piuttosto che esporre la propria salute e la propria vita al pericolo di contrarre una grave complicanza, dopodiché la prognosi non è sempre univoca.

La cistifellea è stata rimossa. Come continuare a vivere?

  • 1 febbraio 2018

La mamma (67 anni) ha subito un'operazione per rimuovere la cistifellea due settimane fa. È già a casa. Ma la vita si è trasformata in una costante seduta in bagno. In tutte queste 2 settimane ha una diarrea costante tutto il giorno e la notte. Ha perso molto peso. Aderisce a una dieta, mangia in modo frazionato. Beve loperamide per la diarrea - non aiuta affatto. Ora, probabilmente sullo sfondo di una diarrea costante, è apparsa una terribile debolezza. Anche banale per il dottore in clinica, non può uscire, perché ha paura che sarà lento ad andare di nuovo in bagno lungo la strada e non verrà.
Ho chiamato la terapista a casa domani, ma c'è una ragazzina dopo l'università, non so se mi aiuterà. La mamma era completamente molle. Ero un entusiasmo, correvo ovunque, sono riuscito a fare tutto, ma ora ho paura di fare un passo dalla casa e non ho forza - lei mente tutto il tempo.

Ragazze. Forse alcuni dei parenti hanno avuto anche la rimozione della cistifellea? Come abbiamo vissuto con esso, come abbiamo affrontato tali problemi?

Vita dopo la rimozione della cistifellea.

Ciao! Spero che uno dei miei amici abbia notato la mia assenza durante il mese
Ero con mia suocera nel territorio di Krasnodar, dove ho fatto l'operazione. Ho accettato una cavità, ma con una piccola incisione di 2 cm. Ci sono voluti poco più di 3 settimane, quasi un mese. Ragazze che dubitano. Non me ne sono mai pentito, anche quando sono stato in terapia intensiva per un giorno. Sono a dieta, per ora prendo le pillole. Ma già nakosyachila, sui nervi a causa della partenza della caramella mangiato. Ho sentito immediatamente dov'era il mio fegato e il disagio era minimo. Ma in generale tengo duro, ci sono abituato, non mi sento svantaggiato e malsano.
Tuttavia, il reflusso è rimasto. Ma queste sono le mie precedenti pietre e la cistifellea infiammata non ha nulla a che fare con questo. Ho visitato un gastroenterologo, ha cambiato la mia dieta e il trattamento. Mi sono subito sentito un uomo. Ma la cosa più interessante, ovviamente, inizierà dopo che avrò smesso di bere le pillole.Voglio davvero credere che andrà tutto bene. Mezzo anno di dieta, recupero e avanti per un secondo. Mia figlia chiede un set ((

P.S. Sì, ragazze, c'è vita dopo aver rimosso la cistifellea) L'importante è non mangiare molto, perdonatemi per il gioco di parole!

registrare

YuliaM
Il gastroenterologo ha detto che se un organo non è in ordine, anche il resto inizia a funzionare a intermittenza e che queste sono pietre, ognuno ha un individuo.

Certamente. Elimina, ma non soffrire. Vai al pianificato, non ritardare. Le convulsioni sono difficili. Puoi allungare la mano e partire urgentemente per la cavità.

Vivo senza fiele da 12 anni. Non sento di non esserlo, vivo e vivo. È vero, ha seguito coscienziosamente una dieta per un anno dopo l'operazione..
In generale, tra amici e parenti, molti hanno rimosso il fiele. Nessuno ha pianto che si pentissero di lui
Ne avevo molti piccoli e tre grandi. Le pareti della bile erano già esaurite. Rimosso nel tempo
Ma mio padre, 20 anni fa con qualcosa, è venuto con urgenza al tavolo operatorio, che era già diventato giallo. ha tagliato lo stomaco, è andato molto forte.

Argomento: vita dopo la rimozione della cistifellea

Opzioni del tema
  • versione stampata
  • Iscriviti a questo thread...

Vita dopo la rimozione della cistifellea

Ragazze!
Una settimana fa, la mia cistifellea è stata rimossa. Sono a dieta. Ho creato questo argomento in modo che potessimo condividere ricette per piatti dietetici, discutere la possibilità di praticare sport.
Come fai a vivere senza fiele? Ci sono problemi, come risolverli?

Il mio amico ne ha rimosso uno buono. mentre messo con l'appendice
Si è comprata un multicooker o una doppia caldaia - e si prepara per se stessa. VIVE COMPLETAMENTE NORMALMENTE.

