Dolore intestinale

Cliniche

Il dolore nell'intestino è un segno clinico caratterizzato da dolore nell'area di questo organo, che è molto spesso una manifestazione di malattie gastroenterologiche, ma solo un medico può determinare con precisione questo fattore eseguendo le necessarie misure diagnostiche.

La natura del quadro clinico aggiuntivo del dolore nell'intestino dipenderà da ciò che ha causato esattamente la comparsa di un tale sintomo. Possono essere presenti vomito, nausea, instabilità delle feci e un generale peggioramento del benessere. A causa del fatto che i sintomi generali non sono specifici, l'automedicazione è inaccettabile..

La diagnostica viene effettuata attraverso esame fisico, analisi di laboratorio e strumentali. La tattica delle misure terapeutiche dipenderà dal fattore sottostante, ma nella maggior parte dei casi viene utilizzata la terapia conservativa. È anche possibile che il dolore intestinale possa essere eliminato solo attraverso un intervento chirurgico..

Le previsioni dipenderanno dalla gravità della malattia sottostante, dagli indicatori generali dello stato di salute del paziente e dal fatto che le misure terapeutiche siano state avviate in modo tempestivo..

Eziologia

La causa del dolore nell'intestino può essere quasi tutte le malattie gastroenterologiche, nonché un processo patologico che non ha nulla a che fare con il tratto gastrointestinale. In alcuni casi, la sensazione che "l'intestino fa male" appare dopo una lunga assenza di cibo, durante lo stress, l'esperienza nervosa.

Considerando i fattori eziologici patologici della presenza di dolore nell'intestino, va notato:

  • colite;
  • enterocolite;
  • malattie infettive intestinali;
  • danno parassitario all'intestino;
  • costipazione funzionale;
  • celiachia;
  • megacolon;
  • dieta malsana - l'abuso di fast food, cibi grassi, l'abitudine di cenare prima di coricarsi, bere cibo con bevande gassate zuccherate;
  • malattie infiammatorie - in questo caso, il dolore nell'intestino dà alla parte bassa della schiena;
  • violazione di un'ernia;
  • sindrome dell'intestino irritabile;
  • processi oncologici nel tratto gastrointestinale.

Il dolore al colon può essere causato da quanto segue:

  • emorroidi;
  • formazione nell'intestino di natura benigna o maligna;
  • ragadi anali.

Altre patologie proctologiche possono anche provocare dolore nell'intestino di tale localizzazione..

Il dolore nell'intestino può essere il risultato di alcune malattie ginecologiche, patologie del sistema genito-urinario.

Nelle donne l'eziologia è la seguente:

  • gravidanza extrauterina;
  • esacerbazione di malattie ginecologiche croniche.

L'intestino spesso fa male durante le mestruazioni. Se questo sintomo si manifesta costantemente, è imperativo consultare un medico per un consiglio..

Spesso, l'intestino fa male a causa di malattie infettive, come:

  • colera;
  • dissenteria;
  • infezione da rotavirus;
  • escherichiosi;
  • enterovirus;
  • salmonellosi.

Il dolore nell'intestino a destra può essere un segno dei seguenti processi patologici:

  • colite ischemica;
  • Morbo di Crohn;
  • discinesia;
  • diverticolite;
  • infiammazione dell'appendice;
  • colite ulcerosa aspecifica;
  • tubercolosi.

Il dolore nell'intestino a sinistra, di regola, è causato dalle seguenti patologie:

  • mononucleosi;
  • infarto della milza;
  • processi patologici nel pancreas;
  • lesione erosiva ulcerosa dello stomaco;
  • pancreatite;
  • nelle donne - infiammazione ovarica.

Il dolore nell'intestino può essere un segno di quasi tutte le malattie di natura gastroenterologica, pertanto non è consigliabile eseguire il trattamento da soli, senza una diagnosi accurata e la prescrizione di un medico. Tali misure terapeutiche possono portare a conseguenze estremamente negative..

Classificazione

Per la natura della manifestazione, il dolore può essere:

  • dolorante;
  • taglio;
  • accoltellamento;
  • stupido;
  • acuto.

In base alla durata della manifestazione, il sintomo è diviso in due tipi:

  • dolori crampi - possono comparire in qualsiasi momento, nella maggior parte dei casi di breve durata;
  • continuo.

La manifestazione di questo sintomo dipenderà dalla malattia intestinale.

Sintomi

La natura del quadro clinico in questo caso dipenderà dal fattore sottostante.

I sintomi di natura generale includono le seguenti condizioni:

  • Nausea spesso accompagnata da vomito Allo stesso tempo, il vomito non porta sempre sollievo, può contenere impurità di sangue o bile.
  • Instabilità dei movimenti intestinali - la diarrea si alterna alla stitichezza. Le feci possono contenere muco, sangue e particelle di cibo non digerito. Con il morbo di Crohn e la colite ulcerosa, la frequenza della diarrea può essere fino a 10-15 volte al giorno.
  • Flatulenza aumentata.
  • Gonfiore, sensazione di sazietà.
  • Dolore addominale, la cui natura dipenderà dal fattore sottostante.
  • Bruciore di stomaco, eruttazione.
  • Cattivo sapore in bocca.

Con la sindrome dell'intestino irritabile, il quadro clinico include sintomi della seguente natura:

  • sensazione che gli intestini non siano stati svuotati completamente;
  • falsa voglia di defecare;
  • disagio durante i movimenti intestinali;
  • debolezza generale;
  • aumento della temperatura;
  • debolezza generale, malessere crescente;
  • muco nelle feci.

Se sospetti una tale malattia, devi consultare urgentemente un medico, poiché la patologia è irta dello sviluppo di gravi complicazioni.

Quando compaiono tumori benigni o maligni, il quadro clinico può essere caratterizzato come segue:

  • diminuzione del peso corporeo sullo sfondo di un generale deterioramento della salute, deterioramento dell'appetito;
  • dolore e disagio durante l'atto di defecazione;
  • sanguinamento rettale;
  • dolore nell'addome inferiore;
  • debolezza, pallore della pelle;
  • aumento della temperatura corporea.

Con le malattie infettive intestinali, compresa l'intossicazione alimentare acuta, il quadro clinico è caratterizzato dalla presenza dei seguenti sintomi:

  • aumento della temperatura corporea;
  • aumento della sudorazione;
  • pallore, debolezza crescente;
  • diarrea frequente;
  • vomito ripetuto, nausea: questi sintomi compaiono più spesso dopo aver mangiato;
  • vertigini, mal di testa;
  • mal di stomaco;
  • brontolio allo stomaco, aumento della flatulenza;
  • completa mancanza di appetito.

Nella maggior parte dei casi, i sintomi non sono specifici, poiché i sintomi manifestati sono caratteristici di un gran numero di malattie gastroenterologiche. Ecco perché non è appropriato usare solo antidolorifici. Naturalmente, questo aiuterà ad eliminare la sensazione dolorosa, ma non la radice del problema stesso. Pertanto, è imperativo consultare un medico per chiedere aiuto..

