Perché lo stomaco fa male dopo aver mangiato?

Diagnosi

Importante! Un rimedio per bruciore di stomaco, gastrite e ulcere, che ha aiutato un numero enorme di nostri lettori. Leggi di più >>>

Il disagio allo stomaco è abbastanza comune. Questo organo è la parte centrale della digestione umana ed è responsabile della digestione del cibo. Il dolore può essere il risultato di cibo di scarsa qualità, cattive abitudini, stress, farmaci. In alcuni casi, questa condizione è il risultato di una malattia pericolosa. Cosa fare se lo stomaco fa male dopo aver mangiato?

Come riconoscere correttamente il mal di stomaco dopo aver mangiato?

La cavità addominale contiene molti organi digestivi. Qualsiasi parte di questo sistema può farlo
causare dolore in caso di violazione o problemi sul lavoro. Il fastidio allo stomaco è spesso associato al cibo. Oltre al dolore, possono comparire altri segni:

  • eruttazione;
  • flatulenza;
  • nausea;
  • vomito;
  • perdita di appetito.

Questi segni possono essere dovuti a patologie o problemi nutrizionali. Il mal di stomaco dopo aver mangiato è spesso associato a gastrite cronica. Dopo aver mangiato, il volume dell'organo può espandersi, provocando la spremitura degli organi e dei sistemi vicini. Questo può anche causare dolore..

Cause di dolore

Ci sono alcuni fattori che influenzano l'insorgenza del dolore dopo aver mangiato:

  1. Mangiare troppo. Questa è la causa più comune di dolore. Quando una grande quantità di cibo entra nello stomaco per un breve periodo, le sue pareti non resistono, il che comporta il loro allungamento. Questo è il motivo per cui sorge il dolore.
  2. Sindrome dello stomaco irritabile. Le ragioni di questa condizione risiedono nel consumo di determinati alimenti. Di solito, questo disturbo si sviluppa con un maggiore uso di cibi grassi, piccanti, salati e carni affumicate..
  3. Ernia diaframmatica. Il diaframma, situato tra la cavità addominale e toracica, ha un'apertura attraverso la quale passa l'esofago. Se l'apertura si allarga, la parte superiore dello stomaco cade e viene pizzicata. I sintomi sono particolarmente pronunciati dopo aver mangiato. Tutto ciò è accompagnato dalla sindrome del dolore.
  4. Pilorospasmo. Questo termine è inteso come uno spasmo del piloro, una sezione dello stomaco, che si trova nell'area della giunzione dell'organo con il duodeno. Questa condizione è solitamente causata da problemi con il funzionamento del sistema nervoso. Con questa diagnosi, una persona ha una sindrome del dolore pronunciata 20 minuti dopo aver mangiato. Quindi si verificano nausea e vomito. Le sensazioni di dolore scompaiono solo dopo l'eliminazione del contenuto dello stomaco.
  5. Stenosi esofagea. In questo caso, il gioco è notevolmente ridotto. Il motivo potrebbe risiedere in presenza di formazioni tumorali, lesioni traumatiche o l'ingresso di un oggetto estraneo in quest'area. Dopo aver riempito lo stomaco di cibo, compaiono forti dolori, nausea e talvolta vomito.
  6. Ostruzione di una parte dello stomaco. In questo caso, una certa area dell'organo è bloccata. Questa condizione è associata a uno spasmo grave, alla comparsa di una formazione tumorale o a un polipo impressionante. Dopo aver riempito l'organo di cibo, non può entrare nell'area bloccata. Il risultato è l'allungamento del muro e il dolore..
  7. Lesioni della cistifellea. Questo organo si trova nella parte superiore destra del peritoneo. Con lesioni infiammatorie della vescica o formazione di calcoli in essa, lo stomaco ingrossato comprime l'organo, provocando un forte dolore.
  8. Reazioni allergiche. Alcuni alimenti potrebbero non essere accettati dallo stomaco. Pertanto, la sindrome del dolore appare spesso dopo aver mangiato. In genere, queste reazioni si verificano nel pesce e nei latticini..
  9. Avvelenamento. Se il dolore all'organo appare dopo poche ore, è necessario analizzare la qualità dei prodotti. Per accelerare il processo di rimozione delle sostanze tossiche, dovresti bere un assorbente e mezzi per normalizzare la digestione.
  10. Pancreatite Questo termine è inteso come una malattia infiammatoria del pancreas. Questa malattia è accompagnata da un forte dolore che compare 30 minuti dopo aver mangiato. Inoltre, possono essere localizzati in diverse aree: nella parte centrale, nell'ipocondrio destro. In casi difficili, può verificarsi dolore alla cintura. Le ragioni di questo disturbo sono diverse: lesioni traumatiche, patologie infettive, problemi nel lavoro del duodeno o dello stomaco.
  11. Gastroduodenite. Le lesioni infiammatorie del duodeno possono anche provocare dolore allo stomaco. Spesso la causa di questo disturbo risiede nella cattiva alimentazione. Per far fronte al problema, vale la pena attenersi a una dieta e assumere farmaci..
  12. Ulcera peptica dello stomaco o del duodeno. Questa malattia è accompagnata dalla comparsa di una superficie della ferita sulla mucosa degli organi interessati. In caso di ingestione di succo gastrico o prodotti aggressivi, il dolore appare nell'organo. Dieta e farmaci prescritti dal medico aiuteranno a far fronte all'ulcera..
  13. Gastrite. Questo termine è inteso come infiammazione dello stomaco, che è il risultato dell'influenza di microrganismi batterici - Helicobacter pylori. A volte la patologia è il risultato di disturbi alimentari. Per far fronte alla malattia, vengono prescritti agenti antibatterici e una dieta speciale.

Cosa indica la sindrome del dolore??

Per determinare la causa del dolore, è necessario analizzarne la natura. Pertanto, a un appuntamento dal medico, il paziente deve descrivere i propri sentimenti nel modo più accurato possibile. A seconda delle manifestazioni disponibili, lo specialista sarà in grado di selezionare gli esami diagnostici necessari.

A seconda della natura del disagio, si distinguono le seguenti categorie:

  1. Dolore acuto di alta intensità. Questo sintomo è il risultato di intossicazione alimentare, infezione, sviluppo di pancreatite. È anche provocato da esacerbazione di gastrite, appendicite, consumo di cibo di scarsa qualità.
  2. Bruciore Questo sintomo di solito compare dopo aver consumato cibi acidi o spezie ed è caratteristico di una ricaduta di gastrite o pancreatite..
  3. Dolore cronico alla trazione. Questo sintomo è il risultato di gastrite cronica, eccesso di cibo, mangiare troppo velocemente. A volte indica anche lo sviluppo di un'ulcera o di un cancro. Con un'esacerbazione dell'ulcera peptica, il dolore è costante, ma scompare dopo aver mangiato cibo leggero.

