Cos'è il reflusso duodenale gastrico? Sintomi e trattamento della malattia

Domande

Il reflusso duodeno-gastrico è una malattia gastroenterologica che viene diagnosticata nel 15% delle persone assolutamente sane. A volte si verifica in modo indipendente, ma più spesso accompagna e si sviluppa sullo sfondo di gastrite cronica, ulcere duodenali o gastriche, malattia da reflusso gastroesofageo.

Cosa significa reflusso duodeno-gastrico??

Con questa diagnosi, il contenuto del duodeno viene gettato nello spazio gastrico. Una diagnosi indipendente di reflusso duodeno-gastrico si verifica solo nel 30% di tutti i casi. In alcuni pazienti, la malattia progredisce in una riacutizzazione - si manifesta improvvisamente durante il sonno o come risultato di uno sforzo fisico eccessivo. Allo stesso tempo, non ci sono sintomi visibili e la condizione non ha un effetto negativo sul sistema digestivo. Pertanto, in questi casi, il GHR non è considerato una malattia..

Reflusso duodeno-gastrico - cause

La malattia appare quando c'è una violazione della pervietà duodenale. Di conseguenza, la pressione all'interno del duodeno aumenta e la funzione di chiusura del piloro è notevolmente indebolita. Quando lo sfintere pilorico non è in grado di svolgere le sue funzioni principali, il cibo passato alla fase successiva del ciclo digestivo viene restituito allo stomaco.

Come in alcuni casi di gastrite, il reflusso duodeno-gastrico causa i seguenti motivi:

  • fumare;
  • ernia del diaframma;
  • disbiosi;
  • processi infiammatori nel pancreas o nella bile;
  • assumere farmaci che abbassano il tono della muscolatura liscia dell'esofago;
  • invasioni elmintiche;
  • sviluppo anormale del duodeno;
  • sindromi congenite di intestino incompleto e rotazione intestinale corta;
  • mancanza dell'ormone gastrina;
  • gravidanza.

Il fenomeno del reflusso duodeno-gastrico presenta diversi principali fattori di rischio. Nella maggior parte dei casi, lo sviluppo del problema porta a:

  • consumo eccessivo di cibi grassi e piccanti;
  • nutrizione squilibrata (cibo secco);
  • pasti irregolari;
  • assumere farmaci antinfiammatori non steroidei o antispastici per troppo tempo;
  • obesità;
  • diabete;
  • pancreatite;
  • insufficienza pancreatica.

Reflusso duodeno-gastrico - gradi

Come con qualsiasi malattia, GHR ha diversi gradi di sviluppo. A seconda di quanto tempo e attivamente progredisce la malattia, le manifestazioni di vari sintomi cambiano. Il grado di reflusso duodeno-gastrico è determinato dalla quantità di acidi biliari contenuti in diverse parti dello stomaco. E prima viene diagnosticata la malattia, più facile sarà affrontarla..

GDR 1 grado

Il grado più "semplice" è quello iniziale. Il reflusso duodeno-gastrico di 1 grado viene impostato quando una quantità minima di bile si trova nella sezione gastrica pilorica adiacente allo sfintere. I sintomi nella prima fase potrebbero non apparire affatto. E se si verificano segni, la maggior parte dei pazienti non presta loro attenzione, credendo che il disagio sia apparso come risultato di mangiare troppo o mangiare "in fuga" e presto passerà.

GDR 2 grado

Molte persone vengono a conoscenza della loro diagnosi, proprio quando la malattia entra nella seconda fase. Il reflusso duodeno-gastrico di 2 ° grado viene diagnosticato in quei pazienti in cui la bile si trova nelle parti superiori dello stomaco - nell'antro o nel fondo. In questa fase, i sintomi assumono contorni chiari e ricordano costantemente se stessi, il che costringe il paziente a consultare uno specialista.

GDR 3 grado

Questa è la forma più complessa e avanzata della malattia. Il reflusso duodeno-gastrico grave è definito quando il contenuto del duodeno raggiunge il fondo dello stomaco e lo sfintere esofageo inferiore. Il terzo stadio è caratterizzato dalla manifestazione di tutti i sintomi principali. Inoltre, sono tutti pronunciati e offrono la massima quantità di disagio.

Reflusso duodeno-gastrico - segni

I sintomi del GHR sono molto simili a quelli di altre malattie dell'apparato digerente. Ciò è spiegato dalla loro relazione. Puoi riconoscere il reflusso duodeno-gastrico cronico dai seguenti sintomi:

  • bruciore di stomaco, che di solito si verifica dopo aver mangiato;
  • nausea e possibili successivi attacchi di vomito della bile;
  • eruttare con l'aria o con un sapore aspro;
  • gonfiore e sensazione di gonfiore all'addome;
  • dolore tagliente o crampi nell'addome;
  • sapore amaro persistente in bocca;
  • l'aspetto di un rivestimento giallastro sulla lingua.

Molto spesso, il reflusso duodeno-gastrico si manifesta con il dolore. Le sensazioni spiacevoli, di regola, sono concentrate nella parte superiore dell'addome. Il dolore è ricorrente e generalmente sopportabile. Ma alcuni pazienti lamentano dolori acuti e brucianti troppo intensi allo stomaco che compaiono quasi immediatamente dopo aver mangiato, che turbano per diverse ore.

Come curare il reflusso duodenale gastrico?

Affinché il recupero avvenga prima, la terapia dovrebbe essere completa e dovrebbe essere iniziata ai primi segni. Prima di prescrivere il trattamento per la malattia da reflusso duodeno-gastrico, gli esperti stabiliscono la causa del problema. Indipendentemente dal motivo per cui è apparsa la GDR, si consiglia al paziente di riconsiderare il suo stile di vita: non abusare di alcol e sigarette, rinunciare a farmaci coleretici, caffeina, aspirina. Con il reflusso, è molto importante controllare il peso e la dieta..