Sono stato cancellato 5 giorni fa, il 20 ottobre. Sono stato dimesso il 22 ottobre. dopodomani vado a togliere i punti.
Non ho ancora deciso come vivere senza di lui. al suo ritorno dall'ospedale, mi sono preparato un programma dei pasti, per ogni evenienza, per non provocare. Mangio spesso, ma a poco a poco. le compresse devono essere assunte per 10 giorni. durante il giorno, devi sdraiarti per riposare almeno per un po '. Non posso ancora aspirare, pulire il pavimento, stendere i vestiti, ecc
la dieta non è difficile da seguire, vediamo come va dopo

Come rendere più facile per il corpo adattarsi alla vita senza cistifellea?

Qualsiasi operazione è stressante. Ma puoi essere contento che il tuo sia uno dei più comuni. Inoltre, recentemente è stato sempre più eseguito con l'ausilio di una metodica endoscopica, meno traumatica di un'operazione addominale..
Il tuo compito per i prossimi 1,5-2 anni è aiutare i dotti biliari ad assumere le funzioni della cistifellea rimossa. L'intero periodo si svolgerà sotto il segno delle quattro "balene": dieta, dieta, terapia farmacologica e ginnastica.

Oggi, domani e per tutta la mia vita
"Oggi" inizia il 1 ° giorno postoperatorio e termina con la dimissione dall'ospedale indipendentemente dal tipo di intervento: endoscopico o addominale. In questo momento, quando i punti stanno guarendo e l'intestino è indebolito e non è affatto pronto per lavorare a pieno carico, la dieta dovrebbe essere la più rigida. Puoi solo bere: tè debole, succo di frutta non acida, mezzo diluito con acqua, acqua minerale come Borjomi senza gas - 1/2 tazza 4-6 volte al giorno.
Il 2 ° giorno, è consentito mangiare zuppa viscida, purè di riso o farina d'avena, gelatina. Dal 3 ° giorno, puoi aggiungere ricotta a basso contenuto di grassi, carne bollita, pesce, pollo sotto forma di cotolette di vapore, cracker di pane bianco - un po 'di tutto. E così - fino alla dimissione.
"Domani" arriva quando si varca la soglia di casa e dura 1,5-2 mesi. La dieta è parsimoniosa: non solo il sistema biliare è minimamente caricato, ma anche il pancreas, lo stomaco, il duodeno, che, di regola, soffrono anche di malattie della colecisti.
È vietato mangiare qualsiasi cosa che contenga grassi refrattari: strutto, maiale e agnello grassi, oca, anatra. Escludere dal menu ricchi brodi, fritture di carne, pesce e verdure, carni affumicate, conserve, pesce salato e affumicato, chum e caviale granulare, marinate, compresi funghi sott'aceto e sotto sale, acetosa, spinaci, cipolle, aglio, spezie piccanti, fresche frutta e verdura, poiché hanno un forte effetto saponificante. Dovremo rinunciare al pane di segale (puoi mangiare solo il pane bianco o secco di ieri), così come ai prodotti di pasta fritta: frittelle, torte, chebureks, calce. Dimentica torte, brownies alla crema, panna montata.
Piatti di carne, pesce e verdure - non solo bolliti o al vapore, ma anche tritati, meglio purè. Il cibo non deve essere né troppo caldo né troppo freddo. Il tiepido è proprio quello che ti serve. Si può pensare solo al gelato e alle bevande con ghiaccio, poiché il freddo provoca riflessivamente uno spasmo delle vie biliari e un attacco di dolore. Per lo stesso motivo, dovresti rifiutare l'okroshka dal frigorifero nel calore..
Poiché il cibo raro e abbondante può anche provocare uno spasmo delle vie biliari, è necessario mangiare almeno 6-7 volte al giorno (l'ultima volta non più tardi di 2 ore prima di coricarsi). Consiglio di bere non più di 1,5 litri di liquido, in modo da non aumentare la quantità di bile secreta..
Certo, le restrizioni gastronomiche non aggiungono gioia, ma non si dovrebbe farne una tragedia. L'abbondanza di prodotti di oggi più un po 'di fantasia - e sulla tavola, come su una tovaglia autoassemblata, ci saranno molti piatti gustosi e sani. Si tratta di una varietà di zuppe vegetariane - verdure, cereali, latticini, carne, pesce, piatti di pollame sotto forma di cotolette al vapore, involtini, soufflé, ricotta e piatti a base di esso, formaggi delicati e latticini, verdure bollite o schiacciate - carote, cavoli, barbabietole, zucchine, zucca, mais, frutta e bacche sotto forma di frutta in umido, gelatina, mousse, tutti i tipi di cereali, casseruole, primi piatti.
Questa dieta numero 5 seguirai per i prossimi 2 anni, anche se non così rigorosamente. I pasti rimangono frazionari, ma non 6-7, ma 5-6 volte al giorno. Per quanto riguarda il liquido, se lo si desidera, la quantità può essere aumentata a 2 litri. Tutte le altre indulgenze gastronomiche sono fatte meglio con il permesso del medico..
Per chi è in sovrappeso, consiglio di ridurre l'apporto calorico utilizzando farina, pasta, dolci, zucchero. È utile organizzare un giorno di digiuno una volta alla settimana: mela, carne, kefir. A chi si è sottoposto all'intervento si consiglia una giornata di composta di riso: bere 1,5 litri di composta di frutta secca in 5 dosi, e mangiare 3-4 cucchiai di porridge di riso con frutta secca della composta a colazione, pranzo e cena. Sia la composta che il porridge sono cotti senza zucchero.
Non dimenticare le vitamine e, prima di tutto, l'acido ascorbico: deve essere assunto come compressa 3 volte al giorno. La vitamina della farmacia può sostituire con successo l'infuso di rosa canina, che è ricco di vitamina C e ha anche un effetto coleretico. Versare le bacche tritate con acqua bollente (al ritmo di un cucchiaio di bacche in un bicchiere di acqua bollente) e lasciare in un thermos per 8-10 ore. Bere 1/2 tazza 2 volte al giorno.
Per coloro la cui cistifellea è stata rimossa a causa di calcoli biliari, i cibi ricchi di colesterolo dovranno sempre essere limitati: rimuovere la cistifellea non è ancora eliminare la malattia di calcoli biliari. Se interrompi la dieta, i calcoli di colesterolo possono formarsi ripetutamente nei dotti biliari, "spingendo" per una seconda operazione.
Per quanto riguarda coloro che sono stati sottoposti a colecistectomia per colecistite non calcarea, in buona salute, 2 anni dopo l'operazione, è possibile allontanarsi gradualmente dalla dieta n. 5.

