Durante un'esacerbazione di pancreatite, cosa mangiare

Tipi

Quindi cosa mangiare con un'esacerbazione della pancreatite in modo che non ci sia recidiva dei sintomi? Con una diminuzione del volume del cibo e l'esclusione di alcuni piatti, il carico sul pancreas diminuisce, alleviando così la condizione. Con una dieta parsimoniosa, il lavoro del pancreas rallenta e l'organo viene gradualmente ripristinato.

Nutrizione acuta

Oltre alla terapia farmacologica, la nutrizione nel periodo acuto gioca un ruolo enorme nel recupero.

e con esacerbazione della pancreatite. Su consiglio dei medici, se aderisci a una certa dieta, eviterai il trattamento chirurgico e persino farmacologico.

Con l'esacerbazione della pancreatite del pancreas, la nutrizione frazionata è prescritta per almeno 12 mesi. Per un periodo di tempo così lungo, le funzioni degli organi addominali vengono quasi completamente ripristinate e il corpo umano si abitua a un'alimentazione sana.

Questa modalità consente di evitare il ripetersi della malattia in futuro..

All'inizio, dopo un'esacerbazione della pancreatite, al paziente viene mostrata la dieta n. 5, che è coordinata con il medico curante in relazione all'individualità e alla tolleranza di alcuni alimenti.

  • nutrizione frazionata fino a 6 volte al giorno;
  • piccole porzioni;
  • l'intervallo di tempo tra i pasti è di 3-4 ore;
  • cibo caldo;
  • la quantità minima di sale nei piatti;
  • in nessun caso dovresti mangiare troppo.

Se un adulto ha una pancreatite esacerbata, il ricovero è la soluzione migliore. In ambiente ospedaliero, la dieta sarà seguita senza riserve con il minimo disturbo nutrizionale.

Nutrizione cronica

Con un'esacerbazione della pancreatite cronica, il paziente è spesso interessato a: "Cosa puoi mangiare?" Mangiare sarà identico a quello della fase acuta, poiché i sintomi sono simili. In entrambi i casi, il compito principale di ciò che puoi mangiare con la pancreatite sarà quello di ridurre il carico sul pancreas..

Includere cibi ricchi di proteine ​​animali facili da digerire. La quantità di carboidrati complessi è necessariamente ridotta e il contenuto di grassi è quasi completamente escluso dal menu. Gli unici grassi saranno piccole quantità di burro aggiunto al cibo prima del consumo. I prodotti per la pancreatite sono sempre e solo freschi.

Nei primi due o tre giorni, al paziente viene mostrato "fame, freddo, calma". È consentito bere tè dolce e debole senza zucchero, brodo di rosa canina, acqua minerale senza gas. Quando si lasciano i giorni affamati, i piatti vengono gradualmente collegati che influenzano delicatamente l'organo infiammato. Il 3-5 ° giorno vengono introdotti brodi vegetali e un decotto di avena, continuando a prendere il liquido elencato.

Entro la fine della prima settimana, mangiano purè di patate e carote sottili, usano cereali liquidi, ad eccezione di orzo perlato, orzo, miglio.

Il giorno 7-10 è caratterizzato dall'introduzione di teneri patè di pesce bianco bollito o al vapore.
Una settimana dopo l'esacerbazione, i latticini vengono gradualmente introdotti, iniziando con ricotta e budini a basso contenuto di grassi.

Cosa mangiare con la pancreatite

Una esacerbazione della pancreatite è caratterizzata da un certo insieme di cibi al vapore o bolliti.

L'elenco di ciò che puoi mangiare con la pancreatite è piuttosto piccolo. Ma grazie alle porzioni frazionarie, una persona non rimane affamata. L'alimentazione dietetica, insieme ad un adeguato trattamento termico, darà sicuramente il suo risultato sotto forma di sollievo dai sintomi della pancreatite acuta.

I permessi includono:

  1. I porridge liquidi e semiliquidi costituiranno la base della dieta. Orzo perlato, orzo (orzo), mais, miglio dovrebbero essere rimossi dalla dieta. L'opzione migliore sarebbe grano saraceno e porridge di riso. Per cena, la seconda opzione può anche mangiare semolino sottile, farina d'avena.
  2. Quasi tutte le verdure, ad eccezione di cavolo bianco, cipolle, aglio, melanzane, ravanelli e rape. Zuppe di verdure a pranzo, verdure al forno, casseruole, puree varie, anche insalate calde.
  3. Sono esclusi i frutti aspri, anche i succhi. Puoi avere mele dolci, fragole, albicocche. Gelatine e composte da loro aiuteranno a colmare la mancanza di frutta, possibilmente l'uso di bacche.
  4. Carne magro: pollo, tacchino, vitello, coniglio. Metodo di cottura: bollire o cuocere a vapore sotto forma di cotolette, polpette o polpette.
  5. Il pesce è varietà eccezionalmente a basso contenuto di grassi e bianco. Bollito, al forno o cotolette, puoi usare i brodi.
  6. Pane bianco essiccato. Si sconsiglia il pane fatto con altra farina. Biscotti snack o biscotti in piccole quantità.
  7. Latticini con una bassa percentuale di grassi: la ricotta, con cautela kefir, porta a flatulenza e gonfiore.
  8. Omelette diluite con acqua. Le uova in qualsiasi altra forma non possono essere utilizzate.

Tale nutrizione porta alla minimizzazione del dolore e all'eliminazione dei crampi allo stomaco..

Frutta e verdura

Nella fase di esacerbazione, sono consentite quasi tutte le verdure che hanno subito un adeguato trattamento termico. L'uso di verdure fresche, la dieta per la pancreatite non lo consente.

Cetrioli, pomodori, cavoli, principalmente cavolfiori o broccoli, zucchine, zucca, peperoni, carote: la scelta delle verdure è varia. Basta applicare l'immaginazione sulla preparazione e la combinazione.

Da frutta, mele dolci, fragole, ananas, avocado, angurie, meloni sono ammessi. Un'ottima soluzione sarebbe preparare composte, budini, puree di frutta e frutta al forno. È meglio mangiare frutta in uno stato squallido o tritato: questo ridurrà il carico sul pancreas.

La nutrizione con pancreatite durante un'esacerbazione non sarà nemmeno senza carne.

Tabella della carne dietetica:

  • carne di coniglio;
  • vitello;
  • tacchino;
  • una gallina.

Tutte le altre carni rimangono proibite, così come i loro brodi.

L'elenco dei piatti di carne è abbastanza vario e costituirà la base di una dieta per la pancreatite acuta. Cuocere la carne, ricavarne varie cotolette, polpette, polpette, polpette. L'unica cosa è che non puoi condire la carne con salsa piccante e friggere.

Quello che puoi mangiare con un'esacerbazione della pancreatite è pesce e brodi di pesce. Pollock, lucioperca, luccio e tutti i tipi di pesce di fiume, il merluzzo sono utili. Dalle ricette saranno rilevanti soufflé, cotolette al vapore o al forno e pesce senza olio aggiunto.

Storione, varietà di pesce salmone, tutto il pesce rosso - trota, salmone rosa, salmone, sgombro sono esclusi dalla dieta. Tutto il pesce in scatola e le lattine di caviale sono vietati.