Anche la localizzazione della sindrome del dolore è diversa. Il vero dolore allo stomaco si avverte nell'ipocondrio, così come nella regione iliaca. Ma il disagio dopo aver mangiato può apparire non solo in questo organo. È spesso avvertito nell'addome inferiore, nella schiena e nell'ipocondrio. La posizione del dolore consente anche di diagnosticare:

  1. Il dolore all'ombelico e all'addome superiore è una manifestazione di una lesione infiammatoria della mucosa gastrica. Questo sintomo può manifestarsi immediatamente dopo aver consumato determinati alimenti o un'ora e mezza dopo aver mangiato..
  2. La sindrome del dolore nella zona iliaca, che si diffonde nell'ipocondrio destro, accompagna il danno infiammatorio alla cistifellea, così come le sue vie. In questo caso, il disagio può apparire mezz'ora dopo aver mangiato..
  3. Il disagio nell'ipocondrio sinistro e nella parte centrale dell'addome superiore si verifica con un'ulcera. Il dolore può essere di fuoco di Sant'Antonio o retrosternale e si fa sentire alla schiena. La malattia spesso causa altre manifestazioni..
  4. Il disagio cronico nell'ipocondrio sinistro o destro indica pancreatite. Man mano che la malattia progredisce, le manifestazioni aumentano. In questo caso, la sindrome del dolore è acuta, può provocare shock e diventare fuoco di Sant'Antonio.

Per sospettare questa o quella malattia, dovresti prestare attenzione a manifestazioni aggiuntive:

  • una sensazione di pesantezza, flatulenza, leggera nausea - indica una violazione nella dieta, una carenza di succo gastrico;
  • sensazione di bruciore, eruttazione, bruciore di stomaco, disturbi delle feci, distensione addominale - confermare una ricaduta di gastrite;
  • eruttare con un odore marcio o sapore aspro - indica lo sviluppo di pancreatite o gastroduodenite;
  • disturbi delle feci, debolezza, febbre, vomito: confermare l'infezione o l'avvelenamento.

Tempo di inizio del dolore

A seconda del momento di insorgenza della sindrome del dolore, si può sospettare l'una o l'altra malattia. Se il disagio si verifica immediatamente dopo aver mangiato, molto probabilmente indica la presenza di ulcera gastrica.

Quando il dolore appare 1-1,5 dopo aver mangiato, possiamo parlare della presenza di ulcera peptica del canale del gatekeeper. La sindrome del dolore tardivo, che si manifesta dopo 1,5-2 ore, suggerisce che si tratti di un'ulcera localizzata nel duodeno.

Come aiutare con il mal di stomaco?

I farmaci aiutano ad eliminare il dolore allo stomaco. Per far fronte a questa condizione, il medico può prescrivere almagel o phosphalugel. Inoltre, farmaci come no-shpa, gastal, maalox possono essere efficaci..

In alcuni casi, è del tutto possibile evitare l'uso di farmaci. Se la sindrome del dolore è il risultato di una cattiva alimentazione, può essere trattata con un riposo completo. Per fare questo, si consiglia di sdraiarsi dopo aver mangiato per 20 minuti. Dopodiché, puoi fare una passeggiata: questo aiuterà a evitare il ristagno della bile e stimolerà il processo di digestione.

A volte i rimedi popolari sono molto efficaci. La composizione più semplice è considerata l'infuso di camomilla. Per preparare questo rimedio, devi prendere un cucchiaino di erba e versare 250 ml di acqua bollente. Bere il prodotto filtrato. Di norma, 100 ml della composizione sono sufficienti per alleviare la sindrome del dolore..

Il calore umido aiuterà anche a migliorare la condizione. Per fare questo, un pezzo di stoffa deve essere inumidito in acqua tiepida e applicato sullo stomaco per mezz'ora, avvolto in una coperta calda. Se il disagio persiste o aumenta, dovresti consultare un medico. Uno specialista aiuterà a escludere malattie gravi che richiedono cure urgenti.

Misure preventive

Al fine di prevenire la comparsa di dolore allo stomaco, si consiglia di eseguire le seguenti azioni:

  • mangiare spesso, ma in piccole porzioni;
  • cerca di non mangiare troppo;
  • controllare la qualità dei prodotti;
  • rifiutare cibi grassi e piccanti, escludere sottaceti, marinate, carni affumicate;
  • rifiutare i prodotti semilavorati;
  • non bere molto alcol;
  • escludere il fumo.

Il dolore allo stomaco si verifica spesso dopo aver mangiato. Di regola, questo sintomo è il risultato di disturbi alimentari. Tuttavia, a volte indica lo sviluppo di gravi malattie. Per escludere patologie pericolose, è importante consultare un medico in tempo.

Perché il mal di stomaco si verifica dopo aver mangiato?

"Ho mal di pancia dopo aver mangiato" - molto spesso è così che i pazienti formulano il motivo per visitare un gastroenterologo. Lo stomaco è l'organo centrale della digestione umana responsabile della digestione del cibo mangiato..

Può reagire con il dolore quando si consuma cibo o acqua di scarsa qualità, a causa di cattive abitudini, stress, farmaci presi, ecc..
Il mal di stomaco dopo un pasto può essere un sintomo di una malattia pericolosa.

Pertanto, quando non c'è nemmeno un dolore acuto e tirante che si verifica di tanto in tanto, si consiglia di visitare un istituto medico per la diagnostica.

Perché lo stomaco fa male dopo aver mangiato?

Dopo aver preso il cibo, passa attraverso l'esofago ed entra nello stomaco, che aumenta di dimensioni, e il succo gastrico viene secreto. Si verificano contrazioni attive e il cibo entra nel duodeno.

E se c'è una violazione nel processo di digestione, si verifica dolore all'addome. Inoltre, può verificarsi dolore a causa dell'esposizione alla membrana danneggiata, sia al cibo digerito che ai succhi digestivi.