Diagnostica

Prima di tutto, il medico esegue un esame fisico del paziente, durante il quale deve scoprire:

  • quanto tempo fa hanno cominciato a manifestarsi i sintomi, la loro durata e frequenza;
  • come mangia il paziente;
  • hai avuto una storia personale di malattie gastroenterologiche, comprese quelle croniche;
  • se il paziente stava assumendo farmaci per alleviare i sintomi e, in caso affermativo, cosa.
  • analisi del sangue biochimica generale e dettagliata;
  • analisi generale delle urine;
  • analisi delle feci - generale, per elminti, per sangue occulto;
  • misuratore di acidita;
  • fibrogastroduodenoscopia;
  • irrigoscopia;
  • rectoromanoscopy;
  • Ultrasuoni degli organi addominali;
  • Ecografia del sistema genito-urinario.

La natura del programma diagnostico è determinata su base individuale, a seconda del quadro clinico corrente, nonché dei dati raccolti durante l'esame iniziale.

Trattamento

Il corso del trattamento dipenderà dal fattore sottostante. La parte farmacologica delle misure terapeutiche include l'assunzione di diversi farmaci, poiché non è appropriato assumere un qualsiasi medicinale per il dolore intestinale.

Il medico può prescrivere:

  • antispastici;
  • antidolorifici;
  • antivirale;
  • antibiotici;
  • antinfiammatorio non steroideo;
  • antibatterico;
  • complessi vitaminici e minerali;
  • assorbenti;
  • probiotici, prebiotici;
  • antielmintico.

Una dieta per il dolore nell'intestino è obbligatoria. La nutrizione sarà mirata a migliorare il funzionamento del tratto gastrointestinale, quindi la dieta dovrebbe essere leggera, ma allo stesso tempo contenere tutte le vitamine e i minerali necessari.

Se inizi il trattamento in modo tempestivo e corretto, questa sindrome può essere eliminata abbastanza rapidamente. Tuttavia, va notato che ulteriori proiezioni dipenderanno dalla malattia stessa..

Per quanto riguarda i metodi di prevenzione, in questo caso è consigliabile attuare misure per prevenire quei fattori eziologici che hanno un tale sintomo nel quadro clinico..

Come trattare gli intestini a casa. Trattamento della colite

Il dolore nella zona dell'intestino è una delle lamentele molto comuni quando si visita un medico. Di norma, è causato da alterazioni infiammatorie nella mucosa di diverse parti dell'intestino tenue e crasso. Per natura, può essere doloroso, acuto, noioso, crampi. La maggior parte dei pazienti nota una chiara connessione tra l'atto di defecazione e la scomparsa dei sintomi. Se l'intestino fa male, quindi per alleviare la sofferenza, è necessario comprendere le cause del dolore. Il trattamento del dolore nell'intestino può essere condizionatamente suddiviso in due fasi: cure di emergenza, trattamento pianificato.

Dolore intestinale

Il dolore intestinale è il disturbo più comune nelle malattie intestinali. Si differenzia dal dolore nelle malattie dello stomaco per la mancanza di connessione con l'assunzione di cibo (l'eccezione è il processo infiammatorio nel colon trasverso, in cui il dolore addominale si verifica dopo aver mangiato: il dolore nell'intestino è associato a contrazioni riflesse dell'intestino quando il cibo entra nello stomaco).
Il dolore intestinale è il disturbo più comune nelle malattie intestinali

Il dolore nell'intestino può essere doloroso e crampi (coliche intestinali). I dolori di colica sono caratterizzati da brevi attacchi ripetuti. I dolori doloranti sono persistenti, aggravati dalla tensione dovuta alla tosse. Il dolore è tipico della malattia infiammatoria intestinale. Il dolore nell'intestino può verificarsi a causa dello stiramento dell'intestino con gas con flatulenza, ostruzione intestinale (con tumori, volvolo, nodulazione). Tali dolori, a differenza di quelli spastici, sono più costanti e hanno un carattere doloroso..

Spesso, con l'ostruzione intestinale, al dolore dovuto allo stiramento si aggiungono forti dolori crampi associati all'aumento della peristalsi intestinale sopra l'ostacolo. Con lo sviluppo di un processo adesivo tra le anse dell'intestino, i dolori hanno un carattere di trazione, si intensificano quando si solleva un carico, dipendono dalla posizione del corpo, provocati da un clistere.

La localizzazione del dolore nelle malattie intestinali dipende da quale parte dell'intestino è interessata:

  • con malattie dell'intestino tenue, si avverte dolore nella regione periombelicale, con appendicite acuta - nella metà destra dell'addome, dapprima sorgendo nello stomaco e dopo alcune ore scendendo;
  • con colica appendicolare, il dolore può essere dato alla gamba destra;
  • il dolore nella regione iliaca destra (l'area alare dell'osso iliaco a destra) si verifica con appendicite, cancro del colon, infiammazione intestinale (tiflite);
  • nei pazienti con dissenteria, ostruzione intestinale, infiammazione del colon sigmoideo, colite ulcerosa, cancro del sigma e del colon discendente, si nota dolore nella regione iliaca sinistra;
  • nelle lesioni acute del colon sinistro (dissenteria), il dolore si irradia alla regione sacrale;
  • con lesioni del retto (emorroidi, ragade dell'ano, cancro, proctite - infiammazione del retto), i dolori sono localizzati nel perineo, intensificandosi durante l'atto di defecazione, accompagnati da dolorosi falsi impulsi a defecare (tenesmo);
  • la comparsa di dolore prima della defecazione è associata a una malattia del colon, del colon sigmoideo, durante la defecazione - con emorroidi, crepe nell'ano, cancro;
  • il dolore all'ombelico si osserva con infiammazione dell'intestino tenue (enterite), infiammazione e cancro del colon;
  • con l'ostruzione intestinale, i dolori di coliche sono combinati con il dolore costante. Sono caratterizzati da una certa localizzazione (area dell'ombelico o dell'intestino crasso) e rafforzamento dovuto alla peristalsi intestinale;
  • dolore con danno intestinale può essere somministrato al torace e preso per attacchi di angina pectoris.

Cause e sintomi dei problemi

Le cause delle malattie intestinali sono l'infiammazione delle mucose e delle pareti dei suoi vari reparti. Queste malattie possono essere di natura locale o diffondersi nell'intero dipartimento o organo nel suo insieme..

I processi infiammatori possono manifestarsi sotto forma dei seguenti problemi:

  1. Disturbi della peristalsi. Se ci sono difficoltà con il movimento del cibo attraverso l'intestino, può verificarsi stitichezza o, al contrario, diarrea. Questi problemi sono molto pericolosi, poiché in caso di stitichezza si interrompe la rimozione delle sostanze nocive dal corpo che, iniziando ad essere assorbite nel sangue, possono infiammare l'intestino e portare a intossicazioni. Con l'aumento della defecazione, il corpo non ha il tempo di assorbire sostanze utili.
  2. Flatulenza. Questo problema è causato da difficoltà con l'eliminazione dei gas formati, che di solito porta all'ostruzione intestinale..
  3. Dolore all'addome chiamato colica. I dolori possono essere tiranti, taglienti, doloranti o lancinanti e segnalare la presenza di infiammazione in qualsiasi parte dell'intestino.
  4. La comparsa di sanguinamento. Tale scarica indica problemi seri, che possono essere tifo, ulcere, tubercolosi, dissenteria o emorroidi. Il sangue nelle feci serve come segnale per cure mediche immediate..
  5. Febbre, nausea, vomito, anemia, perdita di peso.