Esempi di menu per esacerbazione della pancreatite con un piatto di pesce incluso in esso: soufflé di pollock e riso bollito per cena, brodo di pesce con patate a pranzo.

Latticini

La dieta per l'esacerbazione della pancreatite del pancreas comprende latticini a basso contenuto di grassi: ricotta, kefir, yogurt, latte cotto fermentato, varenets. Non bere latte intero in quanto potrebbe causare diarrea. Non è consigliabile mangiare cagliata di ricotta e gelato, poiché lo zucchero irrita il rivestimento dello stomaco. Non sono ammessi formaggi di alcun tipo, è consentito solo il formaggio Adyghe. La soluzione ideale sarebbe un budino di ricotta leggera con mele cotte per colazione..

Cereali

Il menu contiene cereali per utilità:

  • farina d'avena, che ha un effetto avvolgente;
  • riso;
  • grano saraceno;
  • semolino.

Il porridge viene preparato in un rapporto 1: 1 in latte e acqua o in acqua. I cereali liquidi e semiliquidi sono i benvenuti.

È possibile dolci

Prodotti dolci e dessert sono controindicati per la pancreatite. Sono esclusi torte, biscotti, pasticcini, cioccolatini, dolci. Un paziente con pancreatite dovrebbe fare attenzione a consumare il miele, un cucchiaino al giorno..

Consentito in importi ragionevoli:

  • gelatina;
  • giuggiola senza zucchero;
  • incolla;
  • marshmallow.

Condimenti

Tutti i condimenti e le salse rafforzano il pancreas e stimolano la produzione di succo pancreatico. È consentito l'uso di erbe: aneto, prezzemolo, basilico, zafferano, chiodi di garofano, finocchio, origano, coriandolo, semi di cumino, coriandolo, erbe provenzali. Non utilizzare foglie di alloro, salse varie e condimenti in sacchetti che contengono una grande quantità di additivi alimentari e conservanti. La riduzione della quantità di sale è incoraggiata in tutti i piatti.

Bevanda

La quantità di fluido è necessaria per mantenere l'equilibrio salino. Le bevande consentite saranno:

  1. Acqua minerale. È la bevanda principale per l'esacerbazione della pancreatite. L'acqua deve essere bevuta un'ora prima dei pasti in piccole porzioni da 100-200 ml. Attenua il dolore nella regione epigastrica, allevia parzialmente l'irritazione dell'organo infiammato.
  2. Tè non zuccherato e debole senza aromi. Questa bevanda ha un lieve effetto sul rivestimento dello stomaco. Bevi tè verde, ibisco e tè pu-erh. Bere il tè fino a 1 litro al giorno.
  3. Decotti alle erbe: camomilla, aneto, immortelle. Dovrebbe essere consumato in piccole quantità per non danneggiare il corpo.
  4. Infusi di erbe.
  5. Kissel. La concentrazione mucosa e viscosa ha un effetto benefico sullo stomaco e sul pancreas. La gelatina di latte e avena sarà utile.
  6. Composta di frutti non acidi, bacche.
  7. I decotti di rosa canina saturano il corpo con vitamine e antiossidanti utili, necessari nei primi giorni per mantenere il corpo.
  8. Succhi - mela e zucca.
  9. Bevande ai frutti di bosco.
  10. Il latte di soia è ricco di proteine ​​vegetali e utili aminoacidi. Bere non più di 100 ml con cautela.

In nessun caso dovresti bere caffè forte, bevande gassate zuccherate, limonata, kvas e succhi acidi concentrati. Non bere mentre mangi, rende l'organo più facile da lavorare.

Alimenti e dieta vietati

La dieta con pancreatite acuta esclude completamente l'uso di bevande alcoliche.

Cosa non mangiare con la pancreatite:

  • carni grasse, brodi di carne e strutto;
  • pane fresco, compresi panini, muffin, torte e pizza;
  • legumi (fagioli, soia, piselli e altri);
  • latticini con un'alta percentuale di grassi, formaggi e latte;
  • dolci e dessert (gelato, cioccolato, torte);
  • tutte le salse (maionese, ketchup, senape);
  • succhi di frutta acidi;
  • caffè e tè forte;
  • dalle verdure: cavolo bianco, ravanello, ravanello, melanzane;
  • da cereali: orzo, orzo perlato, mais e miglio;
  • salsicce e carni affumicate;
  • Fast food.

Tale elenco è considerato incompleto in caso di esacerbazione del pancreas ed è integrato da eccezioni a seconda delle preferenze e delle condizioni della malattia del paziente..

Ricorda che una corretta alimentazione in caso di recidiva di pancreatite è la chiave per un rapido recupero e una rapida scomparsa dei sintomi spiacevoli. Se le raccomandazioni vengono seguite, il miglioramento si verifica già alla fine della prima settimana. Non dimenticare che la correzione nutrizionale è necessaria per molto tempo..

Nutrizione per la pancreatite: capire cosa puoi e cosa non puoi mangiare

L'infiammazione del pancreas, o pancreatite, è una malattia grave che può ridurre significativamente la qualità della vita di una persona. Può essere causato da molte ragioni diverse e procedere in forme diverse, ma in tutti i casi, la pancreatite causa problemi con la produzione di enzimi digestivi, il che significa che interrompe la funzione stessa di digerire il cibo e assorbire i nutrienti da parte del corpo. I medici hanno sviluppato un regime di trattamento speciale per questa malattia, in cui una corretta alimentazione gioca un ruolo importante..

Regole nutrizionali di base per la pancreatite

Il pancreas è uno dei principali partecipanti al processo di digestione. Gli enzimi che produce scompongono attivamente il cibo, contribuendo alla sua più rapida e completa assimilazione. Una ghiandola sana può gestire facilmente questo compito producendo la giusta quantità di enzimi pancreatici (enzimi). Ma quando si verifica un'infiammazione, il cibo troppo grasso o pesante causa un carico eccessivo sull'organo, peggiorando ulteriormente le sue condizioni.

Con la pancreatite in una qualsiasi delle sue forme, si dovrebbe aderire non solo a rigide regole nella scelta degli alimenti, di cui parleremo di seguito, ma anche a speciali principi nutrizionali studiati appositamente per aiutare il pancreas ad affrontare più facilmente la sua funzione principale.