Molto spesso, la causa del mal di stomaco è una dieta malsana:

  • Cena tarda (prima di andare a letto)
  • "Sukhomyatka"
  • Deviazione dall'assunzione di cibo
  • Cibo in fuga

Una sensazione di pesantezza nell'addome può verificarsi per i seguenti motivi:

  • Mangiare troppo
  • Non bere abbastanza liquidi
  • Alimenti proteici
  • Alimenti troppo secchi

Sintomi di malattie in cui lo stomaco fa male dopo aver mangiato

  • La stenosi esofagea è una patologia in cui il suo lume si restringe a causa della comparsa di una cicatrice, lesione o tumore. In questo caso, dopo aver mangiato, si verifica vomito, eruttazione, nausea..
  • Un'ernia che si è manifestata nella regione dell'apertura esofagea nel diaframma, in cui una parte dello stomaco viene violata dopo aver mangiato cibo.
  • Gastrite. Questo è il nome del processo infiammatorio della mucosa gastrica. Il motivo della sua comparsa è l'infezione (Helicobacter pylori), con abuso di alcol, a causa di stress frequenti e l'assunzione di determinati farmaci.
  • Ulcera allo stomaco. Questa malattia può verificarsi se non si prendono misure per trattare la gastrite..
  • Ostruzione gastrica. Questa è una patologia in cui c'è un'ostruzione del cibo tra lo stomaco e il duodeno a causa della formazione di polipi, tumori.

Se lo stomaco fa male dopo aver mangiato, i motivi possono essere associati alle seguenti malattie:

  • Esofagite - infiammazione del rivestimento dell'esofago
  • Ulcera esofagea
  • La colite è un'infiammazione che si verifica sul rivestimento del colon
  • Glomerulonefrite: una malattia immuno-infiammatoria che colpisce i glomeruli dei reni
  • Pielonefrite del lato sinistro
  • Sindrome dell'intestino irritabile
  • Ulcera duodenale
  • Malattia da urolitiasi
  • Malattia dei calcoli biliari, in cui la formazione di calcoli si verifica sia nella cistifellea stessa che nei dotti
  • Colecistite, un'infiammazione che colpisce la cistifellea
  • Pancreatite, un'infiammazione che colpisce il pancreas
  • Costipazione, diarrea
  • Patologia della milza

Il dolore addominale può manifestarsi per ragioni che non hanno nulla a che fare con il sistema digestivo:

  • Fratture e lesioni di costole e sterno
  • Rottura dell'aneurisma (allargamento dell'area) dell'aorta
  • Pleurite del lato sinistro
  • Infarto miocardico
  • Chetoacidosi causata da un metabolismo dei carboidrati alterato a causa della mancanza di insulina

La natura del dolore che si verifica dopo aver mangiato

Dolore tirante prolungato:

  • Gastrite cronica
  • Cancro o ulcera allo stomaco
  • Mangiare troppo
  • Mangiare cibo troppo velocemente
  • Reazioni gastrointestinali a determinati alimenti

Dolore grave e acuto:

  • Mangiare prodotti di bassa qualità
  • Penetrazione delle infezioni
  • Avvelenamento del cibo
  • Appendicite
  • Ulcera allo stomaco aperta
  • Pancreatite
  • Esacerbazione della gastrite, ecc..

Localizzazione del mal di stomaco dopo aver mangiato

Le sensazioni dolorose derivanti dalle patologie dello stomaco si concentrano nell'ipocondrio, la regione iliaca. Dopo aver mangiato, il dolore può essere sentito nell'addome inferiore, nella schiena, sotto le costole. Scoprendo esattamente dove fa male, puoi determinare la malattia che si è manifestata.

Segni di cancro dell'esofago, del duodeno, dello stomaco.

Queste malattie sono caratterizzate dall'assenza di dolore nelle prime fasi del loro sviluppo. In futuro, il dolore diventa più pronunciato, accompagnato da una serie di sintomi:

  • Perdita di peso
  • Diminuzione dell'appetito
  • Disagio a lungo termine nella parte superiore dell'addome
  • L'addome aumenta di dimensioni
  • Sensazione di pienezza allo stomaco
  • Bruciore di stomaco
  • Indigestione
  • Nausea
  • Vomito (possibilmente con sangue)

Dolore all'ombelico o alla parte superiore dell'addome

Questi sintomi si verificano con infiammazione della mucosa gastrica, ulcera duodenale. Le sensazioni di dolore compaiono sia immediatamente dopo aver mangiato, sia dopo 1-2 ore.

Dolore nella regione iliaca, entrando nell'ipocondrio destro

Disturbi simili si verificano con la malattia dei calcoli biliari, i processi infiammatori delle vie biliari, l'infiammazione della cistifellea. La sensazione di disagio addominale si verifica circa un'ora dopo aver mangiato cibi dolci, fritti o grassi.

Taglio costante o dolore sordo, fastidio in alto "sotto il cucchiaio", così come a destra oa sinistra sotto le costole

Segni simili sono caratteristici di una malattia come la pancreatite. Nel tempo, il dolore alla cintura diventa più forte, più acuto e può portare a shock..

Dolore all'ipocondrio sinistro, "sotto il cucchiaio", nella parte superiore dell'addome

Questi sono chiari segni di ulcera allo stomaco (se il dolore si manifesta dopo un'ora e mezza) o ulcera duodenale (se i sintomi del dolore si verificano dopo circa un'ora e mezza o due ore).

Le sensazioni dolorose della cintura, diffuse alla schiena e dietro lo sterno, possono essere di qualsiasi intensità, accompagnate da vari sintomi.

Sintomi associati che possono determinare la causa del mal di stomaco dopo aver mangiato

  • Diarrea, stitichezza, vomito frequente, febbre - un segno di intossicazione alimentare, malattie infettive.
  • Bruciore di stomaco, sensazione di bruciore, eruttazione acida, costipazione, flatulenza, diarrea - segni di gastrite nella fase acuta
  • Gravità, nausea, sensazione di gonfiore: una violazione della nutrizione, una piccola riproduzione del succo gastrico.

Trattamento e prevenzione

Il trattamento del mal di stomaco è associato alla neutralizzazione degli effetti dell'acido gastrico e cloridrico. Inoltre, un rimedio popolare come la soda, secondo i medici, non dovrebbe essere usato, perché forse la comparsa di ulcere sul rivestimento dello stomaco, gonfiore ed eruttazione.

Tra i farmaci, i seguenti antiacidi sono più spesso raccomandati:

  1. Almagel
  2. Almagel-A
  3. Gastal

Almagel

Questa è una sospensione per via orale. Ha proprietà avvolgenti, adsorbenti, neutralizza l'effetto dell'acido cloridrico, proteggendo così la mucosa gastrica infiammata.

  • Per adulti e bambini di età superiore ai 15 anni, di norma, vengono prescritti 1-2 misurini un'ora dopo un pasto e non più di 3-4 volte durante il giorno e prima di coricarsi..
  • Per i bambini di età compresa tra 10 e 15 anni: la dose è 2 volte inferiore a quella degli adulti
  • Per i bambini sotto i 10 anni di età, così come le donne durante la gravidanza, l'assunzione del farmaco è controindicata.

Almagel - A

La differenza dal rimedio precedente è che la benzocaina (anestetico locale) viene aggiunta alla composizione.