La comparsa di questi sintomi può essere causata da molte malattie. Una diagnosi accurata può essere effettuata contattando uno specialista specializzato.

L'intestino può infiammarsi per i seguenti motivi:

  • infezione da elminti;
  • dieta impropria;
  • danno da virus e batteri;
  • processo autoimmune;
  • disturbi circolatori;
  • predisposizione genetica.

Questi fattori interrompono il funzionamento dell'organo e portano alla comparsa di un processo infiammatorio..

Sindrome dell'intestino irritabile o perché lo stomaco fa male

Per determinare la natura del problema, prima devi comprendere le caratteristiche del dolore. Il dolore nell'intestino può essere completamente diverso, a seconda della posizione della lesione o dell'infiammazione, dell'area di distribuzione del processo patologico, ecc., E le sensazioni spiacevoli sono accompagnate da altri sintomi..

La natura del dolore

La prima cosa che devi decidere è la natura del dolore: possono essere lancinanti, taglienti, pressanti, esplosivi, sordi, forti o tolleranti.


La colite ulcerosa può causare dolore intestinale nell'addome inferiore

La natura del dolorePossibile problema
Dolore sordo e dolorosoInfiammazione cronica del tratto gastrointestinale, volvolo o ostruzione dell'intestino, neoplasie (benigne o maligne), a volte pancreatite
Colica, cioè un forte dolore che ricorda i dolori del travaglioDanni meccanici alle pareti intestinali, spasmi, avvelenamento, elmintiasi (infezione del corpo da parassiti)
Dolore acuto a breve termine che si manifesta a intervalli regolariAppendicite, infezioni gastrointestinali, colite ulcerosa
Dolore da taglio prolungatoIrritazione intestinale, colite ulcerosa
Dolore pressante o esplosivoGastrite, irritazione dell'esofago dovuta all'abuso di cibi salati o troppo caldi


La gastrite è una delle cause del dolore addominale

Localizzazione del dolore

Un'altra caratteristica importante delle sensazioni dolorose è la loro localizzazione. Il disagio può essere avvertito sul lato destro o sinistro, più vicino all'ileo o, al contrario, all'ombelico, che indica varie malattie e patologie.

Localizzazione della sindrome del dolorePossibile problema
Zona ombelicoEnterite (malattia infiammatoria dell'intestino tenue), infezione da elminti, coliche intestinali
Regione iliaca destraAppendicite, patologia del cieco
Regione iliaca sinistraMalattie del colon sigmoideo, dissenteria, colite
Nessuna localizzazione specifica (il disagio si diffonde in tutto il peritoneo dal basso)Infiammazione di diverse o tutte le parti dell'intestino, ulcera duodenale


Cos'è la colite

Il dolore intestinale di solito si manifesta in momenti diversi durante la giornata. Se il disagio si verifica dopo aver mangiato, la causa può essere l'infiammazione del colon o problemi di fermentazione. Il disagio dopo un clistere, il cambiamento nella posizione del corpo o lo sforzo fisico indicano aderenze nell'intestino e dolore durante i movimenti intestinali - su neoplasie nel retto, proctite o emorroidi.

Molto spesso, le malattie gastrointestinali caratterizzate da dolore nell'addome inferiore sono accompagnate da sintomi aggiuntivi, che includono:

  • nausea;
  • febbre, brividi;
  • Difficoltà a defecare, costipazione o, al contrario, diarrea;
  • falsa voglia di usare il bagno;
  • flatulenza, gonfiore;
  • impurità di muco o coaguli sanguinanti nelle feci;
  • aumento della salivazione, amarezza in bocca o secchezza delle mucose;
  • malessere generale, sonnolenza, riduzione delle prestazioni;
  • dolore in altre aree della cavità addominale.


Sintomi del tratto gastrointestinale

Va notato che le cause di sensazioni spiacevoli nell'area intestinale possono essere non solo disturbi gastrointestinali. Con una serie di patologie (malattie dell'ematopoiesi, sistema urinario, colonna nervosa, reni, infezioni genitali, ecc.), Il disagio può apparire nell'addome inferiore, il che fa sembrare a una persona che il suo intestino stia soffrendo. Solo uno specialista può determinare con precisione la causa e la natura della malattia..

La sindrome dell'intestino irritabile (IBS) è un complesso di disturbi digestivi funzionali nell'intestino che non sono associati a danni organici all'intestino stesso, che durano più di tre mesi.

Quando l'intestino nell'addome inferiore fa male, viene giocato un ruolo importante e la sua localizzazione, il dolore può essere sentito a destra ea sinistra accanto all'osso iliaco più vicino all'ombelico o dato all'intera area dell'addome
Si considera che una persona abbia la sindrome dell'intestino irritabile se ha dolore e fastidio all'addome (di solito alleviato dopo essere andato in bagno) per un tempo specificato; flatulenza, brontolio; sensazione di svuotamento incompleto dell'intestino o bisogno imperativo (urgente) di defecare; disturbi delle feci (costipazione, diarrea o diarrea alternata a costipazione). La causa del dolore sono i crampi intestinali o l'eccessiva formazione di gas con tensione eccessiva delle sue pareti.

Puoi indovinare la sindrome dell'intestino irritabile esistente dai seguenti segni:

  • dolore all'addome intorno all'ombelico o al basso ventre dopo aver mangiato, di solito scompare dopo un movimento intestinale o il passaggio di gas;
  • diarrea dopo aver mangiato, di solito al mattino e nel primo pomeriggio;
  • stipsi;
  • flatulenza;
  • sensazione di movimento intestinale incompleto dopo aver usato il bagno;
  • a volte - eruttazione con aria, nausea, sensazione di pesantezza e pienezza allo stomaco.

È caratteristico che tutti questi sintomi spiacevoli derivino dall'eccitazione o dopo di essa, a seguito di una prolungata tensione fisica e nervosa. Spesso i disturbi intestinali sono accompagnati da mal di testa, sensazione di un nodo alla gola, insonnia, sensazione di mancanza d'aria, minzione frequente, tinnito, sensazione di debolezza, bocca secca.

Gli esperti medici classificano diversi tipi di sindromi dolorose:

  1. Dolore acuto nell'intestino. Il dolore acuto nell'intestino è accompagnato da disturbi del tratto gastrointestinale. Il paziente soffre di diarrea e costipazione. La sensazione di disagio scompare dopo un movimento intestinale.
  2. Dolore sordo e doloroso nell'intestino. I dolori doloranti peggiorano con la tosse e lo sforzo fisico. Tali sindromi dolorose sono caratteristiche delle malattie infiammatorie intestinali..
  3. I crampi sono tipici nei casi avanzati..
  4. I dolori di colica nell'intestino si ripetono a intervalli di diversi minuti e durano per diversi giorni.