  • In primo luogo, dovresti rispettare le regole della nutrizione frazionata, cioè mangiare spesso, da cinque a sei volte al giorno in piccole porzioni - fino a 300 g [1].
  • In secondo luogo, è obbligatorio il risparmio chimico del pancreas e di altri organi digestivi. Per questo, tutto ciò che può irritarli e provocare una produzione troppo attiva di enzimi è escluso dalla dieta. La maggior parte degli alimenti viene bollita o cotta al forno.
  • In terzo luogo, è necessario un risparmio meccanico del tratto gastrointestinale, cioè mangiare cibo in una forma schiacciata o addirittura asciugata (con pancreatite acuta o esacerbazione di una forma cronica della malattia).
  • In quarto luogo, la dieta dovrebbe contenere fino al 60% di proteine ​​animali, ovvero circa 200 grammi al giorno [2].
  • In quinto luogo, la quantità di grasso è limitata a 50 g al giorno, con una distribuzione uniforme dei grassi durante il giorno. I grassi possono essere utilizzati solo per cucinare, sono vietati come piatto indipendente. Ad esempio, dovrai rifiutare un panino con il burro, poiché è probabile che un carico eccessivo di grasso provochi un'esacerbazione della malattia e ne peggiori il decorso.
  • In sesto luogo, la quantità di zuccheri e cibi contenenti zucchero consumati quotidianamente dovrebbe essere limitata a 30-40 g al giorno, mentre il contenuto di carboidrati dovrebbe rimanere normale, fino a 350 g al giorno. È consentito sostituire lo zucchero con xilitolo o altri dolcificanti.
  • In settimo luogo, è escluso l'uso di alimenti che provocano un aumento della produzione di gas (flatulenza).
  • Ottavo, l'assunzione di sale è limitata. La tariffa consentita va dai tre ai cinque grammi al giorno.

Descriveremo di seguito quali alimenti sono ammessi per l'infiammazione del pancreas e quali sono severamente vietati..

Cosa puoi mangiare con la pancreatite, a seconda delle forme della malattia

Nella pancreatite cronica nella fase di remissione stabile, il paziente deve mangiare secondo i requisiti di base, ma il cibo non deve essere schiacciato o asciugato. Lo scopo della dieta per la pancreatite cronica è fornire un'alimentazione adeguata, ridurre il processo infiammatorio nel pancreas, ripristinare le sue funzioni.

Sono esclusi dalla dieta cibi fritti, cibi che favoriscono la fermentazione intestinale e ricchi di oli essenziali, nonché tutte le mucose irritanti del tratto gastrointestinale, condimenti e spezie ed estratti. Ad esempio, la carne contiene sostanze estrattive, che si dividono in azotate e non azotate. Un chilogrammo di carne contiene in media 3,5 g di estratti azotati. La maggior parte degli estrattivi azotati si trova nella carne di maiale: il loro contenuto totale raggiunge i 6,5 g per chilogrammo di tessuto muscolare. La quantità più piccola di estratti si trova nel montone: 2,5 g per chilogrammo di muscolo. A tal proposito, nei casi in cui è necessario limitare gli estrattivi, può essere consigliato l'agnello magro..

Gli estratti azotati sono carnosina, creatina, anserina, basi puriniche (ipossantina), ecc. Il valore principale degli estrattivi sono le proprietà gustative e l'effetto stimolante sulla secrezione delle ghiandole digestive.

Gli estratti privi di azoto - glicogeno, glucosio, acido lattico - sono contenuti nella carne in una quantità di circa l'1%. Nella loro attività sono significativamente inferiori agli estrattivi azotati.

La carne di animali adulti è più ricca di sostanze estrattive e ha un sapore più pronunciato rispetto alla carne di animali giovani. Questo spiega il fatto che i brodi forti possono essere ottenuti solo dalla carne di animali adulti. Le sostanze estrattive della carne sono agenti causali vigorosi della secrezione gastrica, e quindi brodi forti e carne fritta stimolano al massimo la secrezione dei succhi digestivi. La carne bollita non possiede questa proprietà, e quindi è ampiamente utilizzata in una dieta dietetica, chimicamente parsimoniosa, per gastriti, ulcere peptiche, malattie del fegato e altre malattie dell'apparato digerente..

I piatti sono al vapore o al forno. Questo tipo di dieta è generalmente consigliato a lungo per consentire al pancreas di riprendersi. L'elenco degli alimenti consentiti per la pancreatite cronica è piuttosto ampio, in modo che il paziente abbia l'opportunità di mangiare non solo bene, ma anche gustoso.

La nutrizione terapeutica per la pancreatite acuta e l'esacerbazione della pancreatite cronica è quasi la stessa. Il primo giorno di malattia, è incluso nel sistema di emergenza per un attacco e ha lo scopo di ridurre il dolore e l'attività del pancreas. La formula tradizionale - "freddo, fame e riposo" - riflette perfettamente i principi di trattamento della pancreatite acuta e dell'esacerbazione della forma cronica.

Per creare riposo funzionale per il pancreas, il corpo del paziente viene fornito dei nutrienti necessari (solitamente aminoacidi e vitamine) utilizzando la cosiddetta nutrizione parenterale, cioè mediante infusione endovenosa (somministrazione), bypassando il tratto gastrointestinale. In alcuni casi, se il paziente non ha vomito e segni di gastrostasi, cioè un rallentamento dell'attività dello stomaco, è consentito bere acqua minerale alcalina o tè debole, circa 1,5 litri al giorno. Circa il secondo o il terzo giorno, il paziente viene gradualmente trasferito a una nutrizione enterale limitata e quindi a completa.

La terapia nutrizionale per la pancreatite acuta e l'esacerbazione della forma cronica ha una serie di caratteristiche. Innanzitutto è necessario introdurre quanto prima la quantità di proteine ​​richiesta nella dieta del paziente, poiché sono necessarie per la sintesi di inibitori enzimatici che sopprimono la produzione di questi ultimi da parte del pancreas. Per ridurre il carico sull'organo, a volte vengono utilizzate miscele speciali per la nutrizione enterale, prese attraverso un tubo o un tubo. Dopo circa due settimane, al paziente è consentita una dieta prolungata con risparmio chimico e meccanico degli organi.

I pazienti durante questo periodo sono raccomandati vari tipi di zuppe mucose su brodi di cereali o brodi vegetali, piatti al vapore tritati da carni magre e pesce, omelette proteiche al vapore, puree di frutta e verdura, ricotta appena cotta, tè debole, brodo di rosa canina, composte, gelatina. Il sale non è usato per cucinare.

Dieta terapeutica "Tabella numero 5 p": un elenco di prodotti

Durante la diagnosi di pancreatite, il paziente, insieme al trattamento farmacologico, riceve una raccomandazione per la terapia nutrizionale. Soprattutto per i pazienti con pancreatite, è stata sviluppata una versione speciale della dieta n. 5, raccomandata per le malattie del fegato e della cistifellea - dieta n. 5 p.

Ci sono due opzioni per questa dieta. Il primo è indicato per pancreatiti acute ed esacerbazioni croniche, viene prescritto dopo un digiuno di circa una settimana. Il contenuto calorico della dieta è di 2170-2480 kcal.

La seconda opzione, prescritta per la pancreatite cronica in fase di remissione, è caratterizzata da un alto contenuto proteico, la dieta quotidiana con questa dieta dovrebbe avere un valore energetico di circa 2440-2680 kcal.

Menu approssimativo per un giorno secondo la dieta n. 5 p (seconda opzione):

  • colazione: farina d'avena in acqua, soufflé di ricotta, succo di carota;
  • seconda colazione: mela al forno;
  • pranzo: zuppa-purea di zucchine e carote, involtino di manzo con purea di zucca, gelatina di frutti di bosco;
  • tè pomeridiano: biscotti crudi, tè debole;
  • cena: cotolette di luccioperca al vapore con cavolfiore, composta.