Almagel-A è prescritto per esacerbazione di ulcera gastrica, ulcera duodenale, gastrite cronica e acuta con acidità normale e alta, duodenite.

Il corso di ammissione è di 7 giorni, l'ulteriore trattamento viene effettuato con il farmaco "Almagel". Il dosaggio e il modo di somministrazione sono identici a "Almagel"

Gastal

Un medicinale in forma di pillola. "Gastal" è un agente assorbente con effetto analgesico.

Viene assunto in 1-2 compresse (per assorbimento in bocca) un'ora o due dopo un pasto e prima di coricarsi. Non sono consentite più di 8 compresse al giorno. Corso - 2 settimane.

Durante la gravidanza e l'allattamento al seno: assumere il farmaco solo con prescrizione medica, perché solo lui sarà in grado di valutare benefici e rischi per il feto o il neonato.

Prevenzione

Se lo stomaco fa male dopo aver mangiato raramente, per un breve periodo e dopo aver mangiato troppo o "cibo secco", molto probabilmente il motivo risiede in una dieta scorretta.

Per sbarazzarsi di questi sintomi, devi mangiare bene:

  • Mangia in piccole porzioni
  • Non mangiare troppo prima di andare a letto (cenare entro e non oltre 3 ore prima di coricarsi)
  • Non andare a letto, "riposando" dopo aver mangiato
  • Rifiuta il cibo pesante
  • Bere prima dei pasti o lontano dai pasti almeno 1,5 litri al giorno

Ma se un sintomo come il dolore allo stomaco dopo aver mangiato è acuto, si verifica regolarmente, mentre la digestione peggiora ed è accompagnata da febbre, dovresti visitare immediatamente un medico (gastroenterologo o terapista).

Perché lo stomaco fa male dopo aver mangiato

Disagio temporaneo o segnale SOS

I medici identificano un intero spettro di sensazioni dolorose che possono verificarsi nella regione addominale (addome). Nella zona epigastrica (appena sotto lo sterno), il disagio è:

  • acuto e opaco;
  • intenso e debole;
  • periodico o permanente;
  • improvviso o in aumento.

Per identificare la fonte del dolore, la sua natura è importante. Può essere pugnale, taglio, accoltellamento, pressione, dolore, sparo, crampi, noioso. Con l'infiammazione della mucosa del tratto gastrointestinale, i sintomi aumentano gradualmente. Un lieve dolore periodico viene sostituito da forti spasmi, trasformandosi in un disagio costante. Ci sono sensazioni doloranti o pressanti. Dolori lievi e sordi caratterizzano l'aspetto e la crescita delle neoplasie. I sintomi aumentano con l'aumentare delle dimensioni del tumore.

Il dolore acuto, lancinante o lancinante, è un segno di grave infiammazione. Tali sintomi indicano una violazione dell'integrità degli organi e il coinvolgimento nel processo patologico di diversi "piani" del tratto gastrointestinale..

Se la sindrome del dolore si sviluppa gradualmente, si manifesta come sensazioni dolorose dopo aver mangiato, è necessario pianificare una visita dal medico per il prossimo futuro. Se il dolore si è manifestato bruscamente, accompagnato da una grave colica, è caratterizzato come un pugnale, è necessario chiamare urgentemente un'ambulanza.

Perché fa male dopo aver mangiato

I prodotti moderni non sono solo fonti di nutrienti, ma anche irritanti chimici, termici e meccanici. La prima sezione che è influenzata dal cibo è l'esofago, seguito dallo stomaco. Tuttavia, nella parte superiore del tratto gastrointestinale, il chimo subisce solo una lavorazione primaria..

La decomposizione dei prodotti in molecole avviene nell'intestino tenue. Anatomicamente, è vicino allo stomaco. Da qui la confusione dei sintomi. La qualità del cibo può influire sulla salute delle ghiandole digestive:

  • stimolare il loro lavoro;
  • provocare una "elaborazione" regolare;
  • causare spasmi degli sfinteri e dei condotti che trasportano i succhi alimentari.

I gastroenterologi classificano il dolore epigastrico per tipo. Grazie a ciò, puoi selezionare rapidamente diagnosi differenziali.

  • Primi dolori. Si verificano da 20 minuti a 1 ora dopo aver mangiato. Di regola, parlano di lesioni dell'esofago e dello stomaco. Sono spasmodici, lancinanti, taglienti, doloranti.
  • Dolore tardivo. Questi includono il disagio che si verifica 1,5-2 ore dopo aver mangiato. È caratteristico delle malattie delle ghiandole digestive e dell'intestino superiore (duodeno). Le malattie intestinali si manifestano con spasmi o dolore da pugnale (con un'ulcera).
  • Dolori affamati o notturni. Queste sono chiamate sensazioni dolorose che sono comparse di notte o 3,5-5 ore dopo l'ultimo pasto. Più spesso indicano lesioni dello stomaco e dei dotti delle ghiandole digestive. Il disagio si attenua immediatamente dopo aver mangiato cibi facilmente digeribili (latte, purea di piatti).

Spesso il cibo contiene tossine chimiche, agenti patogeni. Quasi tutte le intossicazioni alimentari e le infezioni provocano dolore addominale acuto.

Definizione della malattia

Il primo tipo di dolore con cui è necessario distinguere tra disagio epigastrico è il dolore al cuore. Con infarto miocardico, stenosi e aneurisma aortico, il dolore si irradia alla zona proiettiva dello stomaco. Queste patologie sono accompagnate da grave debolezza, vertigini e possono portare alla perdita di coscienza. Con un attacco di cuore, il dolore si irradia al lato sinistro della schiena e del braccio. L'aneurisma aortico è accompagnato da un'improvvisa diminuzione della pressione e da una natura pulsante del dolore. Se le sensazioni non sono causate da patologie cardiache, dovresti cercare un problema nel tratto gastrointestinale..

Se la causa è l'esofago

Le lesioni dell'esofago segnalano il dolore prima di tutto, al momento di mangiare. La deglutizione dolorosa di cibo e bevande, una sensazione di nodo alla gola e una violazione del passaggio del cibo nello stomaco, fino all'espulsione all'indietro, accompagnano la formazione di tumori nell'esofago. Quelli benigni sono chiamati polipi, ma possono anche verificarsi strutture cancerose. Ulteriori sintomi: sensazione di un corpo estraneo dietro lo sterno fuori dal pasto.