Metodi di trattamento farmacologici

Molte persone si chiedono cosa prendere per il dolore nell'intestino. Per trovare un farmaco efficace, è molto importante considerare la diagnosi..

Dysbacteriosis

Per far fronte alla disbiosi intestinale, che si sviluppa a seguito di un'infezione o dopo l'uso di antibiotici, è necessario assumere probiotici. Questi farmaci includono batteri benefici che fanno parte della microflora di una persona sana..

Grazie all'uso di tali fondi, i microrganismi necessari colonizzano le pareti intestinali e iniziano a moltiplicarsi attivamente. Ciò porta alla soppressione della microflora patogena e al graduale ripristino dell'equilibrio dei batteri..

Con l'aiuto dei prodotti di scarto dei microrganismi necessari, è possibile ripristinare il processo di digestione.

Se lo sviluppo della disbiosi è dovuto a discinesia e diminuzione della motilità intestinale, devono essere utilizzati i prebiotici. Questi fondi normalizzano la peristalsi e attivano indirettamente lo sviluppo di una microflora sana..

Candidosi intestinale

Questo termine è inteso come una forma trascurata di disbiosi, che è accompagnata dalla riproduzione attiva di microrganismi fungini del genere Candida.

Questa condizione è tipica per le persone con un sistema immunitario debole. In questa situazione, sarà necessario un lungo ciclo di agenti antifungini in combinazione con farmaci per il trattamento della disbiosi.

Sindrome dell'intestino irritabile

Per trattare questa malattia, è necessario utilizzare vari farmaci. Un farmaco efficace per il dolore nell'intestino viene selezionato in base al sintomo dominante della patologia.

Molto spesso, le persone con questa diagnosi sperimentano dolore e disturbi delle feci sotto forma di stitichezza. In una tale situazione, vengono mostrati antispastici e fibre..

In caso di diarrea, devono essere utilizzati farmaci per ridurre la motilità intestinale. Con flatulenza, sono indicati prebiotici, assorbenti, antibiotici.

Colite ed enterite

Tali malattie devono essere trattate con preparati astringenti e di rivestimento..

Sono indicati anche antinfiammatori e antibiotici. Quando si rileva l'invasione elmintica, vengono utilizzate sostanze antiparassitarie.

Se a una persona viene diagnosticata una colite aspecifica causata da un malfunzionamento del sistema immunitario, vengono prescritti ormoni e immunosoppressori.

Adesioni intestinali

Come alleviare il dolore in questo caso? Le aderenze sono associate a un processo infiammatorio pronunciato o a una storia di interventi chirurgici.

In una situazione del genere, non sarà possibile far fronte alla patologia con i farmaci. Quando compare un forte disagio, viene prescritta un'operazione.

Sintomi per il dolore nell'intestino nell'addome inferiore

Con dolore nell'intestino nell'addome inferiore, il paziente è preoccupato per altri sintomi..

  1. Nausea e vomito.
  2. Aumento della temperatura. Con forte dolore nell'intestino nell'addome inferiore, nota debolezza, febbre e brividi.
  3. Prostrazione.
  4. Mancanza di appetito.
  5. Disturbi gastrointestinali, inclusi costipazione e diarrea
  6. Flatulenza. Dopo aver mangiato, i pazienti lamentano una grave flatulenza..
  7. Vertigini ed emicrania. Un sintomo concomitante di dolore nell'intestino nell'addome inferiore è vertigini ed emicrania..
  8. Gonfiore. A stomaco vuoto e dopo aver mangiato, lo stomaco del paziente si gonfia, appare il disagio.
  9. Colica.

Quale medico contattare

Medici di diverse specialità sono impegnati nella risoluzione di problemi intestinali:

p, blockquote 31,0,0,0,0 ->

  • gastroenterologo;
  • proctologo;
  • oncologo.

L'ultima consultazione è necessaria solo se si sospettano processi maligni.

p, blockquote 32,0,0,0,0 -> p, blockquote 33,0,0,0,1 ->

Se si escludono gravi malfunzionamenti, i problemi di stomaco vengono risolti semplicemente. La revisione delle abitudini, il rifiuto di uno stile di vita sedentario, il cibo indigesto viene in soccorso. Le tecniche di rilassamento aiuteranno a migliorare la condizione e influenzeranno positivamente sia il sistema nervoso che il tratto digestivo.

Molte persone sperimentano periodicamente o costantemente problemi spiacevoli: flatulenza, gonfiore, dolore intestinale, stitichezza o diarrea. Tali sintomi sono un segnale per un esame e la scelta di un metodo per combattere la malattia. In alcuni casi, il trattamento intestinale può essere effettuato a casa. Ciò che piace - con grande efficienza e senza effetti collaterali.

Malattie dell'intestino tenue e crasso

L'intestino tenue svolge un ruolo importante nella digestione del cibo. In esso avvengono processi finali, a seguito dei quali il cibo viene suddiviso in sostanze relativamente semplici. Se l'intestino tenue non funziona correttamente, il corpo non riceve completamente le sostanze di cui ha bisogno. Il principio di base di funzionamento e il compito del colon è di spingere il cibo, con l'aiuto degli spasmi, ulteriormente nel retto. Questi spasmi non si fanno sentire perché sono un movimento riflesso del corpo..

La discinesia è una malattia che interferisce con il movimento intestinale. Di conseguenza, il lavoro del tratto gastrointestinale viene interrotto senza il verificarsi di infezioni, ulcere e formazioni innaturali nell'intestino. I diverticoli sono una formazione sacculare sulle pareti dell'intestino che misura 1-2 centimetri. Quando la pressione aumenta nell'esofago, nelle aree deboli la mucosa viene spinta negli spazi tra le fibre muscolari.

La colite ulcerosa è una malattia di un intestino infiammato, ma (a differenza della colite cronica) in una forma aggravata (con formazione di ulcere). Le ragioni dell'evento non sono completamente note. Il cancro al colon può manifestarsi a qualsiasi età e non dipende dal sesso.

Enterite infiammazione della mucosa dell'intestino tenue

L'enterite è un'infiammazione della mucosa dell'intestino tenue. Procede in una forma affilata o cronica. Le ragioni dell'aspetto sono: avvelenamento, ingestione di infezioni, irritazione con cibi piccanti o alcol. La malattia di Whipple è una malattia infettiva sistemica (colpisce diversi sistemi del corpo). La malattia di solito si presenta con sintomi non correlati alla malattia intestinale.

Il cancro dell'intestino tenue è estremamente raro, solo l'1-2% dei casi di formazione di tumori nel tratto gastrointestinale. Il cancro dell'intestino tenue colpisce le persone anziane di età superiore ai 60 anni. Più spesso la malattia si verifica negli uomini.

Una selezione competente della terapia non solo ridurrà l'effetto infiammatorio, ma preverrà anche le complicanze. Il trattamento può essere farmaci, chirurgia e dieta. Da farmaci, vengono prescritti antinfiammatori, antibatterici, antibiotici, preparati contenenti batteri vivi. Devi essere preparato per l'uso di droghe a lungo termine.

L'intervento chirurgico è usato estremamente raramente, solo in casi di emergenza. Durante l'operazione, l'area dell'intestino interessata viene rimossa. Successivamente, inizia il processo di recupero, associato a farmaci e dieta..