L'elenco degli alimenti consentiti dalla dieta numero 5 p è il seguente:

  1. Porridge e cereali: semolino, farina d'avena, grano saraceno non macinato, riso, cotto in acqua.
  2. Latticini: ricotta 1% di grassi, yogurt e kefir a basso contenuto di grassi, formaggio magro.
  3. Zuppe: brodi mucosi di cereali, passati di verdura, minestre a base di brodi secondari di carne, passati.
  4. Carne e pesce: pollo (petto), coniglio, manzo magro, tacchino, merluzzo, nasello, merluzzo bianco, luccio, lucioperca, passera e altre varietà a basso contenuto di grassi, bollite o al vapore sotto forma di polpette, cotolette, polpette, involtini.
  5. Verdura e frutta: zucchine, patate, broccoli, cavolfiori, carote, pomodori (con cura), cetrioli, zucca, mele dolci e pere (preferibilmente al forno), frutta secca. Le verdure vengono bollite, a volte strofinate.
  6. Salse: salse bianche delicate come besciamella, brodo vegetale, frutta e frutti di bosco.
  7. Dolce: gelatina di frutta e bacche, mousse, gelatina, marshmallow (in piccole quantità), miele, caramelle, alcune varietà di biscotti non gustosi.
  8. Altri prodotti: burro e olio vegetale per cucinare, uova di gallina (proteine), pane di grano di ieri.
  9. Bevande: succhi - carota, zucca, albicocca, rosa canina, acqua minerale, tè debole.

L'espansione della dieta migliorando il benessere può essere effettuata solo all'interno dell'elenco dei piatti consentiti, senza violare la tecnologia di cottura e non superare il volume consigliato.

Alimenti vietati per l'infiammazione del pancreas

Dieta n. 5 p è severamente vietato mangiare i seguenti alimenti:

  1. Porridge e cereali: piselli, fagioli, orzo e semola di mais.
  2. Latticini: latte, panna acida, panna ad alto contenuto di grassi, formaggi a pasta dura, ricotta grassa.
  3. Zuppe: a base di brodi forti di carne e pesce, nonché con verdure fritte come condimento: borscht, sottaceti, zuppa di cavolo, zuppa di pesce.
  4. Carne e pesce: pesce grasso - salmone, trota, caviale di salmone, pesce affumicato e salato, pesce in scatola, maiale e manzo grasso, salsiccia, carne affumicata, oca, anatra, carne in scatola.
  5. Verdura e frutta: tutta la verdura e la frutta in scatola, cavoli bianchi, cipolle, ravanelli, melanzane, peperoni.
  6. Salse: ketchup, adjika, senape e tutte le salse piccanti.
  7. Dolce: cioccolato, gelato, pasta frolla, creme di pasticceria.
  8. Altri prodotti: grassi animali, pane di segale ed eventuali muffin, funghi in qualsiasi forma.
  9. Bevande: succhi - arancia, uva, ciliegia, pomodoro, bevande gassate, qualsiasi alcol, tè e caffè forti.

La violazione della dieta può provocare un attacco anche se le condizioni del paziente sono rimaste stabili per molto tempo.

L'importanza degli enzimi nella digestione degli alimenti

La digestione del cibo nel corpo avviene con la partecipazione di diversi tipi di enzimi prodotti dallo stomaco, dal pancreas e dall'intestino tenue. Ciascuno degli enzimi è responsabile della scomposizione di alcuni componenti negli alimenti. In questo caso vengono prodotti enzimi che scompongono:

  • proteine ​​- proteasi (tripsina, chimotripsina);
  • acidi nucleici - nucleasi;
  • grassi - lipasi (steapsina);
  • carboidrati - amilasi.

Quando si verifica un'infiammazione del pancreas, la sua capacità di sintetizzare gli enzimi è significativamente ridotta e si verifica una carenza di enzimi. Questa condizione si manifesta con una violazione delle funzioni digestive del corpo e l'assorbimento di sostanze nutritive da parte sua, si verificano una serie di sintomi spiacevoli, come feci molli e abbondanti, disidratazione, sintomi di carenza vitaminica e anemia. Il peso corporeo può diminuire drasticamente, spesso si verificano bruciore di stomaco, nausea, vomito, flatulenza. La carenza enzimatica prolungata è molto pericolosa, poiché senza un trattamento adeguato porta al completo esaurimento del corpo..

Quindi, una corretta alimentazione in combinazione con la terapia enzimatica volta a reintegrare la mancanza di esimi è abbastanza in grado di ridurre le manifestazioni spiacevoli di pancreatite e carenza enzimatica. La cosa più importante è seguire chiaramente tutte le prescrizioni del medico curante, prevenendo l'autoattività nel trattamento.

Cosa prendere ai pasti se gli enzimi pancreatici sono carenti?

Con una carenza dei propri enzimi pancreatici nel corpo, come già accennato, la capacità di una persona di assimilare i nutrienti dal cibo è significativamente ridotta. Per risolvere questo problema, i medici raccomandano di seguire un ciclo di terapia enzimatica con preparati a base di pancreatina animale. Questo principio attivo contiene: proteasi, lipasi e alfa-amilasi, cioè tutti gli enzimi che il pancreas stesso produce.

La forma moderna di preparati enzimatici sono i microgranuli - pellet enterici microscopici (solubili in un mezzo alcalino) con un diametro inferiore a due millimetri. Questi pellet si trovano in una speciale capsula di gelatina (solubile nell'ambiente acido del succo gastrico), che consente al principio attivo, mescolandosi con il cibo, di penetrare esattamente dove avviene la digestione principale - nel lume del duodeno.

Tra i farmaci popolari e richiesti di questa categoria, si può citare, ad esempio, il farmaco Micrasim®, prodotto in capsule con un dosaggio di 10.000 e 25.000 unità. 30 minuti dopo che i microgranuli entrano nell'intestino tenue, viene rilasciato almeno il 97% degli enzimi, a seguito del quale si nota la loro massima attività, simile a quella degli enzimi nel corpo umano. Micrasim® promuove la digestione e l'assorbimento di successo dei nutrienti essenziali nel corpo. Nel processo di digestione, gli enzimi perdono gradualmente la loro attività e vengono escreti dall'organismo in modo naturale, bypassando il flusso sanguigno.

Micrasim ® è prescritto in caso di carenza enzimatica causata da pancreatite (senza esacerbazione), in violazione del processo digestivo dopo interventi chirurgici e per correggere la digestione in persone che non hanno malattie gastrointestinali, ma violano il regime alimentare e consentono errori nella nutrizione.

Controindicazioni del farmaco: intolleranza individuale ai componenti, esacerbazione della pancreatite cronica e pancreatite acuta.

Numero di registrazione di Micrasim ® nel registro statale dei medicinali - LS-000995 del 18 ottobre 2011, rinnovato a tempo indeterminato il 16 gennaio 2018. Il medicinale è incluso nell'elenco VED.

La pancreatite cronica durante un'esacerbazione è accompagnata da dolore periodico o persistente nella parte superiore dell'addome, che può essere di fuoco di Sant'Antonio, così come nausea (fino al vomito), feci molli e gonfiore.