Reflusso duodeno-gastrico - trattamento farmacologico

Il compito principale della terapia farmacologica per la GHD è ripristinare le normali funzioni gastrointestinali e controllare la funzione di evacuazione motoria delle parti interessate dell'apparato digerente. Come trattare il reflusso duodeno-gastrico dovrebbe essere determinato da uno specialista. Fondamentalmente, i medici prescrivono:

  1. Procinetici - Cerucal o Domperidone, - che contribuiscono alla rapida digestione del cibo, alla sua assimilazione e movimento lungo i dotti dell'intestino tenue.
  2. Per proteggere la mucosa gastrica dagli effetti irritanti del contenuto del duodeno, utilizzare Omez, Nexium.
  3. Mezzi come Almagel, Fosfalugel, Gaviscon aiutano a far fronte al bruciore di stomaco..
  4. Agonisti del recettore della serotonina - il citrato mosaprid aiuta a migliorare la motilità del tratto gastrointestinale superiore.
  5. Farmaci efficaci UDCH (acido ursodesossicolico), che rendono il contenuto del duodeno gettato nello stomaco solubile in acqua e meno aggressivo (in pratica, questo porta all'eliminazione di eruttazione amara, vomito, sollievo dal dolore).

Reflusso duodeno-gastrico - trattamento con rimedi popolari

Questa malattia è curabile con trattamenti alternativi. Tuttavia, la maggior parte degli esperti consiglia di utilizzarli solo come parte di una terapia complessa. Quando si diagnostica il reflusso duodeno-gastrico, le ricette popolari dovrebbero essere selezionate dai medici e solo dopo aver determinato le cause dell'insorgenza della malattia. Altrimenti, le condizioni del paziente possono solo peggiorare.

Come curare il reflusso duodenale gastrico con le erbe?

  • achillea;
  • Erba di San Giovanni;
  • camomilla.

Preparazione e applicazione:

  1. Mescolare gli ingredienti in qualsiasi quantità in una ciotola. Puoi prenderlo "a occhio", non sono richieste proporzioni chiare in questa ricetta.
  2. Le erbe vengono versate con acqua bollente e infuse per 10-15 minuti.
  3. Si consiglia di bere il tè risultante ogni giorno, mattina e sera..

Trattamento del reflusso duodeno-gastrico con semi di lino

  • semi di lino - 1 cucchiaio. l.;
  • acqua - 100 ml.

Preparazione e applicazione:

  1. I semi vengono riempiti con acqua fresca.
  2. La miscela deve essere infusa fino a quando i semi iniziano a gonfiarsi. In questa fase, il muco utile inizia a distinguersi da loro..
  3. Il liquido risultante va bevuto a stomaco vuoto, ¼ - ½ tazza.

Calamo e salvia contro il reflusso duodeno-gastrico

  • radice di calamo - 50 g;
  • salvia - 50 g;
  • radice di angelica - 25 g;
  • acqua - 1 bicchiere.

Preparazione e applicazione:

  1. Prendi un cucchiaino di ogni miscela secca.
  2. Bollire l'acqua e versare le erbe.
  3. Il medicinale deve essere infuso per circa 20 minuti, dopodiché può essere filtrato e bevuto.
  4. Per rendere la miscela più gustosa, puoi aggiungere il miele.
  5. Devi bere la medicina tre volte al giorno, un'ora dopo aver mangiato..

Dieta per reflusso duodeno-gastrico - menu

Quasi tutte le malattie del tratto gastrointestinale vengono trattate con una corretta alimentazione. E la RDT non fa eccezione. In caso di malattia da reflusso duodeno-gastrico, è necessaria una dieta rigorosa. Il cibo che mangi deve essere tritato accuratamente. Si consiglia di mangiare un po ', ma 5-6 volte al giorno. I pazienti possono mangiare tali cibi:

  • zuppe di verdure, borscht, zuppa di cavolo senza frittura;
  • pesce bollito, al vapore o al forno;
  • carne magra, pollame;
  • salsiccia dietetica;
  • uova (non più di una al giorno);
  • verdure crude, bollite e in umido (in particolare barbabietole e carote, verdure);
  • frutti non acidi;
  • composte;
  • marmellata;
  • gelatina;
  • miele;
  • pane di segale o leggermente essiccato;
  • pasticcini scomodi.

L'elenco dei prodotti severamente vietati include i seguenti prodotti:

  • pane bianco fresco;
  • paste sfoglia;
  • cottura al forno;
  • pasta fritta;
  • grassi animali, strutto;
  • funghi;
  • condimenti caldi;
  • eventuali legumi;
  • cioccolato;
  • torte con burro o creme al burro;
  • gelato.

Sintomi e trattamento del reflusso gastrico duodenale (GDR) dello stomaco

Il reflusso duodeno-gastrico è una patologia associata al rilascio di contenuto intestinale nello stomaco. È una manifestazione di un grave problema del tratto gastrointestinale. In casi eccezionali, si manifesta come una malattia indipendente. Si manifesta con forte dolore, indigestione. La diagnosi precoce consente di eliminare completamente il reflusso duodeno-gastrico, è necessaria una dieta.

  1. Le ragioni
  2. Classificazione
  3. Sintomi
  4. Diagnosi
  5. Trattamento
  6. Dieta
  7. Trattamento farmacologico
  8. Rimedi popolari

Le ragioni

Il verificarsi del reflusso duodeno-gastrico della bile è associato a patologie croniche dello stomaco e dell'intestino, ad esempio con gastrite, ulcere e altri. I medici non considerano il GHR come una malattia separata.

La causa principale è considerata una disfunzione della chiusura dello sfintere dello stomaco. E la pressione creata nel duodeno porta al reflusso di bile, enzimi e altre sostanze nella cavità gastrica. La mucosa è irritata, si verificano manifestazioni cliniche caratteristiche.

In assenza dell'aiuto di specialisti, il reflusso duodenogastroesofageo porta a una completa trasformazione della mucosa, si sviluppano ulcera peptica, gastrite e altre patologie.