Come mangiare per problemi intestinali?

Il rispetto di una certa dieta è alla base del trattamento di tutte le malattie, e ancor di più dell'intestino, responsabile della funzione di lavorazione degli alimenti. Spesso, anche senza terapia farmacologica concomitante, una corretta alimentazione aiuta a sbarazzarsi di molti sintomi spiacevoli delle malattie gastrointestinali..

Principi di base della terapia nutrizionale

  1. Esclusione di cibi "pesanti" (fritti, grassi, farina, affumicati, in salamoia, dolci di pasticceria, soda, caffè), durante la digestione dei quali possono verificarsi fermentazione e putrefazione a livello intestinale.

La terapia dietetica per le malattie intestinali dovrebbe essere a lungo termine. Sarà meglio aderire ai principi di una corretta alimentazione e dopo la scomparsa di tutti i sintomi spiacevoli.

Malattia intestinale

  • Morbo di Crohn
  • Discinesia
  • Diverticolosi
  • Enterite
  • Colite ulcerosa
  • Cancro
  • Malattia da saldatura
  • Papillite
  • Paraproctite
  • Poliposi rettale
  • Condilomatosi rettale
  • Gastroenterocolite infettiva

Più della metà dei casi di infezioni intestinali viene rilevata prima dei 3 anni. I bambini sono più suscettibili alle irritazioni addominali rispetto agli adulti.

Poiché non puoi chiedere a un bambino piccolo cosa gli fa male, devi prestare attenzione ai cambiamenti nel comportamento del bambino:

  • è impossibile berlo: il bambino o non ingoia l'acqua, o la sputa immediatamente;
  • c'è sangue nelle feci o vomito;
  • pelle secca;
  • nessuna minzione (5-6 ore).

Con tali sintomi, non dovresti fare affidamento sull'automedicazione, ma piuttosto chiamare un medico. Le principali cause di difetti intestinali negli adolescenti sono: violazione della dieta, spuntini frequenti, uso di piccanti, grassi, dolci in grandi quantità. Principali patologie: colite ulcerosa, gastrite ed enterocolite cronica.

Segni extraintestinali di malattia

Le malattie intestinali includono un gruppo impressionante di patologie di natura virale, infettiva e fungina. Possono verificarsi a causa di infiammazioni, lesioni, parassiti e altri fattori ei sintomi spesso si sovrappongono l'uno con l'altro. Ci sono segni di malattie associate non solo all'apparato digerente, ma anche all'aspetto, così come ad altri organi:

  1. Perdita di peso
    - in caso di malattie dell'intestino tenue, è considerato uno dei sintomi più probabili, poiché si ha una completa inibizione dell'assorbimento dei nutrienti. La rapida perdita di peso suggerisce anche lo sviluppo di tumori e cancro, nonché un grave processo infiammatorio..
  2. Grave debolezza
    - si sviluppa sullo sfondo di perdita di sangue o intossicazione, si verifica a causa di uno scarso assorbimento dei nutrienti.
  3. Dolori articolari
    - un sintomo di una lesione infettiva o autoimmune dell'intestino crasso e tenue.

  • Intossicazione
    - accompagnato da perdita di appetito, nausea e persino vomito con aumento della temperatura. Spesso si verifica con disturbi immunitari e infettivi di natura grave, nonché con cancro progressivo.
  • Varie infiammazioni ed eruzioni cutanee
    - per allergie, disturbi immunitari e infettivi.
  • Instabilità psico-emotiva
    - c'è un forte pianto e irritabilità. Spesso ci sono problemi con il sonno, oltre a una forte fissazione per la propria salute.
  • Si sviluppa la polipovitaminosi
    oi suoi sintomi chiave sono la pelle secca e la debolezza muscolare. La stomatite si manifesta in bocca, la lingua fa male, le gengive sanguinano e le convulsioni compaiono agli angoli della bocca.

    Va tenuto presente che non tutti i segni del tratto gastrointestinale parlano di malattie intestinali. Spesso questi sintomi possono indicare patologie nell'area del sistema endocrino, del fegato e di altri organi..

    Mal di stomaco cosa fare

    Se ti senti colica cronica e regolare nell'addome inferiore, dolore doloroso, crampi acuti, allora con tali problemi devi contattare un gastroenterologo che condurrà i test e gli esami necessari. Con le manifestazioni occasionali della malattia, puoi assumere farmaci che migliorano il funzionamento dello stomaco e dell'intestino.

    1. Non dovresti prendere spesso lassativi, fare clisteri.
    2. Aggiungi più alimenti che contengono fibre alla tua dieta. In caso di flatulenza dopo averli presi, prova un integratore alimentare.
    3. Se stai usando un lassativo, cambia periodicamente il farmaco in modo da non creare dipendenza da parte del corpo con un particolare farmaco.
    4. I medici raccomandano di aggiungere alimenti contenenti pectina (la maggior parte degli agrumi) alla dieta.
    5. Per migliorare la peristalsi (spingendo la massa), si consiglia di bere più acqua.
    6. Escludere dal menu caffè, peperoncini e altri condimenti piccanti che irritano le mucose del tratto gastrointestinale, attenersi a una dieta.

    Se il dolore da taglio nell'addome inferiore dura più di 3 giorni, la terapia farmacologica domiciliare non porta al risultato desiderato, è necessario consultare un medico che può determinare con precisione le cause di queste sensazioni e prescrivere un adeguato corso di terapia. Per determinare la fonte, vengono utilizzati i seguenti metodi diagnostici:

    1. Ispezione visuale. Lo specialista valuta le condizioni del paziente tramite segni esterni.
    2. Palpazione. Questa tecnica di palpazione aiuta a determinare il grado di infiammazione, localizzazione, natura e intensità.
    3. Ultrasuoni. L'esame ecografico offre l'opportunità di ottenere le informazioni più complete sullo stato di tutte le parti dell'intestino.
    4. Colonscopia. Un dispositivo speciale che viene utilizzato solo per studiare le condizioni del colon.

    Quando il dolore è cronico, si verifica regolarmente, è necessario consultare uno specialista, condurre uno studio. La maggior parte delle persone sceglie di alleviare gli spasmi e il dolore da sola senza andare dal medico. Per ridurre il disagio nell'intestino, vengono spesso utilizzati farmaci che possono alleviare il dolore:

    • antispastici;
    • analgesici;
    • medicinali antinfiammatori.

    Quando una persona soffre di diarrea, è necessario assumere farmaci antidiarroici. Possono essere medicinali o rimedi popolari (decotti, infusi). Con la stitichezza, sono necessari fondi dal gruppo di lassativi, la preferenza dovrebbe essere data alle opzioni che aumentano non solo la peristalsi, ma migliorano anche le condizioni della microflora gastrointestinale. Rispettare rigorosamente il dosaggio per adulti, bambini, che è indicato sulla confezione.