Puoi prenderti cura della tua salute e supportare il lavoro del tubo digerente utilizzando preparati moderni contenenti enzimi per migliorare la digestione.

Micrasim ® contiene enzimi pancreatici che possono essere rilasciati solo nell'intestino, portando il processo di digestione il più vicino possibile al naturale.

Fai un test e scopri di più sulla tua dieta, oltre a ricevere consigli per regolarla.

Nel trattamento delle conseguenze della pancreatite, possono essere raccomandati preparati per normalizzare la digestione con il contenuto di amilasi, lipasi e proteasi.

Micrasim ® può essere utilizzato come parte del complesso trattamento di una serie di malattie dell'apparato digerente, in particolare per le malattie associate a disfunzioni del pancreas.

  • 1.2 https://e-libra.ru/read/391536-lechebnoe-pitanie-pri-hronicheskih-zabolevaniyah.html

Quando solo gli eccessi alimentari periodici associati a feste festive, fast food di strada, cambiamento della dieta abituale durante i viaggi turistici, mangiare prodotti semilavorati durante le escursioni e le gite, o l'assenza di una "seconda metà" vicina possono portare a indigestione, i preparati enzimatici possono essere utilizzati per mantenere il sistema del tratto digerente sul bancone. Tuttavia, se noti che le violazioni sono sistematiche, fissare un appuntamento per un consulto con un gastroenterologo sarà la decisione più corretta..

Dieta per esacerbazione del pancreas: quali cibi, menu, aiuto

Buon pomeriggio, cari lettori!

La dieta con esacerbazione del pancreas gioca un ruolo importante nella rigenerazione. Una dieta che allevia l'esacerbazione del pancreas è prescritta dal medico curante.

Nel periodo acuto, è particolarmente importante seguire le sue istruzioni: questo riduce al minimo il rischio di ricadute e allevia rapidamente il dolore.

E se segui istruzioni come lo stile di vita, in futuro è possibile evitare le esacerbazioni dei problemi al pancreas..

  1. Nutrizione durante l'esacerbazione
  2. Cosa puoi mangiare con un'esacerbazione del pancreas
  3. Quindi cosa puoi mangiare con un'esacerbazione del pancreas?
  4. Cosa escludere dalla dieta
  5. Revisione giornaliera stimata del menu
  6. Ricette per rafforzare la dieta
  7. Dieta dopo esacerbazione della malattia
  8. Aiuto domiciliare con esacerbazione

Nutrizione durante l'esacerbazione

In caso di esacerbazione della pancreatite, si raccomanda una dieta moderata per almeno 12 mesi. In un periodo così lungo, le funzioni degli organi addominali vengono quasi completamente ripristinate e il corpo umano si abitua a una corretta alimentazione. Questa modalità evita future ricadute.

Per la prima volta dopo un'esacerbazione della pancreatite, al paziente viene mostrata la dieta n. 5, concordata con il medico curante in merito alla specificità e alla tollerabilità di alcuni prodotti.

Aspetti nutrizionali:

  • esacerbazione con pancreatite esacerbazione con pancreatite che schiaccia il cibo fino a 6 volte al giorno;
  • piccola quantità di porzioni;
  • assunzione temporanea tra i pasti 3-4 ore;
  • cibo caldo;
  • una piccola quantità di sale;

In nessun caso puoi mangiare troppo. Se un adulto ha una pancreatite aggravata, il ricovero è la soluzione migliore. Secondo i criteri ospedalieri, la dieta sarà seguita incondizionatamente per il minimo disturbo alimentare.

Cosa puoi mangiare con un'esacerbazione del pancreas

Nonostante le molte restrizioni, la dieta prescritta per un paziente con pancreatite è piuttosto varia. In particolare, la dieta contiene proteine, poiché la sua degradazione provoca molto meno stress sulla ghiandola rispetto al consumo di carboidrati.

Quindi cosa puoi mangiare con un'esacerbazione del pancreas?

Carne magra e pesce. Può essere tacchino, manzo, pollo o coniglio. Di pesce, è meglio preferire merluzzo, carpa, luccio e merluzzo.

Tutti i prodotti devono essere cotti al vapore o al forno e serviti in soufflé, pasta, polpette e polpette, cioè tritate.

Uova. La dieta del pancreas comprende piatti a base di uova, escluse le uova fritte. Una buona scelta è una frittata di proteine ​​al vapore. È meglio sostituire le uova di gallina con le quaglie, perché la proteina di queste ultime è molto più digeribile..

Prodotti lattiero-caseari e fermentati. Ricotta, crauti, kefir, panna acida e yogurt vengono introdotti nella dieta del paziente secondo i criteri di basso contenuto di grassi (non più dell'1-1,5%). La cagliata è accettabile se fresca o cotta al vapore in una forma di budino. Tutto il latte vaccino con un'esacerbazione del pancreas è difficile da digerire per il corpo. È meglio sostituirlo con latte diluito o di capra ipoallergenico.

Cereali. Si consiglia di introdurre la farina d'avena bollita nella dieta il primo giorno dopo la fase acuta della malattia. Il grano saraceno, il riso e la semola hanno un effetto più benefico sullo stomaco senza provocare una brutta reazione dell'organo pancreatico. Per quanto riguarda il pane, è meglio escludere temporaneamente tutti i tipi di grano dal menu, oppure cambiarli in cracker o biscotti..

Le bevande. La normale funzione del tubo digerente non è possibile senza un sufficiente apporto di acqua. Per la pancreatite, è necessario utilizzare almeno un litro e mezzo di acqua pulita. Decotti di acqua minerale, gelatina, rosa o crusca, tisane hanno un buon effetto terapeutico. È molto buono per la pancreatite bere la cicoria, che ha un effetto coleretico.

Noci e semi. Dopo un periodo di remissione prolungata, si possono aggiungere alla dieta noci, castagne o anacardi. Contengono un minimo di fibra e in piccole quantità non aumentano il carico sulla ghiandola.

Cosa escludere dalla dieta

Per prevenire il passaggio della pancreatite acuta allo stadio acquisito, è necessario redigere un elenco di restrizioni alimentari, a causa della paura dei cibi che stimolano il lavoro attivo del pancreas e, tenendo conto dell'intolleranza personale, degli alimenti proibiti dalla pancreatite.

Prodotti vietati dalla pancreatite

È necessario escludere completamente dalla dieta quotidiana:

  • carne grassa, strutto e alcuni tipi di pesce (cefalo, salmone, pesce gatto, carpa, halibut), oltre al caviale;
  • grasso di maiale e agnello;
  • Pane di segale;
  • frattaglie di carne (salsicce, panini, salsicce, salsicce, ecc.) e salsicce;
  • cibo in scatola, sottaceti, sottaceti;
  • spezie macinate, condimenti e spezie;
  • alcuni tipi di verdure (ravanelli, rape, ravanelli, cipolle e aglio, oltre a cavoli, funghi e legumi con un alto contenuto di fibre solide);
  • frutta acida;
  • arancia, limone, mandarino e altri tipi di agrumi;
  • frutta candita;
  • latte condensato;
  • panna acida, yogurt e panna;
  • bevande gassate e al caffè;
  • prodotti di cioccolato, torte, pasticcini, torte, marmellate, caramello, dolci e altri dolci.