Ci sono una serie di fattori predisponenti che causano il reflusso duodenogastrico, questi includono:

  1. Fumo.
  2. Droghe.
  3. Alcolismo.
  4. L'uso di droghe farmacologiche vietate durante il trasporto di un bambino.
  5. Ernia dell'esofago.
  6. Debole tono muscolare dello sfintere.
  7. Patologie gastrointestinali.
  8. Complicazioni postoperatorie e altre cause.

Classificazione

Il GHR dello stomaco è classificato in tre gradi, che il medico può diagnosticare senza problemi, poiché questa è una conseguenza della malattia.

  1. La maggior parte dei pazienti ha 1 grado di malattia gastroduodenale, mentre lo spostamento del fluido dall'intestino è insignificante.
  2. Nel 25% dei pazienti sono state rivelate grandi manifestazioni e questo è già di 2 gradi.
  3. Con il terzo grado di reflusso duodeno-gastrico, i sintomi sono pronunciati; dalla diagnosi, il medico rileva un grave grado di disfunzione gastrointestinale.

In base al grado di manifestazione dei sintomi, il reflusso duodenogastrico è classificato in 4 fasi:

  1. Superficiale, o stadio delle lesioni della mucosa. In questo caso, l'epitelio ghiandolare rimane invariato..
  2. La duodenite gastrica da reflusso procede con infiammazione, edema, iperemia della membrana intestinale. Il nome della seconda fase è catorale.
  3. Nella terza fase si formano ulcere, mentre la mucosa si atrofizza.
  4. Nell'ultimo stadio della patologia duodenale-gastrica, il deflusso della bile è disturbato.

Sintomi

Il reflusso duodenogastrico si verifica con sintomi pronunciati che portano disagio al paziente:

  1. Sulla lingua ci sono macchie bianche, a volte con una sfumatura giallastra.
  2. Sensazioni dolorose che portano a crampi.
  3. Bruciore di stomaco.
  4. L'eruttazione si verifica durante il periodo in cui il contenuto dell'intestino entra nella cavità dello stomaco.

In assenza di diagnosi precoce e assistenza medica, possono svilupparsi complicazioni:

  1. La gastrite si sviluppa come il tipo C..
  2. Gastrite.
  3. Malattia da reflusso gastroesofageo.
  4. Ulcera.

Importante! In caso di manifestazione clinica, sensazione di disagio, è necessario contattare uno specialista per fare una diagnosi e iniziare una terapia terapeutica tempestiva.

Diagnosi

Il medico diagnostica la malattia in modo completo. Prima di tutto, intervista il paziente e raccoglie un'anamnesi. Quindi il paziente viene inviato ai metodi di ricerca hardware:

  1. misuratore di acidita. Questo metodo aiuta a determinare la frequenza, la durata e la manifestazione della GDR.
  2. Raggi X. Viene eseguito utilizzando il contrasto, il medico può notare visivamente l'ingresso del contenuto intestinale nella cavità dello stomaco.
  3. L'elettrogastroenterografia valuta la contrazione del duodeno, dello stomaco.
  4. Fibrogastroduodenoscopia. Questo metodo aiuta il medico a determinare l'area delle lesioni della mucosa, visualizzare le ulcere e valutare la gravità della malattia..

Trattamento

La domanda principale che preoccupa una persona durante la diagnosi di patologia: è possibile riprendersi completamente? Nella fase iniziale dello sviluppo, il trattamento della patologia duodeno-gastrica non è difficile. Il fatto è che nella fase iniziale non si verificano cambiamenti nel rivestimento dello stomaco e la GDR non è in forma cronica..

Le principali manipolazioni terapeutiche sono volte a rimuovere il quadro clinico, calmare le mucose irritate e migliorare la qualità della vita, oltre a prevenire possibili ricadute. Le prime misure suggerite dal medico curante sono una revisione del tuo stile di vita e della tua dieta. Indipendentemente dallo stadio della malattia, al paziente viene mostrata una dieta per il reflusso duodeno-gastrico.

Dieta

La dieta per i reflussi duodeno-gastrici di varie eziologie comporta l'osservanza di diverse regole:

  1. Dopo colazione, pranzo o cena, non piegarsi in avanti o sdraiarsi su una superficie piana.
  2. Se il paziente decide di sdraiarsi, il cuscino deve essere il più alto possibile in modo che il paziente possa assumere una posizione semi-seduta.
  3. Devo rinunciare al cibo poche ore prima di andare a letto.
  4. La dieta per GHR non consente di indossare indumenti scomodi che trascinano l'addome e lo sterno. Cinture e corsetteria non sono ammessi.
  5. Tutto il cibo dovrà essere consumato solo in piccole porzioni.
  6. Dovremo riconsiderare la nutrizione. Il paziente deve abbandonare completamente o ridurre al minimo il consumo di cibi grassi, dolci, caffè e tè forti, frutta contenente una grande quantità di vitamina C, alcol.
  7. Dovremo controllare rigorosamente il peso corporeo.
  8. Il reflusso duodenale non consente l'assunzione di sostanze farmacologiche che provocano un attacco. Se il rifiuto di usare farmaci minaccia la vita del paziente, dovresti consultare specialisti e scegliere altri mezzi.

Trattamento farmacologico

Dopo aver intervistato il paziente e valutato la condizione, il medico prescrive farmaci che aiuteranno ad eliminare le manifestazioni cliniche:

  1. Antiacidi che alleviano la manifestazione di bruciore di stomaco, eruttazione, rimuovono il gusto estraneo. Almagel, Smecta e altri.
  2. Procinetici - farmaci che migliorano il lavoro e il funzionamento del tratto gastrointestinale, che porta alla devastazione precoce: Raglan, Cerucal e altri.
  3. I farmaci antisecretori che riducono la produzione di acido cloridrico ripristinano la mucosa. Omeprazolo, ranitidina e altri.
  4. I farmaci enzimatici sono usati in caso di malattie del pancreas. Creonte, Festal e altri.
  5. Stimolanti della secrezione che aumentano la circolazione sanguigna nel tratto gastrointestinale. Euphilin, Trental e altri.