Quando serve un "secondo fronte"
Il periodo postoperatorio procede con calma, senza complicazioni, se la cistifellea è stata rimossa durante la remissione della colecistite o nelle prime fasi della colelitiasi, mentre altri organi vicini non sono coinvolti nel processo patologico: pancreas, fegato, stomaco, duodeno.
Le statistiche mostrano: se, contrariamente al consiglio dei medici, l'operazione viene ritardata, il 20% dei pazienti sviluppa malattie concomitanti - pancreatite, epatite, ulcera peptica. Dopo la colecistectomia, il loro decorso è esacerbato. Sensazioni spiacevoli compaiono nell'ipocondrio destro, sotto lo stomaco, nausea, eruttazione, amarezza in bocca, possono esserci feci instabili, gonfiore. In altre parole, si sviluppa una cosiddetta sindrome postcolecistectomia molto spiacevole..
In questo caso una dieta non basta, bisogna aprire un "secondo fronte" e chiedere aiuto con la terapia farmacologica. Quale medicinale prescrivere, in ogni caso, decide il medico. Saranno necessari farmaci che normalizzino la funzione degli sfinteri delle vie biliari e del duodeno: cerucale, motile (una compressa 2-3 volte al giorno). Altri - preparati enzimatici che promuovono una migliore digestione e assimilazione del cibo, riducono il gonfiore: festivo, digestivo, creonte (1-2 compresse o pillole 3-4 volte al giorno durante i pasti). Il medico può prescrivere un rimedio per ridurre il ristagno della bile nei dotti biliari: flamin, holagogum, 1-2 compresse o capsule Zraza al giorno 30 minuti prima dei pasti.
Essentiale-forte viene solitamente prescritto per migliorare la funzionalità epatica (2 capsule 3 volte al giorno). Se il medico lo ritiene necessario, consiglierà le tube cieche con acqua minerale e spiegherà come eseguirle..