Consigli! È meglio rinunciare a cibi malsani (patatine fritte, hot dog), patatine fritte, cracker, noci salate per sempre per evitare l'esacerbazione della malattia.

Inoltre, dovresti limitare il consumo di alcol (non solo liquori, ma anche cocktail a basso contenuto di alcol).

L'alcol può causare la contrazione dello sfintere di Oddi (un dispositivo valvolare che consente agli enzimi di muoversi nel tratto digerente e impedisce il rilascio immediato del cibo digerito).

Dopo aver preso la valvola "calda" potrebbe non aprirsi in tempo e il succo digestivo verrà bloccato nei condotti, il che diventerà una condizione per un inasprimento dell'attacco e conseguenze spiacevoli.

Elenco degli alimenti per la pancreatite

Durante i primi 2-3 giorni di fame e consumo di alcol, è prescritto con un processo infiammatorio pronunciato. La quantità di acqua utilizzata, la frequenza di somministrazione, il volume di ciascuna porzione utilizzata è determinata dal medico in base alla gravità delle condizioni del paziente. Volume giornaliero approssimativo - 2,5 l.

Le bevande gassate, fritte o fredde sono fortemente sconsigliate: la temperatura dell'acqua dovrebbe essere confortevole, non irritare la mucosa. Se una donna malata può bere, non c'è vomito ripetuto, è permesso:

  • acqua minerale alcalina (Borzhomi, Slavyanovskaya, Smirnovskaya) in una forma calda senza gas;
  • tè debole;
  • composte;
  • gelatina.

Bevi qualche sorso, ma spesso.

Se, a causa della gravità delle condizioni del paziente, è necessario prolungare il regime di bere per più di 3 giorni, se si verificano sintomi dispeptici e il trattamento deve essere continuato in un buon reparto terapeutico, devono essere somministrati glucosio per via endovenosa e vitamine.

Revisione giornaliera stimata del menu

Una dieta cruda non è un suggerimento. Puoi preparare molti piatti piccanti e necessari dal prodotto consentito. Prima di iniziare una dieta equilibrata ogni giorno, dovresti consultare il tuo medico e seguire tutte le sue istruzioni..

Ma se non puoi contattare uno specialista, un menu approssimativo aiuterà a facilitare questo processo, che contiene tutti i prodotti necessari in dosi accettabili e i tempi di assunzione raccomandati..

1a colazione (7.00 - 7.30) budino di semolino

La tua prima colazione dovrebbe essere leggera, ma anche nutriente per fornire al corpo l'energia necessaria. Può essere zuppa viscida, porridge di semolino, casseruola di cagliata o porridge di riso con frutta. Gli amanti dei dolci apprezzeranno sicuramente la ricotta con marmellata. Le bevande dovrebbero essere date con acqua minerale o tè debole (camomilla, menta o rosa canina). Il latte può essere aggiunto al tè.

2a colazione (9.00 - 9.30) mela al forno

La seconda colazione prevede spuntini leggeri per reintegrare le forze in modo da poter optare per una pera o una mela al forno (senza pelle), gustare gelatina di frutta, mangiare una piccola banana o bere yogurt.

Pranzo (12.00 - 12.30) zuppa di orzo perlato con cracker

Indipendentemente dalle tue restrizioni dietetiche, la cena più piacevole dovrebbe essere quella di curare la tua pancreatite. Puoi preparare una zuppa di orzo perlato sminuzzata con cracker, patate (carote) o torta di patate. Puoi pranzare con composta o latte.

Spuntino pomeridiano (16.00 - 16.30) mousse di frutta

Prima di cena, dovresti assolutamente preparare uno spuntino pomeridiano, che può includere gelatina di farina d'avena con pane secco, gelatina di latte, mousse di frutta o ricotta.

Cena (20.00 - 20.30) Grano saraceno

Per evitare carenze nutrizionali, servire per cena grano saraceno, semolino o riso, pasta con verdure o polpette di pesce con purea di verdure. La proprietà della bevanda è un tè debole che può essere diluito con il latte. L'ultimo elemento della tua dieta quotidiana può essere mezzo bicchiere di kefir a basso contenuto di grassi, che è meglio bere prima di andare a letto..

Consigli! Quando si prepara il cibo, non salare il cibo. È consentito aggiungere sale insignificante al cibo solo prima di servire, ma il suo volume non deve superare i 10 g al giorno.

Il corpo avrà bisogno di tempo per riprendersi da una riacutizzazione, perché la dieta della pancreatite è preferibilmente seguita da un lungo periodo (da 6 a 12 mesi), seguendo rigorosamente tutte le istruzioni e i consigli del medico.

Ricette per rafforzare la dieta

Palline di patate con pollo

Abbiamo bisogno di: patate, petti di pollo, carote, erbe aromatiche, cipolle, olio vegetale.

Lessare il petto di pollo e tritare o frullare con carote bollite e cipolle piccole.

Cuocere le patate e schiacciarle. Formiamo un cerchio di purè di patate, a cui aggiungiamo carne macinata piccola, formiamo una palla. Le palline vengono messe nel congelatore per mezz'ora.

Le palline surgelate vanno messe a bagnomaria o in forno. Durante la cottura in forno, le palline vanno messe in uno stampo precedentemente unto con un filo di olio vegetale. Preriscaldare il forno a 220 ° C. Cospargere con erbe aromatiche quando si serve.

Griglia perlata

Avremo bisogno di: un po 'di olio vegetale, una carota, una cipolla, acqua (circa 0,5 l), un pomodoro.

Versare l'acqua nell'orzo perlato e cuocere per 45 minuti fino all'ebollizione. Quindi scolare l'acqua in eccesso, aggiungere un filo d'olio d'oliva, lasciarlo sotto il coperchio.

Friggere le cipolle tritate con un cucchiaio di olio vegetale, aggiungere le carote grattugiate, il pomodoro tritato finemente, cuocere a fuoco lento per circa 10 minuti a fuoco basso, coperto. L'orzo perlato viene passato attraverso un frullatore, si aggiungono le verdure in umido, si uniscono e si lasciano sotto il coperchio per altri 5-6 minuti.

Salsiccia fatta in casa

Prendi: 700 g di petto di pollo, 300 ml di panna acida, 3 albumi, un po 'di sale, verdure se lo desideri.

Tagliamo il petto crudo e passiamo nel frullatore fino a renderlo morbido. Aggiungi proteine, sale, verdure se necessario.

Versare la panna fresca nella miscela risultante e impastare.

Separare la terza parte della carne macinata sulla pellicola adiacente, formare una salsiccia, tirando i bordi con un filo. Quindi, abbiamo preparato tre salsicce. Far bollire l'acqua in una padella larga, dopo l'ebollizione, abbassare la fiamma (in modo che l'acqua non bolle, ma mantiene la sua temperatura). Mettiamo la salsiccia in una casseruola e la mettiamo sopra il piattino in modo che non compaiano. Cuocere per un'ora. Rimuovere la padella distante dalla padella, conservare in frigorifero e quindi rimuovere la pellicola. Affetta e servi.