    In molti casi, una persona riesce a far fronte in modo indipendente al dolore all'addome, ma ci sono alcuni sintomi di accompagnamento, in cui è necessario chiamare un'ambulanza:

    • la temperatura sale a 39;
    • una persona non riesce a dormire o a svolgere altre attività;
    • diarrea con sangue rosso vivo;
    • vomito di sangue;
    • duro come il ventre di una tavola;
    • perdita di creazione sullo sfondo del dolore;
    • insieme a diarrea, vomito, si osserva una grave disidratazione.

    Le tattiche di azione per il dolore addominale possono essere diverse a seconda della malattia: diverse malattie richiedono un approccio diverso per eliminare il dolore. Non dovresti rischiare la tua salute. Non assumere antidolorifici se non sei sicuro al 100% che non peggiorerà la tua situazione..

    Se hai la diarrea o il bruciore di stomaco, bere i farmaci necessari è spesso sufficiente. I farmaci possono essere utilizzati anche per alleviare gli spasmi intestinali che causano dolore. Tra i farmaci a disposizione di tutti, il no-shpa e la papaverina aiutano con gli spasmi. I gastroenterologi prescrivono spesso duspatalin o trimedat.

    Il dolore può essere un sintomo di una malattia abbastanza innocente, ben nota al malato da molto tempo. Ma non dobbiamo dimenticare che possono indicare una malattia molto grave. Dovrebbe essere chiaro che l'assunzione di antispastici, analgesici o altri farmaci potrebbe non portare il risultato desiderato. In questo caso, non ripetere la dose o aumentare il dosaggio..

    Se sei preoccupato per un intenso dolore addominale, si consiglia di consultare un medico il prima possibile e descrivere la situazione. In questo caso, non sarà superfluo menzionare ciò che hai fatto tu stesso.

    Il trattamento dell'intestino può essere effettuato con farmaci, interventi chirurgici e diete

    Se il dolore è accompagnato da costipazione, allora, prima di tutto, è necessario ridurre l'assunzione di lassativi, in modo da non "svezzare" l'intestino per lavorare in modo indipendente. A proposito, lo stesso vale per i farmaci per la diarrea. Dovresti prima provare a usare i rimedi naturali e passare ai farmaci solo se non ci sono risultati..

    In questo caso è universale la fibra che, aumentando il volume del contenuto intestinale, allo stesso tempo la ammorbidisce e consente alla stitichezza di ottenere svuotamenti più frequenti e, in caso di diarrea, normalizza la peristalsi. Una dieta per il dolore intestinale e la disfunzione dovrebbe contenere cibi ricchi di fibre (sebbene possano causare effetti collaterali come flatulenza e gonfiore), o integratori alimentari a base di essa (ad esempio, metilcellulosa e buccia di isfagula).

    L'intestino malato ha anche bisogno di pectina, che contiene fibre alimentari. Di norma, stiamo parlando di frutti di papaia, pompelmi e arance. È anche necessario prestare attenzione a un'assunzione di acqua sufficiente..

    Se sei preoccupato per il dolore regolare nell'intestino inferiore, è necessario assumere fino a otto bicchieri di acqua a temperatura ambiente durante il giorno. Ciò contribuirà ad aumentare il volume delle feci e consentirà loro di muoversi più intensamente. Elimina i latticini, la farina di frumento e i cereali, poiché spesso causano dolore.

    Rimedi popolari

    Se il paziente per qualche motivo non può o non vuole prendere pillole, i rimedi popolari verranno in soccorso. Sono particolarmente indicati nel periodo subacuto della malattia e con remissione incompleta. Le erbe che hanno effetti antinfiammatori, antispasmodici e carminativi aiuteranno ad alleviare i sintomi. Per la preparazione dei brodi vengono utilizzate sia miscele multicomponenti che un tipo di materia prima.

    1. Si prepara un decotto di camomilla, salvia e achillea, prese in parti uguali. Si prende mezzo bicchiere prima di ogni pasto..
    2. La patata fresca ha un effetto avvolgente e cicatrizzante. Prendi un bicchiere a stomaco vuoto.
    3. Per ridurre i processi putrefattivi e fermentativi, si consiglia la tintura all'aglio. 100 g di aglio vengono versati con vodka e infusi per due settimane a temperatura ambiente. Prendi 20-25 gocce prima di ogni pasto. Per potenziare l'effetto, si consiglia di berlo con kefir, yogurt o latte cotto fermentato fatto in casa.
    4. Per la stitichezza, si consiglia un decotto di olivello spinoso, achillea, ortica. Ha un lieve effetto lassativo e stimola la motilità intestinale.
    5. Se la diarrea prevale nella clinica, al paziente viene prescritto un decotto di corteccia di quercia - mezzo bicchiere due volte al giorno. Ha buone proprietà astringenti.

    Quando si sceglie un metodo di trattamento alternativo per il dolore intestinale, assicurarsi di consultare uno specialista. Ti aiuterà a scegliere le tariffe che saranno utili in ogni caso..

    L'intestino fa male

    Secondo le statistiche mediche, le patologie nel lavoro del tratto gastrointestinale sono costantemente associate a problemi nell'intestino. Ma la medicina non si ferma. Molte malattie hanno imparato a identificare e combattere con successo. La cosa principale è consultare un medico in tempo e non lasciare incustodito il disagio addominale..

    L'intestino umano è un insieme di organi all'interno del corpo che sono responsabili della digestione del cibo e del rilascio di sostanze nutritive da esso. Ciascuno dei componenti può causare disagio e dolore in luoghi diversi. Vale la pena considerare ogni sintomo separatamente, identificando le fonti.

    Lo stomaco fa male a destra

    Molto spesso, il dolore sul lato destro dell'addome è associato all'appendicite. Accompagnamento di dolore lancinante acuto che si irradia alla gamba destra. Raramente accompagnato da dolore alla gamba sinistra. Oltre alle sensazioni, ci sono anche segni visibili:

    • Diarrea, riflesso del vomito.
    • Alta pressione e temperatura 37 e superiori.

    Un paziente con un'appendice infiammata avverte un aumento del dolore quando tossisce, si gira o cammina. È necessaria un'operazione per risolvere la situazione.

    Il disagio a volte è causato da un'infezione intestinale: colite ulcerosa, ileite, morbo di Crohn, diarrea. La causa è l'ameba o i vermi.

    Lo stomaco a sinistra fa male

    Con il dolore a destra, tutto è abbastanza semplice, ma l'area addominale sul lato sinistro offre molte opzioni per le malattie.

    Colite ulcerosa aspecifica

    Malattia del colon associata a infiammazione cronica della mucosa dell'organo. Sulla superficie possono comparire ulcere sanguinanti che non guariscono. In questo caso, durante l'infiammazione si formano difetti ulcerativi, che successivamente si sviluppano in formazioni cancerose. L'intestino superiore è la fonte del dolore. La causa della malattia sono fattori ereditari e l'influenza dell'ambiente. Con la malattia, il retto viene colpito, diffondendo gradualmente l'infiammazione al colon. È accompagnato da sintomi:

    • Desideri di svuotamento, spesso falsi.
    • C'è pus e sangue nelle feci.
    • Aumento della temperatura corporea.
    • Malessere.
    • Taglio del dolore.