Come e perché fa male lo stomaco

La gastralgia (dolore allo stomaco) accompagna la penetrazione di veleni e tossine nel corpo, l'infiammazione delle pareti dello stomaco, la formazione di strutture erosive e ulcerative. Il disagio può verificarsi quando l'acidità è disturbata. Una diminuzione porta a dolori dolorosi e una sensazione di pesantezza, un aumento - a dolori brucianti e spiacevoli eruttazioni acide. La patologia più pericolosa è l'ulcera allo stomaco. Quando le pareti dell'organo sono perforate, si verifica un dolore lancinante e la diffusione del contenuto nella cavità addominale provoca la peritonite. Il dolore con un'ulcera si verifica spesso lungo la linea mediana dell'addome, si irradia leggermente a sinistra. È sulla parete sinistra dello stomaco che la perforazione è più spesso osservata.

Lesioni dell'intestino tenue

L'infiammazione del 12-colon è chiamata duodenite. La malattia accompagna la gastrite e le violazioni della funzione di formazione di acido dello stomaco. Il dolore dall'intestino si sente come un mal di stomaco dovuto al fatto che entrambe le parti del tratto gastrointestinale sono molto vicine. La conseguenza di un'infiammazione prolungata e non trattata è un'ulcera e una perforazione del duodeno. Tali condizioni sono accompagnate da sintomi caratteristici di un'ulcera allo stomaco..

Il dolore all'epigastrio può anche provocare ipertonicità del piloro, lo sfintere che separa lo stomaco dall'intestino tenue. Disturbi nell'avanzamento del bolo alimentare provocano dolore, vomito abbondante, aumento della temperatura corporea.

Malattie delle ghiandole digestive

La disfunzione delle ghiandole digestive può essere percepita dal paziente come dolore allo stomaco. Il danno al pancreas (pancreatite) porta al dolore tardivo. La ragione di ciò è la mancanza di enzimi per la completa digestione dei cibi consumati. Spesso, il pancreas si infiamma a causa di processi stagnanti nei suoi dotti. Se il succo pancreatico non può essere evacuato dall'organo, si sviluppano gravi spasmi. Il dolore con lesioni del pancreas è caratterizzato come molto intenso e avvolgente. Dall'area dello stomaco, il disagio migra rapidamente all'intera circonferenza dell'addome lungo la linea del pancreas.

I primi dolori episodici compaiono dopo aver mangiato cibi pesanti per la digestione. Man mano che la patologia si sviluppa, il disagio si manifesta senza connessione con il cibo. La pancreatite è associata a disturbi delle feci (diarrea o costipazione), sensazione di nausea e gonfiore allo stomaco dall'interno.

La seconda ghiandola importante per la digestione è il fegato, o meglio, la cistifellea che si trova in esso. L'organo ricorda se stesso con dolore epigastrico sullo sfondo della formazione di calcoli all'interno e disturbi nel deflusso della bile. Il dolore è generalmente tardivo, si manifesta dopo aver mangiato cibi grassi e fritti, dolci, alcol. Questi alimenti stimolano la secrezione della bile. Quando i condotti sono bloccati con pietre, il segreto non può uscire completamente. La vescica inizia a restringersi, provocando dolore. Quando la pietra si muove e blocca il lume del dotto biliare, si sviluppa una colica epatica.

La colica epatica è una sindrome dolorosa grave che minaccia di shock. Con esso, il dolore è localizzato nell'ipocondrio destro, ma emana anche sotto lo sterno, la regione ombelicale. Puoi sospettare la patologia della cistifellea dal tono della pelle itterico del paziente..

Malattie maligne dello stomaco

Il cancro allo stomaco è una conseguenza della degenerazione patologica delle cellule dell'epitelio mucoso. Il tumore può interferire con il movimento del cibo in modo puramente meccanico. Nel tempo, penetra nello strato sottomucoso, provocando forti dolori allo stomaco. La natura delle sensazioni è dolorosa. All'inizio si presentano periodicamente, in seguito diventano permanenti. Oltre al dolore, la malattia maligna può essere indicata da nausea e vomito irregolari, diminuzione dell'appetito, perdita di peso, debolezza e sonnolenza del paziente..

Come sbarazzarsi del mal di stomaco

Il fastidio allo stomaco ricorrente dopo aver mangiato richiede cure mediche. È necessario visitare un gastroenterologo, indipendentemente dalla gravità del dolore. All'inizio di alcune malattie gravi, i sintomi possono essere sfocati o assenti..

Se lamenta dolore all'epigastrio, il medico prescriverà esami del sangue, esami delle urine e test di funzionalità epatica. Questo aiuterà a valutare le condizioni generali del corpo. Per studiare la mucosa dell'esofago, dello stomaco e del duodeno 12, sarà necessaria l'esofagoduodenogastroscopia. Durante la procedura verranno esaminati i gusci interni degli organi cavi utilizzando apparecchiature ottiche. Se necessario, verrà prelevato biomateriale per l'esame istologico dei tessuti.

Piccoli polipi possono essere rimossi immediatamente. In caso di ulcera peptica, verranno prescritti farmaci o interventi chirurgici. Gastrite, colecistite e pancreatite vengono trattate con dieta e farmaci.

Il dolore sotto lo sterno indica spesso problemi di stomaco, ma non sempre. Uno specialista aiuterà a stabilire in modo affidabile la causa del disagio addominale. Il dolore parla sempre di fallimenti nel lavoro di organi e sistemi. Il compito del paziente è eliminare la causa delle violazioni e correggerne le conseguenze.

Cause di mal di stomaco dopo aver mangiato e cosa fare

I pazienti spesso vengono da un gastroenterologo con una denuncia di mal di stomaco dopo aver mangiato. Gli attacchi dolorosi hanno cause, localizzazione, intensità e natura diverse, ma possono ridurre significativamente la qualità della vita e portare alla disabilità.

  1. Perché lo stomaco fa male dopo aver mangiato
  2. La proiezione dello stomaco sul corpo umano
  3. Cause di dolore
  4. La natura del dolore dopo aver mangiato
  5. Malattie accompagnate da mal di stomaco dopo aver mangiato
  6. Gastrite
  7. Ulcera peptica
  8. Polipi allo stomaco
  9. Cancro allo stomaco
  10. Avvelenamento
  11. Altri motivi
  12. Caratteristiche del dolore
  13. Diagnostica
  14. Trattamento
  15. Alcune ricette popolari
  16. Prevenzione

Perché lo stomaco fa male dopo aver mangiato

Tutti i principali organi dell'apparato digerente si trovano nella cavità addominale, occupano un ampio spazio dell'addome e sono rappresentati da esofago inferiore, stomaco, intestino tenue e crasso, retto, fegato, pancreas.

La proiezione dello stomaco sul corpo umano

Lo stomaco si trova nella parte superiore dell'addome, nella regione epigastrica. Tra l'ombelico e il bordo inferiore dell'ipocondrio. Questo posto è conosciuto come il plesso solare.