Dieta dopo esacerbazione della malattia

La dieta dopo l'esacerbazione della pancreatite fornisce un certo sollievo. Frutta a guscio, semi, pasta, burro e altri alimenti vengono gradualmente introdotti nella dieta del paziente. Dovrebbe essere lo stesso del periodo di esacerbazione della malattia, monitorare la frequenza dei pasti e una piccola porzione. Dovresti mangiare ogni 3 ore per non mescolare diversi tipi di grassi, proteine ​​e carboidrati in un pasto.

Dopo aver eliminato i sintomi acuti della pancreatite e seguito una dieta seria, il cliente deve rimanere sulla dieta n. 5. Per la pancreatite, che ha iniziato a disturbare il sistema endocrino, almeno alcuni cibi dolci, compreso il miele, sono proibiti.

Cosa puoi mangiare con la pancreatite se i sintomi di una manifestazione esacerbata della malattia sono passati:

  • pasta;
  • pane secco;
  • cereali;
  • orzo;
  • oli vegetali;
  • frutta e verdura bollite o al forno;
  • gelatine e composte;
  • carni magre e pesce;
  • i prodotti a base di latte fermentato più freschi;
  • testicolo;
  • burro.

Questi alimenti dietetici non sono adatti al consumo occasionale. L'olio va consumato in piccole quantità, aggiungendo fiocchi di cereali, spezzatino di verdure, ecc..

Le proteine ​​dovrebbero avere la priorità quando si scelgono i noccioli negli alimenti. Alla base si preparano zuppe e casseruole. I prodotti a base di latte fermentato hanno un effetto benefico sul tratto digestivo. Come nella variante con una forma grave della malattia, quando la malattia scompare, la ricotta, il kefir e altri prodotti a base di latte fermentato dovrebbero essere freschi ea basso contenuto di grassi. Puoi bere tè deboli, tisane, cicoria.

Affinché la malattia non peggiori di nuovo, rimane vietato quanto segue:

  • muffin e torte;
  • prodotti in salamoia, giovani, grassi, affumicati;
  • legumi;
  • alcol;
  • tipi di formaggio grassi, salsicce;
  • panna, panna;
  • cipolle, aglio, ravanelli, acetosa, rabarbaro;
  • datteri, fichi;
  • uva, mele acide, agrumi;
  • tutte le salse e le spezie;
  • bibita.

Una dieta equilibrata per la pancreatite migliora il sistema digestivo umano, compreso il pancreas. Grazie a ciò, gli organi vengono ripristinati in modo uniforme..

Aiuto domiciliare con esacerbazione

In caso di infiammazione acuta, quanto segue aiuterà:

  • riposo completo durante il periodo di dolore ai reni;
  • ghiaccio nell'area dell'infiammazione (preferibilmente una piastra elettrica con acqua fredda);
  • fame per almeno 3 giorni.

La completa astinenza dal cibo durante questo periodo permetterà al pancreas di calmarsi, fermare la produzione di enzimi e, come dovrebbe, alleviare il dolore acuto, a volte insopportabile.

Nei primi giorni è consentito il consumo solo delle seguenti bevande e merci:

  • tè debole senza zucchero;
  • brodo di rose selvatiche;
  • acqua minerale naturale;
  • in casi eccezionali, dopo la fame, è consentito mangiare torte o biscotti a piccole dosi.

Dieta per il pancreas: le basi, i cibi consentiti, i menu, le ricette popolari

Il menu principale e le ricette alimentari per la pancreatite cronica del pancreas

Dieta 4 - cibi e menu consentiti per la settimana

Dieta della patata: mono-dieta rigorosa e opzioni con altri prodotti, recensioni

Dieta 9 - menu settimanali e cibi consentiti

Dieta nel trattamento della pancreatite del pancreas

La pancreatite pancreatica è abbastanza comune. Una caratteristica distintiva di questa malattia è il dolore acuto allo stomaco e una violazione del funzionamento qualitativo del pancreas.

Per superare il doloroso difetto e trattare questo disturbo, è stata sviluppata una dieta terapeutica speciale. Contiene un menu appositamente selezionato e prodotti alimentari consigliati. Aiutano il processo di trattamento e allo stesso tempo non danneggiano il corpo..

L'efficacia della dieta per la pancreatite

La pancreatite cronica e le sue forme acute causano grande disagio a tutto il corpo. I sintomi di questa malattia sono dolore addominale acuto, debolezza, nausea e vomito..

Con la pancreatite del pancreas, l'adesione a una dieta terapeutica è obbligatoria. La terapia nutrizionale può alleviare il dolore, riordinare il sistema digerente e migliorare il funzionamento del tratto gastrointestinale.

L'efficacia della dieta sta nel fatto che il menù proposto e gli alimenti speciali curano il pancreas e producono una sorta di "scarico" dell'intero apparato digerente.

Molti nutrizionisti sostengono che il digiuno curativo speciale dovrebbe essere un'efficace introduzione a questa dieta. Dovrebbe iniziare immediatamente dopo aver identificato i sintomi di questa pancreatite del pancreas. 2-3 giorni è necessario digiunare (a seconda della sindrome del dolore) e quindi iniziare una dieta.

Il digiuno con pancreatite è utile, poiché quando si mangia cibo, c'è un forte carico sul corpo. Ciò provoca infiammazione e dolore nella zona dello stomaco. Pertanto, questo metodo per entrare nella dieta è così importante ed efficace..

La tabella dietetica numero 5 per la pancreatite si basa sull'uso di determinati alimenti. Il menu e la dieta di questo metodo di trattamento del pancreas saranno discussi di seguito..

Regole nutrizionali

Regole nutrizionali per la pancreatite del pancreas:

  1. mangiare cibo della stessa consistenza, preferibilmente omogeneo (porridge, zuppa..);
  2. le porzioni dovrebbero essere piccole;
  3. devi bere costantemente (acqua pulita, decotti, tè verde);
  4. mangiare cibo in forma liquida o cremosa (purè di patate, gelatina, purè di zuppe, brodi).
  5. mangiare 5-6 volte al giorno;
  6. escludere: dolce, salato, fritto e affumicato;
  7. escludere il consumo di cibi crudi (verdura / frutta)
  8. includere nella dieta piccole porzioni di cibo che non stimolano l'aumento della produzione di succo gastrico (pane secco, bagel non zuccherato - in piccole quantità).

Le regole dietetiche per la pancreatite acuta sono simili all'opzione cronica. Nella forma cronica di pancreatite del pancreas, il digiuno terapeutico dura 3-4 giorni.

Il menu e l'assunzione di cibo con questa dieta sono più rigorosi. Sono ammessi brodi leggeri e cereali. Tutto questo dovrebbe essere accompagnato da un'abbondante bevuta di tè e acqua pulita..

Quello che puoi e non puoi mangiare?

Prodotti alimentari che possono essere consumati con una dieta Tabella numero 5 per la pancreatite:

  • bollito finemente tritato (vitello, pollo, coniglio): cotolette al vapore, soufflé
  • pesce al vapore o bollito;
  • cereali: grano saraceno, riso, semolino, farina d'avena;
  • latte: kefir, latte cotto fermentato o yogurt 1-5% non di più.
  • uova (bollite alla coque), ma consumate in piccole quantità.
  • verdure al forno o al vapore;
  • frutta cotta o sotto forma di composte;
  • dai dolci: gelatina, marshmallow;
  • pane (bianco essiccato - usare in piccole quantità);
  • bevande (tè, acqua pulita, decotti).