Rimedi popolari

Le ricette della medicina tradizionale possono essere utilizzate solo in combinazione con il trattamento tradizionale. Per le manipolazioni terapeutiche, il medico può raccomandare l'uso dei seguenti mezzi:

  1. Rimedi erboristici, erbe e piante che hanno proprietà lenitive della mucosa. Utilizza le seguenti erbe:
    1. saggio;
    2. Erba di San Giovanni;
    3. fiori di camomilla.
  2. Olio a base di semi di lino. Questo olio ha un effetto avvolgente, aiuta a calmare la mucosa.
  3. La piantaggine sotto forma di infuso migliora il lavoro del tratto digestivo, contribuisce allo svuotamento precoce dell'intestino.

Importante! È vietato l'uso della medicina tradizionale in caso di intolleranza individuale alla composizione. Qualsiasi utilizzo di erbe dovrebbe avvenire dopo aver consultato uno specialista.

La GHD è una patologia che inizialmente risponde bene al trattamento. Se ti sottoponi a esami preventivi in ​​modo tempestivo, diagnostichi la malattia in una fase precoce, quindi il trattamento darà risultati positivi nel più breve tempo possibile.

Reflusso duodeno-gastrico

Informazione Generale

Il reflusso duodeno-gastrico (sin. Reflusso-gastrite, reflusso biliare, gastrite alcalina, gastrite biliare) è un processo patologico di flusso retrogrado del contenuto biliare dell'intestino duodenale nello stomaco, che può essere accompagnato da sintomi clinici, segni istologici e cambiamenti endoscopici nella gastrite reattiva (chimica). Il termine "reflusso" significa "flusso inverso". In condizioni fisiologiche, la bile del duodeno non deve entrare nelle parti anatomicamente sovrastanti del canale alimentare, pertanto il riflesso biliare è considerato un fenomeno patologico. La GHD si verifica a causa di un flusso eccessivo di bile dall'intestino DP a causa dell'insufficienza del piloro, che funge da barriera per il flusso biliare retrogrado oa causa di una violazione (diminuzione) della peristalsi anterograda dello stomaco e dell'intestino DP.

La ricerca scientifica moderna indica un aumento del numero di malattie causate dalla presenza di reflusso duodenogastrico patologico in un paziente. Allo stesso tempo, l'elevata prevalenza di GHD (nel 46-52% dei casi) e la frequente combinazione con gastrite cronica, dispepsia funzionale, ulcera peptica, GERD, cancro allo stomaco, esofago di Barrett, disfunzione dello sfintere di Oddi, duodenostasi, sindrome postcolecistectomica, ecc. Complica il loro decorso e terapia. La GHD è abbastanza comune dopo interventi chirurgici (nel 16% dei casi dopo colecistectomia e in quasi il 55% dei casi dopo un intervento chirurgico per ulcera duodenale).

Inoltre, il reflusso duodenale può causare metaplasia dell'epitelio esofageo, grave esofagite e carcinoma a cellule squamose dell'esofago sullo sfondo della metaplasia. Va notato che il reflusso gastroduodenale in una forma "pura" (posizionata come diagnosi isolata) è relativamente raro (10-15%) e viene diagnosticato principalmente sullo sfondo di altre malattie. Cioè, nella maggior parte dei casi, la GHD è una sindrome che accompagna una serie di malattie del tratto gastrointestinale superiore..

La GHD si verifica a causa di un flusso eccessivo di bile dall'intestino DP a causa dell'insufficienza del piloro, che funge da barriera per il flusso biliare retrogrado oa causa di una violazione (diminuzione) della peristalsi anterograda dello stomaco e dell'intestino DP.

Pertanto, il reflusso patologico duodenale complica il decorso di varie malattie organiche / funzionali del tratto gastrointestinale, il che richiede una diagnosi tempestiva, una corretta interpretazione clinica e un'adeguata correzione del farmaco..

Patogenesi

I meccanismi patogenetici dello sviluppo della GDR si basano su:

  • fallimento dell'apparato sfintere, che consente al contenuto dell'intestino duodenale di raggiungere liberamente lo stomaco attraverso gli sfinteri pilorico / esofageo inferiore;
  • dismotilità antroduodenale (disturbo della coordinazione tra le parti piloriche / antro dello stomaco e l'ulcera duodenale), che porta a un controllo alterato della direzione del flusso del contenuto del duodeno;
  • eliminazione della barriera antireflusso dopo l'intervento chirurgico (gastrectomia parziale).

Con lo sviluppo della GHD patologica a causa della disfunzione degli sfinteri, la bile retrograda come parte del reflusso entra dal duodeno nello stomaco situato più in alto. I componenti del contenuto duodenale, rappresentati da acidi biliari, lisolecitina e tripsina, hanno un effetto dannoso aggressivo sulla mucosa gastrica. Gli acidi biliari taurici coniugati e la lisolecitina hanno l'effetto più pronunciato, soprattutto a pH acido, che determina il loro sinergismo con l'acido cloridrico durante lo sviluppo della gastrite. La tripsina, gli acidi biliari non coniugati hanno un marcato effetto tossico a pH leggermente alcalino e neutro, mentre la tossicità degli acidi biliari non coniugati è fornita principalmente da forme ionizzate che possono facilmente penetrare attraverso il refrigerante.

L'esposizione a lungo termine al refrigerante degli acidi biliari contenuti nella bile provoca alterazioni necrobiotiche e distrofiche nell'epitelio superficiale e porta a uno stato di reflusso gastrite (gastrite C).