Cause di dolore

Le cause frequenti di dolore allo stomaco dopo aver mangiato sono violazioni della dieta corretta da parte della persona stessa:

  • Mangiare troppo, più spesso durante le vacanze. In questo caso, un grande volume di cibo entra nello stomaco, le pareti dell'organo sono fortemente tese, il processo di elaborazione della massa di cibo viene ritardato, sorge una sensazione di disagio, accompagnata da dolore immediatamente dopo aver mangiato o anche mentre si mangia. La soluzione è semplice: devi solo mangiare di meno.
  • La condizione di uno stomaco irritato si verifica negli amanti del cibo grasso, piccante e affumicato in grandi quantità. Si riconosce dalla comparsa di eruttazioni ripetute dopo aver mangiato, che a volte durano fino a due ore, spesso accompagnate da crampi nella proiezione dello stomaco, nausea e bruciore di stomaco.
  • Violazione del regime e della qualità del cibo consumato: cibo in movimento, acqua secca, cibi freddi o molto caldi, consumati in fretta senza abbastanza liquidi.

La correzione della dieta e della qualità dei prodotti consumati elimina il problema.

Il verificarsi di dolore addominale è causato non solo da un'assunzione impropria di cibo, in cui la persona stessa è la colpa, ma anche da molte malattie ereditarie o acquisite che colpiscono non solo gli organi digestivi situati nella cavità addominale, ma non hanno nulla a che fare con loro:

  • radicolite,
  • cistite,
  • mialgia,
  • e altro.

Sfortunatamente, non tutte le condizioni accompagnate dalla sindrome del dolore sono innocue, associate a errori nella dieta. A volte questi sono segni di una malattia grave, che non può essere affrontata da soli senza l'intervento di uno specialista..

La natura del dolore dopo aver mangiato

Gli organi malati reagiscono con sensazioni di diverso grado e natura all'assunzione di cibo:

  • dolori acuti e brucianti subito dopo aver mangiato o dopo 1-2 ore;
  • dolori affamati che una piccola quantità di cibo lenisce;
  • dolore persistente e doloroso, spesso accompagnato da nausea e vomito.

Un dolore tagliente nella proiezione dello stomaco si verifica in risposta a:

  • consumo di cibo di scarsa qualità;
  • avvelenamento da cibo, sostanze chimiche o alcol;
  • forte stress - spesso osservato negli studenti prima degli esami;
  • digiuno e conseguente eccesso di cibo;
  • trauma addominale;
  • attività fisica eccessiva;
  • uso frequente di droghe irritanti;
  • alcune malattie.

Successivamente, considereremo più in dettaglio le malattie che sono coinvolte nella comparsa di disagio nello stomaco con sindrome del dolore.

Malattie accompagnate da mal di stomaco dopo aver mangiato

Le malattie più comuni che causano dolore e pesantezza allo stomaco:

Gastrite

La gastrite è un'infiammazione del rivestimento interno dello stomaco. Questa malattia è la leader tra le patologie dell'apparato digerente. È diviso in forme acute e croniche del corso. Esistono tipi autoimmuni o batterici (elicobatterici). Gastrite accompagnata da acidità aumentata o diminuita del succo gastrico.

La gastrite acuta è un processo infiammatorio occasionale causato dall'esposizione a fattori dannosi:

  • avvelenamento,
  • infezione intestinale,
  • medicinali.

Per la gastrite iperacida (l'acidità del succo gastrico è superiore al normale) sono caratterizzati da:

  • forte dolore allo stomaco dopo aver mangiato;
  • una sensazione spiacevole nell'addome superiore;
  • eruttazione con odore sgradevole;
  • feci molli;
  • nausea al mattino.

Una diminuzione dell'acidità nello stomaco è accompagnata da un rallentamento della motilità, questo provoca:

  • stipsi;
  • alito stantio;
  • pesantezza all'addome;
  • aumento del gas.

La gastrite cronica è caratterizzata da un lungo decorso, i periodi di benessere sono sostituiti da esacerbazioni. I dolori sono di lunga durata, di natura dolorosa, si verificano qualche tempo dopo aver mangiato.

Ulcera peptica

In questo caso, sulla mucosa gastrica compaiono aree di ulcerazione in luoghi soggetti a alterazioni infiammatorie. Le ulcere possono essere singole, raggiungere grandi dimensioni o in un certo punto ci sono molte piccole aree di violazioni dell'integrità della mucosa.

  • sono intensi;
  • spesso si verificano a stomaco vuoto o di notte.

La malattia è pericolosa perché in alcuni casi le ulcere sono complicate da emorragie profuse, se un vaso sanguigno è danneggiato o la parete dello stomaco si rompe - e quindi il contenuto dello stomaco entra nella cavità addominale. Un'ulcera perforata è accompagnata da un dolore molto acuto, è anche chiamato dolore da pugnale, più spesso accade dopo aver mangiato.

Le complicanze dell'ulcera peptica sono estremamente pericolose per la vita, richiedono un intervento chirurgico urgente.

Numerose ulcere situate all'incrocio dello stomaco con l'esofago o il duodeno, formano successivamente cicatrici e restringimenti di queste sezioni, creando un ostacolo al movimento del cibo. Si accumula nelle parti inferiori dell'esofago o all'uscita dallo stomaco, c'è un trabocco di organi, le pareti si allungano, c'è disagio e indolenzimento.

Polipi allo stomaco

Questo è il nome delle escrescenze benigne sulla mucosa all'interno dello stomaco. Possono essere di diverse dimensioni e forme: da grandi, piatte a sottili sulla gamba.

Per molto tempo non si manifestano in alcun modo, ma possono creare un ostacolo all'avanzamento della massa alimentare e infiammarsi. Poi durante un pasto o poco dopo, irritati dall'acidità di stomaco, i polipi iniziano a far male.

Cancro allo stomaco

Le neoplasie maligne causano anche forti dolori quando si mangia, ma sono caratterizzate da:

  • vomito sanguinante;
  • saturazione con una piccola quantità di cibo consumato;
  • c'è un'avversione per alcuni dei prodotti preferiti in precedenza;
  • perdita di peso.

Spesso la malattia procede senza sintomi per molto tempo, pertanto sono necessari esami regolari da parte di specialisti per identificare una malattia pericolosa. La comparsa di segni di oncologia indica un processo trascurato.

Avvelenamento

Il deterioramento della condizione e il tasso di insorgenza dei sintomi di avvelenamento dipendono dalla qualità e dalla quantità della sostanza velenosa che è entrata nel corpo. Il deterioramento della salute si verifica immediatamente o dopo poche ore, a volte per 2-3 giorni.