Ginnastica per l'addome
Naturalmente, non si può parlare di ginnastica nel primo mese dopo l'intervento chirurgico addominale: qualsiasi tensione nei muscoli addominali provoca dolore. Solo dopo questo tempo, iniziano a fare esercizi speciali per formare una buona cicatrice postoperatoria mobile e rafforzare i muscoli addominali. E anche i pazienti obesi con una pancia grassa e cadente devono indossare una benda. Dove trovarlo, te lo dirà il dottore. Coloro che hanno subito un intervento chirurgico utilizzando l'endoscopia devono anche fare esercizi: aiutano il deflusso della bile.
Nei primi sei mesi fino a un anno, non svolgere lavori associati a tensioni significative nei muscoli addominali (lavare pavimenti, sollevare pesi, scavare letti)..
E l'ultima cosa. Prenditi il ​​tuo tempo al sanatorio. Per i primi sei mesi, è meglio essere in un ambiente familiare e, se necessario, consultare il proprio medico.

Una serie di esercizi
Esegui ogni esercizio 10-15 volte, ma se ti senti stanco, riduci il carico, riduci la loro ripetizione.
1. Posizione di partenza (f. P.) - sdraiato sulla schiena, gambe piegate alle ginocchia, piedi divaricati leggermente più larghi delle spalle. Dopo un respiro profondo, le ginocchia si piegano in un modo o nell'altro.
2. I. p. - sdraiato sulla schiena, gambe piegate alle ginocchia. Posiziona un sacchetto di sabbia (250-300 g) sulla parte superiore dell'addome. Mentre espiri, cerca di sollevarlo il più in alto possibile, mentre inspiri, abbassalo. Lo stesso - con una sacca posizionata sull'addome inferiore.
3. I. p. - sdraiato sul lato sinistro, gambe piegate alle articolazioni del ginocchio e dell'anca. Mentre espiri, riporta indietro la gamba destra, aumentando gradualmente l'ampiezza e diminuendo l'angolo di flessione. Lo stesso - sul lato destro.
4. I. p. - sdraiato sulla schiena, gambe distese e divorziate al massimo ai lati, braccia lungo il corpo. Movimento incrociato delle gambe dritte - destra su sinistra, sinistra su destra. La respirazione è arbitraria.
5. I. p. - seduto su una sedia, appoggiato allo schienale, mani per afferrare il sedile. Fai un respiro profondo. Mentre espiri, appoggiandoti su braccia e gambe, solleva il bacino, torna alla posizione originale.
6. I. p. - seduto sul tappeto, braccia lungo il corpo, gambe unite. Dopo un respiro profondo, il busto si piega alternativamente a destra ea sinistra. Quindi il busto si piega a sinistra con la mano destra sollevata e a destra con la mano sinistra sollevata.
7. I. p. - in piedi dietro una sedia, tenendo la schiena. Dopo aver fatto un respiro profondo mentre espiri, sposta la gamba destra di lato e indietro. Lo stesso - con il piede sinistro.
8. I. p. - in piedi, piedi alla larghezza delle spalle, mani sulla cintura. Ruota il busto alternativamente a destra ea sinistra. La respirazione è arbitraria.

Dottore in Scienze Mediche, Professore

Vita dopo la rimozione della cistifellea

Ri: Vita dopo la rimozione della cistifellea

Marianna21j »6 settembre 2016, 20:55

Ri: Vita dopo la rimozione della cistifellea

Vasilisa Melkumyan »7 settembre 2016, 05:38

Ri: Vita dopo la rimozione della cistifellea

Arishulka »7 settembre 2016, 07:22

Ri: Vita dopo la rimozione della cistifellea

Arishulka »7 settembre 2016, 07:25

Ri: Vita dopo la rimozione della cistifellea

Vasilisa Melkumyan »7 settembre 2016, 09:00

Ri: Vita dopo la rimozione della cistifellea

iriska2402 »9 giugno 2017, 15:56

Ri: Vita dopo la rimozione della cistifellea

Inna S "13 luglio 2017, 22:41

Ri: Vita dopo la rimozione della cistifellea

Inna S "13 luglio 2017, 22:44

Ri: Vita dopo la rimozione della cistifellea

Yesha »13 luglio 2017, 23:02

Ri: Vita dopo la rimozione della cistifellea

Ksyu26 »15 luglio 2017, 16:52

Ri: Vita dopo la rimozione della cistifellea

iriska2402 »19 luglio 2017, 11:33

Ri: Vita dopo la rimozione della cistifellea

Inna S »25 luglio 2017, 22:41

Ri: Vita dopo la rimozione della cistifellea

Monika1 "7 dicembre 2017, 17:18

Ri: Vita dopo la rimozione della cistifellea

Nafanyuta »30 dicembre 2017, 04:22

Ri: Vita dopo la rimozione della cistifellea

shurochka0894 "15 gennaio 2018, 11:31

Recensioni di persone dopo la rimozione della cistifellea

Papà ha osato nel 95, prima ha seguito una dieta, ora mangia di tutto, ma ovviamente entro limiti ragionevoli. Ma mangia anche patate fritte, burro al burro e kebab.