In presenza di Helicobacter pylori, l'effetto dannoso del reflusso sul refrigerante aumenta. La formazione di GDR contribuisce all'interruzione della motilità di varie parti del tratto gastrointestinale e la funzione degli sfinteri, che porta all'interruzione del trasportatore digerente, ha un effetto negativo sulla digestione della membrana / cavità e sull'assorbimento degli ingredienti alimentari e modifica l'equilibrio idrico. L'effetto aggressivo si manifesta inizialmente sotto forma di crescente atrofia, displasia e metaplasia del liquido di raffreddamento, che costituiscono il rischio di gastrocarcinogenesi. Il graduale effetto aggressivo della bile con il succo pancreatico contribuisce al fatto che la gastrite superficiale progredisce e l'erosione della mucosa si trasforma in lesioni erosive e ulcerative del refrigerante.

Classificazione

Distinguere tra reflusso biliare primario - si sviluppa senza intervento chirurgico precedente e secondario - si sviluppa come parte di interventi post-chirurgici sullo stomaco (piloroplastica, resezione pilorica) o cistifellea / vie biliari (sfinterotomia biliare, colecistectomia).

Le ragioni

Le ragioni principali per la formazione della RDT includono:

  • Compromissione funzionale congenita / acquisita (indebolimento della funzione di chiusura) dello sfintere pilorico.
  • Tipo ipercinetico (con maggiore motilità) della peristalsi del duodeno.
  • Incoerenza (discordinazione) dei cicli fisiologici di rilassamento / contrazione sia dello stomaco che dell'intestino DP (complesso motorio migrante).
  • Ipertensione duodenale (aumento della pressione nel lume del duodeno) dovuta a splancnoptosi (prolasso degli organi interni), lordosi lombare, ernie / neoplasie maligne.
  • Infiammazione in corso a lungo termine dell'intestino DP (duodenite cronica, ulcera duodenale, gastroduodenite).
  • Mancanza / assenza di ormoni (gastrina).
  • Invasione elmintica (giardiasi).
  • Anomalie dello sviluppo dell'intestino DP.

I fattori di rischio per lo sviluppo del reflusso duodenogastrico includono:

  • assunzione di cibo irregolare e cibo di scarsa qualità (eccesso di cibo, cibo secco, cibi grassi e piccanti, che causano ipersecrezione di bile);
  • fumo e abuso di alcol;
  • età avanzata (dopo 60 anni);
  • uso a lungo termine di antispastici e FANS;
  • operazioni di resezione di una parte dello stomaco, colecistectomia (rimozione della cistifellea), imposizione di anastomosi dell'intestino e dello stomaco;
  • discinesia delle vie biliari, colecistite;
  • pancreatite;
  • diabete mellito, obesità.

Sintomi

I sintomi del reflusso duodenale gastrico non sono specifici. Di norma, la malattia si manifesta con la predominanza di sintomi dispeptici: nausea, bruciore di stomaco, eruttazione / aria acida, amarezza in bocca e vomito della bile. I dolori che compaiono periodicamente nella parte superiore dell'addome, aggravati dopo un pasto, sono di natura crampica e possono essere scatenati da situazioni di stress, sforzo fisico o compaiono dopo interventi chirurgici per resezione gastrica, colecistectomia e con ostruzione duodenale sviluppata. Poiché il GHR nella sua forma "pura" è raro e viene diagnosticato principalmente sullo sfondo di altre malattie del tratto gastrointestinale, in particolare patologia gastroduodenale, i sintomi della malattia sottostante lasciano un'impronta sui sintomi clinici del reflusso, che in una certa misura maschera i sintomi del GHR.

Analisi e diagnostica

La diagnosi viene stabilita sulla base dei sintomi clinici e delle metodologie di ricerca strumentale, tra le quali le più efficaci sono:

  • Misurazione giornaliera del pH: consente di valutare l'altezza del reflusso e il profilo del pH intragastrico.
  • Diagnostica ecografica (ecografia con carico d'acqua): con GDR, il movimento retrogrado di bolle di gas e liquido (corrispondente al lancio del contenuto duodenale nello stomaco) dal piloro al corpo dello stomaco viene periodicamente registrato sugli ecogrammi.
  • Transilluminazione emomotorodinamica monitoraggio. La differenza nell'ampiezza dell'onda motoria nell'antro dello stomaco e nel bulbo del duodeno viene utilizzata come parametro GDR..
  • Fibrogastroduodenoscopia (gonfiore del liquido di raffreddamento, iperemia focale, deiscenza pilorica).
  • Radiografia dello stomaco (marcato rigurgito di bario dal duodeno allo stomaco).
  • Spettrofotometria in fibra ottica.

Se si sospetta reflusso biliare, la diagnosi differenziale viene eseguita con reflusso gastroesofageo acido, ulcere gastriche peptiche.

Trattamento del reflusso duodeno-gastrico

Il trattamento del reflusso gastroduodenale è un compito difficile e viene effettuato in combinazione con la terapia della malattia sottostante sullo sfondo della nutrizione dietetica. Al centro del trattamento farmacologico c'è la nomina di antiacidi, procinetici, farmaci UDCA (acido ursodesossicolico e assorbenti. Il compito principale è neutralizzare l'effetto irritante sulle mucose del contenuto duodenogastrico dello stomaco e normalizzare la funzione propulsiva del tratto gastrointestinale.

  • antagonisti del recettore della dopamina (Domperidone, Metoclopramide);
  • agonisti dei recettori della serotonina 5-HT4 (Tegaserod, Mosaprid);
  • farmaci con effetto combinato: bloccanti dell'acetilcolinesterasi + antagonisti dei recettori dopaminergici periferici (Itoprid cloridrato);
  • bloccanti non selettivi della sintesi di NO, agonisti dei recettori periferici oppioidi (trimebutina maleato), agonisti dei recettori della motilina (eritromicina).