  • spasmi acuti nell'epigastrio (addome superiore);
  • sensazione di nausea, vomito, diarrea; il sollievo arriva dopo il vomito;
  • mal di testa;
  • grave debolezza.

Altri motivi

Il dolore acuto grave non è sempre associato a patologia gastrica:

  • A volte tali sintomi segnalano malattie agli organi vicini: intestino superiore, fegato e cistifellea, pancreas.
  • In rari casi, questo è un segnale di insufficienza cardiaca acuta o condizioni critiche di altri organi non correlati all'apparato digerente..

Se, dopo aver mangiato, il lato destro inizia a far male, questo è un segno di malattia del fegato o della cistifellea..

Il dolore intenso alla cintura sul lato sinistro è caratteristico della pancreatite.

Caratteristiche del dolore

Una descrizione accurata del carattere del paziente, della localizzazione e dopo quale periodo di tempo compare il dolore dopo aver mangiato aiuta a diagnosticare correttamente.

I primi dolori di stomaco intensi che si verificano subito dopo aver mangiato suggeriscono che:

  • lesioni infiammatorie della parte inferiore e media dello stomaco;
  • cambiamenti ulcerativi nella mucosa;
  • crescita eccessiva di polipi.

Tale disagio a volte dura fino a 2 ore e solo dopo che l'elaborazione della massa alimentare nello stomaco è stata completata e si è spostata nell'intestino, si attenua.

Il forte dolore allo stomaco tardivo, che compare dopo 1,5-3 ore, è segno di:

  • processi tumorali;
  • ulcera peptica dell'organo pilorico;
  • gastrite iperacida.

I dolori della fame compaiono 5-6 ore dopo aver mangiato, intensi, taglienti in natura. Ma dopo un piccolo spuntino o un bicchiere di tè dolce caldo, scompaiono. Questa natura del dolore è un segno sicuro di un'ulcera allo stomaco o duodenale..

Diagnostica

Per l'esame e il trattamento dell'apparato digerente, è necessario contattare un gastroenterologo, in assenza di un tale specialista in un policlinico - a un terapista o pediatra, a seconda della categoria di età del paziente.

Il sondaggio si compone di diverse fasi.

Fase 1. La visita iniziale dal medico inizia con una conversazione. Il medico chiede in dettaglio i problemi digestivi, la natura, l'intensità e la localizzazione della sindrome del dolore.

Quindi procede all'esame della pelle e delle mucose visibili, attira l'attenzione sulle condizioni della lingua, sulla presenza della placca e sull'aspetto. Scopri se c'è un cambiamento nel colore della pelle, perdita di peso e altro.

La prossima manipolazione è sondare e ascoltare gli organi addominali.

Fase 2. Esame o analisi di laboratorio. Esistono molti metodi, ma il medico sceglie solo quelli necessari in ogni caso specifico:

  • esami del sangue e delle urine - generali e biochimici;
  • analisi delle feci per disbiosi, elminti (vermi), sangue occulto;
  • analisi del contenuto gastrico per acidità, presenza del batterio Helicobacter pylori.

Fase 3. Se il medico ritiene che i dati dei metodi di esame precedenti non siano sufficienti per effettuare la diagnosi corretta, viene prescritta la diagnostica utilizzando attrezzature speciali;

  • Ultrasuoni.
  • Elettrogastroenterografia. Fornisce una valutazione della motilità, cioè l'attività di movimento degli organi digestivi.
  • Esofagogastroenteroscopia. Con l'aiuto di una sonda, viene introdotta una videocamera in miniatura, mentre lo specialista progredisce, ha l'opportunità di esaminare le condizioni della mucosa dell'esofago, dello stomaco, del duodeno o di prendere un piccolo pezzo di tessuto degli organi interni per l'esame istologico.
  • Raggi X dello stomaco o dell'intestino.
  • Usando una pillola video. Muovendosi attraverso gli organi, una videocamera in miniatura cattura tutti i processi che avvengono all'interno.
  • Scansione TC.

Esistono altre tecniche, ma vengono utilizzate meno spesso..

Confrontando i risultati dell'esame, il medico determina la diagnosi esatta e prescrive il trattamento appropriato e la terapia dietetica.

Trattamento

Dopo l'esame e la conferma della diagnosi, al paziente viene prescritta una terapia individuale per il trattamento del mal di stomaco dopo aver mangiato, a seconda della malattia..

I trattamenti di solito includono:

  • terapia farmacologica;
  • terapia dietetica;
  • rimedi popolari.

Dal materiale di cui sopra, è chiaro che ci sono molte malattie che possono causare dolore allo stomaco e potrebbero essere necessari farmaci dell'azione opposta per eliminarli. Pertanto, si consiglia di utilizzare farmaci per alleviare un attacco se il paziente è già stato esaminato, conosce la causa della malattia e sa come affrontarla..

Se non sei completamente sicuro di cosa sta succedendo, è meglio non correre rischi, non selezionare i farmaci da solo, ma prima consultare un medico.

Se il dolore è grave, non usare antinfiammatori o analgesici. Questi farmaci distorcono il quadro clinico. Puoi bere una medicina che allevia gli spasmi della muscolatura liscia, come No-shpu.

Il medico prescrive una dieta appropriata per ogni malattia, ma finora non ci sono raccomandazioni, puoi concentrarti sui seguenti elenchi.

Non puoi mangiare:

  • tutti i piatti di verdure fresche, frutta o bacche;
  • prodotti da forno freschi;
  • qualsiasi tipo di carne affumicata;
  • salse;
  • sottaceti;
  • dessert a base di cioccolato e gelato;
  • bevande gassate, caffè, tè;
  • latte fresco;
  • niente cibi freddi, molto caldi, duri, fritti, grassi e piccanti.

Tu puoi mangiare:

  • pane secco;
  • zuppe e porridge semiliquidi, simili a purea o viscidi a base di riso bianco, grano saraceno, farina d'avena;
  • manzo ben cotto, pollo, tacchino, carne di coniglio (dopo aver tolto tutto il grasso e la pelle dal pollame);
  • una piccola quantità di burro o olio vegetale;
  • dalle verdure - patate lesse, cavolo stufato, barbabietole, carote.

I pasti dovrebbero essere caldi, non salati o a basso contenuto di sale. Devi mangiare piccole porzioni, ma spesso.

Alcune ricette popolari

Olio d'oliva. Rimedi efficaci ad azione rapida includono l'uso di olio d'oliva. Per alleviare un attacco, è sufficiente prendere 1 cucchiaio da dessert all'interno. Per il trattamento di gastriti o ulcere, è necessario bere 1 cucchiaio da dessert di olio al mattino prima dei pasti per un mese. Ha un effetto curativo e analgesico.