Quindi, una dieta per la pancreatite pancreatica che non puoi mangiare:

  • carne e pesce grassi;
  • arrosto;
  • salato;
  • affumicato;
  • farina (ad eccezione di quanto sopra);
  • conservanti;
  • dal latte: ricotta, panna acida, latte (qualsiasi latte grasso);
  • uova (sode, frittata);
  • frutta e verdura crude;
  • alcol;
  • dolci e bevande (non inclusi nella lista degli ammessi).

Le regole dietetiche per la pancreatite devono essere seguite attentamente. Nessuna deviazione dal menu presentato.

La dieta per la forma cronica è costituita da verdure, che non portano ad un aumento della produzione di succo gastrico. Pertanto, se apporti modifiche al menu proposto, la malattia aumenterà con rinnovato vigore..

Con un'esacerbazione della pancreatite del pancreas, la dieta diventa più rigida. Cerchiamo di mangiare più zuppe leggere, "acqua" e cereali.

È necessario escludere la possibilità di infiammazione allo stomaco. Di conseguenza, deve facilitare il suo lavoro con l'aiuto di un menu "leggero" appositamente studiato.

Menu di esempio e dieta per una settimana

L'apporto calorico giornaliero nel trattamento di questo disturbo dovrebbe essere - 700-800 calorie.

  • Mangiare cibi contenenti grassi - 0;
  • La quantità di carboidrati - fino a 200 g;
  • Assunzione di proteine ​​- fino a 15 g.

Bere 2-2,5 litri di liquidi ogni giorno, per tutta la settimana.

Nel trattamento della pancreatite acuta, la dieta e il menu in essa incluso hanno le sue caratteristiche.

La pancreatite acuta, i cui sintomi causano dolore insopportabile, dovrebbe essere accompagnata da un digiuno preliminare per 3-4 giorni. Successivamente inizia l'introduzione al menu e alla dieta quotidiana di cibi speciali..

Un menu dietetico approssimativo per la pancreatite per 7 giorni è il seguente:

I pasti sono descritti per l'intera giornata:

1-2 giorni

  • 30 g di pane secco (non di più);
  • verdure o purè di patate senza olio
  • porridge (farina d'avena, grano saraceno);
  • biscotti secchi;
  • tè, acqua, gelatina.

3-4 giorni

  • farina d'avena o brodo di riso;
  • purè di patate senza olio (patate);
  • porridge liquido (semolino, farina d'avena, grano saraceno);
  • pane secco - non più di 30 g.

5-6 giorni

  • frittata al vapore;
  • soufflé di cagliata (0-1,5% di grassi);
  • zuppa leggera;
  • purea di verdure
  • per i dolci sono ammessi budini di verdure o purea di mele
  • tè verde.

7 ° giorno

  • porridge di farina d'avena;
  • soufflé di ricotta (a basso contenuto di grassi);
  • verdure al vapore;
  • zuppa leggera - purea
  • mele cotte;
  • tè nero o verde.

Durante la settimana, ogni giorno beviamo molta acqua, vari tè e decotti.

Tabella di dieta numero 5 per il trattamento della pancreatite

Per le malattie dello stomaco e del pancreas, è stata sviluppata una dieta speciale "Tabella n. 5".

Mangiare cibo con questo metodo della Tabella 5 dovrebbe includere più cibi al vapore.

Il focus della dieta "Tabella numero 5" e il metodo di trattamento sono di escludere dalla dieta gli alimenti che stimolano la produzione di fermentazione del pancreas.

La "Tabella numero 5" include un menu bilanciato per una settimana, che consentirà al corpo di migliorare la propria salute ed escluderà ulteriori recidive del dolore..

Quindi, dieta Tabella 5 - un menu per tutti i giorni con pancreatite, colecistite e gastrite (colazione, pranzo, cena):

MON

  1. frittata al vapore, pane tostato e tè;
  2. porridge di grano saraceno con zucchine bollite.
  3. un po 'di farina d'avena e 100 g di insalata di barbabietole bollite (senza olio).

VT

  1. ricotta a basso contenuto di grassi - 3-7%, una fetta di pane secco, tè;
  2. petto bollito con verdure al vapore; zuppa di verdure;
  3. mele cotte.

Mercoledì

  1. yogurt a basso contenuto di grassi;
  2. grano saraceno e pesce magro al vapore;
  3. zuppa di verdure e una fetta di pane tostato;

Th

  1. frittata al vapore, tè alla rosa canina;
  2. carne di pollo bollita, purea di verdure, una fetta di pane essiccata;
  3. soufflé di mele.

PT

  1. farina d'avena, ricotta a basso contenuto di grassi, tè verde;
  2. verdure e pesce al vapore (magri);
  3. frittata al vapore.

Sab

  1. semolino;
  2. carne al vapore (petto) e riso bollito;
  3. purea di verdure.

Sole

  1. ricotta a basso contenuto di grassi, crostini di pane secchi;
  2. carne magra bollita e una piccola porzione di grano saraceno;
  3. 2 mele al forno.

Ricette sane

La dieta per la pancreatite pancreatica è rigorosa e non molto varia. Tuttavia, questo non è motivo di scoraggiamento. Esistono vari modi per arricchire il menu della Tabella 5.

Quindi, utile per le ricette del menu della pancreatite per la tabella numero 5:

Cotolette al vapore

Ingredienti:

  • petto di pollo - 200 g;
  • pane di grano - 30 g;
  • latte - 3 cucchiai;
  • un pizzico di sale e olio d'oliva.

Mescoliamo tutti gli ingredienti. Con la carne macinata ottenuta facciamo delle polpettine. Li mettiamo a bagnomaria, versiamo acqua e chiudiamo tutto con un coperchio. Cuocere fino a cottura.

Zuppa di noodle al latte

Zuppa di noodle al latte

Ingredienti:

  • farina - 10 g;
  • uova - 2 pezzi;
  • burro - 10 g;
  • latte - 300 ml.

È necessario impastare la pasta dagli ingredienti (latte, farina e acqua). Dopodiché, la consistenza risultante deve essere distribuita. Quindi, sminuzza le tagliatelle. Successivamente, cuoci le tagliatelle risultanti nel latte.

Frittata di proteine ​​al vapore

Frittata di proteine ​​al vapore

Ingredienti:

  • uovo - 2-3 pezzi;
  • latte - 1/3.

Separare i tuorli dagli albumi. Versare il latte nelle proteine. Mescola, ma non sbattere. Versare il composto risultante in un piatto di vetro e coprirlo con un piatto o un coperchio. Quindi, versare una grande quantità di acqua in un contenitore profondo (casseruola). Immergiamo lì una nave con una miscela proteica. Metti la pentola d'acqua sul fuoco e aspetta che la frittata al vapore si cuocia. Portare ad ebollizione. Cuocere per 15-20 minuti. Raffreddalo. L'omelette è pronta!