Gli effetti farmacologici di Metoclopramide / Domperidone sono dovuti al blocco dei recettori della dopamina e gli antagonisti dei recettori della dopamina aumentano il tono dello sfintere esofageo inferiore e la contrattilità gastrica, migliorano la coordinazione antroduodenale e accelerano l'evacuazione gastrica, contribuendo all'eliminazione del GHR. Si tratta di farmaci di comprovata efficacia, tuttavia, i farmaci di questo gruppo (in particolare, metoclopramide), penetrano nella barriera emato-encefalica, il che crea un alto rischio di sviluppare (nel 25-30% dei casi) effetti collaterali - sonnolenza, depressione, ansia, ipercinesia, ipertonicità muscolare ed endocrina disturbi (galattorrea, iperprolattinemia).

Il farmaco ad azione combinata Itoprid cloridrato migliora la motilità propulsiva dello stomaco e favorisce il suo svuotamento accelerato e ha anche un marcato effetto antiemetico. Mosaprid migliora efficacemente la peristalsi del tratto gastrointestinale superiore nei pazienti con GHD. La trimebutina maleato appartiene a farmaci che sono un regolatore universale della motilità e ha anche un effetto antispasmodico. Trimebutin stimola il complesso motore migratorio trifase, che migliora la peristalsi propulsiva.

Gli antiacidi (Almagel, Gastracid, Fosfalugel, Altacid, Maalox, Alumag, Relzer, Almagel-Neo; citoprotettori) sono ampiamente usati nel trattamento della GHD per neutralizzare l'acido cloridrico e adsorbire lisolecitina / acidi biliari e per aumentare la resistenza del fluido da taglio all'azione di fattori dannosi aggressivi ) e assorbenti. La nomina di farmaci gastroprotettivi Sukrafil, Sucralfat, Ulgastran, Sukrat, ecc. è abbastanza efficace. Se necessario, vengono prescritti antispastici (Trimedat, Trimebutin). Gli adsorbenti sono ampiamente usati che neutralizzano l'acido cloridrico e legano anche gli acidi biliari, la pepsina e la lisolecitina, resistenza del refrigerante all'effetto dannoso di un riflettente (Endosorb, Smectite, Diosmectite, Neosmectin, Smectite diottaedrica).

Il gruppo successivo di farmaci per terapia patogenetica, in particolare per pazienti con disturbi funzionali delle vie biliari, colelitiasi, concomitanti malattie epatiche croniche diffuse, sono i farmaci UDCA. Quali farmaci vengono prescritti più spesso? Qualsiasi farmaco di questo gruppo può essere prescritto (Ursofalk, Ursosan, Ursoliv, Urdoks, Ursodeks). I preparati UDCA promuovono la transizione degli acidi biliari contenuti nel contenuto duodenale lanciato in una forma solubile in acqua, che riduce l'effetto aggressivo del reflusso sul refrigerante e aiuta a ridurre i sintomi clinici (sollievo dal disagio, eruttazione, vomito della bile, dolore epigastrico).

Una componente importante del trattamento è la correzione dello stile di vita (rifiuto di fumare / bere alcolici, normalizzazione dell'attività fisica e della sfera psico-emotiva) e la natura della dieta. In caso di infezione da HP al fine di eliminare un ulteriore fattore dannoso per il liquido di raffreddamento, è imperativo effettuare la terapia di eradicazione.

Il trattamento del reflusso duodeno-gastrico con rimedi popolari non può essere considerato il trattamento principale, ma può essere utilizzato solo come terapia aggiuntiva. Il trattamento con rimedi popolari comprende l'assunzione di olio di semi di lino, infuso di camomilla, radice di liquirizia, decotto di avena, radice di marshmallow, olio di olivello spinoso, succo di patata, succo di aloe, farfara, radice di calamo, melissa.

Reflusso duodeno-gastrico: farmaci, dieta, esercizio

Il reflusso duodeno-gastrico è una sindrome patologica caratterizzata da un flusso inverso della bile dal duodeno allo stomaco. Il lembo anatomico tra lo stomaco e il duodeno è lo sfintere pilorico. Consiste in un anello muscolare che si apre mentre il bullone del cibo si muove.

Il trattamento del reflusso duodeno-gastrico è un compito difficile, a seconda delle cause di questa patologia..

Le principali cause di patologia

L'assunzione retrograda del contenuto del duodeno nello stomaco si verifica sullo sfondo dello sviluppo di varie malattie.

  1. Insufficienza strutturale dello sfintere pilorico, che può essere dovuta all'assunzione di farmaci: miorilassanti o antispastici. Il tono dei muscoli dello sfintere diminuisce, a causa del quale l'apertura è chiusa in modo incompleto.
  2. Violazione della motilità gastrica.
  3. L'incompetenza funzionale del gatekeeper si sviluppa in persone sane a causa di eccesso di cibo, abuso di cibi pesanti e grassi, mangiare di notte, bevande gassate e lavoro fisico a stomaco pieno. Aumento della pressione nell'ampolla dell'ulcera duodenale, causata da malattie come duodenite cronica, pancreatite, colecistite, epatite. Lesioni, ernie e tumori, che schiacciano il duodeno, favoriscono il rilascio del succo duodenale nella cavità dello stomaco. Lo stesso meccanismo di lancio della bile nello stomaco si osserva durante la gravidanza, quando un utero allargato preme sull'intestino.
  4. Interventi chirurgici (rimozione della colecisti, danni ai muscoli dello sfintere pilorico).

Oltre ai motivi principali, i seguenti fattori influenzano la formazione del reflusso patologico:

  • Obesità, in cui una grande quantità di tessuto adiposo si accumula nell'addome, provocando un aumento della pressione e del flusso biliare.
  • Uno stile di vita sedentario porta ad una diminuzione del tono delle fibre muscolari del piloro e al deterioramento della peristalsi.
  • Dipendenza da alcol e fumo.

L'effetto dannoso del lancio della bile sulla mucosa gastrica

Il contenuto duodenale consiste non solo di bile, ma anche di succo pancreatico con enzimi destinati alla digestione del cibo: tripsina e lisocetina. La combinazione di contenuto gastrico acido, acidi biliari ed enzimi crea composti aggressivi che distruggono le pareti dello stomaco. Particolarmente colpito è l'antro, direttamente adiacente allo sfintere pilorico..