    Diverticolite

    Si tratta di escrescenze a forma di sacco con un diametro compreso tra 5 mm e 10 cm. Molto spesso si formano sulle pareti dell'intestino crasso, principalmente nell'intestino sigmoideo e del colon (metà sinistra). Molto meno spesso, la diverticolite colpisce l'intestino tenue. Può ferire nell'addome inferiore sinistro. Il pericolo è che il cibo si ostruisca nelle sacche - i diverticoli - i batteri si moltiplicano e il processo si infiamma. Sintomi che accompagnano la malattia:

    • Aumento della temperatura corporea in uno stato di febbre.
    • Feci liquide e acquose.
    • Sangue nelle feci.

    Nelle donne, la diverticolite viene registrata più spesso che negli uomini, 1,5 volte. Un corpo adulto è più suscettibile alle malattie di un bambino.

    Secondo i dati medici, i processi simili all'ernia sono osservati in più della metà della popolazione, ma solo il 10-15% si infiamma e compaiono i sintomi della malattia.

    Sigmoidite

    La malattia colpisce il colon sigmoideo, che è la penultima parte dell'intestino crasso. La sigmoidite è in grado di agire come una malattia indipendente e diventare una manifestazione di un altro disturbo.

    Il motivo per cui la malattia si sviluppa è nell'anatomia e nella fisiologia dell'intestino stesso. Nel processo di digestione, il cibo passa attraverso il tratto intestinale e, entrando nel colon sigmoideo, forma infine le feci, che contribuiscono all'irritazione della mucosa e alla comparsa di microtraumi. A causa della forma curva nell'intestino, il contenuto dell'intestino viene trattenuto e questo crea anche una predisposizione alla comparsa di infiammazioni.

    Ma non solo la struttura del tratto gastrointestinale sigmoideo porta alla sigmoidite:

    1. Infezioni intestinali. Le tossine prodotte dai batteri agiscono in modo distruttivo sulle cellule dell'apparato digerente e portano alla comparsa di erosioni e ulcere. Il colon sigmoideo è particolarmente colpito.
    2. Dysbacteriosis. La microflora svolge una funzione protettiva, quando l'equilibrio è disturbato, si sviluppano batteri nocivi, infiammazione.
    3. Ischemia intestinale, in cui l'afflusso di sangue all'organo viene interrotto. Molto spesso, la causa è l'aterosclerosi, in cui si formano placche nei vasi che non consentono al sangue di passare in volume sufficiente. Ciò porta a una cattiva alimentazione di cellule e tessuti. Compaiono aree di necrosi: le prime fonti di infiammazione.
    4. Malattia da radiazioni. Dosi eccessive di radiazioni ricevute da una persona distruggono la struttura delle cellule, portano alla comparsa di composti tossici che danneggiano le cellule sane del corpo.

    Discinesia

    Un complesso di malattie derivanti dall'intestino, la mancanza della sua funzione motoria. L'intestino crasso soffre più spesso. I dolori di disegno sono caratteristici.

    Esistono due tipi: ipermotore e ipomotore. All'inizio, le contrazioni spastiche e il tono intestinale aumentano bruscamente, lungo il percorso si verifica costipazione: dolore acuto e coliche. Nel secondo tipo, la funzione motoria e il tono dell'organo diminuiscono periodicamente, il cibo smette di muoversi. Iniziano processi putrefattivi, ostruzione intestinale, lo stomaco scoppia e fa male.

    Dolore allo stomaco con ritorno alla schiena

    Con un'ulcera duodenale, la sindrome del dolore disturba di notte e tra i pasti. L'infiammazione e la ferita appaiono come risultato dell'esposizione acida alla mucosa dell'organo. Le persone sensibili sono più suscettibili alle ulcere. Insieme al duodeno c'è lo stomaco, che è anche soggetto a ulcere. La malattia si manifesta in periodi: esacerbazione (primavera, autunno) e remissione. Per lo più gli uomini sono suscettibili alle malattie. Il principale agente eziologico della malattia è chiamato batterio - Helicobacter pylori. Fonti meno comuni di ulcere duodenali sono: assunzione di farmaci antinfiammatori, cirrosi epatica, insufficienza renale.

    Dolore dopo movimenti intestinali, mangiare

    La sensazione di disagio dopo aver usato il bagno è associata a una crepa nell'ano. Ciò aumenta significativamente la probabilità di infiammazione. Una persona avverte un dolore intenso e intenso nell'intestino, che si irradia al sacro o al coccige. Durante la minzione - crampi. Situazione come una donna, quando fa male l'addome inferiore - violazione del ciclo mestruale.

    Cos'altro è indicato dal dolore addominale dopo un movimento intestinale, così come dopo aver mangiato:

    • Per lesioni al coccige o al perineo.
    • Crampi intestinali.
    • Malattia oncologica del retto.
    • Malattie veneree.
    • La formazione di trombosi nell'intestino.
    • Spasmi.

    Cintura addominale dolore

    Il sintomo indica la presenza di enterocolite nel corpo. L'intestino tenue e crasso si infiammano, il che porta a cambiamenti patologici nella mucosa dell'organo e alla sua disfunzione. Ragioni per la comparsa di enterocolite:

    • Infezioni intestinali.
    • Disturbi alimentari, compreso l'uso di grandi quantità di cibi piccanti, bevande alcoliche.
    • Avvelenamento sul lavoro o droghe. Il paziente ha assunto antibiotici per molto tempo e senza controllo.
    • Allergia al cibo.
    • Radiazione.
    • Vermi e altri parassiti intestinali.

    Lo stomaco fa male vicino all'ombelico

    In questo caso, i sintomi indicano difficoltà nell'intestino tenue - enterite. Questa malattia, a seguito della quale lo strato mucoso dell'organo diminuisce, il processo di digestione del cibo e l'assorbimento dei nutrienti viene interrotto..

    Le ragioni per lo sviluppo del malessere:

    • Parassiti e infezioni che si sviluppano nell'intestino tenue.
    • Accumulo di sostanze tossiche: arsenico, piombo, ecc..
    • Assunzione incontrollata di farmaci.
    • Disordine alimentare. Abuso di cibi piccanti, fast food. Cattiva masticazione, allergie alimentari.
    • Non vengono prodotti abbastanza enzimi per una digestione di alta qualità del cibo.

    Oltre al dolore addominale interno, l'enterite ha anche manifestazioni esterne:

    1. Perdita di peso improvvisa, il paziente sta perdendo peso.
    2. Appare irritabilità, insonnia.
    3. C'è una diminuzione dell'attività.
    4. La pelle diventa secca, si sfalda, i capelli cadono. Le unghie si rompono facilmente e la lamina ungueale diventa più spessa.
    5. Funzione cardiaca irregolare.
    6. Dolore muscolare, debolezza del corpo, crampi.

    Oltre all'enterite, il dolore nella zona dell'ombelico può indicare un disturbo non così grave. Il disagio può essere provocato da un disturbo intestinale causato da una violazione della microflora interna. Il fenomeno è temporaneo, dopo che l'equilibrio è stato ripristinato, i sintomi scompaiono.