Se il tuo pancreas è infiammato, questo non è necessariamente un collegamento diretto con la rimozione della bile. Molto probabilmente, c'erano problemi prima e la mancanza di fiele li ha esacerbati. Conosco persone con problemi al pancreas e ottima cistifellea. Inoltre, potrebbero esserci problemi al fegato, ma ancora una volta, molto probabilmente esistevano prima dell'operazione.

Papà ha osato nel 95, prima ha seguito una dieta, ora mangia di tutto, ma ovviamente entro limiti ragionevoli. Ma mangia anche patate fritte, burro al burro e kebab.

Se il tuo pancreas è infiammato, questo non è necessariamente un collegamento diretto con la rimozione della bile. Molto probabilmente, c'erano problemi prima e la mancanza di fiele li ha esacerbati. Conosco persone con problemi al pancreas e ottima cistifellea. Inoltre, potrebbero esserci problemi al fegato, ma ancora una volta, molto probabilmente esistevano prima dell'operazione.

Il fegato va bene. Ho fatto un esame del fegato speciale dopo questo attacco, il medico stesso è rimasto sorpreso, ha detto che stava bene. Poi mi hanno spaventato che si formassero dei sassi nei condotti) Cioè. l'operazione non esclude tutti i problemi, apparentemente una tale predisposizione alla formazione di pietre)

»Aggiunto in seguito
Bene, dopo l'operazione, non è più in ordine)))

La mia cistifellea mi è stata rimossa lo scorso marzo. Non sono state prescritte diete o farmaci. Negli ultimi quasi un anno, ho notato che il corpo reagisce male al piccante, grasso, fritto. Ma non ne abuso, al massimo posso mangiare barbecue o carote coreane al mio compleanno.

Anche la nonna e la madre sono state rimosse dalla bile, la nonna beveva sempre preparati digestivi - aveva problemi dopo l'operazione.

Ma dopo l'operazione, ho guadagnato peso senza cambiare la mia dieta. Hai avuto questo?

La suocera ha rimosso la cistifellea circa due anni fa, ha seguito una dieta e ha mangiato prodotti dietetici nella vita, perché il suocero ha un'ulcera allo stomaco
Ma una collega al lavoro, il fiele di sua madre è stato rimosso molto tempo fa, 10 anni fa. Quindi quella zia subito dopo essere stata dimessa dall'ospedale ha mangiato carne fritta e ha bevuto vodka. Sono quasi morto e non ho seguito una dieta, ho sofferto di dolori e vomito per circa 3-4 mesi, poi il corpo si è abituato a una tale dieta e lei mangia davvero quello che vuole e beve anche. Ma questa è molto probabilmente un'eccezione..

Ragazze, mi rimprovero le ultime parole. Idiota Sono solo un IDIOTA che ha cancellato lo ZhP. Se sapessi che è possibile frantumare pietre con Ursofalk, per molto tempo (l'amica di mia madre l'ha bevuto per 2 anni e tutte le pietre sono uscite e se ne sono andate) NON andrei sotto i ferri per NULLA. Quello che ho per ora. amarezza cronica in bocca, alterazioni del fegato e del pancreas e gran parte di tutto ciò che è associato al tratto gastrointestinale e ho solo 28 anni. Cerco di stare a dieta, mi sono comprato un bagnomaria.

Miseda Bevo Ursofalk una volta ogni sei mesi per un mese, Allahol e Yessentuki senza gas.

Sì, Katya, lo so, ma potrei almeno provarlo, ma io, come un pazzo, mi precipitai a tagliare lo ZhP. Mi dispiace molto adesso

»Aggiunto in seguito
Rispondi al messaggio di Qattara il 7 febbraio 2011 21:54

E devo solo rimuovere la cistifellea: un'ecografia degli organi della cavità addominale nell'ospedale di maternità ha rivelato la poliposi della cistifellea, hanno detto - assicurati di rimuovere.
2,5 anni fa c'era un polipo e ora ce ne sono 10.