Reflusso duodeno-gastrico che cos'è

Il reflusso duodeno-gastrico è un problema molto spiacevole, che è accompagnato da sensazioni di disagio, dolore, sensazione di bruciore allo stomaco e altri sintomi spiacevoli. Inoltre, questa situazione non è sempre patologica. Secondo le statistiche, il GHR si verifica in circa il 15% delle persone che non hanno problemi con il sistema digestivo. Le ragioni di ciò sono disturbi alimentari non sistematici, attività fisica intensa, stress.

Caratteristica GDR

Il reflusso gastrico duodeno è una situazione in cui il normale flusso di cibo viene interrotto. Inizialmente, in uno stato parzialmente digerito, entra nel duodeno dallo stomaco. Quando si verificano determinate circostanze, parte di questo grumo di cibo cambia il suo movimento e ritorna nello stomaco.

Ciò accade a causa dell'indebolimento del piloro - lo sfintere, che separa la cavità dello stomaco e del duodeno. Attraverso il gatekeeper, il cibo passa dallo stomaco all'intestino, lo stesso sfintere impedisce il suo movimento retrogrado (inverso). Come risultato dell'indebolimento delle pareti dello sfintere, si verifica un ingresso parziale del grumo di cibo nello stomaco. Questo problema è accompagnato da sintomi spiacevoli che possono essere avvertiti dal paziente..

Cause della malattia e gruppi a rischio

Il reflusso gastrico duodeno può derivare da una varietà di cause avverse. Questi possono essere sia singoli fattori che gravi malattie dell'apparato digerente o anomalie nella struttura del tratto gastrointestinale. I motivi più comuni includono:

  1. Violazione della dieta, quando, dopo un digiuno prolungato, una persona mangia immediatamente una grande porzione di cibo;
  2. Mangiare cibi che aumentano l'acidità del succo gastrico, così come cibi difficili da digerire;
  3. Disturbi della motilità del tessuto muscolare dello stomaco o dell'intestino;
  4. Un forte aumento della pressione nell'intestino (ad esempio, a seguito di sollevamento pesi, attività fisica intensa);
  5. Uso incontrollato di determinati gruppi di farmaci. Prima di tutto, questi sono agenti coleretici, così come i FANS. Anche i preparati di origine naturale contenenti estratti vegetali possono avere un effetto negativo sul processo di promozione del cibo;
  6. Caratteristiche della struttura dello stomaco pilorico;
  7. Anomalie congenite nello sviluppo dell'apparato digerente del bambino (tali disturbi si verificano anche durante la posa del tubo del cibo, da cui si forma successivamente il tratto gastrointestinale;
  8. Malattie dello stomaco in forma acuta o cronica del corso;
  9. Come risultato di esami endoscopici o operazioni chirurgiche, il lavoro dello stomaco e dell'intestino superiore può essere interrotto, il che è accompagnato dalla comparsa di bruciore di stomaco e GHD;
  10. Tarda gravidanza, quando l'utero allargato comprime gli organi addominali, interrompendo il loro lavoro;
  11. Stress frequente e superlavoro;
  12. Sovrappeso.

Sintomi e manifestazioni

La sintomatologia della GHD non è specifica, ovvero gli stessi sintomi possono comparire in altre malattie, quindi la diagnosi differenziale è di grande importanza, che consente di stabilire con precisione il problema. È consuetudine includere tra tali manifestazioni:

  1. Una sensazione di bruciore e dolore allo sterno;
  2. Eruttazione, a volte accompagnata da un leggero rilascio di vomito acido;
  3. Disagio durante la deglutizione di cibo o liquidi;
  4. Alitosi, cattivo gusto;
  5. Sensazione di pienezza allo stomaco, come se fosse pieno;
  6. Gonfiore, dolore;
  7. Diminuzione dell'appetito, veloce sazietà;
  8. Debolezza, ridotta capacità di lavorare.

Fasi e caratteristiche

Il quadro clinico può avere diversi gradi di gravità. Tutto dipende dallo stadio di sviluppo del reflusso gastrico duodeno. Esistono 3 gradi di gravità della patologia, ognuno di essi è caratterizzato da determinati sintomi:

1 ° grado2 ° gradoLivello 3
Nella sezione del piloro inferiore si accumula una piccola quantità di bile. In questa fase, le manifestazioni cliniche possono essere assenti, ad eccezione di un lieve disagio e gravità che si verifica qualche tempo dopo aver mangiato.La bile si accumula nell'antro e nel fondo. Le manifestazioni cliniche della RDT sono più pronunciate. C'è un pronunciato dolore tirante, bruciore, eruttazione acida. Dopo aver mangiato, il paziente avverte pesantezza, gonfiore, attacchi di nausea sono possibili senza vomito.Il reflusso biliare si verifica non solo nella parte inferiore e superiore dello stomaco, ma raggiunge anche la regione dello sfintere che separa lo stomaco e l'esofago. In questo caso, oltre ai sintomi caratteristici, si sviluppano segni come:
  1. Tosse e mal di gola;
  2. Cambiamento di voce (raucedine);
  3. Possono verificarsi danni allo smalto dei denti.

Possibili complicazioni e conseguenze

Se la GDR si verifica su base continuativa, questa patologia può portare allo sviluppo di varie complicazioni, molte delle quali rappresentano una vera minaccia per la salute e persino per la vita umana:

  1. Erosione della mucosa gastrica;
  2. Ulcera peptica;
  3. Lesione dell'esofago (reflusso gastroesofageo);
  4. Stenosi del lume dell'esofago e, di conseguenza, comparsa di ostacoli al normale movimento del cibo;
  5. Degenerazione del tessuto epiteliale dello stomaco, quando assume la forma di epitelio intestinale e perde la sua funzionalità;
  6. Formazione di tumori benigni o maligni nello stomaco.