Olio di olivello spinoso. Le istruzioni per l'uso sono le stesse dell'olio d'oliva.

Propoli. Possono curare gastriti e ulcere mangiando quotidianamente a stomaco vuoto la norma terapeutica - 6 g. Durata del trattamento - 3 settimane.

Infuso d'acqua di cumino. Preparazione: Versare acqua bollente su 2 cucchiai di semi, lasciare agire per circa mezz'ora, filtrare. Bere la soluzione calda durante il giorno prima dei pasti. Allevia l'infiammazione e lenisce il dolore.

Prevenzione

Per mantenere la salute degli organi digestivi, hai bisogno di un po ':

  • seguire le regole della sana alimentazione e dell'igiene personale;
  • sottoporsi a visite mediche preventive almeno una volta all'anno.

Perché mi fa male lo stomaco dopo aver mangiato? 7 possibili ragioni

- Perché ho mangiato così tanto? - pensi dopo un pranzo abbondante quando ti fa male lo stomaco. L'eccesso di cibo può infatti essere una delle cause del mal di stomaco. Altri fattori scatenanti del dolore includono cibi grassi, piccanti e piccanti, cibi contenenti caffeina e alcol. Se è stato solo un episodio, molto probabilmente è una questione di ingredienti o dimensioni della porzione. È molto peggio se hai dolore dopo aver mangiato regolarmente. Successivamente, prenderemo in considerazione le malattie più comuni del tratto gastrointestinale che causano dolore..

Sindrome dell'intestino irritabile (IBS)

Il dolore è un sintomo intrinseco della sindrome dell'intestino irritabile. Oltre a lei, una persona è solitamente tormentata da gonfiore, aumento della produzione di gas, eruttazione e diarrea alternata con costipazione. Se hai familiarità con questi sintomi, dovrai andare dal medico. In genere, la terapia di trattamento per IBS si riduce ai seguenti punti:

  • Correggere pasti frequenti in piccole porzioni;
  • Smettere di alcol e fumare;
  • Livelli di stress ridotti;
  • Assunzione di farmaci sintomatici per eliminare rapidamente il disagio (antispastici, antidiarroici, lassativi);
  • Assunzione di gastroenteroprotettori per ripristinare la mucosa ed eliminare completamente i sintomi.

Gastrite

La gastrite è un'infiammazione del rivestimento dello stomaco. La malattia è causata dal batterio patogeno Helicobacter pylori (nel 90% dei casi) o da cattive abitudini o dall'assunzione di farmaci pericolosi (farmaci antinfiammatori non steroidei, FANS) o da una dieta scorretta o, infine, da un forte stress. Diversi fattori aggressivi possono agire contemporaneamente..

La gastrite è accompagnata da dolore addominale, disturbi delle feci, debolezza, sonnolenza, ecc. Lo trattano con dieta e medicine. Innanzitutto, elimina la fonte del problema. Se è Helicobacter pylori, viene prima eseguita la terapia di eradicazione con antibiotici, quindi la microflora intestinale viene ripristinata con probiotici e la mucosa del tratto digestivo - con gastroenteroprotettori.

Se la causa della malattia è nell'assunzione di FANS, è sufficiente ripristinare la mucosa. In ogni caso, il medico prescrive individualmente una strategia di trattamento e dosaggio dei farmaci, quindi se un pensiero sedizioso si insinua nella tua testa per aggirare il gastroenterologo, scartalo.

Ulcera allo stomaco

Il dolore dopo aver mangiato è un sintomo tipico di un'ulcera allo stomaco. Potresti anche provare bruciore di stomaco, eruttazione acida, nausea e vomito. Un'ulcera, come la gastrite, nella stragrande maggioranza dei casi è causata da un'infezione da Helicobacter pylori e viene trattata con un ciclo di antibiotici (non c'è altro modo per sterminare questo batterio patogeno). Quindi prescrivono farmaci antisecretori per ridurre la produzione di acido cloridrico e gastroenteroprotettori vengono utilizzati per ripristinare la mucosa danneggiata del tratto gastrointestinale. E, naturalmente, una dieta, dove senza di essa.

La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD) è ciò che chiamavamo bruciore di stomaco. Oltre al dolore bruciante nella zona del torace, questi pazienti spesso avvertono anche dolore addominale. Con GERD, è necessario escludere tutti i trigger dalla dieta (agrumi, caffeina, piccante, piccante, salato, grasso, fritto, alcol, tabacco, soda) e assumere una combinazione di farmaci - antisecretori in combinazione con procinetici. I primi sopprimono la produzione di acido cloridrico, i secondi normalizzano la motilità nel tratto gastrointestinale superiore.

Calcoli biliari

Le pietre possono trovarsi nella cistifellea per anni e una persona non avrà la minima idea di averle. Ma un giorno terribile, si muoveranno e rimarranno nel dotto biliare. Quindi il paziente sentirà un forte dolore improvviso nella cavità addominale. Oltre a lei, anche nausea, una sensazione di amarezza in bocca, vomito.

La strategia di trattamento per i calcoli biliari dipenderà dalla gravità delle condizioni del paziente. L'intervento chirurgico viene utilizzato quando le pietre sono troppo grandi o insolubili nella composizione. Le pietre di colesterolo sono classificate come pietre solubili. Se hanno un diametro inferiore a 2 cm, si dissolvono bene con l'aiuto di farmaci con acido ursodesossicolico (ursosan). Se ci sono più pietre, è necessario rimuovere i calcoli biliari. Come nel caso dei calcoli di bilirubina, non dovresti nemmeno provare a rimuoverli con i farmaci.

Problemi alla tiroide

Con ipertiroidismo - iperfunzione della ghiandola tiroidea - i pazienti possono manifestare disturbi dell'apparato digerente, in particolare dolore addominale. I pazienti lamentano anche aumento della sudorazione, debolezza muscolare, perdita di peso, ansia, palpitazioni cardiache e picchi di pressione sanguigna. Nelle donne, il ciclo mestruale può essere disturbato, negli uomini la potenza può diminuire. Con questi sintomi, fissa prima un appuntamento con un terapista. Fai un esame del sangue generale e scopri se il motivo sono gli ormoni o qualcos'altro.

Celiachia

La celiachia è, in altre parole, l'intolleranza al glutine. Può essere congenito, può essere acquisito a seguito di un'infezione intestinale o di un'allergia alimentare.

L'unico modo per evitare i sintomi della celiachia è seguire una dieta rigorosamente priva di glutine. Sono esclusi tutti i prodotti a base di cereali e quelli che possono contenerne tracce. Si consiglia di assumere vitamine per evitare carenze nutrizionali.