Ragazze, avete subito una rimozione laparoscopica o un'operazione addominale? Quale posto migliore per far rimuovere la cistifellea per via laparoscopica?

Mio marito vive senza fiele da 2,5 anni. Non segue particolarmente la dieta, anche se a volte si lamenta di bruciore di stomaco. Prima dell'operazione, c'era un incubo e un orrore. Un anno prima della rimozione, sono iniziati dolori terribili, nausea, bruciore di stomaco, che è apparso sotto forma di attacchi settimanali dopo perfezionamenti speciali nel cibo (vacanze, cambio di cucina). Durante le vacanze nella Repubblica Ceca, era coperto molto male, siamo andati all'ospedale e lì si è scoperto che c'erano pietre. I cechi non hanno eseguito l'operazione, hanno resistito fino a Mosca. Qui il medico della clinica ha chiamato un'ambulanza, che ha portato il marito in ospedale fin dalla reception.

Mio marito ha subito una laparoscopia, sono rimaste 3 piccole incisioni (1,5 cm). Nel 31 ° ospedale, sono andati lì, chiedendo l'elemosina, per non entrare nel 17 °. Mio marito è rimasto molto soddisfatto del suo soggiorno lì. Molto comodo, l'atteggiamento dei medici è meraviglioso, tutto è stato fatto in modo rapido e professionale. E gratuitamente, ad es. sotto la politica usuale.

La suocera, a proposito, non ha nemmeno lo ZhP. L'hanno creata molto, molto tempo fa. Ebbene, chi non aderisce categoricamente a una dieta è lei. E niente, non si lamenta della salute (TTT).

Argomento: cos'è la vita senza cistifellea?

Opzioni del tema
  • versione stampata
  • Schermo
    • Vista lineare
    • Vista combinata
    • Visualizzazione ad albero
  • Cos'è la vita senza una cistifellea?

    A volte il mio lato destro si allunga (leggermente), il medico ha detto che dopo l'ecografia avremmo cercato di vedere se valeva la pena rimuovere la cistifellea. Quindi la decisione dovrà essere presa in meno di un giorno. A questo proposito, ho una domanda del genere per coloro a cui è stata rimossa anche la cistifellea durante l'operazione (o che l'aveva rimossa prima).

    Hai notato la sua assenza?
    Senti l'amarezza?
    La digestione è cambiata?
    Qualcuno ha bisogno di andare in bagno più spesso (come scritto 10-15 volte)?
    Quanto è aumentato il costo dell'operazione??
    Ho trovato un articolo sul sito

    (Il rilascio della bile avviene nel duodeno. Nel tempo, il corpo si adatta alla richiesta e produce la bile in un volume adeguato al bisogno. Se i calcoli nella cistifellea sono taglienti, hanno bordi irregolari (questo è determinato dai raggi X o dagli ultrasuoni), allora danneggiano la mucosa e il dolore si verifica Se le pietre hanno una superficie liscia, una persona può conviverci per tutta la vita senza provare tormento.
    Dopo aver rimosso la cistifellea, la bile entra costantemente nell'intestino e, poiché ha un effetto irritante, porta ad un aumento dell'attività motoria dell'intestino e, di conseguenza, ad un aumento del numero di movimenti intestinali. Persone diverse si adattano dopo la colecistectomia in modi diversi, per alcune persone la necessità di andare in bagno fino a 10-15 volte al giorno persiste per molti anni. Questo è molto più doloroso della consapevolezza che ci sono pietre nella cistifellea. Naturalmente, c'è sempre una minaccia di blocco del dotto biliare da parte di un calcolo e si verifica una "colica epatica". In questi casi è indicato l'intervento chirurgico. Ma se non mangi più cibi grassi del solito (sottolineo ancora una volta non un rifiuto totale dei grassi, ma un consumo normale), di regola, il pericolo potrebbe non essere così grande.
    Pertanto, devono esserci indicazioni rigorose per la rimozione della cistifellea. Se non ci sono, è meglio non affrettarsi a rimuovere la cistifellea. La questione della rimozione della cistifellea è risolta al meglio con un gastroenterologo, poiché, sfortunatamente, a volte i chirurghi sono interessati alla colecistectomia nei reparti a pagamento. Il gastroenterologo consiglierà i farmaci per il trattamento, la dieta; ti indirizzerà a un chirurgo se necessario.)

    Questo è uno dei pochi posti in cui è scritto, non abbiate fretta di tagliare, su altri siti il ​​motto principale è "tagliate all'inferno".