Metodi diagnostici

Per fare una diagnosi, non è sufficiente valutare la totalità dei segni disponibili, poiché non sono specifici per questa particolare malattia. Pertanto, al fine di ottenere un'immagine più accurata e dettagliata, è necessario eseguire una serie di misure diagnostiche:

  1. Esame visivo del paziente, durante il quale possono comparire sintomi quali pallore della pelle, rivestimento giallo sulla lingua, ingiallimento della sclera;
  2. Palpazione dell'addome per segni come dolore, irritazione della pelle durante il tatto;
  3. Ascoltando l'area dello stomaco e dell'intestino, durante questa procedura, il medico può sentire i rumori caratteristici che si verificano con l'aumento della peristalsi;
  4. PH-metry per determinare il livello di acidità della bile e del succo gastrico;
  5. Manometria gastrica per valutare la pressione all'interno dell'organo;
  6. Ultrasuoni della cavità addominale, radiografia, FGDS - come metodi diagnostici ausiliari per identificare possibili danni (erosioni, ulcere) delle pareti dello stomaco o dell'intestino superiore.

Trattamenti per reflusso gastrico duodeno

Prima di poter prescrivere un trattamento appropriato, è necessario stabilire la causa del problema. Quindi, se il reflusso ha singole manifestazioni, è necessario solo eliminare il fattore provocante (in particolare, rivedere dieta e dieta, rinunciare ad uno sforzo fisico eccessivo, proteggersi da stress e ansia).

Se il reflusso gastrico duodeno è un sintomo di qualsiasi malattia, il paziente deve prescrivere una serie di misure terapeutiche, tra cui trattamento farmacologico, nutrizione e correzione dello stile di vita, fisioterapia, terapia fisica. Nei casi gravi, quando la GDR ha portato allo sviluppo di gravi complicazioni (ad esempio, la formazione di tumori cancerosi), viene prescritto un intervento chirurgico.

La fisioterapia, in particolare, l'uso di ultrasuoni e correnti dinamiche, consente di ripristinare le cellule danneggiate dello stomaco, riportare l'organo alla normale funzionalità, eliminare spiacevoli sintomi del processo patologico.

Trattamento farmacologico

Per ottenere un risultato terapeutico positivo, è obbligatorio assumere farmaci prescritti da un medico. Tali fondi hanno azioni diverse. Questa è la protezione dello stomaco, una diminuzione del livello di acidi nella composizione del succo gastrico e della bile, il ripristino delle aree danneggiate delle mucose del tratto gastrointestinale, la prevenzione dello sviluppo di complicanze del GHR, l'eliminazione del dolore.

NomeDescrizioneDosaggioPrezzo
Motilium
Il farmaco facilita il movimento del cibo dallo stomaco all'intestino. Ciò consente di ridurre l'effetto aggressivo del succo gastrico sulle pareti dell'organo..1 compressa 3 volte al giorno 15-20 minuti prima dei pasti. Durata: fino a 28 giorni.450 rbl.Almagel

Neutralizza l'acido cloridrico nel succo gastrico, così come gli enzimi biliari aggressivi, protegge le pareti dell'organo dagli effetti negativi.1 cucchiaio. l 3 volte al giorno dopo i pasti.200 rbl.Esomeprazolo

Lo strumento riduce la produzione di succo gastrico, riducendo così il grado del suo effetto sulle pareti degli organi digestivi.40 mg una volta al giorno. La durata del trattamento è di 1 mese. Se i sintomi persistono, si consiglia un secondo corso. In questo caso, il dosaggio viene ridotto di 2 volte.1600 rbl.De-nol

Un farmaco protettivo che avvolge le pareti dello stomaco. Il film che compare dopo l'assunzione del prodotto neutralizza l'effetto delle sostanze aggressive.4 volte al giorno prima dei pasti e 1 volta prima di andare a letto. La durata del trattamento dipende dalla gravità dei sintomi..RUB 300.Lactofiltrum

Il farmaco ha un effetto adsorbente, neutralizza le sostanze nocive che influenzano negativamente le pareti dell'apparato digerente e ne favorisce l'eliminazione.Assumere 3-4 volte lontano dai pasti. Durata del trattamento 1-2 settimane.RUB 250-400 (a seconda delle dimensioni del pacco).Ursofalk

Lo strumento converte gli elementi acidi, rendendoli meno pericolosi e tossici per le mucose.Viene assunto una volta al giorno (la sera), il corso del trattamento è di circa 2 settimane.180 rbl.

Cibo

Poiché la causa principale della comparsa del bruciore di stomaco e le patologie di cui è un sintomo sono considerate disturbi nutrizionali, un paziente che si trova di fronte a reflusso gastrico duodeno deve adeguare la sua dieta. È importante escludere dal menu giornaliero tutti gli alimenti che aumentano l'acidità dello stomaco e della bile, stimolano la loro produzione.

PermessoVietato
  1. Zuppe cotte in brodo vegetale, nonché brodi di carni dietetiche;
  2. Cereali (in acqua o latte scremato);
  3. Prodotti a base di latte fermentato a basso contenuto di grassi;
  4. Carne magra senza pelle, pesce di fiume;
  5. Frutta e verdura lavorate termicamente;
  6. Acqua minerale medicinale, acqua potabile ordinaria, tè verde debole.
  1. Prodotti affumicati, cibo in scatola, cibi grassi, spezie;
  2. Brodi di carne o pesce grassi;
  3. Funghi;
  4. Salse piccanti;
  5. Frutta a guscio, semi di girasole;
  6. Soda, tè forte, caffè, bevande alcoliche;
  7. Dolciumi, prodotti da forno.

È importante prestare attenzione alla dieta. È necessario aderire al principio della nutrizione frazionata, mangiare cibi caldi trattati termicamente. Tra i metodi di cottura, è meglio scegliere bollire, stufare, cuocere al forno, cuocere a vapore.