    Dovresti prestare maggiore attenzione al dolore nella zona dell'ombelico se il dolore si diffonde anche al lato destro. Questo può indicare l'inizio di un processo infiammatorio nell'appendice dell'intestino crasso..

    Un dolore sordo a destra o nell'ipocondrio destro indica un problema con la cistifellea e il dolore alla cintura è il pancreas.

    Dolore intestinale durante la gravidanza

    Il disagio nel tratto intestinale delle donne che trasportano un bambino merita un'attenzione speciale, poiché qualsiasi disturbo nella salute della futura mamma rappresenta una potenziale minaccia per la vita e la salute del bambino.

    I cambiamenti fisiologici nel corpo portano a una sensazione di disagio nell'addome. La riorganizzazione del background ormonale, l'aumento della produzione di estrogeni e progesterone portano alle seguenti conseguenze:

    • Rilassamento dei muscoli degli organi interni della regione addominale.
    • La funzione motoria dell'intestino diminuisce, il passaggio del cibo attraverso il canale rallenta.
    • Sotto stress, aumentano gli spasmi muscolari del tratto.
    • Man mano che ti avvicini al parto, l'utero con il feto si allarga. Gli organi interni vengono spostati, compressi e la loro attività funzionale viene interrotta.

    Anche le malattie degli organi ne diventano la causa: ridotta funzione motoria del colon (sindrome dell'intestino irritabile), infiammazione dell'ileo, del colon e del retto (morbo di Crohn), infezioni (colera, dissenteria).

    Lo stress e la cattiva alimentazione portano anche a dolore all'addome della donna incinta.

    Quando si trasporta un feto nel corpo, l'adnexite può verificarsi nella fase cronica. Questi sono processi infiammatori nelle tube di Falloppio, ma possono diffondersi agli organi peritoneali e causare peritonite. È facile determinare i sintomi che si manifestano con questo disturbo:

    • Dolore doloroso che si irradia al sacro e al retto.
    • Aumento della temperatura corporea.
    • Sensazioni spiacevoli durante l'ispezione e quando si sente.

    Pronto soccorso per dolori intestinali

    Quando un paziente ha mal di pancia e al momento è impossibile andare da un medico, è necessario sapere come fornire il primo soccorso:

    • Il paziente deve sdraiarsi su una superficie piana per 30 minuti..
    • Aiuta a sbarazzarti delle feci stagnanti. Per fare questo, è necessario massaggiare l'addome e assumere lassativi o micro clisteri. Dopo un clistere, il paziente dovrebbe sentirsi meglio, ma non può essere abusato, poiché la motilità intestinale sarà disturbata.
    • Se si osserva gonfiore e formazione di gas in eccesso, prendere carbone attivo o Smecta.
    • Per i crampi gravi, prendi degli antidolorifici come la papaverina.

    Il forte dolore e l'incapacità di alleviare la sindrome anche dopo l'assunzione di farmaci indicano la necessità di chiamare un'ambulanza.

    Per prevenire il ripetersi di problemi al tratto intestinale, è necessario: osservare la dieta, consumare abbastanza liquidi, sottoporsi a un esame completo.

    Ma va ricordato che non è consentito alleviare lo spasmo per tutte le malattie. Ad esempio, se si anestetizza con l'appendicite, lo specialista potrebbe non riconoscere il disturbo a causa di un'immagine sfocata dei sintomi..

    Quale medico contattare

    Se il paziente avverte fastidio addominale, suggeriscono di contattare i seguenti specialisti:

    • Gastroenterologo. Con colite e duodenite, quando l'intestino fa male e si verificano processi infiammatori. Disbatteriosi, enterocolite, presenza di parassiti all'interno dell'organo.
    • Proctologo. Si occupa di malfunzionamenti del retto, del colon e degli organi adiacenti. Questo medico viene consultato in presenza di stitichezza persistente o, al contrario, con diarrea regolare. Se si è formato gonfiore nella zona anale, sono comparse macchie di sangue nelle feci, è uscito un nodo emorroidario.
    • Oncologo. Trattamento di tumori maligni e benigni nell'intestino e negli organi interni della cavità addominale.

    Trattamento

    Per combattere con successo le malattie del tratto intestinale, il paziente deve essere esaminato e testato e solo dopo il medico deciderà come trattare e prescrivere i farmaci necessari. Non è desiderabile assumere farmaci da soli senza consultazione.

    Farmaco

    A seconda dei sintomi osservati, vengono prescritti lassativi, antidolorifici, farmaci assorbenti, microflora normalizzante.

    • Antidolorifici. No-shpa, Drotaverin, Duspatalin: aiutano a rimuovere rapidamente il dolore, aiutano a normalizzare le condizioni generali del paziente.
    • Con effetto lassativo. Duphalac, Guttalax, Regulax - hanno un effetto irritante sulle pareti del tratto intestinale, migliorano l'attività motoria dell'organo. Il medicinale aiuta ad alleviare la stitichezza.
    • Con maggiore formazione di gas. Espumisan: combatte i gas in eccesso. L'agente aiuta a ridurre la peristalsi intestinale, il collasso di una parte delle sfere di gas con successivo assorbimento e l'altra parte viene escreta naturalmente.
    • Sorbenti. Medicinali volti a rimuovere le tossine dal corpo. Delle compresse, le più popolari - Carbone attivo, da sospensioni - Smecta.
    • Medicinali probiotici. Normalizzano la microflora nell'intestino. Bifiform, Linex.
    • Antinfiammatorio. Trichopolum, Tsiprolet, Metronidazole.

    Intervento chirurgico

    A volte è necessario un intervento chirurgico per aiutare un paziente o salvargli la vita. Per rimuovere:

    • Malattie dell'intestino tenue. Sindrome dell'intestino corto, adesione, tumore maligno, blocco dei vasi sanguigni che riforniscono l'organo.
    • Disturbi dell'intestino crasso. Appendicite, diverticolite, polipi della mucosa, cancro.
    • Malattie del retto. Emorroidi, fistole anali.

    Farmacia naturale

    Metodi alternativi sono anche in grado di alleviare le condizioni del paziente a casa. Oltre a prendere farmaci, le ricette popolari dovrebbero essere discusse con il medico curante..

    Decotto alle erbe. Composto da: menta piperita, achillea, salvia, motherwort, corteccia di quercia, erba di San Giovanni. Gli ingredienti in proporzioni uguali vengono versati in 0,5 litri di acqua calda. Far bollire a fuoco basso per 2 ore. Dopo il raffreddamento, bere mezzo bicchiere per 3 giorni (quattro volte al giorno). Assumere per la diarrea e le mucose irritate. Se al paziente viene diagnosticata una pancreatite, è severamente vietato assumere un decotto alle erbe..

    Con una debole attività motoria dell'intestino, si consiglia un'infusione di toadflax. 1 cucchiaino di erbe tritate viene mescolato con un bicchiere di acqua bollita e infuso per 10 minuti. Prendi tre volte al giorno.

    Aloe e miele. Il miele in una quantità di 300 g viene sciolto, vengono aggiunte foglie di aloe tritate (3 pezzi). La miscela viene infusa durante il giorno e presa calda prima di colazione (1 ora). Se non hai l'aloe, puoi usare patate o cavolo.